User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Prima cementificano, poi si accorgono che qualcosa non va

    Troppe case, il mercato del mattone si ferma

    Troppe case, il mercato del mattone si ferma | la Provincia Pavese

    PAVIA - Gli immobiliaristi stimano che in città ci siano mille appartamenti in vendita che non trovano un compratore. L’associazione regionale dei costruttori ha calcolato che le compravendite, nel 2009, sono diminuite mediamente del 19 per cento rispetto al 2008: meno 26 per cento a Pavia, meno 13 per cento in provincia. Sono i dati di un mercato immobiliare congelato.

    «Stiamo pagando la politica edilizia degli anni passati - commenta Fabio Bianco, presidente provinciale della federazione degli agenti immobiliari -. Si è costruito molto, moltissimo, quando i risparmiatori hanno iniziato a fuggire dalla Borsa e in previsione di una sorta di esodo di residenti da Milano, troppo cara, verso la seconda fascia dell’hinterland. Poi è arrivata la crisi che ha messo nei guai i risparmiatori che non hanno più avuto la forza di investire nel mattone, e da Milano la fuga verso i paesi della cintura si è fermata. Ora il mercato delle compravendite è sostanzialmente congelato. La buona notizia è che i prezzi tengono: i cali sono nell’ordine del 4 per cento e rilevati a macchia di leopardo, non diffusi su tutto il territorio».

    La conferma numerica si trova nei dati del rapporto di Ance Lombardia, l’associazione regionale dei costruttori. Nel 2008 le compravendite in Pavia città erano state 1.309: alla fine del 2009 sono crollate a 1.071 con una diminuzione percentuale superiore al 18 per cento. A conferma che sono crollate anche le compravendite per investimento, la diminuzione dei contratti per i box: nel 2008, a Pavia, ne erano stati venduti 961, nel 2009 soltanto 710. Non è andata meglio nei paesi della cintura di Pavia dove nel 2009 sono stati conclusi soltanto 6.276 contratti rispetto ai 7.611 dell’anno precedente. Dati di questo tipo vanno inquadrati in una provincia come quella di Pavia che vanta uno stock immobiliare di 440mila unità (tra abitazioni residenziali e immobili commerciali) e dove la crescita demografica è sostanzialmente ferma: tra il 2007 e il 2008 gli abitanti di Pavia sono cresciuti appena dello 0.4 per cento, quelli dell’hinterland dell’1.7 per cento.

    Troppo poco per giustificare grandi interventi immobiliari oltre a quelli in qualche modo già preventivati come, ad esempio, il recupero delle aree dismesse del capoluogo. La domanda, alla luce dell’analisi degli immobiliaristi e dell’associazione dei costruttori, è un’altra: come smaltire il patrimonio di nuove case costruite e mai vendute e contemporaneamente sbloccare il mercato degli alloggi usati? L’unica strada sembra essere quella di aspettare che il mercato del mattone si rimetta in moto. L’ufficio studi di Tecnocasa, gruppo leader nel comparto immobiliare, è moderatamente ottimista per il 2010: «I dubbi e le incertezze che avevano contrassegnato il 2009 stanno lentamente lasciando spazio ad una nuova volontà di acquisto e di investimento sul mattone. Diverse le motivazioni: il basso costo dei mutui nonostante la prudenza delle banche sia ancora forte, e la consapevolezza che i prezzi, per quanto ancora in diminuzione, non subiranno importanti oscillazioni negative».

    Gli esperti Tecnocasa toccano due punti fondamentali: la difficoltà di accendere un mutuo e i prezzi delle case. Il dossier dell’associazione costruttori rileva che nel 2009, in provincia di Pavia, l’ammontare complessivo dei mutui è stato di 3.3 miliardi di euro: in crescita del 10 per cento rispetto all’anno precedente, ma con una diminuzione del 21 per cento delle erogazioni. Semplificando: alle famiglie sono stati concessi meno mutui, ma quelli concessi sono stati più consistenti. Mutui consistenti per far fronte alle spese di acquisto immobiliare in una città dove i perzzi restano alti.

    L’Ance Lombardia ha calcolato una diminuzione non superiore al 4 per cento: inferiore alla media dei capoluoghi lombardi e in progressiva frenata. Per il centro urbano, escluse situaini di particolare pregio, la forbice dei prezzi è tra un minimo di 2.150 euro e un massimo di 4mila euro al metro quadrato. Per la zona semicentrale il minimo si assesta sui 1.510 euro al metro quadro e il massimo attorno ai 3mila euro. In periferia, come nei paesi della prima cintura, i prezzi variano tra 1.300 e 2.650 euro al metro quadrato.

    07 luglio 2010
    Ultima modifica di Bèrghem; 13-07-10 alle 22:32
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Prima cementificano, poi si accorgono che qualcosa non va

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem Visualizza Messaggio
    La buona notizia è che i prezzi tengono: i cali sono nell’ordine del 4 per cento e rilevati a macchia di leopardo, non diffusi su tutto il territorio».
    Ottima notizia davvero, soprattutto per le migliaia di ex giovani che a 30 sono costretti a "vivere" coi genitori e che quando acquisteranno si indebiteranno a vita cascando nelle grinfie di strozzini in colletto bianco di ogni genere e affiliazione.

    I prezzi tengono perché la legge protegge gli inquilini morosi e non incoraggia i proprietari ad affittare. Preferiscono tenere gli alloggi sfitti.
    L'occasione fa l'uomo italiano

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,582
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Rif: Prima cementificano, poi si accorgono che qualcosa non va

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem Visualizza Messaggio
    [B][U]


    ...come smaltire il patrimonio di nuove case costruite
    e mai vendute e contemporaneamente sbloccare
    il mercato degli alloggi usati?



    elementare watson;
    far arrivare altre milionate di ospiti.
    the show must go on!

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 28-06-12, 19:44
  2. Toh,ora si accorgono che incominciano a essere troppi
    Di Alex FN nel forum Destra Radicale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 20-10-08, 16:25
  3. Si accorgono solo di quello che gli fa comodo...
    Di Bianca Zucchero nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 31-05-06, 20:11
  4. Accadrà *qualcosa* prima del 3 Aprile?
    Di Danny nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 31-03-05, 10:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226