User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 26
Like Tree6Likes

Discussione: Calcolare la stabilità di un paese e le probabiltià di ribellioni sociali, politiche.

  1. #1
    Cromag
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    35,023
    Mentioned
    254 Post(s)
    Tagged
    45 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Calcolare la stabilità di un paese e le probabiltià di ribellioni sociali, politiche.

    Come potrebbe funzionare un programma che ti permette di prevedere lo scoppio di rivolte in un dato paese?quali criteri andrebbero presi?

    sbizzarritevi...
    Salvini, finto sovranista e vero neocon (sionista, americanista, ricchista)
    Maduro ce l'ha duro e ve lo mett'ar culo!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    20 Jan 2011
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    15,362
    Mentioned
    198 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito Re: Calcolare la stabilità di un paese e le probabiltià di ribellioni sociali, politi

    Credo che dovrebbe valutare troppe variabili, forse è per questo che non esiste.
    Altrimenti avremmo inventato la Cliologia.

  3. #3
    Cromag
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    35,023
    Mentioned
    254 Post(s)
    Tagged
    45 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: Calcolare la stabilità di un paese e le probabiltià di ribellioni sociali, politi

    La cliodinamica esiste, se ne parla in un thread ma per me qualcosa del genere si può fare o almeno tentare

    un primo criterio potrebbe essere quello dell'indice Gini che misura le differenze nei redditi, per me se in un paese ci sono troppi ricchi e troppi poveri tende all'instabilità, mentre se c'è una larghissima classe media è il contrario

    https://en.wikipedia.org/wiki/List_o...ncome_equality

    un altro ancora l'età media, se in una nazione ci sono tanti giovani è lecito aspettarsi "energia" in quel paese, di qualsiasi tipo, lavorativo ma anche politica in senso lato...

    https://en.wikipedia.org/wiki/List_o..._by_median_age
    carter and ----- like this.
    Salvini, finto sovranista e vero neocon (sionista, americanista, ricchista)
    Maduro ce l'ha duro e ve lo mett'ar culo!

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    20 Jan 2011
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    15,362
    Mentioned
    198 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito Re: Calcolare la stabilità di un paese e le probabiltià di ribellioni sociali, politi

    E' vero, ma al momento non è una scienza.
    I due indici che indichi sicuramente vanno presi in considerazione, però il problema è capire come usarli. Dopotutto l'assenza di una solida classe media non porta necessariamente all'instabilità; magari c'è più criminalità ma il regime politico non è necessariamente debole. Piuttosto l'assenza di una classe media sicuramente implica l'assenza della democrazia sostanziale.
    Uno Stato con molti giovani forse è meno stabile, perché ci dovrebbe essere maggiore tensione al miglioramento sociale, rispetto alle opportunità disponibili, ma è anche vero che questo non vale ovunque.

    Un altro fattore d'instabilità potrebbe essere dato dall'inclusione politica dei cittadini, cioè dove i cittadini non sono/non si sentono rappresentati politicamente l'instabilità dovrebbe essere maggiore, ma non so se esista un indice del genere.

  5. #5
    Cromag
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    35,023
    Mentioned
    254 Post(s)
    Tagged
    45 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: Calcolare la stabilità di un paese e le probabiltià di ribellioni sociali, politi

    Citazione Originariamente Scritto da carter Visualizza Messaggio
    E' vero, ma al momento non è una scienza.
    una scienza de noartri diciamo...
    diciamo che ho speranza prima o poi arriviamo a qualcosa, ci vuole un pò di tempo, di studio e allenamento e per me a una futurologia arriveremo.
    I due indici che indichi sicuramente vanno presi in considerazione, però il problema è capire come usarli.
    questo è l'aspetto difficile, io credo si debba guardare al passato e poi aggiungerci del nostro, certo non sono criteri "scientifici" al 100% ma semmai criteri probabilistici.
    Dopotutto l'assenza di una solida classe media non porta necessariamente all'instabilità; magari c'è più criminalità ma il regime politico non è necessariamente debole. Piuttosto l'assenza di una classe media sicuramente implica l'assenza della democrazia sostanziale.

    Un altro fattore d'instabilità potrebbe essere dato dall'inclusione politica dei cittadini, cioè dove i cittadini non sono/non si sentono rappresentati politicamente l'instabilità dovrebbe essere maggiore, ma non so se esista un indice del genere.
    per questi aspetti esiste già un "democracy index":https://en.wikipedia.org/wiki/Democracy_Index
    è un indice che racchiude diversi criteri per stabilire il grado di democrazia di un paese

    anch'io penso che se un paese ha un'alta libertà e forte rappresentatività le liti sono facilmente canalizzabili e non tendono a sfociare in ribellioni
    magari c'è un continuo tasso di litigiosità e polemiche ma a basso livello
    mentre nei regimi autoritari ci sono lunghi periodi di calma (appunto dovuti al carattare rpressivo) e poi scoppi improvvisi di rivolte sociali, quando proprio la pentola non ce la più e salta

    del tasso di divorzi cosa ne pensi?
    potrebbe essere che un uomo, se tiene famiglia, ha più da perdere e quindi sia più ingabbiato negli schemi sociali, nel rispetto della legge etc?
    carter likes this.
    Salvini, finto sovranista e vero neocon (sionista, americanista, ricchista)
    Maduro ce l'ha duro e ve lo mett'ar culo!

  6. #6
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    26 Feb 2010
    Località
    lille
    Messaggi
    7,881
    Mentioned
    34 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: Calcolare la stabilità di un paese e le probabiltià di ribellioni sociali, politi

    Citazione Originariamente Scritto da Robert Visualizza Messaggio
    Come potrebbe funzionare un programma che ti permette di prevedere lo scoppio di rivolte in un dato paese?quali criteri andrebbero presi?

    sbizzarritevi...

    si dovrebbero analizzare diversi fattori, disoccupazione giovanile, squilibrio tra maschi e femmine, crescita-decrescita dell econmia, percentuale di giovani in rapporto alla popolazione... e credo anche la secolarizzazione/religiosità possa giocare in questo ambito

  7. #7
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    26 Feb 2010
    Località
    lille
    Messaggi
    7,881
    Mentioned
    34 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: Calcolare la stabilità di un paese e le probabiltià di ribellioni sociali, politi

    secondo me anche la presenza di forti minoranze etniche
    Robert likes this.

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    20 Jan 2011
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    15,362
    Mentioned
    198 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito Re: Calcolare la stabilità di un paese e le probabiltià di ribellioni sociali, politi

    Citazione Originariamente Scritto da Robert Visualizza Messaggio
    una scienza de noartri diciamo...
    diciamo che ho speranza prima o poi arriviamo a qualcosa, ci vuole un pò di tempo, di studio e allenamento e per me a una futurologia arriveremo.

    questo è l'aspetto difficile, io credo si debba guardare al passato e poi aggiungerci del nostro, certo non sono criteri "scientifici" al 100% ma semmai criteri probabilistici.


    per questi aspetti esiste già un "democracy index":https://en.wikipedia.org/wiki/Democracy_Index
    è un indice che racchiude diversi criteri per stabilire il grado di democrazia di un paese

    anch'io penso che se un paese ha un'alta libertà e forte rappresentatività le liti sono facilmente canalizzabili e non tendono a sfociare in ribellioni
    magari c'è un continuo tasso di litigiosità e polemiche ma a basso livello
    mentre nei regimi autoritari ci sono lunghi periodi di calma (appunto dovuti al carattare rpressivo) e poi scoppi improvvisi di rivolte sociali, quando proprio la pentola non ce la più e salta

    del tasso di divorzi cosa ne pensi?
    potrebbe essere che un uomo, se tiene famiglia, ha più da perdere e quindi sia più ingabbiato negli schemi sociali, nel rispetto della legge etc?
    L'indice di democrazia non mi sembra molto affidabile, perchè indipendetemente da come la si pensi non si puà sostenere che gli USA...o l'India o il Sudafrica siano democrazie solo perchè si svolgono elezioni non troppo truccate, quando è sotto gli occhi di tutti che solo il fatto di disporre di molti soldi o grandi reti clientelari permette di essere eletti. La Democrazia è altra cosa. Sicuramente sarebbe interessante poter costruire un indice del genere, ma ai fini del thread è più utile un indice di rappresentatività politica, che non necessariamente coincide con forme prettamente democratiche.
    Riguardo al tasso dei divorzi credo che possa essere un indicatore del grado di coesione sociale, in quanto se vi sono molti divorzi l'istituto famigliare è in pericolo e quindi la società meno coesa, anche se non è detto che una società meno coesa sia più instabile - l'Italia non è certo molto coesa, ma al momento sicuramente non c'è in vista alcuna rivoluzione.

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    20 Jan 2011
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    15,362
    Mentioned
    198 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito Re: Calcolare la stabilità di un paese e le probabiltià di ribellioni sociali, politi

    Citazione Originariamente Scritto da ziomaio Visualizza Messaggio
    secondo me anche la presenza di forti minoranze etniche
    giusto

  10. #10
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    334 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito Re: Calcolare la stabilità di un paese e le probabiltià di ribellioni sociali, politi

    Se le rivolte non possono essere prevedute,
    possono però essere pagate
    Addio Tomàs
    siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i 5 stelle

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Politiche sociali e maschi italiani
    Di Abdullah nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11-05-10, 22:31
  2. [O.T.] Corporativismo e politiche sociali del ventennio
    Di Saloth Sâr nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16-06-06, 23:31
  3. Politiche Sociali
    Di Coordinatore nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-04-06, 10:43
  4. I LiberalConservatori e le Riforme politiche e sociali
    Di Pieffebi nel forum Imperial Regio Apostolico Magnifico Senato
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17-10-04, 15:05
  5. Una rivoluzione per le politiche sociali
    Di Pieffebi nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 02-10-02, 14:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226