User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27
Like Tree24Likes

Discussione: Non sono democratico...

  1. #1
    libero
    Data Registrazione
    22 Nov 2012
    Messaggi
    25,008
    Mentioned
    624 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Non sono democratico...

    ....quindi i bravi papa boys democratici chiudano le orecchie (che hanno ragione loro).

    ...Però non roesco proprio a tifare democrazia...ad esempio chi mi spiega poichè più di un milione di persone vale niente di fronte al prurito di qualche gay che vuole comprare un bambino?

    Non capisco: se un governo non è eletto dal popolo, non dovrebbe dar voce a questa dimostrazione di partecipazione piuttosto che seguire le mode dei salotti radical-progressisti e le pretese di chi sfregia la natura umana per un immenso ego (i loro numeri sono incomparabili coi nostri come oggi si è dimostrato)?

    Lasciando perdere i mezzi uomini inutili come Alfano, chi mi offre qualche spunto per poter tifare democrazia?

    Perchè dovrei essere democratico quando la legge democratica che probabilmente passerà (anche grazie ai mezzi uomini) sarà per me carta straccia?
    emv, sofico and Flaviogiulio like this.
    se non ci metterai troppo io ti aspetterò tutta la vita...

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    libero
    Data Registrazione
    22 Nov 2012
    Messaggi
    25,008
    Mentioned
    624 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Re: Non sono democratico...

    Ovviamente mi prendo tutte le responsabilità di quanto scritto.
    se non ci metterai troppo io ti aspetterò tutta la vita...

  3. #3
    Ghibellino
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    48,892
    Mentioned
    93 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Non sono democratico...

    Non sono democratico neanche io, tranquillo che siamo in due
    Ucci Do likes this.
    Se guardi troppo a lungo nell'abisso, poi l'abisso vorrà guardare dentro di te. (F. Nietzsche)

  4. #4
    Ghibellino
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    48,892
    Mentioned
    93 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Non sono democratico...

    A proposito come è andata la manifestazione?
    Se guardi troppo a lungo nell'abisso, poi l'abisso vorrà guardare dentro di te. (F. Nietzsche)

  5. #5
    Materialismo veritativo
    Data Registrazione
    23 Apr 2015
    Messaggi
    3,152
    Mentioned
    18 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Non sono democratico...

    Qui facciamo prima a chiedere chi è democratico piuttosto che chi non lo è.
    Ucci Do and Giò like this.
    Dicono che viaggiare sviluppa l'intelligenza. Ma si dimentica sempre di dire che l'intelligenza bisogna averla già prima.-.G. K. Chesterton

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    25 Apr 2009
    Messaggi
    6,059
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Non sono democratico...

    ma infatti la soluzione e' costituire un partito politico sulla piattaforma del family day e chiedere il consenso agli elettori


    Inviato da Anthos

  7. #7
    Papessa
    Data Registrazione
    11 May 2009
    Messaggi
    12,698
    Mentioned
    115 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    9

    Predefinito Re: Non sono democratico...

    Citazione Originariamente Scritto da Ucci Do Visualizza Messaggio
    ....quindi i bravi papa boys democratici chiudano le orecchie (che hanno ragione loro).

    ...Però non roesco proprio a tifare democrazia...ad esempio chi mi spiega poichè più di un milione di persone vale niente di fronte al prurito di qualche gay che vuole comprare un bambino?

    Non capisco: se un governo non è eletto dal popolo, non dovrebbe dar voce a questa dimostrazione di partecipazione piuttosto che seguire le mode dei salotti radical-progressisti e le pretese di chi sfregia la natura umana per un immenso ego (i loro numeri sono incomparabili coi nostri come oggi si è dimostrato)?

    Lasciando perdere i mezzi uomini inutili come Alfano, chi mi offre qualche spunto per poter tifare democrazia?

    Perchè dovrei essere democratico quando la legge democratica che probabilmente passerà (anche grazie ai mezzi uomini) sarà per me carta straccia?
    Ma guarda che hai equivocato: Non sei tu a non essere democratico ma il governo, (capitanato da un signor nessuno mai regolarmente eletto) che impone come assolutamente necessaria per diventare "civili" una legge che soddisfa i capricci di una esigua ma chiassosa minoranza. Sono loro a non essere democratici. Impongono ciò che alle loro povere menti bacate appare come segno di avanzato progresso, come è tipico dei poveri provinciali complessati che tendono ad omologarsi all'andazzo di gente ritenuta avanzata pur di apparire fari di progressismo. Cosa ti aspetti da uno del contado di Rignano che fa inscatolare le statue per l'idea gretta che possano dispiacere a un beduino che però porta contratti da miliardi? Siamo governati da pidocchi buzzurri senza alcuna idea forte nè principii elevati e degni di rispetto.

    Al di là di questo comunque la tendenza del mondo va ormai in quel senso. Avanti tutta la feccia (di cui certi omosex rappresentano solo un aspetto) a conquistare fantomatici "diritti" mentre la gente normale si ritira nel guscio con gli occhi pallati dalla massiccia propaganda ripetendo a sè stessa: "Se c'è l'amore! E poi che male mi fanno? Cosa mi tolgono?" Ignorando l'adesione a dei principii regolatori del sociale che prescindano dalle volgarissime considerazioni di comodo e da biascicosi sbavami sentimentaloidi dei quali nemmeno si dovrebbe parlare, tanto sono idioti e ininfluenti ad una disamina seria della questione.

    Il sopravvento delle minoranze è un tratto caratteristico del nostro tempo e del kali yuga, insieme alla venuta meno degl'ideali e dei nobili principii regolatori delle comunità degli uomini.

    Io non credo che questa deriva si possa arrestare. Verrà fatta digerire a forza con ambigue motivazioni e dovremo sempre di più sentirci fare le lezioncine da travestiti e transessuali assurti a protagonisti di imbecilli lotte civili.
    emv, Draigo, Ucci Do and 1 others like this.
    "Così penseremo di questo mondo fluttuante: una stella all'alba; una bolla in un flusso; la luce di un lampo in una nube d'estate; una lampada tremula, un fantasma ed un sogno:"
    (Sutra di diamante)

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    25 Apr 2009
    Messaggi
    6,059
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Non sono democratico...

    nel caso fosse approvata ci sarebbe il referendum .


    Inviato da Anthos

  9. #9
    sofico
    Ospite

    Predefinito Re: Non sono democratico...

    "La democrazia e due lupi e un agnello che votano su cosa mangiare a colazione."
    Franklin

    "Democrazia: non essendosi potuto fare in modo che quel che è giusto fosse forte, si è fatto in modo che quel che è forte fosse giusto."
    Pascal


    "La democrazia è una forma di religione. E' l'adorazione degli sciacalli da parte dei somari"

    Non mi ricordo chi l'ha scritta ma fa la stesso.


    Quindi la democrazia e' la dittatura dei manipolabili. E considerando chi sono i burattinai pensa i burattini...

  10. #10
    Mistica Fascista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    117,314
    Mentioned
    494 Post(s)
    Tagged
    22 Thread(s)

    Predefinito Re: Non sono democratico...

    "Lo Stato democratico, sia esso monarchico o repubblicano, deve, come qualsiasi altra forma di governo, essere investito del potere di comandare con una autorità vera ed effettiva. Lo stesso ordine assoluto degli esseri e dei fini, che mostra l'uomo come persona autonoma, vale a dire soggetto di doveri e di diritti inviolabili, radice e termine della sua vita sociale, abbraccia anche lo Stato come società necessaria, rivestita dell'autorità, senza la quale non potrebbe né esistere né vivere. Che se gli uomini, prevalendosi della libertà personale, negassero ogni dipendenza da una superiore autorità munita del diritto di coazione, essi scalzerebbero con ciò stesso il fondamento della loro propria dignità e libertà, vale a dire quell'ordine assoluto degli esseri e dei fini. Stabiliti su questa medesima base, la persona, lo Stato, il pubblico potere, con i loro rispettivi diritti, sono stretti e connessi in tal modo che o stanno o rovinano insieme. E poiché quell'ordine assoluto, alla luce della sana ragione, e segnatamente della fede cristiana, non può avere altra origine che in un Dio personale, nostro Creatore, consegue che la dignità dell'uomo è la dignità dell'immagine di Dio, la dignità, dello Stato è la dignità della comunità morale voluta da Dio, la dignità dell'autorità politica la dignità della sua partecipazione all'autorità di Dio. Nessuna forma di Stato può non tener conto di questa intima e indissolubile connessione; meno di ogni altra la democrazia. Pertanto, se chi ha il pubblico potere non la vede o più o meno la trascura, scuote nelle sue basi la sua propria autorità. Parimente, se egli non terrà abbastanza in conto questa relazione, e non vedrà nella sua carica la missione di attuare l'ordine voluto da Dio, sorgerà il pericolo che l'egoismo del dominio o degli interessi prevalga sulle esigenze essenziali della morale politica e sociale, e che le vane apparenze di una democrazia di pura forma servano spesso come di maschera a quanto vi è in realtà di meno democratico. Soltanto la chiara intelligenza dei fini assegnati da Dio ad ogni società umana, congiunta col sentimento profondo dei sublimi doveri dell'opera sociale, può mettere quelli, a cui è affidato il potere, in condizione di adempire i propri obblighi di ordine sia legislativo, sia giudiziario od esecutivo, con quella coscienza della propria responsabilità., con quella oggettività, con quella imparzialità, con quella lealtà, con quella generosità, con quella incorruttibilità, senza le quali un governo democratico difficilmente riuscirebbe ad ottenere il rispetto, la fiducia e l'adesione della parte migliore del popolo. Il sentimento profondo dei principi di un ordine politico e sociale, sano e conforme alle norme del diritto e della giustizia, è di particolare importanza in coloro che, in qualsiasi forma di regime democratico, hanno come rappresentanti del popolo, in tutto o in parte, il potere legislativo. E poiché il centro di gravità di una democrazia normalmente costituita risiede in questa rappresentanza popolare, da cui le correnti politiche s'irradiano in tutti i campi della vita pubblica — così per il bene come per il male —, la questione della elevatezza morale, della idoneità pratica, della capacità intellettuale dei deputati al parlamento, è per ogni popolo in regime democratico una questione di vita o di morte, di prosperità o di decadenza, di risanamento o di perpetuo malessere. Per compiere un'azione feconda, per conciliare la stima e la fiducia, qualsiasi corpo legislativo deve - come attestano indubitabili esperienze - raccogliere nel suo seno una eletta di uomini, spiritualmente eminenti e di fermo carattere, che si considerino come i rappresentanti dell'intero popolo e non già come i mandatari di una folla, ai cui particolari interessi spesso purtroppo sono sacrificati i veri bisogni e le vere esigenze del bene comune. Una eletta di uomini, che non sia ristretta ad alcuna professione o condizione, bensì che sia l'immagine della molteplice vita di tutto il popolo. Una eletta di uomini di solida convinzione cristiana, di giudizio giusto e sicuro, di senso pratico ed equo, coerente con se stesso in tutte le circostanze; uomini di dottrina chiara e sana, di propositi saldi e rettilinei, uomini soprattutto capaci, in virtù dell'autorità che emana dalla loro pura coscienza e largamente s'irradia intorno ad essi, di essere guide e capi specialmente nei tempi in cui le incalzanti necessità sovreccitano la impressionabilità del popolo, e lo rendono più facile ad essere traviato e a smarrirsi; uomini che nei periodi di transizione, generalmente travagliati e lacerati dalle passioni, dalle divergenze delle opinioni e dalle opposizioni dei programmi, si sentono doppiamente in dovere di far circolare nelle vene del popolo e dello Stato, arse da mille febbri, l'antidoto spirituale delle vedute chiare, della bontà premurosa, della giustizia ugualmente favorevole a tutti, e la tendenza della volontà verso l'unione e la concordia nazionale in uno spirito di sincera fratellanza. I popoli, il cui temperamento spirituale e morale è bastantemente sano e fecondo, trovano in se stessi e possono dare al mondo gli araldi e gli strumenti della democrazia, che vivono in quelle disposizioni e le sanno mettere realmente in atto. Dove invece mancano tali uomini, altri vengono ad occupare il loro posto, per far dell'attività politica l'arena della loro ambizione, una corsa ai guadagni per se stessi, per la loro casta o per la loro classe, mentre la caccia agl'interessi particolari fa perdere di vista e mette in pericolo il vero bene comune.

    Una sana democrazia, fondata sugl'immutabili principi della legge naturale e delle verità rivelate, sarà risolutamente contraria a quella corruzione, che attribuisce alla legislazione dello Stato un potere senza freni né limiti, e che fa anche del regime democratico, nonostante le contrarie ma vane apparenze, un puro e semplice sistema di assolutismo. L'assolutismo di Stato (da non confondersi, in quanto tale, con la monarchia assoluta, di cui qui non si tratta) consiste infatti nell'erroneo principio che l'autorità dello Stato è illimitata, e che di fronte ad essa — anche quando dà libero corso alle sue mire dispotiche, oltrepassando i confini del bene e del male, — non è ammesso alcun appello ad una legge superiore e moralmente obbligante. Un uomo compreso da rette idee intorno allo Stato e all'autorità e al potere di cui è rivestito, in quanto custode dell'ordine sociale, non penserà mai di offendere la maestà della legge positiva nell'ambito della sua naturale competenza. Ma questa maestà del diritto positivo umano allora soltanto è inappellabile, se si conforma — o almeno non si oppone — all'ordine assoluto, stabilito dal Creatore e messo in una nuova luce dalla rivelazione del Vangelo. Essa non può sussistere, se non in quanto rispetta il fondamento, sul quale si appoggia la persona umana, non meno che lo Stato e il pubblico potere. È questo il criterio fondamentale di ogni sana forma di governo, compresa la democrazia; criterio col quale deve essere giudicato il valore morale di ogni legge particolare".

    Pio XII, Radiomessaggio natalizio, 24 dicembre 1944
    emv, sofico, Ucci Do and 1 others like this.
    Credere - Pregare - Obbedire - Vincere

    "Maledetto l'uomo che confida nell'uomo" (Ger 17, 5).

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 30-11-08, 09:55
  2. Sono democratico, perciò decido io
    Di Lollo87Lp nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 16-09-07, 14:40
  3. Boselli: Non ci sono condizioni per Sdi nel Partito Democratico
    Di Willy nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 01-02-07, 16:52
  4. io sono favorevole al partito democratico.....
    Di benfy nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 20-04-06, 19:02
  5. Gli USA oggi non sono un Paese democratico
    Di LeleRm nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 10-03-05, 00:58

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226