User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    20 Mar 2010
    Messaggi
    502
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Adriano Romualdi: una bibliografia - di Alberto Lombardo

    Adriano Romualdi: una bibliografia

    1 gennaio 2000 (21:10) | Autore: Alberto Lombardo


    Tags: Bibliografia, civiltà, Collezione Europa, Drieu La Rochelle, Edizioni Volpe, H.F.K. Günther, il conciliatore, l'italia che scrive, l'italiano, Leo Binetti, Ordine Nuovo, Oswald Spengler, Saint-Loup, waffen ss

    Per i criterî di compilazione di questa bibliografia ho preso a modello quella evoliana stesa da Renato Del Ponte in «Futuro Presente» 6 (1995), pp. 27 ss.
    Ho inoltre aggiunto un’ulteriore sezione, la “III”, relativa agli scritti su Adriano Romualdi.
    Sarò grato a chi vorrà fornirmi dati relativi a ulteriori scritti da segnalare in questa bibliografia o correzioni a eventuali errori o imperfezioni che io abbia commesso nel compilarla.
    Tengo a ringraziare, per le numerose informazioni fornitemi, il dott. Leo Binetti, il prof. Renato Del Ponte e il sig. Andrea Niccolò Strummiello.
    Questo è l’ordine seguito:
    I. Opere
    Divise in:
    A. Libri
    B. Riviste o rassegne uscite sotto la direzione di Adriano Romualdi
    C. Introduzioni e prefazioni, testi di conferenze, contributi a convegni
    II. Periodici e giornali
    Questi sono ordinati in base alla prima collaborazione conosciuta. Per ciascuno di essi ho cercato di segnalare la periodicità e gli anni di edizione. Inoltre una lettera indica la completezza della mia informazione: A indica che è stata raggiunta senz’altro la completezza; B suggerisce una relativa completezza, C indica che l’elenco è incompleto.
    III. Scritti su Adriano Romualdi
    Possono esistere ulteriori contributi pubblicati altrove, oltre quelli compresi in questa bibliografia, dei quali io ignori l’esistenza, specialmente pubblicati su internet. Una bibliografia sistematica degli scritti di A. Romualdi pubblicati su internet al momento risulterebbe però vana, per via della mancanza di stabilità e affidabilità di tale strumento.

    Alberto Lombardo


    L’ultimo aggiornamento di questa pagina è stato effettuato il: 24.6.2010.


    I. Opere
    A. Libri
    1965
    Platone, Volpe, Roma 1965.
    Ristampa 1992 Edizioni Settimo Sigillo.
    Perché non esiste una cultura di destra, ed. ciclostilata come documento per il F.U.A.N. Poi ricompreso nel fascicolo Idee per una cultura di destra (vide).
    1968
    Julius Evola: l’uomo e l’opera, Volpe, Roma.
    II ed. aumentata: Volpe, Roma 1971.
    III ed.: Volpe, Roma 1979 (reca in cop. Xilografia di J. Evola).
    IV ed., a cura di Gianfranco de Turris e con un’Introduzione di Gian Franco Lami, col titolo Su Evola: Fondazione Julius Evola, Roma 1998.
    Lo scritto Congedo da Evola è stato poi riprodotto in «Orion» Settembre 2004 “Speciale Evola”.
    Tr. Francese: Julius Evola, l’homme et l’œuvre, Pardes, ? 1979.
    1971
    Nietzsche, Edizioni di Ar – Edizioni Europa, Padova – Roma.
    II ed., col titolo Nietzsche e la mitologia egualitaria: Edizioni di Ar, Padova 1981. Con una Nota dell’editore alla seconda edizione di Fr.G. Freda e il saggio finale Il caos degli scribi di Fr. Ingravalle.
    Oltre il nichilismo, Volpe, Roma. Scelta di aforismi di F. Nietzsche, pubblicata nella “collezione Europa”.
    1973
    Sul problema d’una Tradizione Europea, Edizioni di Vie della Tradizione, Palermo.
    II ed., con una premessa di Gaspare Cannizzo: Edizioni di Vie della Tradizione, Palermo 1996.
    Idee per una cultura di destra, Settimo Sigillo, Roma. Si compone dei due scritti Perché non esiste una cultura di destra e La “nuova cultura” di destra (vide).
    II ed.: Idee in movimento, Genova 1987.
    La destra e la crisi del nazionalismo, Settimo Sigillo, Roma.
    II ed.: Idee in movimento, Genova 1987.

    Opere postume
    1976
    Le ultime ore dell’Europa, Ciarrapico, Roma. Con una prefazione di Pino Romualdi.
    II ed.: Ciarrapico, luogo?, 1988. Edizione speciale con aggiunta di foto.
    III ed.: Settimo Sigillo, Roma 2004. Con un’introduzione di Alberto Lombardo e una prefazione di Pino Romualdi.
    1978
    Gli Indoeuropei. Origini e migrazioni, Edizioni di Ar, Padova 1978. Con una nota introduttiva di Giovanni Monastra.
    II ed.: Edizioni di Ar, Padova 2004. Con un’introduzione di Fabrizio Sandrelli (Adriano Romualdi e l’utopia dell’eterno).
    1981
    Correnti politiche e ideologiche della destra tedesca dal 1918 al 1932, Edizioni de «L’Italiano», Anzio 1981.
    1984
    Il fascismo come fenomeno europeo, Edizioni de “L’Italiano”, s.d. Con un’Introduzione di G. Tricoli.
    II ed.: Settimo Sigillo, Roma 1984. Con un’Introduzione di M. Veneziani.
    N.B.: in questo caso si è inserita l’opera nell’anno della seconda edizione, non essendo disponibile il dato relativo all’anno della prima.
    1986
    Una cultura per l’Europa, Settimo Sigillo, Roma. Con un’Introduzione di G. Malgieri. Comprende Idee per una cultura di Destra e La Destra e la crisi del nazionalismo (vide).
    1998
    Primo schema costituzionale per uno stato dell’Ordine Nuovo (con Rutilio Sermonti), Raido, Roma. Con un’Introduzione di P. Rauti.
    B. Riviste o rassegne uscite sotto la direzione di Adriano Romualdi
    Diresse la “Collezione Europa”, i cui primi tre volumi uscirono per le Edizioni Volpe, i successivi (almeno 2) per le Edizioni di Ar. Si tratta di: Saint-Loup, I volontari europei delle Waffen SS (1967); A. Romualdi, Julius Evola, l’uomo e l’opera (1971); C. Malaparte, La razza marxista; P. Drieu La Rochelle, Idee per una rivoluzione degli Europei; H.F.K. Günther, Humanitas (1970); A. Hitler, La battaglia di Berlino (1971).
    C. Introduzioni e prefazioni, testi di conferenze, contributi a convegni
    Introduzione a R. Brasillach, Lettera ad un soldato della classe 40, Edizione Caravelle, Roma 1964.
    II ed. Volpe, Roma 1975;
    III ed. Settimo Sigillo, Roma 1997 (a cura di G. de Turris).
    Introduzione e Una visione del mondo, in M. Prisco – G. Giannettini – A. Romualdi, Drieu La Rochelle: il mito dell’Europa, Edizioni del Solstizio, 1965, pp. 101-136.
    II ed.: Edizioni La Salamandra, 1981.
    Cura e traduzione di Fr. Gaucher, Il Fascismo ed il mondo di oggi, ed. Volpe, Roma 1966;
    Introduzione e traduzione di Fr. Nietzsche, Oltre il nichilismo, ed. Volpe, Roma 1967.
    II ed.: Volpe, Roma 1971.
    Introduzione a Saint Loup, I volontari europei delle Waffen SS, ed. Volpe, Roma 1967.
    II ed.: Volpe, Roma 1971.
    Introduzione a C. Malaparte, La razza marxista, ed. Volpe, Roma 1968.
    Introduzione a P. Drieu La Rochelle, Idee per una rivoluzione degli Europei, Volpe, Roma 1969.
    II ed. ampliata: Volpe, Roma 1971.
    Premessa ad H. F. K. Günther, Religiosità indoeuropea, Edizioni di Ar, Padova 1970. Poi confluito, con altri scritti, ne Gli Indoeuropei. Origini e migrazioni (vide).
    Premessa ad H.F.K. Günther, Humanitas, Edizioni di Ar, Padova 1970.
    Prefazione ad A. Hitler, La battaglia di Berlino, Edizioni di Ar, Padova 1971.
    II ed.: Edizioni di Ar, Padova 1977.
    III ed.: Edizioni di Ar, Padova 1986.
    Spengler profeta della decadenza e Bibliografia spengleriana in O. Spengler, Ombre sull’Occidente, Volpe, Roma 1973.
    Introduzione a A. De Gobineau, L’ineguaglianza delle razze, Edizioni del Solstizio, Roma 1972.
    Introduzione a Knut Hamsun, Io traditore, edizioni Ciarrapico, 1983.


    II. Periodici e giornali
    «L’Italiano»
    (mensile) (1959-?)
    1. Recensione di J. Evola, L’“operaio” nel pensiero di Ernst Jünger, 12 (1960). Poi in Su Evola (vide).
    2. L’esilio di Vintila Horia, aprile-maggio (1961), pp. 78-80.
    3. Il Gattopardo e la borghesia (rec. di T. Staiti di Cuddia, Il Gattopardo), aprile-maggio (1961), pp. 94-96.
    4. Il mito dell’impero (rec. di J. Evola, Il mistero del Graal e l’idea imperiale ghibellina), 4 (1963). Poi in Su Evola (vide).
    4. Le tentazioni della Germania, dicembre (1963) – gennaio (1964), pp. 21-26.
    5. – 6. – 7. – 8. Considerazioni sulla tragedia dell’Europa, in quattro puntate, estate-autunno (1969).
    9. Recensione di B. George, L’ondata rossa, gennaio (1970), pp. 75-76.
    10. La migrazione dei Dori e dei Latini, aprile (1970), pp. 298-304.
    11. Sulla difficile via dell’Europa – parte prima, maggio (1970), pp. 361-366.
    12. Sulla difficile via dell’Europa – parte seconda, giugno (1970), pp. 442-446.
    13. Recensione di Fr. Nietzsche, Opere complete, luglio (1970), pp. 558-559.
    14. “La nuova cultura” di destra, luglio-agosto (1970). Poi in Idee per una cultura di Destra (vide).
    15. Brandt ratifica la “pax sovietica”, agosto-settembre (1970), pp. 606-612 (con lo pseudonimo Ermanno di Salza).
    16. Bagattelle per un massacro, ottobre (1970), pp. 719-725.
    17. La Germania, la Russia e l’Europa, novembre (1970), pp. 793-800.
    17.bis. Rassegna stampa. Verso una moneta europea? – Dubbi sul trattato – Il viaggio di Pompidou e la politica russa, novembre (1970), pp. 761-763 (con lo pseudonimo Ermanno di Salza).
    18. La Germania dell’Est: un’analisi storica, dicembre (1970), pp. 886-892.
    19. Europa svegliati, a Danzica si muore!, gennaio (1971), pp. 30-38.
    20. I quattro samurai di Yukio Mishima, (prima parte), gennaio (1971), pp. 39-45 (con lo pseudonimo Ermanno di Salza).
    21. Mishima scrittore, (seconda parte), febbraio (1971), pp. 119-123 (con lo pseudonimo Ermanno di Salza).
    22. La fossa di Danzica, febbraio (1971), pp. 113-118.
    23. Il Partito come minoranza attiva, aprile (1971), pp. 267-271 (con lo pseudonimo Ermanno di Salza).
    24. L’idea di Stato (rec. di J. Evola, L’idea di Stato e id., Gerarchia e democrazia), aprile (1971). Poi in Su Evola (vide).
    25. Recensione di F. Perfetti (cur.), Il nazionalismo italiano, maggio (1971), pp. 397-398.
    26. – 27. – 28. – 29. – 30. – 31. – 32. – 33. – 34. – 35. – 36. – 37. Gli ultimi giorni dell’Europa, I maggio (1971), pp. 374-384), II luglio (1971), pp. 530-536, III agosto-settembre (1971), pp. 614-624, IV ottobre (1971), pp. 706-713, V novembre (1971), pp. 788-794, VI dicembre (1971), pp. 856-865, VII gennaio (1972), pp. 55-58, VIII marzo (1972), pp. 210-217, IX maggio (1972), pp. 288-297, X giugno (1972), pp. 359-368, XI luglio (1972), pp. 288-297, XII agosto-settembre (1972), pp. 535-544.
    38. Yalta e l’antifascismo, giugno (1971), pp. 474-480.
    39. I saggi di «Bilychnis» e della «Nuova Antologia» (rec. di J. Evola, I saggi di Bilychnis e id., I saggi della Nuova Antologia), novembre (1971). Poi in Su Evola (vide).
    40. Memorie del Terzo Reich (rec. di A. Speer, Memorie del Terzo Reich), dicembre (1971), pp. 894-895.
    41. Il tramonto dell’Occidente (rec. di O. Spengler, Il tramonto dell’Occidente), gennaio (1972), pp. 77-78.
    42. Il marxismo e Hegel (rec. di L. Colletti, Il marxismo e Hegel), agosto-settembre (1972), pp. 573-574.
    43. Destra sì, qualunquismo no, novembre (1972), pp. 696-704.
    44. Le elezioni tedesche sono state vinte dalla Russia, dicembre-gennaio (1972-1973), pp. 804-811.
    45. Brandt: sì alla Germania divisa, marzo (1973), pp. 109-116.
    46. Corporativismo o tecnocrazia?, aprile (1973), pp. 192-195.
    47. – 48. – 49. I 75 anni di Julius Evola, I maggio (1973), pp. 262-271, II giugno (1973), pp. 366-374, III luglio (1973), pp. 425-433.
    50. L’Inghilterra e la sua Destra (rec. di P. Hofstetter (cur.), L’Inghilterra e la sua Destra), luglio (1973), p. 480. 51. L’illusione fascista (rec. di A. Hamilton, L’illusione fascista), ottobre (1973), pp. 655-656.
    52. La concezione del mondo in Hitler (rec. di E. Jackel, La concezione del mondo in Hitler), ottobre (1973), p. 656.
    53. Les dieux s’en vont, gennaio (1974), pp. 59-62.
    54. Il fascismo come fenomeno europeo, III parte, maggio (1976), pp. 431-448. Poi confluito nel libro omonimo (vide).


    «Secolo d’Italia»
    (quotidiano)
    1. Il ritorno di un dadaista, 12 dicembre 1963. Poi in Su Evola (vide).
    2. Recensione di J. Evola, Il Cammino del Cinabro, 14 gennaio 1964. Poi in Su Evola (vide).
    3. Il frassino del mondo, 14 marzo 1964.
    4. Recensione di J. Evola, Il Fascismo. Saggio di un’analisi critica dal punto di vista della destra, 7 novembre 1964. Poi in Su Evola (vide).
    5. Recensione di R. De Felice, Mussolini il rivoluzionario, ?.?.1965.


    «Pagine Libere»
    (mensile)
    1. Perché non esiste una cultura di destra, settembre (1966).
    «L’Italia che scrive»
    1. I settant’anni di J. Evola, agosto-settembre (1968), pp. 121-123. Poi in Su Evola (vide).
    «Origini»
    1. La cultura delle anfore globulari e della ceramica a cordicella (rec. di T. Sulimirski, Corded Ware and Globular Amphorae north-east of the Carpatians), III (1969). Poi confluito, con altri scritti, ne Gli Indoeuropei. Origini e migrazioni (vide).


    «Ordine Nuovo»
    (1970-?)
    1. Contestazione controluce, 1 (1970), pp. 18-28.
    2. Le migrazioni indoeuropee, marzo-aprile (1970), pp. 61-66 (con lo pseudonimo Ermanno di Salza).
    3. L’Occidente e i limiti dell’occidentalismo, maggio-giugno (1970), [pp.49-54].
    4. Scienza razziale e unità dell’Europa, maggio-giugno (1970), pp. 98-103 (pubblicato senza indicazione del nome dell’Autore).
    5. Lo stato dell’ordine nuovo, dicembre (1970), pp. 113-120. Poi in Primo schema costituzionale per uno stato dell’Ordine Nuovo (vide).
    6. Le origini dei Latini, 4 (1971). Poi confluito, con altri scritti, ne Gli Indoeuropei. Origini e migrazioni (vide).
    7. Destra sì, qualunquismo no, novembre (1972), pp. 696-704.


    «Il Conciliatore»
    1. La grande fuga (rec. di T. Thorwald, La grande fuga), gennaio (1965), p. 10.
    2. L’Opera omnia di Nietzsche, aprile (1971), pp. 185-187.
    3. Recensione di J. Evola, Cavalcare la tigre, settembre (1971), pp. 380-382.
    4. Perché il Reich crollò nella guerra, dicembre (1971), pp. 524-526.
    5. I “Pensieri” di Hitler, settembre (1972), pp. 376-377.


    «Il Cavour»
    (?)
    1. Il fascismo fenomeno europeo nelle interpretazioni degli storici, settembre (1971), pp. 42-43.
    «Il Giornale d’Italia»
    (quotidiano)
    1. Romanticismo fascista, 16-17 marzo 1972, p. 3.
    2. Una proposta culturale di Destra: “Gli uomini e le rovine” (rec. di J. Evola, Gli uomini e le rovine), 13-14 aprile 1972, p. 3.
    3. I libri sul fascismo, 6-7 luglio 1972, p. 3.
    4. “Citazioni” di J. Evola e “La società tradizionale” di R. De Mattei, 6-7 luglio 1972, p. 3.
    5. Corporativismo o tecnocrazia?, 14-15 marzo 1973, p. 3 (corrispondente a quello pubblicato col medesimo titolo ne L’Italiano dell’aprile 1973).
    6. Il volto dell’avvenire, 31 luglio 1973.
    7. Nietzsche (rec. di Fr. Nietzsche, Schopenhauer educatore, Vanni Scheiwiller, Milano 1973).



    «Civiltà»
    (1973-?)
    1. Franz Altheim e le origini di Roma, settembre-ottobre (1973), pp. 27-37. Poi confluito, con altri scritti, ne Gli Indoeuropei. Origini e migrazioni (vide).
    «La torre»
    (1970-?)
    1. Nietzsche e il senso della vita (rec. di R. Reininger, Nietzsche e il senso della vita), settembre (1971), pp. 13-14.
    2. Dal taccuino di Adriano, 100-101 (1979).



    «Avanguardia»
    (1982-…)
    1. Platone: le tre anime dello Stato, 60 (1989).
    2. Introduzione a Io traditore, 60 (1989).
    3. Bibliografia sul fascismo, 60 (1989).
    4. Lo Stato dell’Ordine Nuovo, 60 (1989).


    «Arthos» nuova serie [A]
    (1997-…) (semestrale)
    1. Due lettere inedite di Adriano Romualdi (a cura di R. Del Ponte), 3-4 (1998), pp. 121-125.


    «La Destra»
    (?)
    1. Oltre il nazionalismo, febbraio (1972), pp. 35-52.
    «Algiza»
    (1995-…) (aperiodico)
    1. Due lettere inedite di Adriano Romualdi, 16 – marzo (2003), pp. 4-6.



    «Margini»
    (?-…) (mensile)
    1. Recensione di A. de Gobineau, Saggio sull’ineguaglianza delle razze umane, 42 – aprile (2003), p. 5.



    III. Scritti su Adriano Romualdi
    1973
    G. de Turris, La civiltà che uccide, «Vie della Tradizione» 11 (1973). Poi in A. Romualdi, Sul problema di una tradizione europea, Edizioni di Vie della Tradizione, Palermo 1996 (II ed.). Poi in id., La dittatura occulta, Sveva Editrice, Andria 1997, pp. 93-97.
    J. Evola, Per Adriano Romualdi, «L’Italiano» agosto-settembre (1973). Poi ripubblicato nel volume P. Romualdi, Ricordo di Adriano, Edizioni de «L’Italiano», 1974 (vide). Poi ripubblicato nel volume di A. Romualdi Su Evola (vide). Poi ripubblicato in «Margini» 47 (2004).
    P. Rauti, Nel suo nome la battaglia continua, «Civiltà», anno I – n°2 (Settembre – Ottobre 1973).
    G. Maceratini, Ricordo di Adriano, «Civiltà», anno I – n°2 (Settembre – Ottobre 1973).
    Ricordo di Adriano Romualdi, in «Giovani Contro», a cura del FdG di Asti, anno II – n°7 (Ottobre 1973).
    1974
    P. Romualdi (cur.), Ricordo di Adriano, Edizioni de «L’Italiano», Roma. Raccoglie scritti e articoli dedicati alla scomparsa di Adriano Romualdi.
    1976
    A. Plebe, Quando battono le ali dell’Angelo della Storia (rec. di Le ultime ore dell’Europa), «L’Italiano» ?.
    C. Terracciano, Recensione di Le ultime ore dell’Europa, «Diorama letterario» 2 (1976), pp. 9-10.
    1977
    Anonimo, Nota introduttiva alla seconda edizione di H.F.K. Günther, Humanitas, Edizioni di Ar, Padova 1977.
    1978
    G. Malgieri, Recensione di Il fascismo come fenomeno europeo, «Diorama letterario» 10 (1978), pp. 6-7.
    1979
    G. Monastra, Recensione di Gli Indoeuropei, «Diorama letterario» 19 (1979), pp. 3-4.
    1980
    M. Tarchi, Recensione della terza edizione di Julius Evola: l’uomo e l’opera, «Diorama letterario» 26 (1980), pp. 7-8.
    G. Volpe, Intervista al Tg2 (Novembre 1980) – Testo completo in «La Torre» (anno XI n°128, Dicembre 1980)
    1981
    M. Tarchi, Recensione di Correnti politiche e ideologiche della Destra tedesca, «Diorama letterario» 38 (1981), pp. 7-8.
    Fulvio Fede, Adriano Romualdi – “Gli Indoeuropei” – Hans F.K. Günther – “Religiosità Indoeuropea”, «Heliodromos», 14 (Giugno-Luglio 1981).
    1983
    AA.VV., Adriano Romualdi a dieci anni dalla sua scomparsa, Atti del convegno svoltosi a Forlì il 26 novembre 1983, in «L’Italiano» (Dicembre 1983 – Gennaio 1984 – Febbraio 1984).
    1984
    Maurizio Lattanzio, Adriano Romualdi – Le ultime ore dell’Europa,«Heliodromos», 21 (Aprile-Maggio-Giugno 1984).
    1985
    C. Terracciano, Adriano Romualdi: anima della rivoluzione, rivoluzione dell’anima, «Risguardo» IV, pp. 15-16.
    1989
    L. Fonte, Adriano Romualdi, «Avanguardia» 60 (1989).
    L. Fantini, Adriano Romualdi: un legionario, «Avanguardia» 60 (1989).
    E. Rolli, L’Europa e la civiltà indoeuropea, «Avanguardia» 60 (1989).
    G. Locchi, Essenza del fascismo quale fenomeno europeo, «Avanguardia» 60 (1989).
    G. Candelo, Una breve recensione, «Avanguardia» 60 (1989).
    1993
    G. de Turris, La “rivoluzione conservatrice” di Adriano Romualdi, «Pagine Libere» 11-12; poi in id., Politicamente scorretto. Diario Out 1988-1994, Terziaria, Milano 1996, pp. 181-186; poi in «Algiza» 10 (1998), pp. 19-21.
    1996
    G. Cannizzo, Premessa ad A. Romualdi, Sul problema d’una Tradizione Europea, II edizione, Edizioni di Vie della Tradizione, Palermo 1996, pp. 5-6.
    1997
    A. Lombardo, Recensione di Sul problema d’una Tradizione Europea, «Algiza» 7, pp. 26-27.
    D. Verzotti, Recensione di Sul problema di una Tradizione europea, «Arthos» 2, pp. 88-92.
    1998
    D. Roli, Adriano Romualdi nostro fratello maggiore, «Orientamenti» 1 (1998), pp. 53-54.
    G. Perez, “Affinità elettive”. Julius Evola e Adriano Romualdi fra Politica e Visione del Mondo, «Orientamenti» 1 (1998), pp. 55-61.
    Id., Adriano Romualdi. Una certa idea della destra politica, «Civiltà» I/1 (marzo).
    R. Paradisi, Il discepolo ortodosso, «Area» 5 (1998).
    1999
    Fr. Germinario, Con Evola, oltre Evola. Europeismo, riattualizzazione del nazismo e nuova identità politico-culturale della destra negli scritti di Adriano Romualdi, in C. Adagio – R. Cerrato – S. Urso (cur.), Il lungo decennio. L’Italia prima del ’68, Cierre Edizioni, Verona, pp. 345-372.
    A. Lombardo, Adriano Romualdi e il problema di una Tradizione europea, «Italicum» 3-4 (1999), p. 9.
    2000
    G. Malgieri, Adriano Romualdi, “un fratello maggiore”, in La memoria della Destra, Editoriale Pantheon, Roma 2000.
    2001
    S. Arcella, Memoria di Adriano, «Area» 59 (2001).
    2003
    R. Del Ponte – A. Lombardo, Due lettere inedite di Adriano Romualdi, «Algiza» 16 (2003), p. 4.
    G. Damiano, Il Nietzsche di Romualdi, Ingravalle e Losurdo, «Margini» 42 (2003), pp. 1-2.
    G. D. (G. Damiano), Recensione di A. Romualdi, Nietzsche e la mitologia egualitaria, «Margini» 42 (2003), p. 1.
    P. Di Vona, Recensione di A. Romualdi, Su Evola, «Margini» 42 (2003), p. 3.
    R. Melchionda, Su Adriano Romualdi e Platone, «Margini» 42 (2003), p. 4.
    A. Piscitelli, L’Europa archeofuturista di Adriano Romualdi, «Area» 82 (2003), pp. 72-73.
    A. Lombardo, La sorte e la battaglia, «Area» 82 (2003), p. 74.
    N. Cospito, Adriano ancora con noi, avanti a noi, «Orientamenti» sett.-ott. (2003).
    G. Perez, Adriano Romualdi a trent’anni dalla morte, «Orientamenti» sett.-ott. (2003).
    M. Cabona, Dis Manibus Adriano Romualdi, «Margini» 43 (2003).
    M. Bozzi Sentieri, Adriano Romualdi, l’anti-qualunquista, «Secolo d’Italia», 10.8.2003
    A. Lombardo, L’idea europea di Adriano Romualdi – cenni generali, «Vie della Tradizione» 131 (2003), pp. 159-164.
    U. Bianchi, Il pensatore scomodo, «Rinascita», 19.11.2003, p. 12.
    F. D’Imera, L’attualità del pensiero di Adriano Romualdi, «Rinascita», 28.11.2003, p. 11.
    M. Della Venere, Il mito dell’Europa nel pensiero di Adriano Romualdi, Nuovi Orizzonti Europei, (?).
    Sideri, Merlino, Rossi, De Turris, Romano, Adriano Romualdi: l’Uomo, l’Azione, il Testimone, Ass. cult. Raido.
    Anonimo (G. Adinolfi?), Adriano per esempio – In memoria di Adriano Romualdi, «Orion», settembre 2003.
    2004
    A. Lombardo, Adriano Romualdi, poeta dell’Europa, in A. Romualdi, Le ultime ore dell’Europa, Settimo Sigillo, Roma 2004 (2^ ed.), pp. 5-13.
    F. Sandrelli, Adriano Romualdi e l’utopia dell’eterno, Introduzione ad A. Romualdi, Gli Indoeuropei, Edizioni di Ar, Padova 2004, (2^ ed.).
    P. Buttafuoco, Recensione di A. Romualdi, Gli Indoeuropei, «Il Foglio», 24 luglio 2004.
    L. L. Rimbotti, Le radici dell’Europa? Dobbiamo cercarle nel neolitico, «Linea», 1 agosto 2004.
    Alfonso Piscitelli, Profilo di Adriano Romualdi, «L’Indipendente», 7 dicembre 2004.
    2005
    A. Rossiello, Europa Nazione. L’idea forza di Adriano Romualdi, «Rinascita», 9 gennaio 2005.
    Fr. Germinario, Recensione di A. Romualdi, Gli Indoeuropei. Origini e Migrazioni, «L’Indice», Novembre 2004; poi ripubblicato su «Margini», 49 (Gennaio 2005).
    E. Monsonis, Hommage à Adriano Romualdi, «Tierra y Pueblo», 9, (juillet 2005).
    2008
    A. N. Strummiello, Testimone ideale, «Il Borghese», Giugno 2008.
    A. N. Strummiello, Recensione di Drieu La Rochelle. Il mito dell’Europa, «Il Borghese», Agosto 2008.
    Share|


    Alberto Lombardo





    Adriano Romualdi: una bibliografia | Alberto Lombardo

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Reazionario dal 380 e.v.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Avrea Aetas
    Messaggi
    1,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Adriano Romualdi: una bibliografia - di Alberto Lombardo

    Oooh bene, finalmente qualcosa di utile e non le porcate filo-arabe.
    "C'era un Tempo in cui l'uomo viveva accanto agli Dei..poi la predicazione galilea ci porto' il deserto del nulla...e infine caddero le tenebre della modernità"



  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    20 Mar 2010
    Messaggi
    502
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Adriano Romualdi: una bibliografia - di Alberto Lombardo

    Povero Iperboreus.... Tacere non fu piu' saggio?

    Eccoti una "porcata filo-araba" del buon Adriano Romualdi....




    Bagattelle per un massacro
    1 gennaio 2000 (21:10) | Autore: Adriano Romualdi

    C’è però un punto sul quale non è ammessa nessuna bagattellizzazione. Nessun dubbio, nessuna incertezza, nessun dialogo. I Tedeschi di là dal muro possono andarsene definitivamente a quel paese, così come i Belgi nel Congo, i Francesi in Algeria, gli Italiani in Libia. Ma quelli non si toccano. Quelli sono santi, inviolabili, intoccabili.
    Come toccano quelli, come la fiamma della guerra fredda incomincia a scottare nei paraggi del loro sedere, l’intero Occidente insorge. Insorgono Ricciardetto e Montanelli. Tuonano “La Stampa”, “Il Corriere della Sera”, “La Voce Repubblicana”. Tuona a destra “Il Tempo”, da sinistra “L’Umanità” risponde. Come una colomba spaventata, Golda Meir vola negli Stati Uniti. A New York, i correligionari la omaggiano. Il patto è stretto. Si abbracciano, si baciano, si annusano. Che biblica visione! Che profili! Che effluvii! Che nasi! Ed ecco, Nixon accorre nel Mediterraneo. La VI Flotta è sul piede di guerra. I marines aspettano con l’arma al piede. Tutto è pronto. L’ala marciante della stampa americana, quella stessa che conduce un’assidua campagna contro la guerra del Vietnam, diventa improvvisamente bellicista, militarista. Il senatore Mitchell, il noto pacifista, vuole improvvisamente armi, e armi, più armi … per Israele. I Kohn, i Davidson, i Lyons, i Rabbinovitch, i Sulzberger, i Blumberg, i Gottlieb, i Weil, gli Isaacs -i giornalisti kennedyani dai grossi nasi e dalle spesse lenti- si scoprono d’un tratto più guerrafondai del Pentagono. Le colombe si mutano in falchi. Anzi, in leoni. Anche la stampa nostrana riscopre palpiti sconosciuti. Ha appena finito di spiegare ai suoi lettori che, dopotutto, se gli Italiani vengono cacciati dalla Libia, è colpa del fascismo, che – comunque – non è il caso di prendersela, ed ecco, all’improvviso, fa fuoco e fiamme. La quarta sponda (quella tra Haifa e Tel Aviv) non si molla! Anche la destra dal suo angolino agita la sua piccola bandierina israeliana. Ma si sa, la destra è coccardiera … Una coccarda, una bandiera qualunque, non importa quale .. Una coccarda e un evviva: viva il Duce! Viva De Gaulle! Viva De Lorenzo! Viva la Polizia! Viva i Pompieri! Viva i Prefetti! Viva Mosè Dayan!
    * * *
    E intanto si compie il massacro della politica occidentale nel Mediterraneo.
    La politica di appoggio ad Israele ci ha aizzato contro 100 milioni di Arabi.
    L’incendio si è propagato dalla Palestina all’Egitto, dall’Egitto all’Irak, dall’Irak all’Algeria, dall’Algeria alla Libia. (…) Ma noi siamo rapiti in ammirazione. Come sono bravi gli Israeliani! Come sono buone le loro arance! Come sono belli i loro nasi! E Golda Meir, che cara vecchietta delle favole … E Mosè Dayan, che stratega! Altro che Rommel! Altro che Giulio Cesare!… E intanto il mondo arabo prende fuoco. Contro l’Occidente. Contro l’Europa. (…) Ma noi siamo per quelli. Al fianco di quelli. Fino alla morte. Fino al suicidio. Siamo con quelli perché la nostra propaganda, il nostro cinema, i nostri libri ci han convinto per l’eternità che quelli sono i buoni, i santi, i martiri per eccellenza. Essi soli sono stati perseguitati. Essi soli sono morti. Certo, è vero, ci sono stati anche tre o quattro milioni di Tedeschi annientati tra il Memel e l’Elba, una ventina di milioni di vittime della rivoluzione russa, un quattro o cinque milioni di borghesi liquidati nei paesi dell’Europa Orientale, e poi ci sono gli Estoni, i Lettoni, i Lituani, i Tartari della Crimea, i Tedeschi del Volga etc. Ma questi non contano. Perché i morti di quelli sono più morti. Due o tre volte magari, perché li ricontassero. E poi, cosa saremmo noi, poveri goijm, senza quelli? Tutto ci han dato quelli: Siegmund Freud e Gesù Cristo, Carlo Marx e Carlo Levi, Charlie Chaplin e Arnoldo Foà e Shylok, Süss l’Ebreo, Einstein, Oppenheimer, i Rotschild, i Finzi Contini, il lamento di Portnoy, il diario di Anna Frank, il padre di Anna Frank, e lo zio di Anna Frank, e l’amministratore del padre di Anna Frank…
    Quelli si che ci san fare! I loro aranci sono più buoni dei nostri. I loro morti sono più morti dei nostri. I loro nasi sono più belli dei nostri.
    * * *

    Certo, adesso anche per quelli va maluccio. (…) E anche nell’Europa Orientale le cose volgono al peggio. Finiti i tempi del primo dopoguerra, dove in Ungheria, Romania, Polonia, ebreo e comunista erano sinonimi, e la Russia dava il suo appoggio alla creazione dello Stato d’Israele. Anche là adesso tira una brutt’aria. Gli sforzi dei Daniel, dei Ginzburg, dei Garaudy per la creazione di un nuovo socialismo non han sortito l’effetto sperato. Si voleva un socialismo più cosmopolita, più aperto a taluni fermenti etnici, a talune correnti intellettuali, un socialismo ispirato più a Leone Davidovic Bronstein, detto Trotzski, che non a Giuseppe Djusgavili, detto Stalin. Un socialismo con un orecchio per le poesie di Allen Ginsberg e uno per l’economia di Ota Sik… Un socialismo col volto umano. Un socialismo col naso umano… Ma è andata male. In Polonia e altrove è subentrata la “repressione antisionista”. Gli intellettuali se la passano male adesso. E anche il Blitzkrieg del ’67 si va rilevando, col passare degli anni, una brutta trappola. L’esercito israeliano affonda nelle sabbie mobili di un milione di profughi. Finiti i tempi degli assalti convenzionali alla Nasser, è cominciata la guerra strisciante, le piraterie di Arafat, di Habache, dei giovani turchi della guerra rivoluzionaria.
    Tempi duri per Israele. Bene o male, anch’essa è un pezzo d’Occidente. Un pezzo d’Europa o d’America costruito sulle rive orientali del Mediterraneo. È una posizione avanzata dell’Occidente. Un avamposto dell’uomo bianco. Ma gli avamposti dell’uomo bianco oggi vacillano. Ma, guarda caso, quando questa posizione avanzata si chiamava Algeria, nessuno si scomodava. Anzi, ci chiamavano fascisti, complici dei torturatori, dell’OAS. Che il FLN sgozzasse migliaia di francesi e di algerini andava loro benissimo. Benissimo che un milione di Francesi fosse espulso dalla quarta sponda. Ma adesso è un’altra cosa. Ben altri interessi sono in gioco che non la povera pelle di poveri Europei. Ora sono in gioco le sorti del popolo eletto. E, per quelli, Ricciardetto e Montanelli, il “New York Times” e il clan dei Kennedy, la jena ridens Willy Brandt e i facoceri socialdemocratici di casa nostra sarebbero pronti persino alla guerra. Alla guerra mondiale. Per l’Ungheria no. Per l’Algeria no. Per la Cecoslovacchia no. Per Berlino no. Ma per quelli sì. Son pronti alla morte. Pronti a morire per quelli. A morire per il naso di quelli.
    Share|


    Adriano Romualdi



    Bagattelle per un massacro | Adriano Romualdi
    Ultima modifica di Boris; 12-07-10 alle 23:03

  4. #4
    Reazionario dal 380 e.v.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Avrea Aetas
    Messaggi
    1,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Adriano Romualdi: una bibliografia - di Alberto Lombardo

    Citazione Originariamente Scritto da Boris Visualizza Messaggio
    Povero Iperboreus.... Tacere non fu piu' saggio?

    Eccoti una "porcata filo-araba" del buon Adriano Romualdi....

    Mi sembrava ovvio che per porcate filo-arabe intendevo tutta la spazzatura filo-islamica e filo-araba che viene spammata al giorno d'oggi su vari fora hefico: specialmente su questo da un pò di tempo in qua

    E non certo articoli degli anni '70, nati in situazioni completamente diverse.

    Contestualizzare sarebbe ancora più saggio... :giagia:
    "C'era un Tempo in cui l'uomo viveva accanto agli Dei..poi la predicazione galilea ci porto' il deserto del nulla...e infine caddero le tenebre della modernità"



  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    20 Mar 2010
    Messaggi
    502
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Adriano Romualdi: una bibliografia - di Alberto Lombardo

    Citazione Originariamente Scritto da Iperboreus Visualizza Messaggio
    Mi sembrava ovvio che per porcate filo-arabe intendevo tutta la spazzatura filo-islamica e filo-araba che viene spammata al giorno d'oggi su vari fora hefico: specialmente su questo da un pò di tempo in qua

    E non certo articoli degli anni '70, nati in situazioni completamente diverse.

    Contestualizzare sarebbe ancora più saggio... :giagia:

    Concordo con te. E ti rispondero' in pvt

    Eviterei inutili e (come noti talvolta superficiali e futili) polemiche. iaociao:

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    20 Mar 2010
    Messaggi
    502
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Adriano Romualdi: una bibliografia - di Alberto Lombardo










  7. #7
    Caucus of Mind
    Data Registrazione
    20 May 2009
    Messaggi
    2,047
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Adriano Romualdi: una bibliografia - di Alberto Lombardo

    Grande pensatore, uno dei maggiori nel Dopoguerra.
    Sarebbe auspicabile una riedizione di tutte le sue opere.
    "Talvolta si vorrebbe essere cannibali, non tanto per il piacere di divorare il tale o il talaltro, quanto per quello di vomitarlo."

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    20 Mar 2010
    Messaggi
    502
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Adriano Romualdi: una bibliografia - di Alberto Lombardo

    Citazione Originariamente Scritto da Stella Maris Visualizza Messaggio
    Grande pensatore, uno dei maggiori nel Dopoguerra.
    Sarebbe auspicabile una riedizione di tutte le sue opere.
    Assolutamente vero! Uno dei migliori intellettuali dell'area di tutti i tempi.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    20 Mar 2010
    Messaggi
    502
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Adriano Romualdi: una bibliografia - di Alberto Lombardo





    "La lotta divampa per venti giorni. Nel centro della città le SS si sacrificano fino all'ultimo uomo per permettere la ritirata dei difensori e la ricostruzione di un fronte sulla Roer che reggerà per ben quattro mesi.
    Dalle città arse, dalle vie ingombre di carriaggi e di feriti dalle profonde foreste germaniche si leva ancora l'inno dei giovani hitleriani: «Tremano le fradice ossa del mondo - di fronte alla grande guerra - ma noi continueremo a marciare - anche quando tutto ci cadrà intorno in pezzi»"

    (da: A. Romualdi - Finis Europae - da "Le ultime ore dell'Europa" ed. Ciarrapico, 1976)

 

 

Discussioni Simili

  1. Adriano Romualdi
    Di Malaparte nel forum Destra Radicale
    Risposte: 130
    Ultimo Messaggio: 13-05-11, 11:55
  2. Adriano Romualdi
    Di Malaparte nel forum Destra Radicale
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 01-04-10, 18:11
  3. Adriano Romualdi
    Di Commissario Basettoni nel forum Destra Radicale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 29-11-08, 14:46
  4. Adriano Romualdi
    Di Commissario Basettoni nel forum Destra Radicale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 08-12-07, 15:11
  5. Adriano Romualdi
    Di Gianmario nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26-11-04, 11:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226