User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 50
Like Tree9Likes

Discussione: Eutanasia: Padre Gabriel Ringlet, il teologo che accompagna i malati fino alla morte

  1. #1
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,923
    Mentioned
    1380 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito Eutanasia: Padre Gabriel Ringlet, il teologo che accompagna i malati fino alla morte

    Eutanasia: padre Gabriel Ringlet, il teologo belga che accompagna i malati fino alla dolce morte

    12 marzo 2016

    Teologo, per anni vicerettore dell'Università Cattolica di Lovanio, padre Gabriel Ringlet accompagna le persone che fanno richiesta di eutanasia. Della sua esperienza ne ha tratto un libro che è diventato famoso in Europa, soprattutto in ambito cattolico. E alla Chiesa oggi chiede: "Anche se sul piano etico non si è d’accordo, ciò non significa che non dobbiamo essere presenti in questa frontiera"



    Padre Gabriel Ringlet è un noto teologo belga. È stato professore e vicerettore dell’Università Cattolica di Lovanio per circa 20 anni. Poi una dottoressa del vicino ospedale cattolico Saint-Pierre d’Ottignies lo ha chiamato. Si trovavano di fronte a domande di eutanasia da parte di pazienti cattolici che richiedevano un accompagnamento anche di tipo spirituale. Lui ha accettato. E da allora la sua vita è cambiata. Assiste e accompagna persone fino all’eutanasia e della sua esperienza ne ha fatto un libro: “Vous me coucherez nu sur la terre nue” (“Mi sdraierete nudo sulla terra nuda”) che sta avendo un successo editoriale inaspettato, soprattutto in ambito cattolico. Sue interviste appaiono su La Croix, La Vie, Le Pelerin, Radio Notre-Dame addirittura sul sito promosso dalla Conferenza episcopale svizzera, www.cath.ch. Segno di un dibattito sul fine vita per nulla scontato in ambito cattolico. “Nel libro – esordisce padre Ringlet – racconto molto lungamente la storia di un’anziana suora carmelitana, con 60 anni di vita contemplativa, che mi ha chiesto l’eutanasia”.


    E alla fine le è stata praticata?
    No, perché è stata talmente rassicurata che si è addormentata dolcemente poco tempo dopo il nostro incontro. Ed è proprio quello che cerco di raccontare nel libro. Quando si ascoltano le persone fino in fondo, con un ascolto però incondizionato, senza giudizio, con la promessa di non abbandonare mai, l’eutanasia alla fine non viene praticata. Non sono assolutamente a favore della eutanasia. Ma dico che ci sono delle situazioni di sofferenza, talmente estreme, che non v’è altra soluzione.

    Qual è il limite che giustifica l’eutanasia?
    La mia risposta è semplice per una questione, invece, estremamente complessa: fin quando la medicina attraverso trattamenti classici come la morfina riesce a placare il dolore. Ma non sempre ci riesce. Ci sono dal 5 al 10% di situazioni in cui la sofferenza è immensa. Quando allora la medicina esaurisce tutte le sue possibilità, in questi casi ci sono due soluzioni: la sedazione palliativa finale ossia la messa in coma del paziente e l’eutanasia. La posizione della Chiesa ufficiale dice sì alla sedazione e no all’eutanasia. Nel mio libro io cerco di far capire che entrambe le decisioni sono gravi e che la sedazione non comporta una morte naturale, perché induce un coma irreversibile con medicamenti che accorciano la vita.

    Quindi?

    Il paradosso è che nell’ospedale cattolico in cui lavoro, l’eutanasia viene praticata con rispetto e con una preparazione spirituale che richiede anche settimane. Spesso, non dico sempre, ma spesso la sedazione si pratica senza preparazione: il medico convoca la famiglia e comunica che non c’è più nulla da fare e che si addormenta il paziente.

    Che cosa chiedete alla Chiesa cattolica?

    Una cosa molto semplice. Ho dedicato questo libro ad ogni vescovo belga ed ho avuto con alcuni di loro un profondo dialogo. Quello che chiedo è che si parli di eutanasia serenamente, che ci sia un dibattito vero, libero, aperto alle obiezioni e alle convinzioni l’uno dell’altro. Anche se sul piano etico non si è d’accordo, ciò non significa che non dobbiamo essere presenti in questa frontiera.

    Quali emozioni si prova di fronte all’atto di eutanasia?

    Sono emozioni terribilmente forti, per tutti. Non ho mai visto un medico compiere un’eutanasia senza esserne profondamente sconvolto.

    E lei?

    Anche io. In queste condizioni, può aiutare anche una liturgia rituale. Prendo allora la parola, chiedo a ciascun presente se vuole dire qualcosa. Si può suggerire una preghiera, la lettura di una poesia, una unzione di olio. Ci sono tutta una serie di cose da fare perché l’atto non sia ridotto a sola tecnica medica ma un momento di addio che si vive insieme, con il paziente lucido.

    Non crede che Dio possa agire anche nell’ultimo tratto di una vita e che noi con l’eutanasia interrompiamo questo rapporto?

    Non posso rispondere a questa domanda se non parlando per me. Non posso rispondere per l’altro. Posso dire per me: spero di essere in grado di attraversare una sofferenza estrema se mai dovessi trovarmi in questa situazione. Ma come posso saperlo? Come posso sapere come reagirò? Ho assistito un trappista, che è morto nelle angosce più assolute alla fine di un cancro. Era come se Dio non esistesse più, come se la sua vita contemplativa non rappresentasse più nulla. Questo per dire che ciascuno di noi non può sapere come psicologicamente reagirà al momento della sofferenza.

    Quante persone ha accompagnato fino all’eutanasia?

    Una decina. Ma aggiungo anche che nel 50% dei casi, la domanda è caduta. Ho vissuto situazioni incredibili. Una donna con un cancro molto grave, madre di 4 figli, con sofferenza grandi. Abbiamo accolto la sua domanda di eutanasia. Era prevista per giovedì. Il sabato sera precedente sono andato a trovarla. Era molto angosciata. Abbiamo parlato lungamente. Abbiamo pregato insieme. E mi ha chiesto: “lei sarà qui giovedì? Sarà qui con me?”. E io le ho risposto di sì. Le ho promesso che non l’avrei lasciata sola e che le avrei tenuto stretta la mano fino alla fine. Quel giorno il figlio mi ha telefonato per dirmi che qualche ora dopo il nostro incontro, sua madre si è addormentata ed è morta. A lei bastava essere rassicurata. Le è stato sufficiente perché si spegnesse naturalmente.

    Sta dicendo quindi che bisogna solo avere il coraggio di esserci fino alla fine?

    Sì, e considerare che ogni situazione è unica. Mai fare regole generali, mai fare militanza. Non c’è alcun senso. Semplicemente esserci.


    Eutanasia: padre Gabriel Ringlet, il teologo belga che accompagna i malati fino alla dolce morte | AgenSIR
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,923
    Mentioned
    1380 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito Re: Eutanasia: Padre Gabriel Ringlet, il teologo che accompagna i malati fino alla mo

    @Ucci Do mi piacerebbe sapere cosa ne pensi di questo appello che Ringlet rivolge alla Chiesa cattolica:

    " ... Anche se sul piano etico non si è d’accordo, ciò non significa che non dobbiamo essere presenti in questa frontiera."

    Secondo voi invece è giusto che la Chiesa abbandoni le persone che prendono questa scelta per lei non condivisibile?
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  3. #3
    libero
    Data Registrazione
    22 Nov 2012
    Messaggi
    24,944
    Mentioned
    594 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Re: Eutanasia: Padre Gabriel Ringlet, il teologo che accompagna i malati fino alla mo

    Il tema è molto delicato, ma relativamente alla tua domanda posso senza alcun dubbio rispondere che il conforto spirituale non viene mai negato ove richiesto.

    Lo ricevono coloro che si macchiano dei reati/peccati più atroci e viene dato, ove richiesto, alla persone che si apprestano a lasciare il mondo terreno.

    Vorrei ricordare che furono le suore ad assistere Eluana e dirsi disrsi dispondibili ad assisterla nell'ipotesi in cui non si fosse deciso di ucciderla.



    Citazione Originariamente Scritto da Maestrale Visualizza Messaggio
    @Ucci Do mi piacerebbe sapere cosa ne pensi di questo appello che Ringlet rivolge alla Chiesa cattolica:

    " ... Anche se sul piano etico non si è d’accordo, ciò non significa che non dobbiamo essere presenti in questa frontiera."

    Secondo voi invece è giusto che la Chiesa abbandoni le persone che prendono questa scelta per lei non condivisibile?
    furioso2013 likes this.
    se non ci metterai troppo io ti aspetterò tutta la vita...

  4. #4
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,923
    Mentioned
    1380 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito Re: Eutanasia: Padre Gabriel Ringlet, il teologo che accompagna i malati fino alla mo

    Citazione Originariamente Scritto da Ucci Do Visualizza Messaggio
    Il tema è molto delicato, ma relativamente alla tua domanda posso senza alcun dubbio rispondere che il conforto spirituale non viene mai negato ove richiesto.

    Lo ricevono coloro che si macchiano dei reati/peccati più atroci e viene dato, ove richiesto, alla persone che si apprestano a lasciare il mondo terreno.

    Vorrei ricordare che furono le suore ad assistere Eluana e dirsi disrsi dispondibili ad assisterla nell'ipotesi in cui non si fosse deciso di ucciderla.
    Eppure mi risulta che a tutt'oggi la Chiesa nega il funerale cattolico ai suicidi

    E te lo dico con una certa sicurezza purtroppo, avendo vissuto in prima persona una tragica esperienza personale: 7 anni fa un mio amico di 23 anni si tolse la vita, e le gerarchie cattoliche negarono a suo padre, un cattolico praticante, il funerale religioso del figlio.
    Io come sai non sono cattolico ma ti lascio immaginare come si può essere sentito quell'uomo, con un cuore già distrutto dal dolore insopportabile per una perdita del genere, quando in pratica gli sentenziarono che il suo unico figlio ora morto non era nemmeno degno di essere accolto nel regno dei cieli.
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Messaggi
    12,434
    Mentioned
    224 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Eutanasia: Padre Gabriel Ringlet, il teologo che accompagna i malati fino alla mo

    non c'è bisogno di argomentare , è sufficiente andare su Google , scrivere il nome di questo padre e cliccare su immagini . E' un prete e non porta mai l'abito . Ho detto tutto .

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Messaggi
    12,434
    Mentioned
    224 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Eutanasia: Padre Gabriel Ringlet, il teologo che accompagna i malati fino alla mo

    lui sta facendo la parte dell'angelo buono che porta i malati alla morte , ebbene dopo morto i veri angeli lo accompagneranno alle porte dell'inferno e ve lo getteranno dentro.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Messaggi
    12,434
    Mentioned
    224 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Eutanasia: Padre Gabriel Ringlet, il teologo che accompagna i malati fino alla mo

    La beatificazione e la straordinaria storia di Chiara Luce Badano | Il Cofanetto Magico

    provate a meditare la storia di questa ragazza . Non vi cito Padre Pio perché gridereste all'imbroglio o santa Gemma perché la ritenete pazza . Ma quella giovane è vicinissima ai nostri giorni ed al nostro modo di vedere il mondo. Invidio il suo coraggio . C'è da dire una verità :l'eutanasia è da vili . Non ci interessa di alleviare la sofferenza altrui , l'eutanasia servirà soprattutto a noi quando la vita ci chiederà di essere uomini veri mentre noi siamo solo dei codardi.

  8. #8
    libero
    Data Registrazione
    22 Nov 2012
    Messaggi
    24,944
    Mentioned
    594 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Re: Eutanasia: Padre Gabriel Ringlet, il teologo che accompagna i malati fino alla mo

    Citazione Originariamente Scritto da Maestrale Visualizza Messaggio
    Eppure mi risulta che a tutt'oggi la Chiesa nega il funerale cattolico ai suicidi

    E te lo dico con una certa sicurezza purtroppo, avendo vissuto in prima persona una tragica esperienza personale: 7 anni fa un mio amico di 23 anni si tolse la vita, e le gerarchie cattoliche negarono a suo padre, un cattolico praticante, il funerale religioso del figlio.
    Io come sai non sono cattolico ma ti lascio immaginare come si può essere sentito quell'uomo, con un cuore già distrutto dal dolore insopportabile per una perdita del genere, quando in pratica gli sentenziarono che il suo unico figlio ora morto non era nemmeno degno di essere accolto nel regno dei cieli.
    Premetto che non mi va di argomentare su questioni afferenti la vita privata dei forumisti e quindi non commento sulla tua testimonianza a cui ovviamente credo ed in relazione alla quale posso solo augurarmi che il papa di quell povero ragazzo abbia potuto trovare un conforto spirituale.



    Vorrei solo dire che il suicidia, se "credente", non vuole il regno dei cieli.

    Come si può volere tornare alla fonte se si nega ciò che da essa proviene?

    Per capire la tua posizione: sei favorevole al suicidio di Stato (in assenza di stato clinico terminale)?
    se non ci metterai troppo io ti aspetterò tutta la vita...

  9. #9
    libero
    Data Registrazione
    22 Nov 2012
    Messaggi
    24,944
    Mentioned
    594 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Re: Eutanasia: Padre Gabriel Ringlet, il teologo che accompagna i malati fino alla mo

    Maestrale ad esempio occorrerebbe soffermarsi su questo (tratto dall'intervista al teologo belga da te citato).


    Qual è il limite che giustifica l’eutanasia?
    La mia risposta è semplice per una questione, invece, estremamente complessa: fin quando la medicina attraverso trattamenti classici come la morfina riesce a placare il dolore. Ma non sempre ci riesce. Ci sono dal 5 al 10% di situazioni in cui la sofferenza è immensa. Quando allora la medicina esaurisce tutte le sue possibilità, in questi casi ci sono due soluzioni: la sedazione palliativa finale ossia la messa in coma del paziente e l’eutanasia. La posizione della Chiesa ufficiale dice sì alla sedazione e no all’eutanasia. Nel mio libro io cerco di far capire che entrambe le decisioni sono gravi e che la sedazione non comporta una morte naturale, perché induce un coma irreversibile con medicamenti che accorciano la vita.
    se non ci metterai troppo io ti aspetterò tutta la vita...

  10. #10
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,923
    Mentioned
    1380 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito Re: Eutanasia: Padre Gabriel Ringlet, il teologo che accompagna i malati fino alla mo

    Citazione Originariamente Scritto da Ucci Do Visualizza Messaggio
    Premetto che non mi va di argomentare su questioni afferenti la vita privata dei forumisti e quindi non commento sulla tua testimonianza a cui ovviamente credo ed in relazione alla quale posso solo augurarmi che il papa di quell povero ragazzo abbia potuto trovare un conforto spirituale.

    Vorrei solo dire che il suicidia, se "credente", non vuole il regno dei cieli.

    Come si può volere tornare alla fonte se si nega ciò che da essa proviene?

    Per capire la tua posizione: sei favorevole al suicidio di Stato (in assenza di stato clinico terminale)?
    Possiamo anche parlare della mia posizione su suicidio assistito e/o eutanasia se vuoi io non ho alcun problema, ma avrei preferito incentrare la discussione sull'atteggiamento della Chiesa nei confronti di chi prende un certo tipo di scelte, che ha tutta l'aria di essere abbandonico e punitivo piuttosto che mosso da quei valori di perdono e carità cristiana di cui spesso i cattolici si riempiono la bocca. Cosa che mi sembra fra l'altro che, tra le righe, affermi anche questo prete illuminato. E lo dico senza alcuna polemica anzi sono aperto alla possibilità di capire se ci riesco, visto che sono consapevole di osservare il contesto naturalmente partendo solo dalla mia visione da laico
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 26-06-14, 16:30
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-10-13, 08:36
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-11-05, 14:58
  4. Arrestato Padre Vasili, Padre Gabriel, E Dei Fedeli
    Di padre Nicola nel forum Chiesa Ortodossa Tradizionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 20-03-04, 08:53
  5. con il Generale Berluskoni! fino alla morte!
    Di carbonass nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-02-03, 22:27

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226