User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    SuperMod
    Data Registrazione
    24 Jun 2011
    Messaggi
    17,073
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    440 Post(s)
    Tagged
    55 Thread(s)

    Predefinito Sardegna Possibile...che ne pensate?

    Alle ultime elezioni regionali sarde, pur da sostenitore del csx e non sardo, avevo seguito con attenzione e simpatia l'esperimento di Sardegna Possibile di Michela Murgia, rimanendo non poco deluso dalla sua totale esclusione dal consiglio.

    Che ne pensate in merito? Come già detto non sono sardo e neanche sardista, ma la sua campagna mi era sembrata molto ben fatta e capace di mobilitare le persone attorno a delle idee.

    Mi aveva colpito in special modo questa intervista della Murgia --> L'indipendenza deve essere il risultato finale di un processo di costruzione di molte libertà - Sardegna Possibile e l'idea che l'indipendenza fosse interpretabile come tappa finale di un processo di empowerment della Sardegna
    «Riformista è uno che sa che a sbattere la testa contro il muro si rompe la testa, non il muro! Riformista...è uno che vuole cambiare il mondo per mezzo del buonsenso, senza tagliare teste a nessuno» [Baaria]

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    30.000 SHU
    Data Registrazione
    28 Sep 2015
    Località
    Vibo/toscana
    Messaggi
    69
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Sardegna Possibile...che ne pensate?

    solita brodaglia comunista che non concluderà niente come nei passati 50 anni

  3. #3
    Sardista po s'Indipendentzia
    Data Registrazione
    31 Aug 2005
    Messaggi
    2,009
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Sardegna Possibile...che ne pensate?

    Citazione Originariamente Scritto da Gdem88 Visualizza Messaggio
    Alle ultime elezioni regionali sarde, pur da sostenitore del csx e non sardo, avevo seguito con attenzione e simpatia l'esperimento di Sardegna Possibile di Michela Murgia, rimanendo non poco deluso dalla sua totale esclusione dal consiglio.

    Che ne pensate in merito? Come già detto non sono sardo e neanche sardista, ma la sua campagna mi era sembrata molto ben fatta e capace di mobilitare le persone attorno a delle idee.

    Mi aveva colpito in special modo questa intervista della Murgia --> L'indipendenza deve essere il risultato finale di un processo di costruzione di molte libertà - Sardegna Possibile e l'idea che l'indipendenza fosse interpretabile come tappa finale di un processo di empowerment della Sardegna
    Ciao, rispondere a questa domanda è molto impegnativo perché fa riemergere vicende e problematiche rispetto alle quali, ancora adesso, buona parte dell’area indipendentista ne subisce le conseguenze. Poi, se risiedi in Sardegna, alcuni aspetti determinanti sono abbastanza noti. Comunque ci provo.
    Intanto, bisogna partire dal dibattito in Consiglio regionale nella precedente legislatura, riguardante la legge elettorale con la quale si sono svolte appunto le ultime elezioni. Una legge per certi versi vergognosa, contro la quale si è battuta strenuamente e quasi in solitudine l’On. Claudia Zuncheddu, leader di Sardigna Libera e unica rappresentante indipendentista in quel consesso, a parte i Consiglieri del Psd’az nella coalizione di maggioranza del centro–destra con Cappellacci Presidente, ma andiamo avanti.
    Potrei fornire una ventina di link, tratti dal sito di Sardigna Libera, in cui Claudia Zuncheddu ha stigmatizzato e fatto emergere tutti gli aspetti antidemocratici contenuti nella legge fondamentale per l’espressione della volontà politica dei sardi.
    Tutto è cominciato con l’intento di diminuire i “costi della politica” riducendo i Consiglieri regionali da 80 a 60, ma che in realtà ha tagliato solo la democrazia rappresentativa.
    I Partiti politici italiani tendono una pesante trappola ai Sardi
    Potrei continuare, riportando cronologicamente tutti gli interventi (anche in video), interrogazioni, mozioni di C. Zuncheddu in Consiglio regionale, ma chiunque potrà trovarli nel sito ufficiale di S.L. o su youtube.
    Pertanto, salto direttamente ad un altro link che riporta un articolo dell’unione sarda del 4 agosto 2013, in cui una tabella sintetizza le nuove regole.

    Legge Elettorale Sarda: il sovvertimento delle regole democratiche

    Da questa si evince lo sbarramento del 10% per le coalizioni e del 5% per le liste singole non coalizzate. Oltre al premio di maggioranza che va da 33 a 36 Seggi secondo la percentuale riportata dalla Coalizione vincente.
    Ed ecco il principale ostacolo con il quale tutte le formazioni dell’area indipendentista si sono trovate a fare i conti. Andiamo oltre.
    Sempre nel 2013, vennero promossi una serie di incontri, coordinati da Lidia Fancello, tra i vari leader di tutte le sigle indipendentiste, col nome di Laboratorio Gallura, per sondare eventuali convergenze in vista delle elezioni, ma non vincolanti.
    Al dunque, cominciò a sfilarsi proprio ProgReS che decise di candidare unilateralmente Michela Murgia quale Presidente. E benché avessero lasciato le porte aperte agli altri gruppi, di fatto si sono rinchiusi nella autoreferenzialità, aggiungendo due liste dell’ultima ora (Gentes e Comunidades).
    A quel punto sono cominciate altre fughe con la convocazione a Ghilarza del FIU (Fronte Indipendentista Unidu) promossa da AMpI (A Manca pro s’Indipendentzia), con l’intento di creare una coalizione delle sigle più affini tra loro. Anche questo tentativo non ebbe l’esito auspicato, e il FIU candidò un proprio presidente: Pier Francesco Devias.
    Ancora, il Movimento Zona Franca si divise al proprio interno e una parte (a mio avviso quella migliore), candidò Gigi Sanna alla presidenza, l’altra confluì nel centro destra.
    Claudia Zuncheddu decise di accettare una candidatura nelle liste di SEL; Sardigna Nazione (vado a memoria) aderì all’ultimo momento alla coalizione di Sardegna possibile o non si presentò affatto.
    RossoMori, IRS, Partito dei Sardi, La Base, in coalizione col centro sinistra; il PSd’Az ancora col centro destra.
    Unidos, Fortza Paris e Soberania, con Mauro Pili candidato presidente.
    Il risultato è l’attuale composizione e maggioranza del Consiglio regionale.
    Comunque, è sufficiente una semplice ricerca in rete per verificare gli schieramenti e trovare anche approfondite analisi su quella tornata elettorale, e anche delle fasi che l’hanno preceduto.
    Per tornare a Sardegna possibile ed alla Murgia, personalmente non mi ha mai entusiasmato. Pur riconoscendo indubbie qualità di scrittrice, oltre ad una buona dose di presunzione che ci può stare, mi hanno lasciato perplesso alcuni trascorsi come il video in cui accompagna Mario Adinolfi nella sua campagna per la segreteria dei DS e ultimamente qualche discutibile spiegazione nei suoi reportage dalla Turchia post golpe (impressione tratta da fonti indirette).
    Ciò detto, con la percentuale di voti raggiunta da Sardegna possibile, sicuramente avrebbe meritato dei seggi in Consiglio regionale.


    PS: azz…che fatica rispondere; della serie “hai voluto la bicicletta…”

  4. #4
    Sardista po s'Indipendentzia
    Data Registrazione
    31 Aug 2005
    Messaggi
    2,009
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Sardegna Possibile...che ne pensate?

    Per una analisi completa delle elezioni regionali del febbraio 2014, ecco un documento “asettico”:

    http://www.regione.emilia-romagna.it...2014/Rombi.pdf

    Chissà perché poi, questo studio di Stefano Rombi e Fulvio Venturino, fa parte dell’Osservatorio della Regione Emilia – Romagna.


    Vedere anche wiki:

    https://it.wikipedia.org/wiki/Elezio...degna_del_2014

  5. #5
    SuperMod
    Data Registrazione
    24 Jun 2011
    Messaggi
    17,073
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    440 Post(s)
    Tagged
    55 Thread(s)

    Predefinito Re: Sardegna Possibile...che ne pensate?

    Grazie della risposta approfondita :-) una sola precisazione ( mi permetto perché qui sono nel mio campo ) Adinolfi si candidò per la segreteria del PD, non dei DS quella fu lo sbandamento maggiormente a sinistra di tutto il pensiero adinolfiano, probabilmente una perdita di cui non lagnarsi più di tanto.

    Quanto alla Zuncheddu...è per caso la candidata che era anche portavoce di SeL e che aveva, qualche tempo fa, fatto parlare per qualche foto in costume? Lo dico senza malizia eh, solo per capire

    Per il resto, quello che mi piaceva era proprio l'accento su una concezione "gradualista e riformista" dell'indipendenza, da conquistare con un lavoro sul campo per guadagnare progressiva capacità di reggersi in piedi da soli, considerando quindi l'indipendenza non come una palingenesi improvvisa ma come un processo...qualcosa che in effetti ricorda un po' l'idea di costruzione graduale del socialismo che avevano i riformisti alla Turati
    «Riformista è uno che sa che a sbattere la testa contro il muro si rompe la testa, non il muro! Riformista...è uno che vuole cambiare il mondo per mezzo del buonsenso, senza tagliare teste a nessuno» [Baaria]

  6. #6
    Sardista po s'Indipendentzia
    Data Registrazione
    31 Aug 2005
    Messaggi
    2,009
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Sardegna Possibile...che ne pensate?

    Ciao Gdem88, accolgo tranquillamente la tua precisazione così come le considerazioni su Adinolfi .
    Per quanto riguarda invece Claudia Zuncheddu, posso affermare che non è mai stata portavoce di SEL, in quanto leader di Sardigna Libera, neanche quando nella precedente legislatura regionale faceva parte dello stesso gruppo consiliare SEL – Sardigna Libera appunto. Non mi risulta poi alcuna “foto in costume” e non ho la più pallida idea a cosa ti riferisci ; il che mi fa supporre che si tratti di un equivoco o scambio di persona. Se vuoi verificare la sua personalità politica, attività e curriculum vitae dai un’occhiata a questi siti:
    ClaudiaZuncheddu.net
    https://www.youtube.com/user/claudiazuncheddu
    Sulla concezione "gradualista e riformista" dell'indipendenza, mi pare un pochino la scoperta dell’acqua calda; ammesso, ma non concesso, che l’attuale sudditanza istituzionale Stato-Regione possa crearne le condizioni. Così come ritengo una errore controproducente, almeno in questa fase, promuovere un referendum sull’indipendenza. Penso invece, da sempre, sia necessario lavorare sulla consapevolezza di appartenere ad una nazione “altra” poiché, come sai, lo Stato non coincide con il concetto di Nazione, non ne sono sinonimi, così come appare nella Costituzione italiana.
    Lo dimostrano i tantissimi esempi delle “nazioni senza stato” presenti in Europa e altrove.
    Non voglio adesso approfondire l’argomento, fondamentale, in merito a cosa e quale dovrebbe essere, dal mio punto di vista, la “road map” da seguire. Intendo svilupparlo anche nel forum, se e quando riuscirò a stendere un documento di analisi, perché la proposta l’avrei già.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-03-14, 19:51
  2. Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 24-03-12, 22:51
  3. Eolico in Sardegna, Eolico sul mare in Sardegna: che ne pensate?
    Di Corsaro nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 15-01-10, 21:18
  4. Lega Nord: apre la prima sede in Sardegna, cosa pensate?
    Di Shardan84 nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 29-01-09, 19:46
  5. Cosa ne pensate del possibile accordo sulle pensioni
    Di EL ROJO nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 19-07-07, 09:15

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226