User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    52,132
    Inserzioni Blog
    4
    Mentioned
    205 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)

    Predefinito Roma. Esce il libro di Marino sul suo mandato di sindaco in cui attacca il PD

    Marino il marziano e il libro-choc:
    Se avessi dato retta al Pd sarei in cella Renzi si siede a tavola con le lobby


    L’ex sindaco ha presentato il volume in cui ripercorre i 28 mesi in Campidoglio, il suo rapporto con il premier e il partito. E non risponde sulla sua ricandidatura

    di Carlotta De Leo e Clarida Salvatori





    shadow


    0
    [COLOR=#3B5998 !important][/COLOR]0
    [COLOR=#55ACEE !important][/COLOR]
    [COLOR=#CC3732 !important][/COLOR]0






    L’ex sindaco di Roma presenta il suo libro choc «Un marziano a Roma» nella sede della Stampa estera. «Un volume di analisi e di prospettiva: non è un testamento né una vendetta. Lo definirei un gesto d’amore verso i romani e spiega i motivi per i quali Roma» sia in queste condizioni. Il primo argomento che Marino affronta è la condizione delle strade romane, ma poi anche il debito delle casse comunali («quando sono arrivato aumentava di un milione al giorno, non immaginavo di trovare questa situazione»), la tutela dei beni culturali come il Colosseo. «In tutto il pianeta c’è attenzione per quello che avviene a Roma e, vi assicuro, c’è stato sconforto per quello che è avvenuto: un governo che non è passato attraverso un vaglio elettorale (ed è l’unico caso dell’Europa a 28, credo) ha indicato un commissario straordinario al posto di un sindaco eletto da centinaia di migliaia di persone. Fu una lesione della democrazia, considerata con molta attenzione e preoccupazione dalle cancellerie di tutti i paesi stranieri».


    Le lobby e Renzi

    «Roma era in una situazione drammatica. Bisognava sganciarla dalle lobby, mentre il governo di Renzi preferisce sedersi a tavola con le lobby. Ad esempio, è stato deciso a Palazzo Chigi dove fare il villaggio olimpico (per la candidatura di Roma 2024, ndr) e nessuno è stato consultato». «Io avevo grandi aspettative su Renzi - ha riferito l’ex sindaco - quando pronunciava parole in cui mi riconoscevo come la liberalizzazione rispetto a tante aziende che al comune non servono, o la scelta delle persone in base ai curricula e i risultati. O un’informazione radiotelevisiva che somigliasse alla Bbc. Siamo finiti invece in una situazione in cui il premier sceglie il direttore generale della Rai e i direttori delle reti. Se l’avesse fatto Berlusconi molti giornali si sarebbero ribellati».



    «Per gestire una città non c’è bisogno delle correnti»

    L’accusa che più volte è ripetuta al sindaco è stata quella di essere isolato dal partito: «Per gestire una città non c’è bisogno di andare a cena con le correnti» ha detto Marino. E aggiunge: «Se io avessi seguito tutti i consigli del Pd forse mi avrebbero messo in cella d’isolamento». «Ho sbagliato, ammetto, a non pretendere di conoscere e vagliare tutti i candidati per le amministrative. E sull’appoggio del partito alla mia campagna elettorale, ricordo che nella primavera 2013, il Pd non aveva più segretario (Bersani ) né tesoriere. Non c’era un riferimento del Pd in città e a livello nazionale».

    Ancora incertezza sulla candidatura

    Il libro non è «un manifesto elettorale», ma «uno spunto di riflessione», ha detto Marino evitando di rispondere direttamente alla domanda su una sua possibile ricandidatura riproposta più volte durante la conferenza stampa: «Tanto non rispondo, sono qui per parlare del libro». In ogni caso, ha sottolineato, «in questi giorni diversi candidati hanno detto che non hanno un programma e neanche hanno iniziato a scriverlo. Una cosa impensabile in altri Paesi. Vi immaginate a Parigi un candidato a 60 giorni dal voto che dichiara `io ancora un programma non ce l’ho´?Il libro può essere uno spunto di riflessione. Credo che per candidarsi a guidare una città così importante bisognerebbe mettersi a scrivere un programma». «Diversi candidati hanno detto che non solo non hanno un programma ma che non hanno nemmeno iniziato a scriverlo».

    Le parole del Papa

    L’ex sindaco parla anche della celebre intervista in aereo del Pontefice che negava di averlo invitato a Filadelfia. Quelle parole e furono viste da molti come una esplicita bocciatura dell’allora primo cittadino della Capitale. «Non mi ritengo licenziato dal Papa. Anzi abbiamo avuto una lunga e piacevole conversazione in cui ho ripercorso in termini anche severi la mia visione dei fatti, e certamente non va attribuito a lui quello che va attribuito a Renzi e al Pd. Ma alcuni hanno voluto interpretare le sue parole come uno sciogliere i cani contro Marino per potersi liberare di questa figura scomoda» ha detto Marino.

    «Prendo appunti da tanti anni»

    «Prendo appunti da moltissimi anni - ha spiegato Marino - e cerco di fissare su carta dati e concetti per analizzarli e studiarli. Ho sempre pensato da docente universitario che se vuoi diventare un esperto di una materia di cui sei già esperto il modo migliore è scriverne». Nel libro, ha detto l’ex sindaco, si parla tra le altre cose dell’enorme debito del comune di Roma: «Analizzo come si è arrivati nel 2008 con un debito di 22,5 miliardi, costruito da alcuni sindaci al ritmo di quasi un milione di euro al giorno. Ogni anno bisogna pagare 500 milioni solo per i mutui contratti per pagare il debito. È un libro di analisi e di prospettiva. Parla di trasporti, del settore ecoonomico-finanziario, di servizi». «Trovare una situazione di debito così grave, una raccolta dei rifiuti con un monopolio affidato a un privato, e cambiare tutto questo è stato importante - ha ribadito - Abbiamo risanato il debito, se fosse successo in un’azienda privata il cda avrebbe avuto parecchi milioni di premio» ha aggiunto il sindaco.

    Malagrotta

    Tra gli atti rivendicati da Marino anche la chiusura di Malagrotta: «Una discarica grande come 350 stadi olimpici uno accanto all’altro: doveva essere dismessa dal 2007, ma sono io che l’ho chiusa davvero perchè ho pensato all’Europa del 2030 quando gli inceneritori dovranno esser spenti in tutto il Vecchio Continente. Sono convinto che la raccolta differenziata e il riciclo dei materiali siano la chiave del futuro». E sul materiale più prezioso tra quelli riciclabili, la carta, Marino svela un dettaglio: «Quando sono arrivato invece di venderla, pagavamo 15 euro a tonnellata per smaltirla e immetterla di nuovo nel circuito commerciale. Nel 2015 ho fatto una gara internazionale e ora la carta che finisce nei cestini romani frutta 24 euro a tonnellata - dice . Questo significa un buon governo. E non penso di essere più intelligente dei sindaci del passato: ho lo stesso quoziente intellettivo, solamente loro non hanno voluto vedere».

    La gestione di Roma

    «Occorrono investimenti sulla Capitale ma bisogna amarla, Probabilmente il nostro capo del governo non ama Roma, come invece accade a Parigi o a Londra». Racconta poi di una riunione al ministero dell’Economia: «Roma voleva solo delle norme che le avrebbe permesso di investire 800 milioni di euro nelle periferie. Il capo del governo ha deciso di rimuovere un articolo. Matteo Renzi, con cui non ho colloqui da almeno due anni - e questo è un problema - lei immagina un premier che non parla col primo cittadino di una città dove esplode un caso di criminalità organizzata?».

    I rapporti col partito e le votazioni a Roma

    «Non ragiono per correnti ma per idealità. Sono convinto che esista una forza politica conservatrice e una riformista e che si contendano il governo del Paese. Credo nella libertà e negli stessi diritti per tutti, nell’amministrazione trasparente. Ho la testa nel Pd del 2015. In che anno siamo adesso?». Quanto ancora c’è di non scritto? Per chi voterà? «Si vota sulla base di programmi. Lei sa dirmi qual è il programma sulle rotaie della metro A che hanno 36 anni? Cosa vuol dire? Che non c’è. Ed è preoccupante perché riguarda la vita di milioni di persone». E in chiusura un’ultima frecciata a Renzi: «Abbiamo un governo di centrodestra, fatto con ministri coma Alfano, la Lorenzin e prima Lupi, abbiamo l’appoggio di Verdini. Chi nel 2013 ha votato, voleva il centrosinistra. E così non è andata - poi ancora un riferimento a Roma - . Io in consiglio comunale volevo una forza di governo del Movimento 5 Stelle ma loro all’ultimo momento si tirarono indietro. Ora hanno una loro candidata (virginia Raggi, ndr), si vedrà».


    30 marzo 2016

    Marino il marziano e il libro-choc: Se avessi dato retta al Pd sarei in cella Renzi si siede a tavola con le lobby - Corriere.it


    QUALE SAREBBE IL PARTITO DI MAFIA CAPITALE?

    basta questo passaggio:
    «Se io avessi seguito tutti i consigli del Pd forse mi avrebbero messo in cella d’isolamento».




    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista storico
    Data Registrazione
    08 Jan 2013
    Messaggi
    31,314
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    290 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)

    Predefinito Re: Marino il marziano e il libro-choc: Se avessi dato retta al Pd sarei in cella

    Marino e' uno strano personaggio non privo di qualita'. A suo tempo ho cercato di difenderne l'operato, quando era attaccato con una violenza spesso gratuita e ingiustificata, qualsiasi cosa facesse, dagli stessi che ora magicamente ne hanno preso le difese e che aprono 3D come questo.
    A quei tempi questi strani personaggi chiedevano conto al PD del perche' continuassero a sostenere un babbeo come Marino.
    Ora ne hanno fatto un punto di riferimento e pendono dalle sue labbra mendicando qualche accusa di cui il PD debba rendere conto.
    Poveracci
    Legenda: NCUC: non c'entra un cazzo, NRAC: non rispondo ai cazzari
    4 Dicembre 2016: Lutto Nazionale

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    17 Feb 2010
    Messaggi
    2,485
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Ignazio Marino e il suo libro choc: «Dal Papa al Pd, vi racconto tutto»

    Citazione Originariamente Scritto da svicolone Visualizza Messaggio
    Ignazio Marino e il suo libro choc:
    «Dal Papa al Pd, vi racconto tutto»


    Arriva in libreria «Un Marziano a Roma», nel quale l’ex sindaco ripercorre i suoi 28 mesi in Campidoglio. Dagli sms di Matteo Orfini alle richieste dei renziani, fino all’incontro chiarificatore con il Santo Padre avvenuto il primo febbraio scorso

    di Ernesto Menicucci
    (...)

    29 marzo 2016 | 199

    Ignazio Marino e il suo libro choc: «Dal Papa al Pd, vi racconto tutto» - Corriere.it



    ed abbiamo s dei servi che stanno tutto il giorno a postare le veline di questa fogna di partito.



    Perché non ha detto queste cose prima di esser dimesso?
    Quante cose non ci dirà mai?
    Marino, deve ringraziare di essere del PD, perché non l'hanno mandato via a pedate quando si è scoperta Roma Mafiosa, perché i pididni sono collusi con lui e perché biosgnava tenere baracca per non andare alle elezioni.
    I berlusconiani si dividono in due categorie: quelli consapevoli che votano PDL e quelli inconsapevoli che votano PD.
    I Komunisti si dividono in due categorie: quelli consapevoli che votano PD e quelli inconsapevoli che votano PDL.

  4. #4
    Forumista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    28,648
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    125 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Marino il marziano e il libro-choc: Se avessi dato retta al Pd sarei in cella

    La reazione renziana è fantastica, dimostra per l'ennesima volta che cosa sia il partito della nazione.

  5. #5
    Super Troll
    Data Registrazione
    22 Sep 2009
    Località
    scomparsa
    Messaggi
    92,290
    Inserzioni Blog
    5
    Mentioned
    473 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Re: Marino il marziano e il libro-choc: Se avessi dato retta al Pd sarei in cella

    ]
    Nessuna lealtà è dovuta ad un traditore

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    20 Mar 2013
    Località
    VERONA
    Messaggi
    13,145
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    16 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: Marino il marziano e il libro-choc: Se avessi dato retta al Pd sarei in cella

    Marino.....Marino chi ?
    Roba da PD.....
    All I need is love and a M134 minigun

  7. #7
    POL
    POL è offline
    Servizio Forum
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    20,743
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Arrow Il Pd contro Marino: E’ un bugiardo seriale


    Il giorno dopo il j’accuse di Ignazio Marino (“Se avessi seguito i consigli del Pd a quest’ora sarei in cella d’isolamento”) dai corridoi del Parlamento e del Nazareno arrivano le prime repliche all’indirizzo dell’ex primo cittadino di Roma.
    Inizia*Stefano Esposito, già assessore nella terza giunta Marino. “Io avrei orchestrato una campagna di stampa contro lui, attraverso Atac? Balle – risponde Esposito al Corriere della Sera – Era lui che all’epoca difendeva lo status quo e diceva che l’azienda era a posto. L’ex vicesindaco Causi disse a Marino di andarsene a Filadelfia? Altra bugia. Nessuno gli disse questo. Negli States c’è sempre andato da solo anche quando qualcuno di noi gli sconsigliava di farlo”. E su Repubblica rincara la dose: “Abbiamo mandato a casa un bugiardo. Ci vorrebbero delle categorie mediche che neppure conosco per definire Ignazio Marino”.

    Marino, Bersani smorza i toni

    E se l’ex vicesindaco Marco Causi si dice “basito” per le parole di Marino, Pier Luigi Bersani, intervistato da Radio Cusano Campus, prova a smorzare i toni, puntando il dito contro Renzi: “Sono dispiaciuto che le cose siano andate così. In una famiglia, in un partito, in una città, possono succedere disgrazie e cose gravi, il problema è come si reagisce. Quando ci siamo ritrovati in mezzo a Mafia capitale, in una situazione complicata e tesa, lì abbiamo fatto l’errore. In quel momento bisognava elaborare il lutto in compagnia, dicendoci tutto quello c’era da dirsi. L’idea invece di tranciare, commissariare, impedire la discussione, via via ha portato a incrudire la situazione. Non ci sarebbe stato bisogno di scrivere libri, se ci fosse stata una discussione interna al partito. Questo difetto originale ce lo trasciniamo ed è destinato certamente ad indebolirci”.


    Scritto da: Redazione
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere l'articolo|
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere gli articoli in Primo piano|

  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    11 Jul 2009
    Messaggi
    10,784
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Il Pd contro Marino: E’ un bugiardo seriale

    ma non era "uno scudo contro la mafia e la criminalità” e “chi voleva le dimissioni di marino voleva la Mafia”?

 

 

Discussioni Simili

  1. E se Marino si ricandidasse a sindaco di Roma?
    Di POL nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 15-10-15, 21:58
  2. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 22-05-15, 01:38
  3. Roma: arrestato il Sindaco di Marino
    Di standing bull nel forum Fondoscala
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 12-04-15, 15:00
  4. Per voi il sindaco di Roma Marino dovrebbe dimettersi?
    Di THE MATRIX nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 30-12-14, 19:43
  5. La roma del sindaco marino.......
    Di paulhowe nel forum Cronaca
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 05-07-14, 14:27

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226