User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La criminalizzazione delle critiche a Israele è la fine della libertà di pensiero

    di Paul Craig Roberts - 15/05/2009

    Fonte: Come Don Chisciotte [scheda fonte]





    Il 16 ottobre 2004 il presidente George W. Bush ratificò il disegno di legge della lobby israeliana, la legge di controllo globale dell’antisemitismo. Questo provvedimento imponeva al Dipartimento di Stato americano di monitorare l’antisemitismo in tutto il mondo.
    Occorre definire il concetto di “monitorare l’antisemitismo”. E qual è la definizione? Fondamentalmente, come è stato specificato dalla lobby israeliana e da Abe Foxman, questa si riduce ad una qualunque critica mossa ad Israele e agli ebrei.

    Rahm Israel Emanuel non sta pulendo i pavimenti alla Casa Bianca. Non appena otterrà l’approvazione della legge sulla prevenzione dei crimini legati all’odio razziale, sarà reato per ogni americano dire la verità su come Israele ha trattato i palestinesi e su come ha sottratto i loro territori.

    Sarà reato per i cristiani riconoscere la responsabilità degli ebrei hanno messo in croce Gesù, così come descritto nel Nuovo Testamento.

    Sarà reato denunciare l’eccezionale influenza della lobby israeliana sulla Casa Bianca e sul Congresso, come le risoluzioni (scritte dall’AIPAC) che elogiano Israele per i suoi crimini di guerra contro i palestinesi di Gaza che sono state approvate con il 100 per cento dei voti al Senato americano e con il 99 per cento dei voti alla Camera, mentre il resto del mondo ha condannato Israele per le sue barbarie. Sarà reato nutrire dubbi sull’Olocausto.

    Diventerà reato far notare la smisurata presenza degli ebrei nei media, nella finanza e nella politica estera.

    In altre parole, tutto questo significherà la fine della libertà di pensiero, della libera inchiesta e del Primo Emendamento della Costituzione. Qualunque fatto o qualunque verità che getterà fango su Israele sarà semplicemente proibita.

    Considerata la spocchia del governo dgeli Stati Uniti, che porta Washington ad applicare le leggi americane in ogni paese ed organizzazione, che cosa accadrà alla Croce Rossa Internazionale, alla Commissione per i diritti umani delle Nazioni Unite e alle varie organizzazioni umanitarie che hanno chiesto che vengano effettuate delle indagini sull’aggressione militare di Israele contro la popolazione civile di Gaza? Verranno arrestati per aver commesso un crimine legato all’odio razziale per aver criticato “in modo eccessivo” Israele?

    Questo è un problema serio.

    Un recente rapporto delle Nazioni Unite, che deve ancora essere pubblicato per intero, incolpa Israele per i morti e dei feriti avvenuti all’interno delle sedi dell’ONU a Gaza. Il governo israeliano ha risposto sostenendo che il rapporto delle Nazione Unite è “tendenzioso e palesemente prevenuto”, il che lo colloca nella categoria del Dipartimento di Stato delle critiche eccessive e del forte sentimento anti-israeliano. Israele la sta facendo sempre franca ad utilizzare in modo così sfacciato il governo americano per mettere a tacere le critiche nonostante il fatto che la stampa e i soldati israeliani stessi abbiano mostrato le atrocità israeliane a Gaza e che l’omicidio premeditato di donne e bambini era stato sollecitato dai rabbini. Questi comportamenti sono chiaramente dei crimini di guerra.

    E’ stata la stampa israeliana a pubblicare le immagini delle magliette indossate dai soldati israeliani che dimostravano che l’omicidio volontario di donne e bambini era ora la cultura dell’esercito di Israele. Le magliette sono la terribile espressione della barbarie. Ad esempio, una di queste mostra una donna palestinese incinta con il simbolo di un mirino disegnato sullo stomaco e la scritta “Uno sparo, due morti.” Queste magliette dimostrano che la politica israeliana verso i palestinesi è quella dello sterminio.

    Da anni le critiche più feroci dei maltrattamenti israeliani verso i palestinesi arrivano dalla stampa israeliana e dai gruppi pacifisti israeliani. Ad esempio, il quotidiano Haaretz e e Jeff Halper dell’ICAHD hanno dimostrato di avere una coscienza morale che, a quanto pare, non esiste nelle democrazie occidentali dove i crimini di Israele vengono tenuti nascosti e persino elogiati.

    Il disegno di legge americano sui crimini legati all’odio razziale sarà applicato anche per Haaretz e Jeff Halper? I commentatori americani che di per sé non dicono nulla ma che riportano semplicemente quello che Haaretz e Halper hanno scritto saranno arrestati per “diffusione dell’odio verso Israele, un comportamento antisemita?”

    Molti americani hanno subito il lavaggio del cervello della propaganda secondo cui i palestinesi sono terroristi che minacciano l’innocente Israele. Questi americani vedranno la censura come parte della guerra necessaria al terrorismo. Accetteranno la demonizzazione dei loro concittadini che denunciano episodi incresciosi su Israele e saranno d’accordo sul fatto che quelle persone dovranno essere punite per aver aiutato i terroristi ed essere state loro complici.

    E’ in corso uno sforzo enorme per criminalizzare le critiche ad Israele. Diversi docenti universitari americani sono caduti vittima di tentativi ben orchestrati di eliminare qualunque critica ad Israele. A Norman Finkelstein è stata negata la cattedra presso un’università cattolica a causa del potere della lobby israeliana. Ora questa lobby è in caccia del professor William Robinson, docente presso l’Università di California (a Santa Barbara). Il reato di Robinson? Il suo corso di relazioni internazionali comprendeva alcune letture che erano critiche nei confronti dell’invasione israeliana a Gaza.

    La lobby israeliana, a quanto pare, è riuscita a convincere il Dipartimento di Giustizia [sic] di Obama che l’accusa di spionaggio mossa nei confronti di due funzionari ebrei dell’AIPAC, Steven Rosen e Keith Weissman, è un comportamento antisemita. La lobby israeliana è riuscita a far rinviare il processo per quattro anni e ora il Procuratore Generale Eric Holder ha fatto cadere ogni accusa. Però Larry Franklin, il funzionario del Dipartimento della Difesa accusato di aver trasmesso materiale segreto a Rosen e Weissman, sta scontando 12 anni e 7 mesi di carcere.

    E’ un’incredibile assurdità. I due agenti israeliani non sono colpevoli per aver ricevuto dei segreti ma il funzionario americano è stato ritenuto colpevole per averglieli consegnati! Se non c’è alcuna spia coinvolta in questa vicenda, perché Franklin è stato accusato di aver trasmesso dei segreti ad una spia? La criminalizzazione delle critiche ad Israele distrugge qualsiasi speranza per l’America di avere una politica estera indipendente in Medioriente che sia al servizio degli interessi degli americani invece che di quelli degli israeliani. Elimina qualsiasi prospettiva per gli americani di sfuggire ad un’acculturazione infarcita di propaganda israeliana.

    Per tenere prigioniere le menti americane, la lobby sta lavorando per definire come antisemita qualsiasi verità o qualsiasi fatto increscioso che sia relativo ad Israele. E’ possibile criticare qualsiasi altro paese del mondo ma è un comportamento antisemita criticare Israele e l’antisemitismo sarà presto un reato d’opinione universale nel mondo occidentale.

    La maggior parte dei paesi europei ha già criminalizzato il mettere in dubbio l’Olocausto. E’ reato anche ribadire che l’Olocausto sia avvenuto ma concludere che siano stati uccisi meno di 6 milioni di ebrei. Perché l’Olocausto è un argomento su cui è assolutamente proibita una qualsiasi indagine? Come potrebbe una vicenda che poggia su dei fatti concreti essere minacciata da un gruppo di pazzoidi e di antisemiti? Di certo questa vicenda non ha bisogno di essere protetta dal controllo mentale.

    Mettere in galera le persone perché nutrono dei dubbi è l’antitesi della modernità.


    Paul Craig Roberts
    Fonte: Online Journal
    Link: Criminalizing criticism of Israel is the end of free speech

    08.05.2009

    Scelto e tradotto da JJULES per www.comedonchisciotte.org

    Note di traduzione
    [1] Abraham (Abe) Foxman è un ebreo polacco emigrato nel 1950 negli Stati Uniti e presidente della Lega Antidiffamazione. La Lega Antidiffamazione è una lobby fondata in America nel 1913 da B’nai B’rith il cui scopo statutario è “fermare, per mezzo di appelli alla ragione ed alla coscienza e, se necessario, rivolgendosi alla legge, la diffamazione degli ebrei.” [NdT]
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,774
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La criminalizzazione delle critiche a Israele è la fine della libertà di

    Negare l'olocausto è un dovere morale per tutti gli spiriti liberi.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La criminalizzazione delle critiche a Israele è la fine della libertà di

    Più che negare direi che è un dovere morale accertare la sua veridicità.
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  4. #4
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,774
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La criminalizzazione delle critiche a Israele è la fine della libertà di

    Citazione Originariamente Scritto da Der Wehrwolf Visualizza Messaggio
    Più che negare direi che è un dovere morale accertare la sua veridicità.
    Si tratta di una espressione più moderata per esprimere lo stesso concetto.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  5. #5
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,725
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La criminalizzazione delle critiche a Israele è la fine della libertà di

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano Visualizza Messaggio
    Negare l'olocausto è un dovere morale per tutti gli spiriti liberi.
    :gratgrat::gratgrat:
    "Insomma se è in gamba, ti porta l'aereo così basso.. ehehehe...
    Lei dovrebbe vederlo, è uno spettacolo: un gigante come il B-52.... BHOOAAAMMM!!!!.. con i gas di scarico t'arrostisce le oche vive!!"

  6. #6
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,774
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La criminalizzazione delle critiche a Israele è la fine della libertà di

    Citazione Originariamente Scritto da Juv Visualizza Messaggio
    :gratgrat::gratgrat:
    Informati in materia e rifletti.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  7. #7
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,725
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La criminalizzazione delle critiche a Israele è la fine della libertà di

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano Visualizza Messaggio
    Informati in materia e rifletti.
    Come posso negare il sorgere del sole o affermare che gli aisni volano? :mmm:
    "Insomma se è in gamba, ti porta l'aereo così basso.. ehehehe...
    Lei dovrebbe vederlo, è uno spettacolo: un gigante come il B-52.... BHOOAAAMMM!!!!.. con i gas di scarico t'arrostisce le oche vive!!"

  8. #8
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,774
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La criminalizzazione delle critiche a Israele è la fine della libertà di

    Citazione Originariamente Scritto da Juv Visualizza Messaggio
    Come posso negare il sorgere del sole o affermare che gli aisni volano? :mmm:
    Il sole non è imposto con la forza, pena il carcere, multe, licenziamento; e neppure con un tam tam mediatico ogni giorno sempre più pesante e insopportabile.
    Ripeto: INFORMATI.

    PS.
    Affermare che il nazional-socialismo tedesco ha ucciso 6 milioni di persone con le camere a gas corrisponde ad affermare che gli asini volano.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La criminalizzazione delle critiche a Israele è la fine della libertà di

    Citazione Originariamente Scritto da Juv Visualizza Messaggio
    Come posso negare il sorgere del sole o affermare che gli aisni volano? :mmm:


    Gli italiani dicono la stessa cosa del cosidetto "risorgimento" così come dicono che non esistono i popoli alpino-padani.
    Se non vi fossero stati alcuni storici che hanno negato e demolito la vulgata italiota sul "risorgimento" attraverso studi ben precisi e documentati, oggi si parlerebbe ancora di Garibaldi o di Mazzini come di eroi, dell'unità dell'entità italiana come una cosa voluta a furor di popolo. La storia deve essere sempre sottoposta a revisione.
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  10. #10
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,774
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La criminalizzazione delle critiche a Israele è la fine della libertà di

    Citazione Originariamente Scritto da Der Wehrwolf Visualizza Messaggio
    Gli italiani dicono la stessa cosa del cosidetto "risorgimento" così come dicono che non esistono i popoli alpino-padani.
    Se non vi fossero stati alcuni storici che hanno negato e demolito la vulgata italiota sul "risorgimento" attraverso studi ben precisi e documentati, oggi si parlerebbe ancora di Garibaldi o di Mazzini come di eroi, dell'unità dell'entità italiana come una cosa voluta a furor di popolo. La storia deve essere sempre sottoposta a revisione.
    La Verità deve essere "scoperta" (liberata dalle coperture) e "svelata" (liberata dai veli).
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Ultras baluardo della libertà di pensiero
    Di Felipe K. nel forum Fondoscala
    Risposte: 74
    Ultimo Messaggio: 09-10-13, 19:05
  2. Thread della libertà di pensiero
    Di Feliks nel forum Fondoscala
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 27-03-13, 16:52
  3. Che fine ha fatto il Circolo delle Libertà?
    Di barabba (POL) nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 01-03-08, 08:15
  4. Scontro tra Titani del Pensiero delle Libertà
    Di brunik nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 15-09-06, 12:57
  5. convegno"Pensiero di libertà – Libertà di pensiero
    Di Jenainsubrica nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 23-01-06, 11:05

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226