User Tag List

Visualizza Risultati Sondaggio: Cosa voteresti in questo scenario ?

Partecipanti
7. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Sinistra Rivoluzionaria Anti-Capitalista

    1 14.29%
  • Partito del Socialismo Democratico

    3 42.86%
  • Partito Democratico Riformista

    0 0%
  • Partito Nazionale dei Moderati

    1 14.29%
  • Lega per il Nord

    1 14.29%
  • Fronte della Nazione

    1 14.29%
  • Altri

    0 0%
  • Non voto

    0 0%
Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'italia e una politica di tipo europeo

    2004 - Le Elezioni Europee vedono un sostanziale pareggio tra centrosinistra e Casa della Libertà,in particolare dentro Uniti nell'Ulivo quelli che più soffrono la lista unitaria sono i DL di Rutelli e Marini che lasciano sul campo rispetto al 2001 oltre 4 punti percentuali,e tanti ne acquistano i DS.

    Mentre Prodi,Fassino e Boselli giudicano il risultato dell'Ulivo "positivo e punto di partenza",tutto il vertice della Margherita (tranne prodiani-ulivisti) sembra averla presa MOLTO male,Marini stoppa subito qualsiasi processo unitario e mette una pietra sorpa anche al progetto della Fed.

    Contemporaneamente dentro la Casa della Libertà nascono incomprensioni e lacerazioni tra l'asse Udc-An e la Lega Nord che spinge per approvare la Devolution.

    Berlusconi,stufo di dover mediare si incontra con Casini,Fini,Rutelli,Mastella e Marini in una sera di Settembre.

    Il giorno dopo Rutelli annuncia che la Margherita e l'Udeur escono dal centro-sinistra,i vertici dei DS e i prodiani sono furiosi.

    Due giorni dopo Berlusconi sale al Colle per dimettersi dopo l'ultimo litigio Fini-Bossi.
    Ciampi apre le consultazioni e viene fuori il contenuto di quella cena politica di Settembre,i gruppi parlamentari di Forza Italia,AN,Udc,La Margherita e Udeur sono pronti a dar vita a un governo presieduto dal Presidente della Camera Casini che Berlusconi,Rutelli e Fini (che non si propone perchè teme ancora la pregiudiziale anti-fascista) hanno scelto come futuro leader di una formazione unitaria dei moderati.

    Prodi che aveva progettato il suo rientro nella politica come candidato premier di un rinnovato e largo centro-sinistra,riunisce il vertice dell'ex-Asinello con Parisi,gli ulivisti popolari di Rosy Bindi e l'Italia dei Valori di Di Pietro nel Partito dell'Ulivo (PdU),ma annuncia di non voler candidarsi premier alle politiche del 2006.

    [...]

    2016 - Siamo agli sgoccioli della campagna elettorale per le elezioni politiche,il governo uscente è il Casini III,nato nella legislatura 2011-2016,l'Italia ha assunto una geografia politica di tipo europeo,le forze di centro-sinistra comunque non governano dal 15 anni.

    Si vota con il sistema proporzionale tedesco,sbarramento al 5% sia alla camera che al senato (rimane il bicameralismo perfetto)

    I partiti

    Fronte della Nazione

    Partito razzista,xenofobo e neo-fascista,ha ottenuto negli anni molti consensi tra le fasce sociali più giovani e tra i disoccupati,ha eroso consensi al centro-destra moderato e alla Lega Nord,vuole la chiusura delle frontiere,leggi razziali nei confronti degli omosessuali e una svolta presidenzialista della Repubblica.
    E' stato il frutto dell'unione dei Centri Sociali di Destra,di Casa Pound,di Forza Nuova,della Fiamma Tricolore,del Movimento Idea Sociale di Rauti,di alcuni leghisti capeggiati da Borghezio e di una scissione di Alleanza Nazionale guidata da Alessandra Mussolini e Francesco Storace.
    E' guidato da un giovane studente universitario,Emanuele Camicia.
    Rifiuta qualsiasi accordo nazionale e locale con il PNM,in caso di parlamento senza chiara maggioranza,non darà l'appoggio a nessun partito.

    Lega per il Nord

    La pallida imitazione di quella che era la Lega Nord di un tempo,che una volta uscita dal governo ha perso sempre più potere e sempre più voti,dopo la morte di Umberto Bossi tutti i dirigenti storici hanno abbandonato la politica,il movimento è risorto dal 2014 per mano di Renzo Bossi.

    Partito Nazionale dei Moderati

    E' il partito di governo frutto degli Stati Generali dei Moderati,tenuti nel 2005 che hanno visto la fusione di Forza Italia,la parte moderata di Alleanza Nazionale,l'UDC,la Margherita e l'Udeur,il leader storico è Pierferdinando Casini che ha governato il paese negli ultimi 12 anni.
    E' parte integrante del Partito Popolare Europeo.
    Ha una linea morbida sull'Immigrazione,è ultra-garantista,assistenzialista,statalista e anti-federalista,timidamente liberaldemocratico in economia.
    Sta passando una crisi di consenso e di qualità dirigenziale,i quadri locali e nazionali sono poco esperti rispetto ai vecchi dirigenti democristiani che provenivano da Forza Italia,Margherita,Udc e Udeur oppure da quelli missini di AN,infatti ripropone come candidato premier l'uscente,il sessantunenne Casini che ne è anche Segretario Nazionale.
    Fino al 2013 Silvio Berlusconi ricopriva la carica di Presidente del Partito ma vari scandali sessuali (che lo hanno visto protagonista assieme a Clemente Mastella) lo hanno costretto alle dimissioni,adesso si è allontanato dalla vita politica e si è ritirato ottantenne a vita privata nella sua villa di Arcore.
    Il sessantaduenne Rutelli lo ha quindi sostituito nel 2013 nella carica di Presidente del Partito.
    Il Partito Nazionale dei Moderati è anche espressione del Quirinale,infatti dopo l'elezione nel 2006 di Franco Marini,nel 2013 il Partito ha portato per la prima volta un ex-fascista alla Presidenza della Repubblica,Gianfranco Fini,sessantaquattrenne.

    Partito del Socialismo Democratico

    E' il secondo partito nazionale ed è frutto dell'unione,avvenuta nel 2008 di Democratici di Sinistra,Socialisti Democratici Italiani,Partito dei comunisti Italiani e Rifondazione Comunista.
    E' un partito di sinistra socialdemocratica e post-marxista con al suo interno molte correnti personalistiche e localistiche che ne hanno causato le varie sconfitte negli anni,tutti i leaders che hanno sfidato il partito di governo e hanno perso le elezioni politiche (2006 e 2011) e quelle intermedie (regionali,amministrative ed europee) sono stati silurati dalle correnti interne che a livello ideologico sono 3 (ma sul territorio sono molte di più) e sono quella riformista liberalsocialista,figlia dello SDI e della tradizione del socialismo italiana,quella diessina (la maggiritaria) erede dei post-comunisti e quella terzomondista che sposta il partito su posizioni meno di sinistra ortodossa e più nuove sul fronte dei diritti civili e della questione ambientale.
    Il Segretario Nazionale attuale è Tommaso Chiamparino,figlio del sindaco di Torino (che a sua volta era stato candidato contro Casini nel 2006 e aveva perso per poche migliaia di voti),sembra esser riuscito per la prima volta in tanti anni a unire le tre anime del partito.
    Il Presidente del Partito è il sessantasettenne Massimo D'Alema,molto meno influente rispetto ai vecchi tempi.

    Partito Democratico Riformista

    Terzo partito nazionale di natura riformista,ambientalista e liberale,è nato nel 2006 dall'incontro tra il Partito dell'Ulivo,i Verdi e i Repubblicani Europei e altre formazioni minori,è federato con i Radicali con i quali però non condivide granchè sui temi etici.
    Dal 2006 al 2011 Enrico Letta ha guidato il partito nella sua dura opposizione a Casini,condotta assieme al PSD.
    Dal 2011 dopo la sconfitta elettorale che ha visto un brusco calo di elettori per il partito,Letta ha lasciato posto a Filippo Andreatta,che è in ottimi rapporti con il Segretario del PSD.
    Nel caso in parlamento i Socialdemocratici ,dati per vincenti, non riuscissero però ad ottenere una maggioranza chiara è molto probabile che il PDR andrà in loro soccorso nonostante le molte divergenze sui temi economico-sociali.

    Sinistra Rivoluzionaria Anti-Capitalista

    E' nato dall'aggregazione delle frangie oltranziste dei Verdi,di Rifondazione Comunista e della galassia dei movimento no-global,ha contatti con la corrente di sinistra del PSD ma rifiuta qualsiasi accordo e compromesso con quest'ultimo,vuole un cambiamento radicale della società,ma negli anni le sue proposte radicali e spregiudicate (soprattutto in tema di diritti civili e sulla legalizzazione totale delle droghe oppure la bizzarra proposta di scioglimento immediato dell'esercito e delle forze di polizia) hanno perso appeal nei confronti dei giovani,nel 2011 sono entrati alla camera e al senato con una manciata di deputati,ma questa volta i sondaggi non sono molto incoraggianti.
    E' guidata dal leader disobbediente ,il quarantaduenne Francesco Caruso.

    "Media dei Sondaggi"

    Fronte della Nazione 9,5%
    Lega Per il Nord 1%
    Partito Nazionale dei Moderati 35%
    Partito del Socialismo Democratico 39%
    Partito Democratico Riformista 8,5%
    Sinistra Rivoluzionaria Anti-Capitalista 4%
    Altri 3%
    Ultima modifica di SteCompagno; 11-07-10 alle 19:11
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    .
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    2,995
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L'italia e una politica di tipo europeo

    Citazione Originariamente Scritto da SteDiessino Visualizza Messaggio
    2004 - Le Elezioni Europee vedono un sostanziale pareggio tra centrosinistra e Casa della Libertà,in particolare dentro Uniti nell'Ulivo quelli che più soffrono la lista unitaria sono i DL di Rutelli e Marini che lasciano sul campo rispetto al 2001 oltre 4 punti percentuali,e tanti ne acquistano i DS.

    Mentre Prodi,Fassino e Boselli giudicano il risultato dell'Ulivo "positivo e punto di partenza",tutto il vertice della Margherita (tranne prodiani-ulivisti) sembra averla presa MOLTO male,Marini stoppa subito qualsiasi processo unitario e mette una pietra sorpa anche al progetto della Fed.

    Contemporaneamente dentro la Casa della Libertà nascono incomprensioni e lacerazioni tra l'asse Udc-An e la Lega Nord che spinge per approvare la Devolution.

    Berlusconi,stufo di dover mediare si incontra con Casini,Fini,Rutelli,Mastella e Marini in una sera di Settembre.

    Il giorno dopo Rutelli annuncia che la Margherita e l'Udeur escono dal centro-sinistra,i vertici dei DS e i prodiani sono furiosi.

    Due giorni dopo Berlusconi sale al Colle per dimettersi dopo l'ultimo litigio Fini-Bossi.
    Ciampi apre le consultazioni e viene fuori il contenuto di quella cena politica di Settembre,i gruppi parlamentari di Forza Italia,AN,Udc,La Margherita e Udeur sono pronti a dar vita a un governo presieduto dal Presidente della Camera Casini che Berlusconi,Rutelli e Fini (che non si propone perchè teme ancora la pregiudiziale anti-fascista) hanno scelto come futuro leader di una formazione unitaria dei moderati.

    Prodi che aveva progettato il suo rientro nella politica come candidato premier di un rinnovato e largo centro-sinistra,riunisce il vertice dell'ex-Asinello con Parisi,gli ulivisti popolari di Rosy Bindi e l'Italia dei Valori di Di Pietro nel Partito dell'Ulivo (PdU),ma annuncia di non voler candidarsi premier alle politiche del 2006.

    [...]

    2016 - Siamo agli sgoccioli della campagna elettorale per le elezioni politiche,il governo uscente è il Casini III,nato nella legislatura 2011-2016,l'Italia ha assunto una geografia politica di tipo europeo,le forze di centro-sinistra comunque non governano dal 15 anni.

    Si vota con il sistema proporzionale tedesco,sbarramento al 5% sia alla camera che al senato (rimane il bicameralismo perfetto)

    I partiti

    Fronte della Nazione

    Partito razzista,xenofobo e neo-fascista,ha ottenuto negli anni molti consensi tra le fasce sociali più giovani e tra i disoccupati,ha eroso consensi al centro-destra moderato e alla Lega Nord,vuole la chiusura delle frontiere,leggi razziali nei confronti degli omosessuali e una svolta presidenzialista della Repubblica.
    E' stato il frutto dell'unione dei Centri Sociali di Destra,di Casa Pound,di Forza Nuova,della Fiamma Tricolore,del Movimento Idea Sociale di Rauti,di alcuni leghisti capeggiati da Borghezio e di una scissione di Alleanza Nazionale guidata da Alessandra Mussolini e Francesco Storace.
    E' guidato da un giovane studente universitario,Emanuele Camicia.
    Rifiuta qualsiasi accordo nazionale e locale con il PNM,in caso di parlamento senza chiara maggioranza,non darà l'appoggio a nessun partito.

    Lega per il Nord

    La pallida imitazione di quella che era la Lega Nord di un tempo,che una volta uscita dal governo ha perso sempre più potere e sempre più voti,dopo la morte di Umberto Bossi tutti i dirigenti storici hanno abbandonato la politica,il movimento è risorto dal 2014 per mano di Renzo Bossi.

    Partito Nazionale dei Moderati

    E' il partito di governo frutto degli Stati Generali dei Moderati,tenuti nel 2005 che hanno visto la fusione di Forza Italia,la parte moderata di Alleanza Nazionale,l'UDC,la Margherita e l'Udeur,il leader storico è Pierferdinando Casini che ha governato il paese negli ultimi 12 anni.
    E' parte integrante del Partito Popolare Europeo.
    Ha una linea morbida sull'Immigrazione,è ultra-garantista,assistenzialista,statalista e anti-federalista,timidamente liberaldemocratico in economia.
    Sta passando una crisi di consenso e di qualità dirigenziale,i quadri locali e nazionali sono poco esperti rispetto ai vecchi dirigenti democristiani che provenivano da Forza Italia,Margherita,Udc e Udeur oppure da quelli missini di AN,infatti ripropone come candidato premier l'uscente,il sessantunenne Casini che ne è anche Segretario Nazionale.
    Fino al 2013 Silvio Berlusconi ricopriva la carica di Presidente del Partito ma vari scandali sessuali (che lo hanno visto protagonista assieme a Clemente Mastella) lo hanno costretto alle dimissioni,adesso si è allontanato dalla vita politica e si è ritirato ottantenne a vita privata nella sua villa di Arcore.
    Il sessantaduenne Rutelli lo ha quindi sostituito nel 2013 nella carica di Presidente del Partito.
    Il Partito Nazionale dei Moderati è anche espressione del Quirinale,infatti dopo l'elezione nel 2006 di Franco Marini,nel 2013 il Partito ha portato per la prima volta un ex-fascista alla Presidenza della Repubblica,Gianfranco Fini,sessantaquattrenne.

    Partito del Socialismo Democratico

    E' il secondo partito nazionale ed è frutto dell'unione,avvenuta nel 2008 di Democratici di Sinistra,Socialisti Democratici Italiani,Partito dei comunisti Italiani e Rifondazione Comunista.
    E' un partito di sinistra socialdemocratica e post-marxista con al suo interno molte correnti personalistiche e localistiche che ne hanno causato le varie sconfitte negli anni,tutti i leaders che hanno sfidato il partito di governo e hanno perso le elezioni politiche (2006 e 2011) e quelle intermedie (regionali,amministrative ed europee) sono stati silurati dalle correnti interne che a livello ideologico sono 3 (ma sul territorio sono molte di più) e sono quella riformista liberalsocialista,figlia dello SDI e della tradizione del socialismo italiana,quella diessina (la maggiritaria) erede dei post-comunisti e quella terzomondista che sposta il partito su posizioni meno di sinistra ortodossa e più nuove sul fronte dei diritti civili e della questione ambientale.
    Il Segretario Nazionale attuale è Tommaso Chiamparino,figlio del sindaco di Torino (che a sua volta era stato candidato contro Casini nel 2006 e aveva perso per poche migliaia di voti),sembra esser riuscito per la prima volta in tanti anni a unire le tre anime del partito.
    Il Presidente del Partito è il sessantasettenne Massimo D'Alema,molto meno influente rispetto ai vecchi tempi.

    Partito Democratico Riformista

    Terzo partito nazionale di natura riformista,ambientalista e liberale,è nato nel 2006 dall'incontro tra il Partito dell'Ulivo,i Verdi e i Repubblicani Europei e altre formazioni minori,è federato con i Radicali con i quali però non condivide granchè sui temi etici.
    Dal 2006 al 2011 Enrico Letta ha guidato il partito nella sua dura opposizione a Casini,condotta assieme al PSD.
    Dal 2011 dopo la sconfitta elettorale che ha visto un brusco calo di elettori per il partito,Letta ha lasciato posto a Filippo Andreatta,che è in ottimi rapporti con il Segretario del PSD.
    Nel caso in parlamento i Socialdemocratici ,dati per vincenti, non riuscissero però ad ottenere una maggioranza chiara è molto probabile che il PDR andrà in loro soccorso nonostante le molte divergenze sui temi economico-sociali.

    Sinistra Rivoluzionaria Anti-Capitalista

    E' nato dall'aggregazione delle frangie oltranziste dei Verdi,di Rifondazione Comunista e della galassia dei movimento no-global,ha contatti con la corrente di sinistra del PSD ma rifiuta qualsiasi accordo e compromesso con quest'ultimo,vuole un cambiamento radicale della società,ma negli anni le sue proposte radicali e spregiudicate (soprattutto in tema di diritti civili e sulla legalizzazione totale delle droghe oppure la bizzarra proposta di scioglimento immediato dell'esercito e delle forze di polizia) hanno perso appeal nei confronti dei giovani,nel 2011 sono entrati alla camera e al senato con una manciata di deputati,ma questa volta i sondaggi non sono molto incoraggianti.
    E' guidata dal leader disobbediente ,il quarantaduenne Francesco Caruso.

    "Media dei Sondaggi"

    Fronte della Nazione 9,5%
    Lega Per il Nord 1%
    Partito Nazionale dei Moderati 35%
    Partito del Socialismo Democratico 39%
    Partito Democratico Riformista 8,5%
    Sinistra Rivoluzionaria Anti-Capitalista 4%
    Altri 3%
    Partito Nazionale Moderato,turandomi naso.
    Senatore Imperiale,Patrizio dell’Impero,Duca Duce di Parmula,Placentula et Guastallula,Sovrintendente agli ‘Mperial vitigni di Sangiovese,Vicecomandante del FICA.

 

 

Discussioni Simili

  1. Ma una politica di tipo europeo ci fa schifo?
    Di SteCompagno nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 05-09-10, 20:50
  2. Elezioni del Senato Europeo di Politica Estera
    Di Manfr nel forum FantaTermometro
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 15-11-09, 17:08
  3. Un tipo diverso di politica
    Di Gian_Maria nel forum Socialismo Libertario
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 12-10-09, 19:54
  4. Cosa ne direste di una linea politica di questo tipo?
    Di Spirit nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 23-03-04, 13:57
  5. Se Si Continua Questo Tipo Di Politica Fra Poco
    Di anton nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-06-03, 16:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226