User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 50
Like Tree20Likes

Discussione: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Quebec (1690)

  1. #1
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Quebec (1690)

    carter likes this.
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Quebec (1690)


    "Non ho altre risposte da dare al vostro generale se non quelle delle bocche dei miei cannoni e moschetti". Frontenac respinse gli emissari inglesi. Acquerello su tavola

    La battaglia di Québec fu combattuta nell'ottobre 1690 tra le colonie di
    Nuova Francia e Massachusetts Bay, allora governate rispettivamente dai regni di Francia e Inghilterra. Fu la prima volta in cui furono testate le difese di Québec.
    Dopo la conquista di Port Royal in Arcadia durante la
    guerra di Re Guglielmo, la Nuova Inghilterra sperava di assediare Montréal e la stessa Québec, capitale della Nuova Francia. La perdita della fortezza acadiana aveva scosso i Canadesi, ed il governatore generale Louis de Buade de Frontenac ordinò l'immediata preparazione della città per l'assedio.
    Quando alcuni messaggeri consegnarono i termini della resa, il governatore generale dichiarò che la sua unica risposta sarebbe venuta dalla "bocca dei cannoni". Il maggiore John Walley guidò l'esercito invasore che sbarcò a Beauport nel bacino di Québec. La milizia sulla costa fu costantemente pressata dalla milizia canadese fino alla ritirata, mentre le navi della spedizione, comandate da
    William Phips, furono quasi distrutte da raffiche di cannoni dalle mura cittadine.
    Dopo la battaglia i francese migliorarono le difese cittadine, mentre la Nuova Inghilterra capì di avere bisogno di altra artiglieria per poter conquistare la città.


    Contesto storico

    La colonia della Nuova Francia reclamava l'area più ampia dell'America del Nord, nonostante la sua popolazione fosse numericamente inferiore a quelle delle vicine colonie di Nuova Inghilterra e New York. Nel 1689 vi erano soli 14000 coloni in Nuova Francia, e molti di loro abitavano in città protette da fortezze.
    Nel 1690 Sir William Phips fu assegnato dal maggior generale del Massachusetts al comando di una spedizione contro l'Acadia francese. Salpò con sette vascelli e 450 milizie di fanteria, costringendo Port Royal ad arrendersi il 21 maggio. Il suo governatore,
    Louis-Alexandre des Friches de Menneval, aveva solo 70 uomini e nessun cannone e non fu in grado di resistere. Il 22 maggio Phips scrisse "Abbiamo tolto la croce, svuotato la chiesa, rimosso l'altare maggiore, rotto le loro icone"; ed il 23 maggio, "continuato a saccheggiare via terra e via fiume".
    Questo fatto scosse i coloni francesi che temevano che la propria capitale sarebbe stata l'obiettivo successivo. Québec non aveva grosse difese fortificate nel 1690, e il lato verso terra della città a nordest era esposto, in particolare nelle
    pianure di Abraham. Il conte Frontenac tornò in Canada per un secondo mandato da governatore generale ed ordinò la costruzione di una palizzata in legno per includere la città nella fortezza di Chateau St. Louis del fiume Saint-Charles. Il sindaco Provost seguì la costruzione di undici piccole ridotte in pietra in questa enceinte, che avrebbero protetto dalle cannonate. La palizzata terminava sul lato orientale della città nei pressi dell'ospedale. Furono potenziate anche le batterie rivolte verso il fiume, con otto cannoni montati a lato del Château e se pezzi da 18 sul molo. Le strade che portavano alla città alta furono riempite di ostacoli.
    Nel frattempo un gruppo di 150 milizie di
    Albany e guerrieri Irochesi con il capitano John Schuyler marciò e portò le canoe via terra fino a Montréal, imitando la tattica della petite guerre (spedizioni a lungo raggio in territorio nemico) perfezionata dai coloni francesi. La spedizione Schuyler fu organizzata per assediare Montreal e bloccare le forze francesi a sud di Quebec, permettendo alla flotta di Boston di salpare senza ostacoli contro la capitale. Il vaiolo, la mancanza di rifornimenti e disaccordi fra gli ufficiali convinsero molte milizie e indiani a tornare a casa per il disgusto, lasciando Schuyler con solo una parte degli 855 uomini promessi alle autorità della Nuova Inghilterra. Il 4 settembre i razziatori inglesi attaccarono gli insediamenti a sud di Montreal uccidendo circa 50 abitanti occupati nei campi. Troppo deboli per arrischiarsi in battaglia, Schuyler annullò la spedizione inglese e tornò a casa. Quando Phips fu avvistato al largo di Tadoussac, Frontenac ordinò alla guarnigione di Montreal e di Trois-Rivières di ritirarsi nella capitale con urgenza. Quattro giorni dopo il governatore giunse a Québec con 200–300 uomini liberati dal fallimento di Schuyler, causando un innalzamento del morale nella capitale.


    Arrivo di Phips


    Quando le colonie della Nuova Inghilterra e di New York mandarono uomini via terra contro Montréal, che non realizzarono praticamente nulla, il Massachusetts lanciò un assalto separato contro Quebec. L'intera operazione fu finanziata dall'emissione di obbligazioni che sarebbero state ripagate con il bottino preso dalla città. La spedizione era composta da circa 32 navi (solo quattro di loro di una certa dimensione) e da 2300 milizie del Massachusetts e fu comandata da Phips, vincitore a Port Royal. La partenza fu ritardata fino alla fine dell'estate a causa dell'attesa (vana) dell'arrivo di altre munizioni dall'Inghilterra. Quando la spedizione di Phips partì da
    Hullil 20 agosto, non fu adeguatamente rifornita di munizioni. Il pessimo tempo, i venti contrari e la carenza di timonieri esperti del San Lorenzo rallentarono i progressi e Phips non si ancorò nel bacino del Quebec prima del 16 ottobre.


    L'arrivo di Phips

    Frontenac, ufficiale esperto e scaltro, raggiunse Quebec da Montreal il 14 ottobre. Quando giunsero tutte le milizie che aveva chiesto aveva a disposizione circa 3000 uomini per difendere la postazione. La Nuova Inghilterra era abbastanza confidente del fatto che la codardia e la stanchezza dei francesi avrebbe giocato a loro favore, ma in realtà accadde il contrario. Frontenac aveva motivi per essere fiducioso dato che possedeva tre battaglioni di regolari coloniali certamente superiori alle compagnie di Phips. In realtà i regolari non furono necessari dato che le milizie canadesi furono in grado da sole di respingere Phips. Inoltre la città era "situata su una forte posizione naturale che loro [gli ufficiali inglesi] non avevano mai visto". Non solo aveva ripide scolgiere e Cape Diamond, ma la costa orientale era tanto bassa che le navi non avrebbero potuto raggiungere la costa per sbarcare le truppe.
    Il 16 ottobre Phips inviò il maggiore Thomas Savage come messaggero a consegnare un'offerta di resa a Frontenac.L'incontro fu descritto come una guerra psicologica. Prima di combattere, Frontenac fece accompagnare i messaggeri di Phips bendati in mezzo alla folla urlante delle strade di Quebec per mascherare l'inferiorità numerica. Quando furono a Château Saint-Louis, Frontenac e molti suoi ufficiali in alta uniforme ascoltarono il messaggero che chiedeva la resa della città. Intimidito da questa "sala zeppa di coraggiosi militari", Savage fece del suo meglio per consegnare l'ultimatum di Phips. Scritto dai Puritani del Massachusetts, il documento iniziava in maniera aggressiva.
    Il messaggio diceva loro che avevano un'ora per accettare i termini, ed il messaggero estrasse un orologio. Il coraggioso e temperante Frontenac fu talmente arrabbiato che avrebbe voluto far impiccare l'inviato davanti alla flotta inglese, e fu solo grazie al
    vescovo di Québec, François de Montmorency-Laval, che si calmò.[2] Quando gli fu chiesta una risposta scritta, Frontenac disse: "Non ho risposte da dare al vostro generale se non quelle delle bocche dei miei cannoni e moschetti".
    Savage fu di nuovo bendato e riaccompagnato alla sua nave. Il consiglio di guerra di Phips fu molto infuriato per la risposta, essendosi aspettato di trovare una città indifesa e presa dal panico. Quella sera furono sentiti tamburi e trombe a Quebec, seguiti da forti applausi:
    Louis-Hector de Callières era giunto con la restante milizia di Montreal, dando a Frontenac un vantaggio numerico sulla Nuova Inghilterra.


    Battaglia


    Le batterie di Quebec bombardano la flotta inglese

    Gli inglesi capirono che l'unico possibile punto in cui perforare le difese era sul lato nordorientale, dove le mura erano più deboli. Il piano era quello di sbarcare gli uomini sulla
    costa di Beauport ad est del fiume Saint Charles, e di attraversare il fiume sulle navi della flotta assieme ai cannoni da campo. Quando le forze da sbarco furono sulle alture ad ovest di Quebec, la flotta avrebbe attaccato la città ed avrebbe sbarcato un secondo gruppo in quel punto. Frontenac si aspettava un attacco da Beauport, e le rive del fiume erano già state riempite di fortificazioni sul lato sudoccidentale. Propose di combattervi solo una schermaglia, tenendo i regolari in riserva per una battaglia in stile europeo in campo aperto ad ovest di Quebec.
    La battaglia in campo aperto non ebbe mai luogo. I 1200 inglesi che sbarcarono con John Walley, secondo in comando di Phips, non attraversarono mai il Saint Charles. Frontenac aveva mandato nutriti distaccamenti di canadesi con Jacques Le Moyne de Sainte-Hélène ed alcuni indiani nei boschi ad est del fiume. Quando gli inglesi sbarcarono il 18 ottobre, furono immediatamente attaccati dalle milizie canadesi, mentre le navi sbarcarono i cannoni sul lato sbagliato del Saint Charles. Nel frattempo le quattro grandi navi di Phips, al contrario di quanto pianificato, si ancorarono prima di Quebec ed iniziarono a bombardare la città fino al 19 ottobre, quando i britannici avevano sparato buona parte delle loro munizioni. Le batterie costiere francesi si dimostrarono efficaci e le navi furono colpite finché
    sartiame e scafi non furono gravemente danneggiati. La bandiera della nave ammiraglia di Phips, al Six Friends, fu rotta e cadde nel fiume, e sotto una selva di proiettili di moschetti un audace gruppo di canadesi pagaiò con una canoa fino alle navi per catturarla. La riportarono trionfalmente al governatore.


    Mappa degli scontri di Québec


    Durante il bombardamento le forze di terra di Walley rimasero inattive, soffrendo il freddo e lamentandosi della carenza di rum. Dopo un paio di giorni decisero di abbandonare la costa e tentare l'assalto alle fortificazioni orientali francesi. Partirono il 20 ottobre "nella migliore tradizione europea, con tamburi battenti e bandiere spiegate", e ci fu uno scontro al limitar del bosco. I soldati della Nuova Inghilterra non poterono resistere al pesante fuoco canadese, ed i cannoni da campo d'ottone che sparavano tra gli alberi non ebbero effetto. Nonostante Sainte-Hélène sia stato ferito mortalmente, 150 attaccanti morirono in azione. Si ritirarono in panico il 22 ottobre abbandonando cinque cannoni da campo sulla costa.


    Conseguenze

    Il 23 e 24 ottobre fu negoziato ed effettuato uno scambio di prigionieri e le navi partirono per Boston. Nonostante il racconto della spedizione fatto da Phips ammettesse soli 30 morti in combattimento, il
    vaiolo ed un naufragio ne causarono oltre 1000 i più. James Lloyd di Boston scrisse nel gennaio seguente che almeno 7 vascelli furono bruciati e distrutti. Cotton Mather racconta di come un brigantino naufragò sull'isola d'Anticosti, di come la ciurma sia sopravvissuta sull'isola per tutto l'inverno per poi venire salvata l'estate seguente da una nave proveniente da Boston. La sconfitta di Phips fu completa e disastrosa, e fu una fortuna per i francesi dato che il poco cibo a disposizione non avrebbe sfamato la numerosa guarnigione in caso di assedio prolungato. Lo stesso Phips non mostrò sufficiente talento militare da ovviare alla mancanza d'esperienza. Si può dire che l'assenza di soldati addestrati e di adeguati rifornimenti abbiano condannato la spedizione fin dal principio. Il governatore di New York Henry Sloughter, nel riassumere il morale delle colonie inglesi, scrisse:
    « L'intero paese da Pemaquid al Delaware è estremamente offeso per la spedizione in Canada condotta malamente e senza risultati, costata 40 000 sterline e 1000 uomini morti per malattie ed un naufragio »

    Québec nel 1700, dopo la costruzione delle nuove fortificazioni


    Il Canada festeggiò per la propria vittoria e la sopravvivenza guadagnata. . Il 5 novembre il Te Deum fu suonato a Québec in un cappella rinominata Notre Dame de la Victoire, Nostra Signora della Vittoria. Quando le notizie della spedizione giunsero a Versailles, Luigi XIV ordinò di coniare una medaglia con l'iscrizione: Kebeca liberata M.DC.XC–Francia in novo orbe victrix, o "Liberazione di Quebec 1690–Francia vittoriosa nel Nuovo Mondo."
    Jacques Le Moyne, che morì poco dopo la battaglia, fu pianto dall'intera compagnia per il suo valore. Gli
    OnondagaIrochesi mandarono un collare wampum come segno di simpatia, e liberarono due prigionieri per onorarne la memoria. Il fratello Charles Le Moyne divenne famoso per quanto fatto in battaglia ed in seguito ricevette altra terra guadagnandosi il titolo di primo barone di Longueuil.
    Entrambi gli schieramenti impararono dalla battaglia. La vittoria francese mostrò che per poter conquistare Québec i cannoni avrebbero dovuto essere avvicinati. Frontenac capì che le difese necessitavano di un miglioramento significativo e nel 1692 incaricò l'
    Ingénieur du Roi Josué Berthelot de Beaucours di progettare una fortezza che potesse resistere ad un assedio in stile europeo. I lavori furono ritardati dall'inverno canadese ed iniziarono nell'estate del 1693 con la costruzione di bastioni difensivi e l'installazione di pali di legno sulle mura. Una batteria completa, nota come "Batteria reale", fu costruita subito dopo l'assedio. Aveva la forma di un piccolo bastione e conteneva 14 cannoni che coprivano entrambe le sponde del San Lorenzo ed il fiume stesso.
    Nonostante una nuova spedizione sia stata organizzata contro Québec durante la
    guerra della Regina Anna, non riuscì a raggiungere l'obiettivo quando una nave naufragò con grande perdita di vite nel golfo di San Lorenzo. Le nuove difese cittadine non furono messe alla prova fino alla battaglia di Québec del 1759.

    Battaglia di Québec (1690) - Wikipedia
    Ultima modifica di Maestrale; 27-02-16 alle 19:39
    Flaviogiulio likes this.
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  3. #3
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Quebec (1690)

    Alcune mie considerazioni personali:

    siamo ancora nel XVII secolo, quindi lontani dal secondo colonialismo che civilizzò il nuovo mondo. Fuori dall'Europa le battaglie erano molto più cruente, e le guerre non risparmiavano nessuno: le vite dei coloni avevano un valore di gran lunga minore rispetto a quelle dei cittadini europei sul suolo della madre patria, donne e bambini compresi

    Lo dimostrano i terribili massacri di Lachine e Schenectady che hanno preceduto questa battaglia, che mi sembra sia stata un pò la resa dei conti finale

    Quindi in Canada @carter e @Flaviogiulio siete autorizzati a tirar fuori i vostri istinti più bestiali
    Flaviogiulio likes this.
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    20 Jan 2011
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    15,362
    Mentioned
    202 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Quebec (1690)

    "Quando il proprio bluff viene scoperto bisogna saper gettare le carte". Così parlò Phips ai suoi capitani, convincendoli che le difese della città erano troppo forti rispetto alle forze di cui disponevano. Dopotutto la spedizione era salpata per combattere i papisti, ma anche per...ottenere un profitto. Una sconfitta avrebbe portato solo perdite. L'alternativa era salpare immediatamente per l'isola di Terranova, saccheggiare e bruciare gli insediamenti francesi e rafforzare la guarnigione di Saint John. "...che i francesi ammuffiscano in questo buco, con Terranova e l'Acadia sotto il nostro controllo noi taglieremo le loro comunicazioni con l'Europa!"


  5. #5
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Quebec (1690)

    Quindi in pratica vorresti evitare di combattere la battaglia @carter , ho capito bene?
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    20 Jan 2011
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    15,362
    Mentioned
    202 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Quebec (1690)

    Citazione Originariamente Scritto da Maestrale Visualizza Messaggio
    Quindi in pratica vorresti evitare di combattere la battaglia @carter , ho capito bene?
    Esatto, credo che per gli inglesi, stante la situazione, sia più proficua l'occupazione di Terranova, che dovrebbe essere indifesa. Semmai posso tirare i DADI per valutare il grado di difficoltà dell'occupazione, e del successivo tentativo di blocco del San Lorenzo?

  7. #7
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Quebec (1690)

    Certamente, a conti fatti e mente fredda, hai ragione: prendere Quebec era quasi impossibile. Tuttavia una guerra si combatte anche dal punto di vista emotivo, a volte vengono fatte sciocchezze proprio per questo

    Gli antefatti della battaglia di Quebec erano dei terribili massacri in cui i coloni inglesi avevano visto morire anche le loro donne e i loro bambini, la sete di vendetta e l'odio nei confronti del nemico era enorme... che tipo di risposta pensi di dare alle pressanti richieste di giustizia che si levano dalla popolazione?
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    20 Jan 2011
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    15,362
    Mentioned
    202 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Quebec (1690)

    Personalmente penso che i coloni della Nuova Inghilterra dell'epoca fossero (tristemente) abituati ai massacri dovuti alle incursioni indiane e/o francesi, mentre da buoni calvinisti tenessero in particolare conto l'aspetto economico - quindi la scelta di Phips è perfettamente difendibile presso l'assemblea coloniale [L'intera operazione fu finanziata dall'emissione di obbligazioni che sarebbero state ripagate con il bottino preso dalla città.] che sicuramente preferiva recuperare il suo investimento, anziché perderle con una tattica azzardata. Se ritieni si può tirare i DADI anche su questo aspetto, e cioè se l'assemblea coloniale accetta il punto di vista di Phips oppure insiste con attaccare Québec. Volendo possiamo simulare che a Boston sono informati in tempo, tramite una nave veloce, per ordinare alla spedizione di tornare indietro e combattere.

  9. #9
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Quebec (1690)

    Citazione Originariamente Scritto da carter Visualizza Messaggio
    Personalmente penso che i coloni della Nuova Inghilterra dell'epoca fossero (tristemente) abituati ai massacri dovuti alle incursioni indiane e/o francesi, mentre da buoni calvinisti tenessero in particolare conto l'aspetto economico - quindi la scelta di Phips è perfettamente difendibile presso l'assemblea coloniale [L'intera operazione fu finanziata dall'emissione di obbligazioni che sarebbero state ripagate con il bottino preso dalla città.] che sicuramente preferiva recuperare il suo investimento, anziché perderle con una tattica azzardata. Se ritieni si può tirare i DADI anche su questo aspetto, e cioè se l'assemblea coloniale accetta il punto di vista di Phips oppure insiste con attaccare Québec. Volendo possiamo simulare che a Boston sono informati in tempo, tramite una nave veloce, per ordinare alla spedizione di tornare indietro e combattere.
    I calvinisti, per quanto fossero certamente più razionalisti, non erano immuni all'emotività cui si va necessariamente incontro nel vedere il proprio figlio ammazzato sotto i propri occhi.

    Un Phips che arriva dalla madre patria e propone di ripiegare su Terranova non verrebbe visto bene, IMHO. E c'è anche lo spauracchio della pirateria che, per quanto difficilmente si spingesse cosi a nord, avrebbe potuto facilmente riscuotere consensi nelle colonie in cui serpeggiava malumore nei confronti di un padrone europeo lontano che, apparentemente, dava l'impressione di fregarsene di loro perseguendo unicamente i propri interessi.

    Coinvolgo nel dibattito anche @Flaviogiulio @Guy Fawkes e @Perseo in quanto giocatori indirettamente interessati, che ne pensate della plausibilità storica della richiesta ucronica di carter? E anche delle conseguenze naturalmente, interne alla Nuova Inghilterra ed estere
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  10. #10
    Disilluso cronico
    Data Registrazione
    25 Nov 2009
    Località
    All your base are belong to us
    Messaggi
    13,463
    Mentioned
    103 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito re: Guerra dei Nove Anni - [Wargame storico] Battaglia di Quebec (1690)

    Indubitabilmente comunicare un simile piano è una faccenda delicata, sia perché dopo aver comunicato tanto orgogliosamente un simile ultimatum, dover ripiegare sarebbe una perdita di faccia spaventosa, in un epoca in cui l'onore personale e della bandiera è una ragione di vita e di morte. A meno di un successo strepitoso a Terranova, la cosa avrà severe conseguenze per Phips.
    A mio parere i problemi sono 3:
    1) spiegare e far accettare al resto dell'armata la decisione (e un ammutinamento o diserzioni potrebbero non essere cose impossibili);
    2) guidare il gruppo d'armata, sicuramente demotivato, contro Terranova evitando le navi Francesi e corsare, oltre ad eventuali incursioni indiane;
    3) se questi due punti andassero a buon fine, l'incursione ed eventualmente l'occupazione di Terranova ed Acadia, ed in questo caso la palla spetterebbe ai francesi e alla loro reazione.
    .
    L'ultimo uomo ad essere entrato in Parlamento con intenzioni oneste.

    Non basta negare le idee degli altri per avere il diritto di dire "Io ho un'idea". (G. Guareschi)

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 26-02-16, 18:28
  2. Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 23-02-16, 12:44
  3. Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 23-02-16, 11:39
  4. Risposte: 37
    Ultimo Messaggio: 19-02-16, 17:17
  5. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 09-02-16, 16:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226