User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18

Discussione: L' autunno si avvicina

  1. #1
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L' autunno si avvicina

    In Ottobre scadranno grandi quantità di bonds italiani, e il governo dovrà rinnovarli e ricollocarli sui mercati, quindi sarà ricattabile dalle agenzie di rating e dalle banche che le posseggono: se il governo non seguirà le loro indicazioni, dovrà pagare tassi elevati, e ciò si tradurrà innanzitutto in centinaia di migliaia di posti di lavoro in meno.

    Per abbassare il rischio di default dei suoi bonds, il governo deve introdurre misure atte a sostenere la finanza pubblica, alleggerendo la spesa, nel medio-lungo termine, cioè nel termine di scadenza dei nuovi bonds, onde rassicurare i loro potenziali acquirenti in modo che li comperino a un tasso di interesse moderato. La misura diretta per alleggerire la spesa pubblica nel medio-lungo termine, soprattutto con una popolazione che invecchia, è spostare in avanti l'età pensionabile - e questo il governo lo sta facendo con ritardo e tentennamenti. Una misura obbligata, quella delle pensioni, dato anche che il debito pensionistico si aggira sui duemila miliardi, e si aggiunge al debito pubblico di millesettecento miliardi. Totale tremilasettecento miliardi, il 320% del pil, all'incirca. Già da tempo i contributi previdenziali in realtà sono tali solo di nome, perché non vengono investiti e accumulati per costituire rendite vitalizie, ossia future pensioni, ma vengono spesi direttamente per pagare le pensioni in essere - quindi in realtà sono tasse. Senza il prolungamento della vita lavorativa, presto avremo più pensionati che lavoratori. Gli immigrati non giovano, perché molti lavorano senza versare contributi, mentre gravano pesantemente, assieme ai loro familiari, sulla spesa assistenziale e sanitaria.

    Ma l'innalzamento dell'età pensionabile è una misura insufficiente. Dovrebbe essere affiancata da misure per il rilancio della produzione e della domanda nel breve termine. Misure che non vengono. Le prospettive a brevissimo termine sono fosche. Entro il prossimo Settembre si stima che chiuderà il 20% delle piccole imprese. Ne conseguirà un'ondata di disoccupazione e un calo dei consumi e del gettito fiscale, maggiori oneri assistenziali, nonché una nuova stretta creditizia. Qualora poi il rinnovo dei bonds vada male, sarà necessaria una manovra pesante. Al contempo, Grecia e Spagna sono sotto allarmata osservazione, ed è in discussione l'Euro stesso (che, ricordiamo, è un sistema di cambi fissi, e non moneta unica).

    Peraltro il problema di fondo delle economie di quasi tutto il mondo, e del quale non si parla alla popolazione generale, è il meccanismo dell'interesse composto sul debito pubblico e privato, che, col passare degli anni, drena crescenti quote del reddito, distogliendole da investimenti e consumi, con un andamento esponenziale rispetto al quale le tasse e i tagli, al punto in cui siamo, possono solo guadagnare qualche mese. L'ultima manovra basterà sino a Ottobre. Si apriranno subito dopo scenari che spingeranno il governo a nuove manovre, questa volta con lacrime e sangue.

    La spesa pubblica è cresciuta del 40% dal 2000 ad oggi, in dieci anni quasi tutti governati dal centro-destra, nonostante i dichiarati interventi a suo contenimento. Ciò è dovuto al fatto che il ceto politico italiano ricava dalla spesa pubblica sia i suoi profitti (malversazione, corruzione, peculato) che i mezzi per acquisire i consensi (lobbistici, mafiosi, elettorali) e per perpetuarsi al potere (spesa clientelare). Siccome sa fare solo questo e non amministrare bene, almeno a Roma e al Sud, non può che aumentare continuamente la spesa pubblica al fine di procurarsi i mezzi per comperare i consensi che non può ottenere con la buona amministrazione, anzi che perde, per effetto della sua cattiva amministrazione. Milioni di italiani, di elettori dipendono da una spesa pubblica distruttiva e insostenibile. Ciò imprigiona lo Stato italiano, e soprattutto Roma e il Sud, che hanno un crescente bisogno di essere mantenuti, in una spirale di inarrestabile degrado economico e civile. Il degrado politico e giudiziario è invece già completato, come quello scolastico.

    Berlusconi, nonostante le sue promesse e le forti maggioranze di cui sulla carta disponeva e dispone, non ha affatto interrotto tale spirale e non ha fatto alcuna reale riforma, limitandosi a galleggiare e a difendere dagli attacchi giudiziari (che in parte erano e sono politici e partigiani, in parte no) se stesso e pochi altri. Ovvio che non poteva e non può contenere la spesa pubblica inefficiente, avendo bisogno, per salvarsi dai processi e per la stessa sopravvivenza del suo governo, del voto e del sostegno anche dei beneficiari e dei fruitori di quella medesima spesa. Piuttosto di tagliare la spesa parassitaria, imporrebbe nuove tasse - una patrimoniale, magari. Il centro-sinistra ha invece agito direttamente per consegnare le risorse pubbliche e la finanza pubblica ai potentati finanziari stranieri di cui suoi esponenti di spicco sono diretta emanazione.

    In luogo delle riforme, Berlusconi porta avanti la c.d. legge bavaglio anti-intercettazioni e gli scudi antiprocesso che gli sono necessari per non essere sottoposto a pubblico giudizio penale da parte di magistrati in parte a lui ostili, mentre dovrebbe governare.

    Vi sono buone ragioni sia pro che contra la legge bavaglio e lo scudo antiprocesso. In quanto alla prima, il diritto alla riservatezza è un fondamentale diritto dell'uomo, tutelato dalla legge, e troppi magistrati e giornalisti si sono abituati a violarla sistematicamente, sia per facilitarsi le indagini, sia per farsi pubblicità, sia per lucrare mazzette dai mass media, sia per vendere più copie, sia per influenzare e ricattare politici e istituzioni. Però senza intercettazioni facili diverrebbe difficile o impossibile individuare e reprimere molti gravi delitti e gruppi criminali, che minacciano o guastano la vita sociale e l'attività istituzionale. Gruppi che sono fortissimi, radicati, istituzionalizzati, così che indebolire l'azione di contrasto ad essi, e nascondere alla gente ciò che su di essi via via si scopre, equivarrebbe, probabilmente, a lasciar loro mano libera sullo Stato e sulle amministrazioni locali. In quanto al secondo, anzi ai secondi (perché di scudi ve ne è più d'uno, anzi vanno sempre rinnovati in quanto la Corte Costituzionale li dichiara illegittimi), da un lato è evidente che non ci dovrebbero essere privilegi giudiziari per alcuno (salve le immunità diplomatiche), e che la giustizia dovrebbe poter giudicare e reprimere anche i politici, soprattutto se hanno cariche pubbliche, perché se risultano essere colpevoli di gravi reati, devono essere rimossi tanto più rapidamente, quanto più è importante la loro carica. Al contempo, dall'altro lato è altrettanto evidente che è di pubblico interesse che il prestigio anche internazionale e la libertà di azione di coloro che sono al governo non siano attaccabili o condizionabili mediante azioni giudiziarie, corrette o strumentali che siano. Inoltre, in un sistema come quello italiano, in cui non si consegue potere politico ed economico se non violando e facendo violare, in modo organizzato, le regole ufficiali - in un sistema cioè in cui tutti i politici e gli imprenditori che contano hanno scheletri nell'armadio, senza uno scudo giudiziario e un bavaglio mediatico tutti sono delegittimabili ed condizionabili da chi esercita il potere giudiziario come pure da chi dispone di archivi e dossier di un certo tipo. Alla fine sarebbero questi soggetti a decidere, senza assumersi però alcuna responsabilità politica, chi e come debba governare e fare affari. E i magistrati italiani, maggioritariamente, sono già costituiti in gruppo di interesse sindacalmente (o corporativamente) organizzato, con cui svolgono azione politica di parte. Sono quindi lontanissimi da ciò che dovrebbero essere per svolgere le funzioni assegnate loro dalla Costituzione, sicché sarebbe un controsenso affidare loro il compito e i mezzi per ristabilire la legalità, come alcuni vorrebbero, perché la loro posizione è, di fatto, essa stessa illegittima. Sarebbe un controsenso come l'affermare, in un sistema in cui i candidati sono scelti dalle segreterie dei partiti politici e non dal popolo, che l'investitura elettorale sia il criterio finale di legittimazione, davanti al quale anche i giudici devono fermarsi.

    In conclusione, dobbiamo prendere atto che manca un fondo sano a cui appoggiarsi, sia dal lato della giurisdizione che dal lato della legittimazione democratica; che interventi risanatori sono possibili solo se le devianze sono circoscritte e non sistemiche; e che pertanto conviene risparmiare le energie, non spenderle in sforzi inutili: infatti, non vi è una soluzione possibile ai problemi suddetti, perché non si tratta semplicemente di contemperare principi e valori generali per certi versi contrastanti (il diritto alla privacy con l'esigenza di indagare, il principio di eguaglianza coll'esigenza di prestigio e non ricattabilità del governo), ma di un sistema di potere reale che vive di regole incompatibili con quelle ufficiali, sia della Costituzione, che del Codice Penale. L'Italia non ha, per sua "composizione", alcuna possibilità di essere uno Stato di diritto, né uno Stato basato su leggi scritte, né uno Stato basato su trasparenza e accountability del potere effettivo, né un sistema-paese capace di adattarsi e di correggersi in relazione all'evoluzione della tecnologia o della competizione globale. Infatti, da vent'anni è in declino e nessun governo fa riforme correttive.

    Nel momento, che potrebbe ben collocarsi nel prossimo inverno (per le ragioni suddette), in cui il declino e l'impoverimento produrranno gravi proteste sociali e delegittimazione dello Stato, resterà una sola riforma possibile per mantenere la governabilità e l'unità del Paese: una riforma in senso poliziesco, autoritario, legittimata dall'emergenza, attuata probabilmente da un nuovo governo "di larghe intese", istituzionale, sostenuto dal .Quirinale. Tale riforma è verosimile che sia fatta e che abbia successo, perché la popolazione italiana è complessivamente incline al compromesso e alla ricerca dell'espediente, mentre non è portata a lottare per la libertà, la dignità, la difesa del lavoro e del risparmio. Per tenerla a bada in un periodo di forte recessione basteranno sorveglianza telematica, sanzioni fiscali e amministrative (accertamenti fiscali intimidatorii, fermi amministrativi, esclusione da pubblici servizi e benefici) assieme a violenze di branco in uniforme da parte delle forze dell'ordine sui cittadini che protestassero - violenze di cui moltissimi dei loro componenti hanno ampiamente dimostrato di essere capaci, con o senza guida dai vertici gerarchici, fino all'omicidio e alla calunnia. Il G8 di Genova è stato un collaudo generale di questo strumento.

    L'alternativa sarebbe quella della liberazione del Nord, quale entità economicamente e civilmente vitale, da ciò che recentemente The Economist ha definito "Bordello", cioè Roma e il Sud - entità oggettivamente distruttiva sia dell'economia, che della capacità di ammodernarsi, che del rispetto e delle fiducia verso regole e istituzioni, cioè della base di qualsiasi capacità organizzativa. Se si conosce il sistema economico, amministrativo e politico di Bordello, non si accetta l'idea di essere uniti ad esso e di essere amministrati dalla sua burocrazia e con la sua cultura. Ma la liberazione del Nord da Bordello non è realisticamente fattibile.

    Occorre quindi risparmiare l'energia mentale ed economica di cui si dispone, non disperderla in vani tentativi di correggere l'incorreggibile, e impiegarla per costruire, per sé e per i figli, un futuro oltre confine.

    di Marco Della Luna 02.07.2010

    Autore di Euroschiavi, Neuroschiavi, La Moneta Copernicana, Basta con questa Italia, Oligarchia per Popoli Superflui, Polli da Spennare

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,394
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Rif: L' autunno si avvicina

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio


    L'alternativa sarebbe quella della liberazione del Nord, quale entità
    economicamente e civilmente vitale, da ciò che recentemente
    The Economist ha definito "Bordello", cioè Roma e il Sud - entità
    oggettivamente distruttiva sia dell'economia, che della capacità di
    ammodernarsi, che del rispetto e delle fiducia verso regole e istituzioni,
    cioè della base di qualsiasi capacità organizzativa. Se si conosce il
    sistema economico, amministrativo e politico di Bordello, non si
    accetta l'idea di essere uniti ad esso e di essere amministrati dalla
    sua burocrazia e con la sua cultura.
    Ma la liberazione del Nord da Bordello non è realisticamente fattibile.

    Occorre quindi risparmiare l'energia mentale ed economica di cui
    si dispone, non disperderla in vani tentativi di correggere l'incorreggibile,
    e impiegarla per costruire, per sé e per i figli, un futuro oltre confine.

    di Marco Della Luna 02.07.2010

    Autore di Euroschiavi, Neuroschiavi, La Moneta Copernicana, Basta con questa Italia, Oligarchia per Popoli Superflui, Polli da Spennare

    niente da fare, avanti con il bordello;
    chi vuole l'alternativa lasci la diligenza.

  3. #3
    Tyr
    Tyr è offline
    Forumista senior
    Data Registrazione
    02 Sep 2009
    Località
    MARCA DI VERONA E AQUILEIA
    Messaggi
    2,058
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L' autunno si avvicina

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    niente da fare, avanti con il bordello;
    chi vuole l'alternativa lasci la diligenza.
    Aggingi che se passa il ddl anti intercettazioni (che non consente di intercettare tutti i reati che preludono a quelli mafiosi - es. turbativa d'asta con l'ingresso delle ditte mafiose nelle gare di appalto) il bordello si estenderà ancora di più al nord (e io mi toglierò la soddisfazione di vedere che colore sprigiona una tessera della lega bruciata).
    Ci ritroveremo, al nord, con ponti e case fatte con cemento impoverito. Al primo crollo mi auguro che finamelmente si diventi feroci impiccando, dopo avergli tagliato le palle, i leghisti che hanno votato questa merda di legge.
    Ricordiamoci che discendiamo da popoli e popolazioni feroci (Goti, Celti. Longobardi) che si sono fatti le ossa combattendo Turchi, Austro Ungarici, Imperatori tedeschi e si sono organizzate, più recentemente, contro il più forte esercito del mondo (quello tedesco durante la seconda guerra mondiale). E sappiamo tutti che i settentrionali, nel dopoguerra, regolarono i conti tra fascisti e antifascisti secondo modalità assolutamente analoghe a quelle che si stanno sviluppando nelle zone di confine con il messico (smembramenti, mutilazioni, stupri, gente arsa viva).
    Arriverà il momento in cui si dirà basta a questo stato di cialtroni, ladri, vigliacchi, scansafatiche, italiani.
    Potenzialmente il più mite Padano è più feroce e più cattivo del più cattivo dei terroni italiani.
    Arriverà il momento in cui questa sacrosanta ferocia emergerà: o dobbiamo apettare che mister pizzetto (aggiu, oggiu, capiscammme, voia de lavorar un casso, arrogante muso de merda, cortieddu in tasca) inizi incollare le serrande dei nostri negozi con l'attak?
    Lega: non fare il federalismo, liberalizza il porto d'armi, in due anni di far west otteniamo la secessione e poi diventiamo la nuova Germania d'Europa (dal punto di vista economico).
    Porca troia: italia di merda.
    Ultima modifica di Tyr; 06-07-10 alle 07:27
    Europeo, Veneto - Friulano, Longobardo. Non italiano

  4. #4
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L' autunno si avvicina

    Citazione Originariamente Scritto da Tyr Visualizza Messaggio
    Aggingi che se passa il ddl anti intercettazioni (che non consente di intercettare tutti i reati che preludono a quelli mafiosi - es. turbativa d'asta con l'ingresso delle ditte mafiose nelle gare di appalto) il bordello si estenderà ancora di più al nord (e io mi toglierò la soddisfazione di vedere che colore sprigiona una tessera della lega bruciata).
    Caro Tyr, ammiro la tua temperanza. L'unico motivo per cui io non ho ancora visto il colore sprigionato è il fatto che non ho MAI avuto una tessera dei traditori.
    Ultima modifica di semipadano; 06-07-10 alle 08:05
    L'occasione fa l'uomo italiano

  5. #5
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,692
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L' autunno si avvicina

    Citazione Originariamente Scritto da Tyr Visualizza Messaggio
    Aggingi che se passa il ddl anti intercettazioni (che non consente di intercettare tutti i reati che preludono a quelli mafiosi - es. turbativa d'asta con l'ingresso delle ditte mafiose nelle gare di appalto) il bordello si estenderà ancora di più al nord (e io mi toglierò la soddisfazione di vedere che colore sprigiona una tessera della lega bruciata).
    Ci ritroveremo, al nord, con ponti e case fatte con cemento impoverito. Al primo crollo mi auguro che finamelmente si diventi feroci impiccando, dopo avergli tagliato le palle, i leghisti che hanno votato questa merda di legge.
    Ricordiamoci che discendiamo da popoli e popolazioni feroci (Goti, Celti. Longobardi) che si sono fatti le ossa combattendo Turchi, Austro Ungarici, Imperatori tedeschi e si sono organizzate, più recentemente, contro il più forte esercito del mondo (quello tedesco durante la seconda guerra mondiale). E sappiamo tutti che i settentrionali, nel dopoguerra, regolarono i conti tra fascisti e antifascisti secondo modalità assolutamente analoghe a quelle che si stanno sviluppando nelle zone di confine con il messico (smembramenti, mutilazioni, stupri, gente arsa viva).
    Arriverà il momento in cui si dirà basta a questo stato di cialtroni, ladri, vigliacchi, scansafatiche, italiani.
    Potenzialmente il più mite Padano è più feroce e più cattivo del più cattivo dei terroni italiani.
    Arriverà il momento in cui questa sacrosanta ferocia emergerà: o dobbiamo apettare che mister pizzetto (aggiu, oggiu, capiscammme, voia de lavorar un casso, arrogante muso de merda, cortieddu in tasca) inizi incollare le serrande dei nostri negozi con l'attak?
    Lega: non fare il federalismo, liberalizza il porto d'armi, in due anni di far west otteniamo la secessione e poi diventiamo la nuova Germania d'Europa (dal punto di vista economico).
    Porca troia: italia di merda.

    caro Try, ti conviene bruciarla subito la tessera, il napoletano di arcore non fermerà di certo le sue leggi e la lega nord è ormai una succursale di cadregari al soldo del PdL
    quanto alla reazione dei nostri fratelli PadanoAlpini: la vedo dura, il regime, dotato delle tv da cui i popoli beoti abbeverano il cervello notte e giorno, saprà al momento giusto indirizzare l'eventuale collera verso altri lidi, mentre per una rivoluzione armata ... lasà pert

  6. #6
    Tyr
    Tyr è offline
    Forumista senior
    Data Registrazione
    02 Sep 2009
    Località
    MARCA DI VERONA E AQUILEIA
    Messaggi
    2,058
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L' autunno si avvicina

    Citazione Originariamente Scritto da sciadurel Visualizza Messaggio
    caro Try, ti conviene bruciarla subito la tessera, il napoletano di arcore non fermerà di certo le sue leggi e la lega nord è ormai una succursale di cadregari al soldo del PdL
    quanto alla reazione dei nostri fratelli PadanoAlpini: la vedo dura, il regime, dotato delle tv da cui i popoli beoti abbeverano il cervello notte e giorno, saprà al momento giusto indirizzare l'eventuale collera verso altri lidi, mentre per una rivoluzione armata ... lasà pert
    Non parlo di rivoluzione organizzata ma di tante singole persone che si rompono i coglioni contemporaneamente, compresi gli extracomunitari regolari che lavorano qui (e che si sono fatti il culo per essere in regola) "Padano è chi il Padano fa".Non credo che i padani siano beoti: hanno dato fiducia a Bossi perchè ha creato un fronte unito ma non sono certo disposti a essere venduti ai fancazzisti mafiosi terronici.
    Oltretutto anche molti immigrati meridionali di prima generazione sono assolutamente critici verso i merdionali, ovviamente non voteranno lega ma movimenti legalitari assolutamente sì.
    Il fatto che il ddl anti intercettazioni sia stato pluriemendato e rimandato significa che nonostante le elezioni per nomina, i soldi di berlusconi e tutta la corruzione che c'è anche nel pdl è rimasta una componente onesta.
    Io non sarei così pessimista.


    I meridionali son 14 milioni, anche se in massima parte, non hanno etica e vivono unicamente per farsi i cazzi lolo ci sono altri 46 milioni di italiani e la quota di meridionali che rimangono al sud a combattere sul campo (pochi ma ci sono).
    Se aggiungiamo che 1 persona onesta, dal punto di vista della forza, vale 10 delinquenti fancazzisti non siamo messi male.
    Dalle nostre parti c'era un macellaio di 80 anni, mio padre ha lavorato come titolare di macelleria fino a 71 anni, portandosi sulle spalle quarti da 1 quintale. Persone così, abituate a lavorare da quando avevano 10 anni non si fanno mettere i piedi in testa un terronazzo mafioso di merda e nemmeno da un Bossi venduto.
    Per adesso sto tranquillo e aspetto gli sviluppi, poi se ci sarà da menar le mani non credo che i Veneti si aspettino aiuto. Siamo abituati a risolvere le questioni da soli (nemmeno aiutandoci tra noi, non siamo terroni che fanno comunella).
    Questa è la differenza tra nord e sud: al sud fanno congrega per trarne vantaggi personali (sono italiani perchè conviene, falsi sussidi, posti di lavoro inutili) ma dell'italia gilene frega meno che ai padani (rif. lavoro nero, assenteismo negli uffici pubblici).
    I settentrionali invece sentono l'appartenenza alla loro Terra (e al loro Popolo), amano la loro Terra (indipendentemente dai vantaggi che possono ottenere).
    In linea di massima un Padano si vergogna a prendere lo stipendio senza lavorare perchè si sente un ladro ed un traditore della sua Comunità.
    Per un meridionale è un titolo di merito.
    Nonostante le tv del mafioso di Arcore e il suo continuo elogio verso fancazzisti tipo grande fratello e soubrette che non sanno fare nulla, se non mettere in mostra culi e tette.
    Tranquillo: se l'italia non è fallita con la merda meridionale (e con la mafia che è cresciuta) vuol dire che i settentrionali si sono fatti un mazzo che al confronto rambo e un hyppie sfaccendato.
    Per persone abituate a reggere decine di ore di lavoro al giorno. cosa vuoi che sia scassarsi il cazzo e iniziare a sparare in testa un meridionale fancazzista mafioso? Meno che zero.
    E secondo me se ne sono accorti anche a Roma visto che Tremonti ha iniziato a parlare di cialtroni meridionali, e prima ancora Napolitano (terrone doc) ha parlato di "degrado morale del meridione".
    Il lavoro nobilita, nel senso che rende forti, e visto che reggiamo uno stato di sfaccendati terroni fancazzisti a Ercole gli diamo di tacco.
    Ultima modifica di Tyr; 06-07-10 alle 10:11
    Europeo, Veneto - Friulano, Longobardo. Non italiano

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,963
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L' autunno si avvicina

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio
    Occorre quindi risparmiare l'energia mentale ed economica di cui si dispone, non disperderla in vani tentativi di correggere l'incorreggibile, e impiegarla per costruire, per sé e per i figli, un futuro oltre confine.
    ma anche questa e' teoria .. il sistema italia sta collassando all' interno di un sistema globale che collassa anchesso ...

    che cosa credete di trovare all' estero ? quando l' urss e' collassato era facile per gli ingegneri e gli scienziati sovietici trovare un posto nel "ricco occidente " ..
    ...a friggere patate ai mcdonald competendo con pakistani indiani ect ..

    ma nel "nostro futuro" non ci sara' nemmeno quello, saranno tutti lavori " a forte concorrenza " pure spazzati via dalla crisi globale :234:

    Anzi la cosa piu ovvia in paesi meno destrutturati come il nostro sara' che la locale classe politica per galleggiare trovi facili consensi alimentando politiche antistranieri ..

    e in tutto questo subendo l' atroce ingiuria di doversi trovare ancora classificati come italiani-mafia-pizza- e mandolino ...
    vulgus vult decipi

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    1,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Unhappy Rif: L' autunno si avvicina

    Grande..perfetto articolo di Marco della Luna, da meditazione..un po' lungo. Quali soluzioni? Quoto soprattutto questo paragrafo sintetizzante sulla spesa pubblica, da tenere sempre in mente. Bisogna solo evidenziare: chì paga e ha pagato per la spesa pubblica?
    :
    La spesa pubblica è cresciuta del 40% dal 2000 ad oggi, in dieci anni quasi tutti governati dal centro-destra, nonostante i dichiarati interventi a suo contenimento. Ciò è dovuto al fatto che il ceto politico italiano ricava dalla spesa pubblica sia i suoi profitti (malversazione, corruzione, peculato) che i mezzi per acquisire i consensi (lobbistici, mafiosi, elettorali) e per perpetuarsi al potere (spesa clientelare). Siccome sa fare solo questo e non amministrare bene, almeno a Roma e al Sud, non può che aumentare continuamente la spesa pubblica al fine di procurarsi i mezzi per comperare i consensi che non può ottenere con la buona amministrazione, anzi che perde, per effetto della sua cattiva amministrazione. Milioni di italiani, di elettori dipendono da una spesa pubblica distruttiva e insostenibile. Ciò imprigiona lo Stato italiano, e soprattutto Roma e il Sud, che hanno un crescente bisogno di essere mantenuti, in una spirale di inarrestabile degrado economico e civile. Il degrado politico e giudiziario è invece già completato, come quello scolastico.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Jul 2010
    Messaggi
    216
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L' autunno si avvicina

    Citazione Originariamente Scritto da luigina Visualizza Messaggio
    Grande..perfetto articolo di Marco della Luna, da meditazione..un po' lungo. Quali soluzioni? Quoto soprattutto questo paragrafo sintetizzante sulla spesa pubblica, da tenere sempre in mente. Bisogna solo evidenziare: chì paga e ha pagato per la spesa pubblica?
    :
    La spesa pubblica è cresciuta del 40% dal 2000 ad oggi, in dieci anni quasi tutti governati dal centro-destra, nonostante i dichiarati interventi a suo contenimento. Ciò è dovuto al fatto che il ceto politico italiano ricava dalla spesa pubblica sia i suoi profitti (malversazione, corruzione, peculato) che i mezzi per acquisire i consensi (lobbistici, mafiosi, elettorali) e per perpetuarsi al potere (spesa clientelare). Siccome sa fare solo questo e non amministrare bene, almeno a Roma e al Sud, non può che aumentare continuamente la spesa pubblica al fine di procurarsi i mezzi per comperare i consensi che non può ottenere con la buona amministrazione, anzi che perde, per effetto della sua cattiva amministrazione. Milioni di italiani, di elettori dipendono da una spesa pubblica distruttiva e insostenibile. Ciò imprigiona lo Stato italiano, e soprattutto Roma e il Sud, che hanno un crescente bisogno di essere mantenuti, in una spirale di inarrestabile degrado economico e civile. Il degrado politico e giudiziario è invece già completato, come quello scolastico.
    gia' dal 1948 al 2000 non avevamo debito pubblico
    e dal 2000 al 2010 ha governato senpre berlusconi.....


    titto vero ostridicolo:
    Il sud e' la zavorra d'Italia

  10. #10
    Più mercato (del pesce)
    Data Registrazione
    20 Jun 2006
    Messaggi
    13,655
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L' autunno si avvicina

    Straordinario thread dove non me l'aspettavo. Complimenti.
    Succede che la Camusso e Landini restino gli unici rappresentanti della sinistra italiana e, paf!, mi si cambia l'avatar glorioso. Tutto d'un tratto... FACEPALM

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Si avvicina il G8
    Di Grifo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 06-07-09, 00:53
  2. Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 26-08-07, 01:42
  3. L'ora X si avvicina
    Di Dottor Zoidberg nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-03-07, 17:39
  4. Si avvicina l'autunno.....
    Di Alex il Rosso nel forum Fondoscala
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11-09-06, 12:42
  5. Si avvicina l'autunno caldo
    Di Il Patriota nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-07-02, 13:58

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226