User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 28
Like Tree9Likes

Discussione: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Staffarda (1690)

  1. #1
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,534
    Mentioned
    346 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Staffarda (1690)

    " Solo i Sith ragionano per assoluti. "
    " Si ! "

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,534
    Mentioned
    346 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: [Wargame storico] Guerra dei Nove Anni (1688-1697)

    " Solo i Sith ragionano per assoluti. "
    " Si ! "

  3. #3
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Staffarda (1690)

    LA STORIA DELLA BATTAGLIA DI STAFFARDA


    La battaglia di Staffarda fu uno degli eventi più sanguinosi del conflitto tra la Francia di Luigi XIV e il Ducato di Savoia diVittorio Amedeo II. Il Re Sole, incerto sulle intenzioni di Vittorio Amedeo, pretese l’invio, sul fronte europeo, di 3.000 fanti e 800 cavalieri, oltre alla consegna delle fortezze di Verrua e Torino, in modo da veder garantite le comunicazioni tra le piazze fortifrancesi di Pinerolo e Casale, ottenendo di fatto il controllo del Piemonte. Vittorio Amedeo respinse le richieste francesie si alleò con i paesi che formavano la Lega di Augusta, segnando di fatto, l’inizio della guerra. Il generale Catinat, comandante delle forze francesi in Piemonte, saccheggiò e distrusse alcune località poste tra Torino e Saluzzo, tra le quali Cavour, dove il presidio della rocca fu passato per le armi dopo la resa. Le forze francesi puntarono poiverso Saluzzo, e l’esercito sabaudo, rinforzato dai contingenti alleati, decise di fermarle con una battaglia in campo aperto. L’esercito alleato, che contava su 15.000 fanti e 4.500 cavalieri con 12 pezzi di artiglieria, si accampò presso l’abbazia diStaffarda la sera del 17 agosto. Il consiglio di guerra si riunì all’interno dell’abbazia e decise di rimandare l’ordine di battagliaalla mattina seguente. All’alba le forze del generale Catinat, che ammontavano a 12.000 fanti, 5.000 cavalieri e 16 cannonida campagna, mossero inaspettatamente verso il campo alleato. Vittorio Amedeo dispose rapidamente alcune unità adifesa di tre cascine poste innanzi al campo, così da dare il tempo all’esercito per schierarsi. Il primo attacco francese nonriuscì a spezzare la difesa delle cascine. Lo schieramento alleato intanto era completato, la sua ala sinistra si appoggiava alfiume Po, l’ala destra ad una zona acquitrinosa. A questo punto entrò in azione l’artiglieria francese, che distrusse quella alleatae scompaginò le prime linee. Gli alleati tentarono allora di rovesciare la sorte dello scontro con una carica di cavalleria guidata dal Principe Eugenio di Savoia e dal Conte di Verrua. L’azione non ebbe successo e alla ritirata della cavalleria seguì l’ultimo attacco francese, che fece crollare le difese alleate. La battaglia era perduta ma il Catinat rinunciò ad inseguire gli avversari, preferendo riprendere la marcia verso Saluzzo. La battaglia di Staffarda costò agli alleati circa 4000 morti e 1200 prigionieri, mentre i francesi ebbero solo 1000 uomini messifuori combattimento. Il complesso abbaziale subì poi il saccheggio da parte delle forze vincitrici.



    IL CAMPO DI BATTAGLIA


    L’Abbazia di Santa Maria di Staffarda si trova al centro della zona in cui si svolge la battaglia del 18 agosto 1690. Il terreno che la circonda non è molto diverso da quello che vide gli scontri: una pianura paludosa, solcata da piccoli rii e dal corsodel torrente Ghiandone che si getta nel Po poco a nord est dell’Abbazia. Non esistono più le cascine che furono teatro degli scontri, solo il complesso religioso rimane a testimonianza dell’evento bellico, con il suo refettorio, dove il duca Vittorio Amedeo pose il quartier generale. Nel cortile del complesso l’Associazione Nazionale Granatieri di Sardegna, Sezione di Cuneo, erede del glorioso reggimento di Guardia, ha posto un piccolo monumento a ricordo dei caduti della battaglia. I resti dei caduti rinvenuti negli anni nelle campagne circostanti furono deposti nel monumento ossario che sorge sulla Rocca di Cavour, assieme a quelle delle vittime civili della ferocia del Catinat.
    carter likes this.
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  4. #4
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Staffarda (1690)

    18 agosto 1690

    La più grave sconfitta delle truppe sabaude nella Guerra della grande alleanza

    Scarica le liste per le Guerra della grande alleanza (Guerra dei nove anni) e lo scenario in formato PDF. Scenari collegati: Marsaglia 1693.

    Il duca Vittorio Amedeo II, contro il parere dei suoi consiglieri de Louvigny e Eugenio di Savoia-Carignano, decide di affrontare in campo aperto l’armata francese in Piemonte forte del vantaggio numerico senza attendere le truppe imperiali. In realtà la battaglia sarà la più dura sconfitta subita dagli alleati in Italia nel corso della guerra.



    Legenda


    Truppe

    Tutti i rettangoli
    Fanteria Granatieri Artiglieria Dragoni Fanteria leggera
    Guardia Picchieri Corazzieri Cavalleria pesante
    Rettangoli tagliati da una sola diagonale
    Traini o carriaggi Cavalleria della Guardia Cavalleria leggera

    Nazionalità


    Bianchi Rosa Gialli
    Francia Ducato di Savoia Ducato di Milano

    Nella mappa ogni settore/quadrato misura 20cm nella scala 6mm o 10mm, 27cm nella scala 15mm (in questa scala si può arrotondare a 30cm la dimensione del quadrante), 40cm nella scala 20mm(1/72) e 25/28mm. Ogni unità sulla mappa rappresenta un reggimento di fanteria o di cavalleria. Le unità di artiglieria sono batterie di otto cannoni (a meno che non sia specificato diversamente).


    Note


    Le cascine (settori F5 ed F4) possono essere occupate da una batteria di artiglieria o da una base di fanteria e hanno vdf1. L’abbazia di Staffarda può essere occupata da una base di fanteria e una di artiglieria e ha anch’essa vdf1.
    Il fiume Po è intransitabile se non attraverso e guadi che si trovano nel settore F1 e nel settore B3. Gli altri corsi d’acqua sono guadabili da fanteria e cavalleria (ma non dall’artiglieria) e costituiscono ostacolo di livello 1.
    I boschi hanno tutti vdf1. I campi coltivati (settori B5-B6, H6, G5 e G2) come da regolamento.
    La linea di comunicazione dell’esercito francese transita lungo la strada che porta a Revello ed esce dal tavolo nel settore F6. La linea di comunicazione degli alleati attraversa il Po ed esce dal tavolo nel settore F1.

    Regole speciali


    Non ci sono regole speciali per questo scenario.

    Protagonisti


    Vittorio Amedeo II Francesco di Savoia
    (Torino 1666 – Moncalieri 1732)
    Nicolas de Catinat de La Fauconnerie
    (Parigi 1637 – St.-Gratien 1712)

    Esercito alleato


    17.500 uomini: 11.000 fanti, 3.600 cavalieri, 2.000 dragoni e 18 cannoni da campo

    • Esercito alleato: Vittorio Amedeo II 0 8um – 4d6 [10]
      • PsMdArt 1/1/- – – PsLtArt 1/0/- – PsLtArt 1/0/-
      • PsLn 1/1/0 – –PsLn 1/1/0 – (rgt. Guardie, Piemonte, Savoia)
      • PsLn 1/1/0 – – PsLn 1/1/0 – (rgt. Saluzzo, Mondovì, Croce Bianca, Fucilieri)
      • Eugenio +2 10um ala destra
        • PsCav 1/-/1 – – PsCav 1/-/1 – (rgt. Gardes du Corps)
        • PsCav 1/-/1 – (rgt. Gens d’Armes)
        • PsDr 1/-2/-1 – (1/1/-1 -) (rgt. SAR, Genevois)

      • de Louvigny 0 8um centro, destra
        • SpPk 2/-1/0 – – SpPk 1/-1/0 – – SpPk 1/-1/0 – (rgt. Lombardia, Savoya, Napoli, San Pedro)
        • MiPk 1/-1/0 – – MiPk 1/-1/0 – (rgt. Benedetto Alì, Bonesana, Porlezza, Dentici,)
        • MiPk 1/-1/0 – – MiPk 1/1/-1 – (rgt. Colonna, Ulbin, de Cabrera)

      • d’Arco 0 8um ala sinistra
        • MiCav 1/-/0 – – MiCav 1/-/0 – (rgt. …)
        • MiDr 1/-1/-1 – sk (1/0/-2 – sk) (rgt. …)
        • MiLC 1/-1/0 – sk/ln (rgt. …)



    Armata francese


    16.000 uomini: 9.000 fanti e 2.400 cavalieri, 3.000 dragoni e 12 cannoni da campo

    • Armata francese: de Catinat +1 8um – 4d6 [9]
      • FrLtArt 1/0/- – – FrLtArt 1/0/- –
      • de Servon 0 8um ala destra
        • FrCav 1/-/1 – – FrCav 1/-/1 – (rgt. Servon, Montgomery, Peleporte, Chastelet)
        • FrDr 1/-1/-1 – (1/0/0 -) (rgt. Mestre de Camp, Grammont, Fimarcon)

      • d’Artois 0 8um centro
        • FrPk 1/0/2 – – FrPk 1/0/2 – – FrPk 1/-1/0 – (rgt. Grancey, Flanders, Perigord, Hainaut, Boissiere)
        • FrPk 1/0/1 – – FrPk 1/0/1 – – FrPk 1/-1/0 – bdg. d’Artois (rgt. Lagarde, Robecq, Cambresis, Bourbon, Artois)
        • FrPk 1/0/1 – – FrPk 1/0/1 – – FrPk 1/-1/0 – bdg. de la Sarre (rgt. La Sarre, Dauphine, Clerambault, Vexin, Pondins, d’Aligny, Costrange)

      • de Lalande 0 8um ala sinistra
        • FrCav 1/-/1 – – FrCav 1/-/1 – (rgt. Giradin, St Maurice, Sovaire, Jusfreville)
        • FrDr 1/-1/-1 – sk/ln (1/0/0 – sk) – FrDr 1/-1/-1 – sk/ln (1/0/0 – sk) (rgt. Lalande, Languedoc, Catinat, Auxillion)



    La storia


    Alla fine del XVII secolo il ducato di Savoia era stretto tra la Francia da una parte e il ducato di Milano, e quindi gli Asburgo, dall’altra. I due potentati tra loro nemici alternavano lusinghe a minacce perché il ducato si schierasse dalla loro parte, alla fina, dopo lunghe e faticose trattative, Vittorio Amedeo II scelse la Grande alleanza, in parte anche per sfuggire alle esose richieste del vicino d’oltralpe. Il ducato avrebbe ricevuto rinforzi spagnoli da Milano e truppe imperiali dall’Austria nonché sostegno economico da Inghilterra e Repubblica delle province unite (l’attuale Olanda).
    Alla stipula dell’accordo i francesi passarono le Alpi con un’armata agli ordini di Nicolas Catinat, uno dei migliori comandanti dell’epoca, armata che in realtà aveva già messo piede in Piemonte con la scusa di combattere gli eretici valdesi. Nell’inviare de Catinat in Italia il marchese di Luvois, ministro della guerra francese, accompagna gli ordini con una frase molto esplicativa: Brulez, brulez bien leur pays! – Brucia, brucia bene il loro paese).
    L’armata francese in Piemonte, secondo alcune fonti, poteva contare su 12.000 uomini e Vittorio Amedeo volle affrontare il nemico in campo aperto con le sue truppe e quelle spagnole del ducato di Milano malgrado de Louvigny (che comandava il contingente milanese) e il Principe Eugenio di Savoia-Carignano, ben più esperti, consigliassero una condotta più prudente in attesa delle truppe imperiali.
    I due eserciti si scontrarono sulle rive del Po, presso l’abbazia di Staffarda, in un campagna acquitrinoso e malsano. Gli alleati si schierarono con la destra protetta dal terreno paludoso e la sinistra dal fiume su due linee. Di fronte a loro l’armata nemica, meno numerosa ma molto meglio equipaggiata e addestrata, anch’essa su due linee, nel classico schieramento dell’epoca, con la cavalleria sulle ali e la fanteria al centro. Alcune cascine interrompevano la pianura, più o meno davanti all’ala destra alleata.
    Il racconto della battaglia, di sola parte francese, riporta di duri scontri per il possesso di queste cascine perse e poi riprese, a costo altissimo in vite umane, dagli alleati mentre l’ala sinistra piemontese veniva minacciata dai dragoni francesi penetrati nella boscaglia.
    Il combattimento coinvolse ben presto tutta la prima linea di entrambi gli schieramenti logorando soprattutto le fanterie alleate, quando i francesi attaccarono con la seconda linea, tenuta fino a quel momento di riserva, fu chiaro che Vittorio Amedeo non aveva più truppe da opporre e l’intero centro alleato crollò sotto la spinta avversaria.
    I fanti milanesi e piemontesi fuggirono disordinatamente verso il Po ma il disastro fu evitato grazie al coraggio e all’abnegazione della cavalleria savoiarda che rallentò l’inseguimento nemico quel tanto che bastava per permettere all’esercito in rotta di attraversare il fiume.
    carter likes this.
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  5. #5
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,534
    Mentioned
    346 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Staffarda (1690)

    In pratica gli italo-spagnoli si fermarono nell'abbazia a farsi dei grappini e poi andarono a letto che tanto per la battaglia c'è tempo. La mattina dopo il Catinat gli diede la sveglia e si trovarono costretti a schierare a cazzo di cane schiacciati in uno spazio che non lasciava manovrare e in vista dei cannoni francesi.

    Penso che non seguirò la tattica storica.
    Maestrale likes this.
    " Solo i Sith ragionano per assoluti. "
    " Si ! "

  6. #6
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,534
    Mentioned
    346 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Staffarda (1690)

    La memoria fa scherzi. Il Principe Eugenio aveva ancora nelle orecchie il Te Deum e nelle narici l'aria di Vienna in estate. Ma in realtà era passato ferragosto e la calura, le zanzare, l'odore di acquitrino erano quelli della sua Patria indimenticabile. Tornò al presente : era a casa. Non stava più festeggiando la vittoria dei credenti su dei falsi alleati, ma si apprestava invece a combattere una battaglia tra cristiani, oltretutto praticamente della stessa lingua, a causa delle manie di grandezza di un re. Un re che aveva ordinato di bruciare e devastare la casa a cui Eugenio era tornato.

    In lontananza vedeva le colline e i monti, quanto sarebbe stato meglio in quella stagione salire dove l'aria è più pulita e trastullarsi con la caccia agli eretici.
    Invece aveva dovuto seguire il Duca nell'atmosfera stagnante della valle e andare a cacciarsi in un buco stretto da tre lati tra il Po e gli acquitrini, e con i Francesi davanti.

    D'altronde non c'era scelta, se avessero occupato una posizione vantaggiosa dietro il Po, i Francesi avrebbero cambiato strada e continuato imperterriti a devastare. Anche inseguirli, o superare a marcia forzata la strettoia, non era realizzabile a causa del terreno fangoso e dei guadi.
    La sola soluzione rimaneva di entrare volontariamente in una trappola per topi, solo così il Catinat avrebbe accettato battaglia.

    Catinat non era Monsieur le Duc de Luxembourg, ma quasi, gran comandante con truppe meglio addestrate, meno fanti, ma più cannoni, la cavalleria rimaneva il punto di forza degli italiani, ma quanto slancio avrebbe perso a causa del terreno molle ?
    Lo avrebbero saputo presto.
    Maestrale likes this.
    " Solo i Sith ragionano per assoluti. "
    " Si ! "

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    23 May 2013
    Località
    Delegazione Apostolica di Spoleto
    Messaggi
    4,922
    Mentioned
    211 Post(s)
    Tagged
    52 Thread(s)

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Staffarda (1690)

    La meticolosità del maresciallo Nicolas de Catinat è proverbiale. Alla testa di un’armata non lascia mai nulla al caso, disposizione dei reparti, equipaggiamenti, spostamenti, su tutto controlla e di tutto decide.
    Quando si è al servizio del più grande Sovrano d’Europa, disponendo dei migliori soldati ed armamenti, non ci si può affidare all’azzardo o alla fortuna, ma semplicemente si deve trovare il modo di ottenere il massimo da ogni uomo, ogni cavallo ed ogni cannone.
    Non si considera un uomo arido, solo un soldato che sa fare il suo mestiere, una guerra non si vince con le belle parole, ma colpendo duro il nemico ogni volta che serve e nessuno può dire che Catinat in questo non sia zelante come in tutto il resto.
    Nell’attuale frangente il maresciallo si sente particolarmente sicuro di sé, conosce benissimo il terreno e conosce il suo nemico, al fianco del quale a lungo ha combattuto gli eretici tra le montagne.
    Il rapporto tra la Francia ed i Savoia è sempre stato burrascoso, troppo piccoli per combatterli a viso aperto, questi Duchi di confine si sono sempre barcamenati tra i loro potenti vicini, cercando di ottenere il massimo risultato ogni volta che scoppiava una conflagrazione tra potenze. L’attuale Duca ha dimostrato di aver appreso benissimo dalle tradizioni di famiglia, è furbo ed ambizioso ed il maresciallo non può fare a meno di sentire un fremito d’ira ogni volta che ripensa all’elusività ed all’ambiguità con cui ha condotto le ultime trattative, prima del voltafaccia finale.
    Ora Nicolas de Catinat, per conto del suo Re, intende presentargli il conto, un conto molto caro. A quanto pare il giovane Duca, con l’aiuto dei freschi alleati, ha messo insieme un esercito piuttosto consistente e pare nientemeno intenzionato a sbarrare la strada all’armata francese, ma ha scelto decisamente male il terreno e, a quanto sembra, l’irruenza giovanile e la sete di gloria pare abbiano avuto il sopravvento sull’astuzia. Se ne pentirà amaramente.

  8. #8
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,534
    Mentioned
    346 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Staffarda (1690)

    Come a Fleurùs non è possibile avere un comando unificato per l'Alleanza.

    Naturalmente il Colonna comanderà i Tercios italiani del Re di Spagna, mentre il Duca Vittorio Amedeo comanderà la fanteria piemontese e un battaglione di Guardie e Carabinieri a cavallo.
    Il marchese de Louvigny comanderà la cavalleria milanese, napoletana e il reggimento leggero piemontese.
    Il principe Eugenio infine comanderà la cavalleria pesante, cioè i tre reggimenti di dragoni piemontesi e il reggimento corazzieri bavaresi.
    " Solo i Sith ragionano per assoluti. "
    " Si ! "

  9. #9
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Staffarda (1690)

    Complimenti per la narrazione Flaviogiulio, stai diventando bravo anche in quello

    A Perseo i complimenti non li faccio, perchè il fatto che lui sia un ottimo narratore non è una novità per chi come frequenta questo forum da anni.

    Ora dovreste esporre che tipo di strategia avete intenzione di adottare, soprattutto se avete intenzione di cambiare qualcosa rispetto alle decisioni prese in battaglia dai comandanti che rappresentate

    E poi se volete combattere la battaglia in più fasi (massimo 3) oppure preferite giocarvela in un colpo solo come le altre.
    Flaviogiulio likes this.
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  10. #10
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,534
    Mentioned
    346 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Staffarda (1690)

    Dirlo apertamente o è meglio mandare un messaggio privato all'arbitro ?
    " Solo i Sith ragionano per assoluti. "
    " Si ! "

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 49
    Ultimo Messaggio: 01-03-16, 23:42
  2. Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 23-02-16, 12:44
  3. Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 23-02-16, 11:39
  4. Risposte: 37
    Ultimo Messaggio: 19-02-16, 17:17
  5. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 09-02-16, 16:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226