User Tag List

Visualizza Risultati Sondaggio: In questo scenario,al posto di Napolitano cosa sceglieresti ?

Partecipanti
12. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Governo di Unità Nazionale presieduto da Luca Cordero di Montezemolo

    1 8.33%
  • Elezioni anticipate immediate

    5 41.67%
  • Mi dimetterei da Presidente della Repubblica e capeggerei la lotta armata con Cremaschi e Grillo

    2 16.67%
  • Non saprei che pesci pigliare

    4 33.33%
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14
  1. #1
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Se fossi Napolitano....

    2008 - I risultati delle elezioni politiche,smentendo qualsiasi previsione e anche le prime proiezioni si chiudono con la vittoria dell'alleanza PD-IDV guidata da Walter Veltroni.

    Camera

    Partito democratico 38,1%
    Italia dei Valori 7,2%

    Tot Walter Veltroni 45,3%

    Popolo della libertà 33,1%
    Lega Nord 4,8%
    MPA 1%

    Tot Silvio Berlusconi 38,9%

    Udc 4,2%
    Sinistra Arcobaleno 4,1%
    La Destra 4%
    Partito Socialista 1,2%
    Partito Comunista dei lavoratori 0,2%
    Sinistra critica 0,1%

    Altri 2%

    Risultati simili al Senato,in emtrambi i rami del parlamento la coalizione di Veltroni ottiene una salda maggioranza,entrano in parlamento anche le formazioni che dovevano essere falcidiate dal voto utile come Udc,la Destra o Sinistra Arcobaleno.

    Nasce il governo Veltroni sostenuto dal gruppo parlamentare unitario Pd-Idv-Radicali,mentre negano la fiducia PDL,Udc,Lega,Mpa,mentre la Sinistra Arcobaleno si astiene,aspettando,come dice Bertinotti "i primi passi di questo governo,che siamo contenti sia nato contro tutte le previsioni ma della quale non siamo ancora convinti delle intenzioni".

    Roma viene tenuta da Rutelli che entrerà anche nel governo assieme ad altri sindaci come Chiamparino e Cofferati.

    Veltroni lascia all'opposizione la presidenza della Camera nella persona di Maurizio Lupi,mentre Rosy Bindi diviene presidente del Senato

    Il governo è cosi formato :

    Premier : Walter Veltroni (PD)
    Vice Premier e Politiche europee : Dario Franceschini (PD)
    Affari Esteri : Massimo D'Alema (PD)
    Interno : Franco Marini (PD)
    Difesa : Arturo Parisi (PD)
    Giustizia : Antonio Di Pietro (IDV)
    Economia,Finanze e Sviluppo Economico : Pierluigi Bersani (PD)
    Istruzione e Università : Vincenzo Vita (PD)
    Politiche Agricole : Paolo de Castro (PD)
    Lavoro e Politiche Sociali : Sergio Cofferati (PD)
    Salute e Famiglia : Livia Turco (PD)
    Infrastrutture,Trasporti e Comunicazioni : Enrico Letta (PD)
    Turismo,Ambiente,Tutela e Territorio : Ermete Realacci (PD)
    Beni e Attività Culturali : Francesco Rutelli (PD)
    Rapporti con il parlamento : Vannino Chiti (PD)
    Riforme e Federalismo : Sergio Chiamparino (PD)
    Pubblica Amministrazione e Semplificazione Normativa : Emma Bonino (Radicali)
    Attuazione del programma di governo : Stefano Pedica (IDV)
    Pari Opportunità e Politiche Giovanili : Pina Picierno (PD)

    Le nomine e la compagine di governo fanno molto discutere,l'IDV si lamenta dei soli due ministeri ricevuti (nonostante abbia una legione di sottosegretari e viceministri),ma sono soprattutto i corpi estranei del PD a mugugnare,il deputato Calearo,falco di Confindustria dichiara di vedere "come il fumo negli occhi" Cofferati messo a fare il ministro del Lavoro,non mancano le staffilate personale da parti del deputato anomalo "neanche la sua città lo vuole,figuriamoci il paese".
    Ciononostante tutti i dirigenti ex-DS difendono a spada tratta la poltrona del sindaco di Bologna,la polemica viene chiusa da Veltroni "Cofferati ha fatto molto per il mondo del lavoro nel sindacato e farà molto al governo nell'ottica e negli interessi di tutte le parti del mondo del lavoro".

    Anche la deputata teo-dem Paola Binetti ritiene "inopportuna" la delega a Livia Turco su Salute e Famiglia e accusa Rutelli di aver ceduto nei confronti dei Ds una carica a cui personalmente lei ambiva.
    E' Franceschini a chiudere le polemiche "Ds e Margherita non ci sono più,Rutelli non ha ceduto a nessuno,Livia Turco è un esponente autorevole del PD".

    Dall'opposizione arrivano aperture al dialogo da parte della Lega Nord che ritiene "gradevole e appropriata" la nomina di Chiamparino a Ministro del Federalismo, "con lui si può parlare,è un tipo in gamba" dice Bossi.

    Berlusconi e i più alti dirigenti di Forza Italia per settimane si chiudono in un silenzio stampa decisamente impressionante,secondo i flussi elettorali l'elettorato moderato che aveva votato contro l'Unione e contro Prodi nel 2006 e che aveva garantito la rimonta della CDL aveva abbandonato in maggioranza il centro-destra per più motivi, (i principali : 1) alleanza privilegiata con la Lega 2) formazione del cartello elettorale improvvisato del PDL 3) rottura con l'Udc ) e aveva riposto fiducia in Veltroni e nel Partito Democratico che mixando il consenso tradizionale del bacino PCI-PDS-DS e i nuovi voti in entrata moderati e degli indecisi era divenuto primo partito e conquistato il governo grazie all'alleanza strategica con il partito di Di Pietro diventato luogo di concentramento di tutti i voti girotondini,fieramente anti-berlusconiani e in uscita della sinistra radicale.

    Nei primi 100 giorni,il governo Veltroni

    - avvia un piano straordinario,d'accordo con la Protezione Civile di Guido Bertolaso per l'emergenza rifiuti di Napoli in sintonia con Comune (Iervolino) e Regione (Bassolino),investe per i rigassificatori
    - taglia oltre al 40% già ridotto da Prodi,un'altro 20% di ICI su pressione di Rutelli
    - comincia un lavoro coordinato assieme ai parlamentari della Sinistra Arcobaleno per istituire il Salario Minimo Garantito
    - partono le disposizioni per l'assicurazione gratis alle casalinghe
    - il ministro D'Alema comincia assieme al vice-premier Franceschini un viaggio Europeo nelle maggiori nazioni come Spagna,Germania e Francia e nelle giovani democrazie dell'Est per istituire e rafforzare i rapporti con tutti i governi,viene annunciato anche un viaggio Veltroni-D'Alema in America dal Presidente Bush a fine mandato per discutere di Afghanistan e pace nel mondo

    Nell'opposizione terminato lo shock post-elettorale inizia la resa dei conti,Berlusconi è oggetto di critiche e accuse da parte di tantissimi dirigenti,anche da parte di quelli un tempo molto fedeli,ciononostante il progetto del PDL non viene messo in discussione,è Fini a dirlo "il partito va avanti,è la leadership da rivedere".
    Anche i partiti tenuti fuori dall'alleanza,Udc e Destra non lesinano attacchi,il più duro è Casini "complimenti a Berlusconi,in un solo giro elettorale è riuscito a consegnare i moderati alla sinistra e ridurre al minimo storico i voti del centro-destra,un vero capolavoro",per Storace è "il modello del partito piglia-tutto che non funziona,o si è carne o si è pesce,il PDL non è ne destra nè centro,non esiste,non c'è,è per questo che molta gente che votava AN ha scelto noi".
    Anche la Lega Nord è critica per bocca di Maroni "Silvio ha sbagliato tutto,ha fatto una campagna elettorale in solitaria,non ha sfidato Veltroni sul terreno della novità,il PD è apparso il nuovo che funziona,il PDL una cosa nuova che ha paura delle novità,questo ci ha sicuramente penalizzato".

    Un pò di amarezza invece pervade lo stato d'animo dei dirigenti e militanti della Sinistra Arcobaleno,le sue formazioni una ad una vanno a congresso in estate.

    Il primo congresso è quello dei Verdi,Pecoraro Scanio viene riconfermato Presidente,ritiene quello dellla SA un risultato "mediocre" ma che impone unità dei partiti a sinistra del PD.
    Il più infelice dei congressi è quello di Sinistra Democratica,Mussi rassegna le dimissioni da coordinatore e il movimento si spacca tra la linea di Claudio Fava (veltroniano ai tempi dei Ds) e quella di Cesare Salvi,il primo vuole traghettare i parlamentari essedini nel governo e poi nel PD,il secondo vuole puntare a un nuovo partito di sinistra alternativa con verdi e comunisti su modello della Linke tedesca,si decide per una separazione amichevole,Fava e Mussi portano i loro nell'area di governo e aderiscono al Partito democratico ( "un pò in ritardo ma va bene lo stesso" dicono maliziosi D'Alema e Fassino),Cesare Salvi unisce la sua associazione Socialismo 2000 e quelche resta di SD nel Movimento per il Socialismo e punta a riaggregare la sinistra antagonista.

    Il congresso del Pdci vede un consenso bulgaro per Diliberto,la scissione della Belillo e di Guidoni che confluiscono nel PD e una tiepida apertura del segretario del partito al governo Veltroni sul Salario minimo garantito.

    Il più atteso è comunque il congresso di Rifondazione comunista,il partito più longevo della galassia della sinistra radicale che si era quasi sempre attestato su percentuali non inferiori al 5% e che stavolta era stato fortemente penalizzato,pur nel cartello unitario,dal carisma di Veltroni e dalla novità del PD.
    Fausto Bertinotti è molto chiaro nella relazione "nonostante la nostra presenza nelle Istituzioni quella della Sinistra Arcobaleno è una sconfitta totale della sinistra,siamo apparsi come l'opzione di serie b rispetto al partitone di Veltroni e D'Alema,una lista,un insieme di partiti che non valeva la pena di votare, questa era la percezione del popolo della sinistra e i risultati si sono visti",concludendo cosi il suo intervento "ritengo quindi conclusa qui la mia esperienza dirigenziale nella sinistra italiana,d'ora in poi sarò solo un semplice tesserato di Rifondazione".
    Il partito a differenza delle discussioni pre-congressuali molto accese,in fase di assise si dimostra comunque compatto,il nuovo segretario il governatore Pugliese Nichi Vendola annuncia la nascita della Federazione della Sinistra Unita con Pdci,Verdi e Movimento per il Socialismo e la sua volontà di riaprire i rapporti con il centro-sinistra.
    Veltroni e Bersani,ospiti del PD al congresso applaudono all'intervento di Vendola.

    Il governo vive la sua luna di miele con l'elettorato fino a quando una grave crisi economica prima finanziaria e poi reale colpisce il paese,dopo aver studiato una finanziaria per il 2009 leggera di 9,5 miliardi,Bersani deve annunciare una manovra aggiunta di "almeno altri 10 miliardi" dice il ministro del Tesoro e dello Sviluppo Economico.
    Nonostante le perplessità di Calearo,Letta e Colaninno il governo alza la tassazione da reddito finanziario dal 12% al 25%,l'opposizione insorge.
    Viene cancellata l'abolizione di quel 20% di ICI e tagliati vari comparti della Scuola e dell'Università,meno fondi ai Comuni.

    Confindustria,Cisl e Uil ritengono la manovra necessaria ma chiedono più crescita,la CGIL è spaccata,la maggioranza riformista di Epifani si assottiglia e la proposta della Fiom di scendere in piazza contro i tagli sembra acquistare consenso.

    Nichi Vendola,Rinaldini e Cremaschi annunciano una manifestazione a Piazza San Giovanni contro la finanziaria,partecipano un milione di persone.

    I consensi verso il governo sembrano scendere,ma il caos e i continui scontri all'interno dell'opposizione (il PDL rinvia più e più volte,ai limiti del comico e del grottesco,il congresso fondativo) non giovano l'alternativa della minoranza,cresce l'antipolitica nel paese e sempre più sono coloro che dichiarano di non andare a votare.

    2009 - Sempre più grave e più dura è la crisi,a livello Europeo ha già messo in crisi molte maggioranze politiche,da Zapatero a Gordon Brown e in America il neo-eletto Obama sembra esser stato sfortunato a vincere le elezioni tanta è l'insoddisfazione del popolo.

    La disoccupazione aumenta,l'Italia è conforme alla media europea del 12%.
    Anche nel governo comincia a crescere il malcontento,Calearo passa nel PDL,Colaninno lascia la politica,Chiamparino contro i tagli agli enti locali minaccia le dimissioni.
    Nel mezzo della crisi per giorni il dibattito parlamentare si infuoca sul disegno di legge "per la regolamentazione del Conflitto d'interessi" congiunto di Enrico Letta e Antonio Di Pietro che l'opposizione boccia come "un provvedimento ad personam che punta alla distruzione politica di Silvio Berlusconi",in realtà la legge non si distacca molto dalla Frattini e risulta debole e facilmente aggirabile,nonostante ciò l'insoddisfazione dei cittadini si accentua e la percezione generale,anche e soprattutto nel popolo della sinistra,è che il PD stia pensando ancora a Berlusconi e non ai problemi del paese.

    Continuano le agitazioni di piazza che vedono unite Federazione della Sinistra,FIOM e il neo-nato Movimento 5 Stelle-Per una Nuova Politica guidato dal comico Beppe Grillo che arringa le folle al grido di "Con Veltroni rimpiangiamo Berlusconi".

    Ma non è nessuna parte politica a beneficiare particolarmente della crisi di consenso del governo Veltroni,l'unico partito a guadagnare è quello dell'Astensionismo,le Europee 2009 vedono una partecipazione del 53% contro tutti i dati storici che vedevano l'Italia come uno dei paesi che più andava a votare.

    Partito democratico 35%
    Italia dei Valori 6%
    Popolo della Libertà 31,7%
    Lega Nord 4,7%
    MPA-UDC 5,5%
    La Destra 4,3%
    Federazione della Sinistra 6,5%
    Movimento 5 Stelle 3%
    Partito socialista 0,2%
    Movimento Comunista Antagonista 0,2%
    Altri 2,9%

    Il governo in percentuale perde poco più di 4 punti ma a livello di voti reali TUTTI i partiti perdono dalle centiania di migliaia di voti ( i minori) ai milioni di voti (i due più grandi).

    2010 - Ad inizio 2010 ci sono i primi timidi segnali di ripresa dopo che per tutto il 2009 la cassaintegrazione è aumentata del 600% e si è lasciato per strada quasi un milione di lavoratori.

    Per far galleggiare le famiglie il governo aumenta la spesa pubblica,nonostante le critiche esterne di Prodi e quelle interne dello stesso ministro Bersani,Veltroni impone di sforare sul debito pubblico (che per la prima volta cresce durante un governo di centro-sinistra) e di utilizzare le risorse per finanziare gli ammortizzatori sociali e le pensioni più basse.

    Contro questa politica non più di rigore,che definisce "da irresponsabili senza senso dello Stato" Bersani si dimette a Febbraio e comincia a creare la sua corrente interna al partito in funzione anti-veltroni,alla prima assemblea di "Riformisti e Responsabili" sono in prima fila Massimo D'Alema Guglielmo Epifani e Romano Prodi.

    Veltroni prende l'interim dell'economia e dello Sviluppo Economico.
    L'Europa affianca l'Italia alla Grecia,Spagna e Portogallo,cioè alle nazioni con il rischio di default e sui conti pubblici il nostro paese entra in infrazione.

    Prima delle regionali il PDL realizza infine il congresso fondativo (ben a due anni dalla presentazione dell'aggregazione di Forza Italia e AN),Berlusconi viene eletto Presidente ma nel discorso di chiusura invoca un uomo nuovo che possa riaggregare tutte le forze della ex-CDL,dalla Destra all'Udc per portare la spallata definitiva al governo Veltroni.

    Berlusconi,Fini e Casini si vedono qualche giorno prima dell'inizio della campagna elettorale per le regionali con Montezemolo,D'Alema e Bersani.
    In questa riunione preso atto della contingenza delle elezioni si punta alla fase successiva che nel caso il centro-sinistra perdesse il controllo della maggioranza delle regioni deve prendere in considerazione la caduta di Veltroni per opera della corrente bersaniana e l'avvento di una Grosse Koalition all'italiana con a capo l'ex-leader di Confindustria.

    Montezemolo rifiuta la tessera del PDL ma si dice "a disposizione del Paese per soluzioni condivise".

    Le regionali sono un disastro per il PD,Veltroni ormai allo sbando ha deciso di ripetere a livello locale l'esperienza nazionale di alleanza univoca con IDV (ovviamente le Regioni Rosse a maggioranza bersaniana si sono ribellate alla segreteria nazionale e hanno riproposto il modello Unione dall'IDV alla FDS aprendo anche a Grillo) e infatti il centro-sinistra perde tutto il perdibile,l'alleanza PDL-Lega-Udc-Mpa-Destra conquista oltre alle scontate Veneto e Lombardia anche la Liguria,il Piemonte,l'Abruzzo,il Lazio,la Calabria e la Basilicata, il centro-sinistra tiene (con diffficoltà) solo Emilia,Toscana,Umbria e Marche.

    La Puglia è un caso singolare poichè Vendola viene riconfermato (grazie al suo carisma personale) ma non è appoggiato da PD e IDV (che pure avevano sostenuto la giunta) ma dalla FDS,dal movimento di Grillo e a sorpresa (se ne parla per giorni) dal redivivo simbolo dei DS,infatti la componente bersaniana del PD-Puglia si è staccata dal partito e d'accordo con la Fondazione Quercia ha ottenuto il permesso di utilizzare il simbolo dei DS che tra l'altro quasi doppiano il risultato del PD e portano la vittoria a Vendola.

    A Palazzo Chigi si comincia a parlare di dimissioni in toto del Governo,ma Franceschini (fido veltroniano) e Rutelli avvertono "dopo Veltroni ci sono le elezioni".
    Bersani replica "è Napolitano che ha la palla in mano nel caso di dimissioni del governo,non il presidente del consiglio".

    Veltroni raduna i suoi e pone fine alle polemiche annunciando "se la finanziaria per il 2011 non passa,si va a casa".
    La finanziaria,bocciata dalla UE è un disastro,Prodi la definisce "una porcata",Montezemolo "cosi fallisce lo stato italiano,è una finanziaria che spende soldi che non ci sono",alla fine esce allo scoperto a muso duro anche D'Alema di ritorno da un viaggio in Cina "Walter ormai è come Hitler nel suo bunker,muove risorse inesistenti,immagina investimenti americani che non arriveranno,qui credo che siamo alla frutta".

    Il colpo finale a Veltroni,che da l'autorizzazione ai Ds bersaniani di pugnalare il governo lo da Epifani annunciano lo sciopero generale di 48 ore contro la finanziaria.
    Veltroni deciso ormai a giocarsi il tutto per tutto pone la fiducia sul provvedimento.

    Bersani annuncia "noi abbiamo detto a Veltroni che non ci piace la manovra se mette la fiducia non dite che abbiamo fatto cadere il governo,è il governo che si è impallinato da solo".

    Anche l'IDV comincia ad essere insoddisfatta di Veltroni,Donadi "votiamo la fiducia solo per lealtà,se,come ci si aspetta andiamo sotto,poi cambia tutto".

    Con il voto contrario di PDL,Lega,UDC,MPA,La Destra,Federazione della Sinistra e della quasi totalità dei deputati di origine DS della corrente di Bersani (di cui fanno parte anche gli ex-SD di Fava egli ex-Pdci della Belillo)
    la camera nega la fiducia al governo,Veltroni sale al Colle e rassegna le dimissioni "irrevocabili".

    Montezemolo vede più volte Vendola per assicurarsi i voti della FDS,il presidente pugliese accetta consapevole della netta sconfitta di un fronte di centro-sinistra a nuove elezioni.

    Di Pietro annuncia di accettare un governo con il PDL a patto di mantenere per se stesso o comunque per il suo partito il ministero della Giustizia.

    Cosi come accaduto in Puglia i bersaniani fanno rinascere i DS e come Democratici di Sinistra si presentano da Napolitano.

    Quindi queste le scelte che consigliano a lui i vari partiti

    1) Affidare a Luca Cordero di Montezemolo e a una maggioranza trasversale e bipartisan il governo del paese per completare la legislatura fino al 2013

    Posizione comune a : Popolo della Libertà,Democratici di Sinistra,Italia dei Valori,Federazione della Sinistra,Movimento per le autonomie,Unione di Centro

    2) Andare alle elezioni anticipate immediate con il governo Veltroni in carica per l'ordinaria amministrazione

    Posizione comune a : Partito Democratico,Radicali,La Destra,Lega Nord

    Al di fuori dei partiti parlamentari,Grillo è per le nuove elezioni (rompendo cosi l'intesa con Vendola),i Socialisti di Boselli e Nencini per il governo Montezemolo di Unità Nazionale.

    Tranne la FIOM (che sconfessa pubblicamente la FDS e Vendola con un durissimo attacco di Cremaschi) tutti i sindacati e la Confindustria premono per il governo di Unità Nazionale.

    Al posto di Napolitano cosa fareste ?

    Questa è la lista dei ministri che ha presentato Montezemolo a Napolitano

    Premier : Luca Cordero di Montezemolo (Indipendente)
    Vice Premier e Politiche europee : Gianni Letta (PDL)
    Affari Esteri : Massimo D'Alema (DS)
    Interno : Pierferdinando Casini (UDC)
    Difesa : Ignazio La Russa (PDL)
    Giustizia : Antonio Di Pietro (IDV)
    Economia e Finanze : Mario Draghi (Indipendente)
    Sviluppo Economico e Politiche Agricole : Pierluigi Bersani (DS)
    Istruzione e Università : Nichi Vendola (FDS)
    Lavoro e Politiche Sociali : Savino Pezzotta (UDC)
    Salute e Famiglia : Livia Turco (DS)
    Infrastrutture,Trasporti e Comunicazioni : Raffaele Lombardo (MPA)
    Turismo,Ambiente,Tutela e Territorio : Michela Brambilla (PDL)
    Beni e Attività Culturali : Sandro Bondi (PDL)
    Rapporti con il parlamento : Vannino Chiti (DS)
    Riforme e Federalismo : Sergio Chiamparino (DS)
    Pubblica Amministrazione e Semplificazione Normativa : Leoluca Orlando (IDV)
    Pari Opportunità e Politiche Giovanili : Giorgia Meloni (PDL)

    5 PDL,5 DS,2 IDV,2 Indipendenti,2 UDC,1 MPA,1 FDS.
    Ultima modifica di SteCompagno; 09-07-10 alle 16:14
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    .
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    2,995
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Se fossi Napolitano....

    Proviamo Montezemolo,via,ma non gli do più di un anno di vita.


    PS: ma Rutelli,da sindaco,è proprio pirla a chidere una riduzione dell'ICI
    Senatore Imperiale,Patrizio dell’Impero,Duca Duce di Parmula,Placentula et Guastallula,Sovrintendente agli ‘Mperial vitigni di Sangiovese,Vicecomandante del FICA.

  3. #3
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Se fossi Napolitano....

    è Rutelli

    .
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

  4. #4
    Francpolitik
    Data Registrazione
    05 Jul 2010
    Località
    Pescara
    Messaggi
    6,171
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Rif: Se fossi Napolitano....

    Senza dubbio capeggerei la lotta armata... una cosa vorrei chiederti, come mai nelle fantaelezioni 2008 la Lega ha preso così poco? :gratgrat:
    Ci sarebbero state le benchè minime possibilità di un risultato simile?

  5. #5
    .
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    2,995
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Se fossi Napolitano....

    Citazione Originariamente Scritto da Francpolitik Visualizza Messaggio
    Senza dubbio capeggerei la lotta armata... una cosa vorrei chiederti, come mai nelle fantaelezioni 2008 la Lega ha preso così poco? :gratgrat:
    Ci sarebbero state le benchè minime possibilità di un risultato simile?
    Non è l'unica cosa strana. Cosa significa vittoria inaspettata delle sinistre? Io mi ricordo solo Veltroni che parlava di pareggio,di recupero,di vittoria,e tanti ad annuire (mi ricordo che Scalfari scrisse che il 13 aprile,se lo sentiva,il PD ce l'avrebbe fatta)...
    Senatore Imperiale,Patrizio dell’Impero,Duca Duce di Parmula,Placentula et Guastallula,Sovrintendente agli ‘Mperial vitigni di Sangiovese,Vicecomandante del FICA.

  6. #6
    Francpolitik
    Data Registrazione
    05 Jul 2010
    Località
    Pescara
    Messaggi
    6,171
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Rif: Se fossi Napolitano....

    Citazione Originariamente Scritto da Tipo Destro Visualizza Messaggio
    Non è l'unica cosa strana. Cosa significa vittoria inaspettata delle sinistre? Io mi ricordo solo Veltroni che parlava di pareggio,di recupero,di vittoria,e tanti ad annuire (mi ricordo che Scalfari scrisse che il 13 aprile,se lo sentiva,il PD ce l'avrebbe fatta)...
    :sofico: sinceramente dopo il disastro Prodi era impossibile... anzi quel 33% fu anche molto sopra alle mie personali aspettative. Però questa è una bella storia, ci sta nella sezione...

  7. #7
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Se fossi Napolitano....

    il boom della Lega non era stato previsto se non ricordo male da nessun sondaggio

    e comunque tutti i sondaggi davano in testa Berlusconi,sappiamo tutti che Veltroni e Franceschini invocavano il pareggio per il voto utile
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

  8. #8
    .
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    2,995
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Se fossi Napolitano....

    Citazione Originariamente Scritto da SteDiessino Visualizza Messaggio
    il boom della Lega non era stato previsto se non ricordo male da nessun sondaggio
    No in effetti

    Citazione Originariamente Scritto da SteDiessino Visualizza Messaggio
    e comunque tutti i sondaggi davano in testa Berlusconi,sappiamo tutti che Veltroni e Franceschini invocavano il pareggio per il voto utile
    Non tutti. Mi ricordo molto bene un utente (sulla vecchia POL) che diceva minaccioso: "Berlusconi ha due sondaggi in mano:quelli che sbandiera e quelli veri,che dicono tuttaltra cosa". In realtà era Uolter ad avere questo problema
    Senatore Imperiale,Patrizio dell’Impero,Duca Duce di Parmula,Placentula et Guastallula,Sovrintendente agli ‘Mperial vitigni di Sangiovese,Vicecomandante del FICA.

  9. #9
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Se fossi Napolitano....

    l'unico modo per sventare il ritorno di Berlusconi era fare l'alleanza UDC-PD-IDV-Radicali-Socialisti-Sinistra arcobaleno,ma Walter si sa "voleva andare da solo"
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

  10. #10
    .
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    2,995
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Se fossi Napolitano....

    Citazione Originariamente Scritto da SteDiessino Visualizza Messaggio
    l'unico modo per sventare il ritorno di Berlusconi era fare l'alleanza UDC-PD-IDV-Radicali-Socialisti-Sinistra arcobaleno,ma Walter si sa "voleva andare da solo"
    Eh già,chissà ora,colla crisi economica,cosa fareste con una coalizione del genere
    Senatore Imperiale,Patrizio dell’Impero,Duca Duce di Parmula,Placentula et Guastallula,Sovrintendente agli ‘Mperial vitigni di Sangiovese,Vicecomandante del FICA.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. se fossi Dio
    Di O.V.R.A. nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-09-07, 18:35
  2. Se fossi Napolitano
    Di Marco Piccinini nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 24-02-07, 09:44
  3. Se fossi...
    Di Il_Siso nel forum Fondoscala
    Risposte: 62
    Ultimo Messaggio: 19-07-06, 23:06
  4. Fossi in voi...
    Di Logos nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 19-07-06, 01:07
  5. se fossi di AS
    Di iproscritti nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 14-03-05, 16:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226