User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
Like Tree1Likes
  • 1 Post By Seyen

Discussione: Io rovinato per aver fatto il mio dovere. E per aver raccontato i veleni del petrolio

  1. #1
    Presidente uscente di POL
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Località
    Genova, Italy
    Messaggi
    27,512
    Mentioned
    55 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Io rovinato per aver fatto il mio dovere. E per aver raccontato i veleni del petrolio

    Io rovinato per aver fatto il mio dovere. E per aver raccontato i veleni del petrolio in Basilicata prima di tutti

    "Io rovinato per aver fatto il mio dovere. E per aver raccontato i veleni del petrolio in Basilicata prima di tutti" - Il Fatto Quotidiano


    Per chi ha avuto la voglia di leggersi l'articolo linkato vorrei fare un paio di appunti a questa storia, che leggo e rileggo da oramai tanti anni.

    Parto dal dire che la questione ambientale è qualcosa di molto delicato, soprattuto in certe zone.
    Detto questo ho trovato tante falle, soprattutto procedurali, fatte dal citato "tenente"(che poi mi devono spiegare perchè usano i gradi militari un corpo di polizia civile locale....) della Polizia Provinciale.
    Un qualsiasi agente di PG (e meglio ancora un Ufficiale di PG nel caso di specie) ha le qualifiche idonee per effettuare d'iniziativa tutte le attività repertative e di campionamento delle acque per un eventuale violazione penale. Esiste il CPP che regolamenta la questione e l'ARPA è solo UNO degli organi tecnici delegato ed abilitato ad effettuarlo. Le ARPA hanno la competenza diretta per i controlli amministrativi, con i relativi campionamenti ai sensi del D.lgs 152/2006. Non c'è scritto da nessuna parte che le ARPA hanno competenza unica in ambito penale, anzi....tutt'altro.
    Personalmente ho effettuato tantissimi campionamenti, sia di acque che di terre e rocce da scavo, per poi sottoporli ad analisi di controllo. Quindi non capisco il perchè il "tenente" si sia mosso "fuori servizio" per fare ciò che poteva tranquillamente fare in servizio. Non si fidava delle analisi (quelle si da mandare all'ARPA per le P.A.) del campione raccolto? Nessun problema, effettui i campioni con un aliquota in più e nel verbale di campionamento dai atto che tale aliquota resta a disposizione della PG per eventuali analisi di comparazione, facendo capire agli eventuali tecnici ARPA "poco collaborativi" che qualora falsassero le analisi, queste potrebbero essere replicate attraverso l'ausilio di un laboratorio privato su disposto dell'Autorità Giudiziaria.
    Nel tempo, almeno dalle mie parti, con questa metodologia abbiamo messo "sulla retta via" l'ARPA che in certe situazioni aveva dato segno di essere non troppo "corretta" con le proprie analisi.

    Detto questo è assurda la procedura che il tizio ha effettuato. Fare un campionamento da "privato cittadino" ha valenza pari a zero a livello processuale, e non è possibile che tali dati, per quanto veritieri, possano essere usati per condannare qualcuno. Mi pare che la procedura che ha messo in atto sia stata più mossa da volontà personalistiche e sensazionalistiche della sua attività (non per nulla poi si è buttato in politica....) più che una volontà di risolvere la questione.
    Voleva faro "da esterno"? Bene....non ci metti la faccia te che sei pure un UPG, ma magari prendi contatto con un'associazione ambientalista e lasci a loro il compito di fare il "lavoro sporco" di fare i campionamenti e l'eventuali denunce in procura.

    Sicuramente la sua amministrazione (cmq la Polizia Provinciale è sempre a forte rischio di controllo politico....sono dipendenti delle Provincie e direttamente al comando dell'assessore) non ha ben digerito questa sua personale crociata, fuori servizio (quando poteva effettuarla in servizio...) ed ha avviato un procedimento disciplinare. La denuncia per procurato allarme sinceramente mi è sembrata eccessiva.
    MrBojangles likes this.
    "La disperazione più grave che possa impadronirsi di una società è il dubbio che vivere onestamente sia inutile" (Corrado Alvaro)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Gianicolo, 1849
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    36,605
    Mentioned
    441 Post(s)
    Tagged
    10 Thread(s)

    Predefinito Re: Io rovinato per aver fatto il mio dovere. E per aver raccontato i veleni del petr

    Effettivamente poteva presentarsi in orario di ufficio accompagnato da un collega, fare il prelievo magari filmando, e consegnarlo all'Arpa tenendosi un controcampione da conservare secondo le norme tecniche relative.

    Il resto della storia dove si rivolge prima ai Radicali, poi ai grillini... non sta in piedi. Oltretutto dovremmo ammettere che l'ENI scarichi coscentemente inquinanti pericolosi in falda senza prima passarli in un depuratore chimico-fisico, mi sembra assurdo e non si capisce chi gli possa aver dato l'autorizzazione allo scarico (per giunta in un pozzo! Direttamente in falda!)

    Mah, ci fosse di mezzo qualche "smaltitore" delinquente che poi si aggira nottetempo con l'autobotte per stradine secondarie uno ci poteva pure pensare, ma in un pozzo mi pare una stupidaggine, oltretutto basta andare a controllare il pozzo.
    Io sono al bando da circoli, logge e sagrestie.
    Ma col mio carattere e i miei gusti me ne consolo facilmente.

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Messaggi
    18,656
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Io rovinato per aver fatto il mio dovere. E per aver raccontato i veleni del petr

    Citazione Originariamente Scritto da Grifo Visualizza Messaggio
    Effettivamente poteva presentarsi in orario di ufficio accompagnato da un collega, fare il prelievo magari filmando, e consegnarlo all'Arpa tenendosi un controcampione da conservare secondo le norme tecniche relative.

    Il resto della storia dove si rivolge prima ai Radicali, poi ai grillini... non sta in piedi. Oltretutto dovremmo ammettere che l'ENI scarichi coscentemente inquinanti pericolosi in falda senza prima passarli in un depuratore chimico-fisico, mi sembra assurdo e non si capisce chi gli possa aver dato l'autorizzazione allo scarico (per giunta in un pozzo! Direttamente in falda!)

    Mah, ci fosse di mezzo qualche "smaltitore" delinquente che poi si aggira nottetempo con l'autobotte per stradine secondarie uno ci poteva pure pensare, ma in un pozzo mi pare una stupidaggine, oltretutto basta andare a controllare il pozzo.
    Rimettere in falda è criminale... ma è quanto di più economico esista.
    In tv si sono viste delle risorgive da dove sgorgavano liquidi putridi.

  4. #4
    Me, Myself, I
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    117,755
    Mentioned
    37 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Io rovinato per aver fatto il mio dovere. E per aver raccontato i veleni del petr

    Citazione Originariamente Scritto da bator Visualizza Messaggio
    Rimettere in falda è criminale... ma è quanto di più economico esista.
    In tv si sono viste delle risorgive da dove sgorgavano liquidi putridi.
    Anche questo è vero; e, purtroppo, "non infrequente".

    Resta che le considerazioni di @Seyen sono sacrosante.

  5. #5
    Gianicolo, 1849
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    36,605
    Mentioned
    441 Post(s)
    Tagged
    10 Thread(s)

    Predefinito Re: Io rovinato per aver fatto il mio dovere. E per aver raccontato i veleni del petr

    Citazione Originariamente Scritto da bator Visualizza Messaggio
    Rimettere in falda è criminale... ma è quanto di più economico esista.
    In tv si sono viste delle risorgive da dove sgorgavano liquidi putridi.
    Tutto può essere, ma un impianto dell'ENI mi sembra improbabile. Piuttosto, chi altri scarica in qualche fosso che immette in quell'invaso?
    A me è capitato di essere il responsabile dell'impianto di depurazione comunale di una ridente cittadina turistica dell'Italia centrale, ti parlo dal 1994 al 1997. L'impianto d'estate andava in crisi per la presenza dei villeggianti e diventavamo matti per farlo funzionare al meglio possibile.

    Il problema però era che tutti buttavano le mani avanti cercando di incolpare noi (la ditta che aveva la gestione) "a prescindere", anche se non era successo niente.
    Così un giorno, arrivata l'ennesima delegazione di furbacchioni in cerca di magagne gli faccio questo discorsetto:
    - Noi scarichiamo nel lago del Canterno, e siccome mi diletto di Autocad e sto imparando a fare il 3D vorrei posizionare nella cartografia elettronica i vari depuratori dei vari paesini che sono intorno al lago.... mi potete dare una tavola in cartaceo...
    Per quell'estate non è più venuto nessuno.

    Non solo scaricavano nei fossi che portavano al lago, ma in alcuni casi avevano intubato gli scarichi fino al lago. Per cui nemmeno si verificava quell'aliquota di depurazione naturale che avviene nel fosso, arrivava il liquame bruto direttamente al lago.
    Insomma è facile prendersela con chi è "visibile" (e che magari proprio per questo è costretto a stare in regola), e poi chi combina i disastri è quello che non vedi.
    Io sono al bando da circoli, logge e sagrestie.
    Ma col mio carattere e i miei gusti me ne consolo facilmente.

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Messaggi
    18,656
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Io rovinato per aver fatto il mio dovere. E per aver raccontato i veleni del petr

    Citazione Originariamente Scritto da Grifo Visualizza Messaggio
    Tutto può essere, ma un impianto dell'ENI mi sembra improbabile. Piuttosto, chi altri scarica in qualche fosso che immette in quell'invaso?
    A me è capitato di essere il responsabile dell'impianto di depurazione comunale di una ridente cittadina turistica dell'Italia centrale, ti parlo dal 1994 al 1997. L'impianto d'estate andava in crisi per la presenza dei villeggianti e diventavamo matti per farlo funzionare al meglio possibile.

    Il problema però era che tutti buttavano le mani avanti cercando di incolpare noi (la ditta che aveva la gestione) "a prescindere", anche se non era successo niente.
    Così un giorno, arrivata l'ennesima delegazione di furbacchioni in cerca di magagne gli faccio questo discorsetto:
    - Noi scarichiamo nel lago del Canterno, e siccome mi diletto di Autocad e sto imparando a fare il 3D vorrei posizionare nella cartografia elettronica i vari depuratori dei vari paesini che sono intorno al lago.... mi potete dare una tavola in cartaceo...
    Per quell'estate non è più venuto nessuno.

    Non solo scaricavano nei fossi che portavano al lago, ma in alcuni casi avevano intubato gli scarichi fino al lago. Per cui nemmeno si verificava quell'aliquota di depurazione naturale che avviene nel fosso, arrivava il liquame bruto direttamente al lago.
    Insomma è facile prendersela con chi è "visibile" (e che magari proprio per questo è costretto a stare in regola), e poi chi combina i disastri è quello che non vedi.
    Quello che dici accadeva o purtoppo accade ancora... le mie informazioni dirette risalgono ai primi anni 90, quando ho seguito la costruzione di una decina di impianti.
    Cmq non mi riferivo in particolare ad uno scarico eni, ma quanto visto in tv circa una risorgiva creatasi in poco tempo e senza una causa evidente.

 

 

Discussioni Simili

  1. BERLUSCONI lascia: Dopo aver rovinato la Destra e il Paese
    Di Max69 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 102
    Ultimo Messaggio: 01-06-12, 11:18
  2. Risposte: 60
    Ultimo Messaggio: 10-01-10, 12:20
  3. Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 26-07-08, 00:33
  4. L'unica colpa di D'Ambrosio è aver fatto il suo dovere
    Di Pericle (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 08-02-06, 23:55
  5. lui dice di aver fatto il tagliando
    Di myisbetter nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-01-04, 21:08

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226