User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27
Like Tree7Likes

Discussione: Cosmopolitismo e universalismo

  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    23 Oct 2013
    Messaggi
    4,967
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Cosmopolitismo e universalismo

    C'è una differenza sostanziale, tracciata magistralmente in questo estratto dell'Enciclopedia Cattolica:
    Da Enciclopedia Cattolica, Vaticano, 1951, vol. IV, coll. 705 e 706, A. Messineo:

    La derivazione etimologica del termine Cosmopolitismo (da cósmos e pòlis) ne esprime anche il concetto. Cosmopolitismo è quella concezione, la quale considera l’uomo come cittadino di tutto il mondo e conseguentemente nega ogni valore alla patria, nazione e Stato, ritenuti come barriere che dividono l’umanità.
    È quindi da distinguersi dall’universalismo e dall’internazionalismo, il primo dei quali si riferisce all’atteggiamento concettuale e pratico di chi considera l’umanità come una famiglia omogenea nella natura e nelle aspirazioni, e quindi legata da vincoli morali, senza tuttavia negare né la patria, né la nazione, né lo Stato, mentre il secondo, nel senso più comune, mette in rilievo la necessità di una superiore unità giuridica degli Stati nella società universale delle genti. Tracce, invece, di Cosmopolitismo contiene l’internazionalismo marxista.
    Il Cosmopolitismo è un concetto antico. Rimonta ai cinici, ma ebbe più ampia diffusione nel periodo ellenista. Con le imprese di Alessandro, caduta la concezione ristretta della pòlis, come nucleo politico chiuso al quale erano estranee le altre genti, il pensiero greco, venuto a contatto con quello orientale, si atteggiò in senso universalistico. A questo orientamento concorse lo stoicismo, che, muovendo da una concezione monistica dell’universo, agitato dallo stesso lògos immanente, pervenne all’affermazione che l’uomo è cittadino di tutto il mondo. Lo stoicismo romano ereditò questo concetto. Seneca, ad es., scrive : «Tutto questo mondo, che tu vedi, e che racchiude le cose divine ed umane, è uno … Noi siamo le membra di un gran corpo. In nessun luogo l’uomo è straniero … la sua vera patria è l’universo» (Epistola 95).
    La concezione cosmopolitica si eclissa con la diffusione del cristianesimo, che nel suo universalismo concilia l’unità del genere umano, come famiglia derivante dallo stesso Padre celeste, con l’esistenza della patria, nazione e Stato. Essa rivive nel sec. XVIII con l’illuminismo, il razionalismo e il romanticismo. Le premesse agnostiche, cui si ricollegano questi indirizzi di pensiero, condussero ad una sopravvalutazione dell’umano, dalla quale derivò la cosiddetta religione dell’umanità, e quell’umanitarismo vago che si diffuse specialmente nei paesi anglosassoni.
    Secondo questa nuova ideologia atea, l’uomo sarebbe l’essere supremo della natura e l’umanità il suo ultimo fine. Il suo dovere sommo consisterebbe nell’amore al genere umano, al cui progresso indefinito dovrebbero essere sacrificati tutti i sentimenti particolaristici, ossia il patriottismo e il nazionalismo, per conseguire una fratellanza universale.
    Il periodo romantico vide dilatarsi tali concezioni. In tutti i paesi gli scrittori più noti si dedicarono a discreditare l’idea di patria e di nazione, ad es., in Francia il Renan, in Inghilterra lo Spencer, in Germania il Lessing, in Russia il Tolstoi, in Italia il Mazzini, che arrivava a prevedere il giorno in cui, col trionfo della legge morale dell’umanità, sarebbe sparita la patria oggi sacra.
    Un valido sostegno ha trovato ancora il Cosmopolitismo nel pacifismo umanitario, il quale ritiene che l’unico mezzo per raggiungere la pacificazione del genere umano consiste nella soppressione delle divisioni nazionali e politiche, causa di tutti i dissidi.
    Come sopra è stato accennato, anche l’internazionalismo marxista porta tracce di Cosmopolitismo, in quanto definisce l’idea di patria e di nazione come un pregiudizio escogitato dal capitalismo, connesso con l’odierno ordine economico. Il proletario non ha patria; la sua azione deve tendere ad abbattere la società borghese e la sua struttura, per raggiungere, con l’abolizione di ogni potere politico, la fusione di tutti i popoli in una repubblica universale.
    Tolto il nucleo di verità che ogni forma di Cosmopolitismo racchiude, nel rilievo dato all’unità del genere umano, alla fratellanza universale e alla necessità di eliminare le cause di divisione, idee comuni al sano universalismo, il resto è pura utopia, giacché non sarà mai possibile sopprimere patria, nazione e Stato, realtà che corrispondono alle leggi più profonde della natura umana e sono richieste dalle esigenze razionali, sentimentali, morali e fisiche dell’uomo.

    Bibliografia a cura di A. Messineo per Enciclopedia Cattolica, v. Cosmopolitismo: A. Weiss, Apologia del cristianesimo. I : L’uomo intero, Trento 1894; G. Goyau, Uidée de patrie et Vhumanitarisme Parigi 1903; R. Eisler, Wórterbuch der philosophischen Begriffe, Berlino 1927; F. Meinecke, C. e Stato nazionale, Venezia 1930; F. D’Antonio, La filosofìa politica tedesca. Gli ideali cosmopolitici, Crema 1938; A. Messineo, La nazione, Roma 1942; C. Plessis de Granedan, Patrie, in DFC, III, coll. 1606-21
    Giò and Ucci Do like this.
    ϟ qualis vibrans


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mistica Fascista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    117,164
    Mentioned
    490 Post(s)
    Tagged
    22 Thread(s)

    Predefinito Re: Cosmopolitismo e universalismo

    Ottima citazione, @Parsifal Corda.
    Credere - Pregare - Obbedire - Vincere

    "Maledetto l'uomo che confida nell'uomo" (Ger 17, 5).

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    25 Apr 2009
    Messaggi
    6,059
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Cosmopolitismo e universalismo

    se uno nasce in un luogo e' per effetto del caso , nasce in luogo come sarebbe potuto nascere in altre parti . Il mondo e' stato creato da Dio , quindi l'essere cittadini del mondo significa anche riconoscere questa appartenenza a Dio , aldila' di ogni confine .
    il riconoscere l'unita' del genere umano sotto Dio aldila' delle contingenze storiche che definiscono i rapporti tra gli Stati e' l'Universalismo cattolico .
    le beghe tra famiglie, tribu' , gruupi sociali piu' ampi con la pretesa esistenza di nazioni elette destinate a soggiogare e guidare altre , non fa parte del cristianesimo .

    Inviato da Anthos

  4. #4
    libero
    Data Registrazione
    22 Nov 2012
    Messaggi
    24,940
    Mentioned
    594 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Re: Cosmopolitismo e universalismo

    Come il testo riportato mette in luce, è evidente la correlazione tra certe concezioni cosmopolite e alcune declinazioni del marxismo.
    Giò likes this.
    se non ci metterai troppo io ti aspetterò tutta la vita...

  5. #5
    Mistica Fascista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    117,164
    Mentioned
    490 Post(s)
    Tagged
    22 Thread(s)

    Predefinito Re: Cosmopolitismo e universalismo

    Citazione Originariamente Scritto da Anthos Visualizza Messaggio
    se uno nasce in un luogo e' per effetto del caso , nasce in luogo come sarebbe potuto nascere in altre parti . Il mondo e' stato creato da Dio , quindi l'essere cittadini del mondo significa anche riconoscere questa appartenenza a Dio , aldila' di ogni confine .
    il riconoscere l'unita' del genere umano sotto Dio aldila' delle contingenze storiche che definiscono i rapporti tra gli Stati e' l'Universalismo cattolico .
    le beghe tra famiglie, tribu' , gruupi sociali piu' ampi con la pretesa esistenza di nazioni elette destinate a soggiogare e guidare altre , non fa parte del cristianesimo .

    Inviato da Anthos
    Questo è quello che dici tu, non è ciò che ci insegna il Cattolicesimo.
    Credere - Pregare - Obbedire - Vincere

    "Maledetto l'uomo che confida nell'uomo" (Ger 17, 5).

  6. #6
    libero
    Data Registrazione
    22 Nov 2012
    Messaggi
    24,940
    Mentioned
    594 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Re: Cosmopolitismo e universalismo

    Citazione Originariamente Scritto da Anthos Visualizza Messaggio
    il riconoscere l'unita' del genere umano sotto Dio aldila' delle contingenze storiche che definiscono i rapporti tra gli Stati e' l'Universalismo cattolico .

    Inviato da Anthos
    Esattamente, ma questa unità del genere umano in relazione all'Assoluto non implica la cancellazione della valenza della Patria e della Nazione e delle relative appartenenze identitarie.

    Dire, come fai tu, che l'esistenza della Patria non fa parte del cristianesimo è smentito dallo stesso testo che tu hai citato per elogiare l'universalismo Cristiano.

    Io dico di più, rispetto al testo riportato: non solo l'universalismo cattolico concilia l'unità del genere umano con l'esistenza della patria, della nazione, etc., ma tale esistenza e valenza sono a parer mio fondamenta necessarie e tratti comuni di tale unità che, diversamente, si atomizzerebbe diventando una semplice sommatoria di individualismi.
    Giò likes this.
    se non ci metterai troppo io ti aspetterò tutta la vita...

  7. #7
    libero
    Data Registrazione
    22 Nov 2012
    Messaggi
    24,940
    Mentioned
    594 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Re: Cosmopolitismo e universalismo

    se uno nasce in un luogo e' per effetto del caso
    Quindi immagino che anche il nascere maschio o femmina (e si potrebbero fare altri esempi) siano solo "beghe" che non devono interessare il cristianesimo.

    Diversamente mi sfugge qualcosa del tuo ragionamento.
    Giò and Parsifal Corda like this.
    se non ci metterai troppo io ti aspetterò tutta la vita...

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    23 Oct 2013
    Messaggi
    4,967
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Cosmopolitismo e universalismo

    Citazione Originariamente Scritto da Giò Visualizza Messaggio
    Ottima citazione, @Parsifal Corda.
    Molto formativo, non sapevo che lo stoicismo, che mi interessa molto, fosse cosmopolitista.
    ϟ qualis vibrans


  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    23 Oct 2013
    Messaggi
    4,967
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Cosmopolitismo e universalismo

    Citazione Originariamente Scritto da Anthos Visualizza Messaggio
    se uno nasce in un luogo e' per effetto del caso , nasce in luogo come sarebbe potuto nascere in altre parti . Il mondo e' stato creato da Dio , quindi l'essere cittadini del mondo significa anche riconoscere questa appartenenza a Dio , aldila' di ogni confine .
    il riconoscere l'unita' del genere umano sotto Dio aldila' delle contingenze storiche che definiscono i rapporti tra gli Stati e' l'Universalismo cattolico .
    le beghe tra famiglie, tribu' , gruupi sociali piu' ampi con la pretesa esistenza di nazioni elette destinate a soggiogare e guidare altre , non fa parte del cristianesimo .

    Inviato da Anthos
    per quanto riguarda la prima parte del tuo messaggio, quello che tu chiami caso per il cattolico è la Provvidenza.
    ϟ qualis vibrans


  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    25 Apr 2009
    Messaggi
    6,059
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Cosmopolitismo e universalismo

    Citazione Originariamente Scritto da Ucci Do Visualizza Messaggio
    Esattamente, ma questa unità del genere umano in relazione all'Assoluto non implica la cancellazione della valenza della Patria e della Nazione e delle relative appartenenze identitarie.

    Dire, come fai tu, che l'esistenza della Patria non fa parte del cristianesimo è smentito dallo stesso testo che tu hai citato per elogiare l'universalismo Cristiano.

    Io dico di più, rispetto al testo riportato: non solo l'universalismo cattolico concilia l'unità del genere umano con l'esistenza della patria, della nazione, etc., ma tale esistenza e valenza sono a parer mio fondamenta necessarie e tratti comuni di tale unità che, diversamente, si atomizzerebbe diventando una semplice sommatoria di individualismi.
    la Patria ha certo una sua valenza , se non e' in contrapposizione ad altre Patrie ; ossia se incorpora il senso del limite.
    sportivamente e' ovvio che io tifi per la mia Nazionale ma comprendo e condivido la gioia dei portoghesi per la vittoria contro la Francia, ad esempio( solo esempio eh) perche' il loro sentimento patrio e' condiviso , sono empatico . Viceversa non accetto l'idea di patria come pretesto per le carneficine, come accadeva nel 900.


    Inviato da Anthos

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Cosmopolitismo.
    Di - SAVONAROLA - nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-11-14, 21:51
  2. nazione e universalismo
    Di MaIn nel forum Patria Italiana
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02-07-14, 17:28
  3. Ribellismo, individualismo, cosmopolitismo (...)
    Di LupoSciolto° nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-05-13, 20:37
  4. Sul cosmopolitismo
    Di buran nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-07-09, 19:25
  5. Universalismo del Cattolicesimo
    Di Malaparte nel forum Destra Radicale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 19-04-09, 00:16

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226