User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 34
Like Tree14Likes

Discussione: La santa alleanza che estingue la sinistra occidentale

  1. #1
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    30,975
    Mentioned
    581 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito La santa alleanza che estingue la sinistra occidentale

    In nome della lotta a Donald Trump, indicato da media e politica mainstream come nuovo male assoluto dopo Saddam, Gheddafi, Putin e Boris Johnson, la sinistra occidentale sia europea che statunitense si sta scavando la fossa con le proprie mani. Operazione invero problematica, visto che nella fossa c’è già da diversi anni. Eppure, se mai esistesse un punto di non ritorno, il fronte politico a favore di Hillary Clinton potrebbe degnamente rappresentarlo. La convergenza tra socialdemocrazia, fantasie occupy, Wall Street e Silicon Valley era in realtà nelle cose. Le varie tendenze liberal della società statunitense, dalla più “radical” alla più istituzionale, condividono un orizzonte valoriale e sociale molto più omogeneo di quanto possa sembrare a prima vista. Bernie Sanders che appoggia Hillary Clinton in funzione anti-Trump non descrive solo la scelta individuale di un senatore indipendente, ma la continuità storica tra sinistra post-moderna e “sinistra” istituzionale. Ci è arrivato persino Slavoj Zizek, campione intellettuale della radicalità post-moderna, e che però dalle colonne del Corriere della Sera di ieri denunciava l’abisso politico in cui si sta cacciando la “sinistra radicale” (qui ci vorrebbero diverse virgolette) statunitense nell’appoggiare la rappresentante ufficiale di Wall Street. Il capitalismo attuale riesce d’altronde proprio in questo: rappresentare sia il governo che l’opposizione, organizzare sia il consenso che il dissenso, tutto in forma compatibile con la propria sopravvivenza. Hillary Clinton ha gioco facile nell’includere nel suo programma tutte le richieste provenienti dal mondo radical statunitense, perché tutte quelle richieste possono benissimo essere comprese nel capitalismo neoliberale attuale, visto che non ne mettono in discussione le fondamenta economiche. Ambientalismo ed ecologismo, diritti civili, diritti umani, universo Lgbt, welfare state, redistribuzioni parziali di reddito, sono concessioni innocue che vengono prontamente metabolizzate da qualsiasi esponente in corsa per la presidenza. Le ragioni del lavoro, al contrario, rimangono confinate alla rappresentanza di soggetti inadeguati, populisti e reazionari di cui Trump è solido esponente. Lo dice molto meglio di noi lo stesso Zizek:
    La rabbia popolare che ha alimentato la campagna di Trump è la stessa che ha fatto nascere Sanders, e mentre entrambi esprimono un malcontento sociale e politico molto diffuso, lo fanno in senso opposto[…]Potete lottare per qualsiasi cosa, ma noi vogliamo tenerci l’essenziale, ovvero il funzionamento senza ostacoli del capitale globale[…]Si, siamo pronti ad accogliere tutte le vostre istanze culturali…ma senza mettere in pericolo l’economia globale di mercato – e pertanto non c’è nessun bisogno di varare riforme economiche radicali” Per concludere con l’obiettivo della riflessione: “L’oggetto da combattere e sconfiggere in questo momento è precisamente questo consenso democratico contro il Cattivo”
    E’ esattamente questo il punto, in America rappresentato dal confronto Clinton-Trump ma che in Europa si era già manifestato nella questione Brexit (ne avevamo già parlato qua). Il consenso trasversale, falsamente progressista e illusoriamente razionale, della difesa dello status quo liberale. All’interno di questa pappa consensuale ributtante, scompaiono le ragioni di classe, fagocitate dalla dialettica tra una “sinistra radicale” espressione delle istanze culturali democraticiste, e un centro politico incaricato di tenere le redini del governo economico dei territori. Ma se “sinistra” e centro (che può assumere le forme del centrosinistra o del centrodestra, in tutto speculari) marciano compatti o quantomeno compatibili, l’unica espressione politica che si ritrova a rappresentare le istanze di resistenza del lavoro è la destra reazionaria e/o populista, a cui viene lasciato un compito storico che non può in alcun modo assolvere ma che, in assenza di avversari, continua a garantirgli visibilità e potenzialità politica. Questo spiega, almeno in parte, l’attuale fase della politica occidentale, simile nella Ue come negli Usa. Sinistra e centro visti come espressione del sistema politico-economico dominante; destra reazionaria od opzioni populiste sfruttate come strumento per scardinare, almeno elettoralmente, l’egemonia del “sistema” da parte dei ceti deboli e/o impoveriti dalle scelte economiche dello stesso “sistema” di potere. L’eterno ritorno del “fronte antifascista” senza fascismo non può che schiacciare la sinistra sulle posizioni economiche liberiste. Trump non è “fascista”, è solo il frutto dell’assenza drammatica di un orizzonte politico opposto a quello dominante. Continuare a perdere tempo concentrandosi sul suo parrucchino o sulle sue uscite razziste, alleandosi per questo con il grande capitale transnazionale, non potrà far altro che chiudere la bara in cui è rinchiusa la sinistra.
    La santa alleanza che estingue la sinistra occidentale «

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    AMICI DELL' ITALIA
    Data Registrazione
    23 Nov 2011
    Località
    Ενότρια / Socialnazionalismo bolscevizzante
    Messaggi
    27,773
    Mentioned
    415 Post(s)
    Tagged
    115 Thread(s)

    Predefinito Re: La santa alleanza che estingue la sinistra occidentale

    "L’eterno ritorno del “fronte antifascista” senza fascismo non può che schiacciare la sinistra sulle posizioni economiche liberiste. Trump non è “fascista”, è solo il frutto dell’assenza drammatica di un orizzonte politico opposto a quello dominante. Continuare a perdere tempo concentrandosi sul suo parrucchino o sulle sue uscite razziste, alleandosi per questo con il grande capitale transnazionale, non potrà far altro che chiudere la bara in cui è rinchiusa la sinistra."

    Meditate gente, meditate.
    "Fate della Nazione la causa del popolo e la causa del popolo sarà quella della Nazione."-Lenin
    "Solo i ricchi possono permettersi il lusso di non avere Patria."- Ledesma Ramos
    Israele è il Male Assoluto
    IGNORE LIST : li ammazza stecchiti!

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    08 Jan 2013
    Messaggi
    22,190
    Mentioned
    50 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: La santa alleanza che estingue la sinistra occidentale

    Concordo con entrambi: la sinistra è morta o sta morendo perchè invece che dare risposte concrede e passa al suo tempo a teorizzare su nemici veri o presunti.
    se i vari (pseudo) socialsiti occidentali che hanno governato (e tra questi includo mister USA) si fosse fatto qualcosa di concreto per le persone certi elementi non ci sarebbero.

    è sbagliato dire che certe cose accadono per l'egoismo delle persone, certe cose accadono perchè le persone si sentono in pericolo, reale o virtuale che sia, ma nessuno da loro ascolto.
    amaryllide and Kavalerists like this.
    Il saggio sa di essere stupido, è lo stupido invece che crede di essere saggio
    Per ricordare:"Non è consentito utilizzare un linguaggio inappropriato al comune vivere civile, ovvero offese, insulti, turpiloquio... "

  4. #4
    bronsa querta
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    56,556
    Mentioned
    265 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Re: La santa alleanza che estingue la sinistra occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da Kavalerists Visualizza Messaggio
    "L’eterno ritorno del “fronte antifascista” senza fascismo non può che schiacciare la sinistra sulle posizioni economiche liberiste. Trump non è “fascista”, è solo il frutto dell’assenza drammatica di un orizzonte politico opposto a quello dominante. Continuare a perdere tempo concentrandosi sul suo parrucchino o sulle sue uscite razziste, alleandosi per questo con il grande capitale transnazionale, non potrà far altro che chiudere la bara in cui è rinchiusa la sinistra."

    Meditate gente, meditate.
    Di grazia: ti ricordi come finirono i comunisti dell'europa occidentale quando verso fine anni 30- inizio anni '40 accusavano gli altri di socialfascismo?
    C. De Gaulle: "l'Italia non è un paese povero. E' un povero paese".

  5. #5
    AMICI DELL' ITALIA
    Data Registrazione
    23 Nov 2011
    Località
    Ενότρια / Socialnazionalismo bolscevizzante
    Messaggi
    27,773
    Mentioned
    415 Post(s)
    Tagged
    115 Thread(s)

    Predefinito Re: La santa alleanza che estingue la sinistra occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da Garat Visualizza Messaggio
    Di grazia: ti ricordi come finirono i comunisti dell'europa occidentale quando verso fine anni 30- inizio anni '40 accusavano gli altri di socialfascismo?
    Forse sì, forse no... ma ho molto presente quello che sta accadendo ora, e per me è molto più importante.
    Poi che ti devo dire, nessuno può obbligarti a vedere le cose se proprio non le vuoi vedere.
    amaryllide likes this.
    "Fate della Nazione la causa del popolo e la causa del popolo sarà quella della Nazione."-Lenin
    "Solo i ricchi possono permettersi il lusso di non avere Patria."- Ledesma Ramos
    Israele è il Male Assoluto
    IGNORE LIST : li ammazza stecchiti!

  6. #6
    bronsa querta
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    56,556
    Mentioned
    265 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Re: La santa alleanza che estingue la sinistra occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da Kavalerists Visualizza Messaggio
    Forse sì, forse no... ma ho molto presente quello che sta accadendo ora, e per me è molto più importante.
    Poi che ti devo dire, nessuno può obbligarti a vedere le cose se proprio non le vuoi vedere.
    Lascia allora che ti illumini.
    Finirono malissimo. Finirono con la Germania che occupava l'Europa occidentale e centrale e con l'URSS semidistrutta con gli eserciti di Hitler ad un passo da Leningrado.
    Ora. E' ovvio che oggi non ci sia Hitler (Dio ce ne scampi), ma di bei personaggi in giro ce ne sono e sono pericolosi quanto il baffino austriaco. Certamente le forze progressiste non sono scevre da colpe...anzi...ma isolarsi per ribadire la propria purezza è esattamente quel che serve alle Lepen, agli "alternativi per la Germania" ed ai Trumps per metterla in culo ai lavoratori nel nome del nazionalismo più becero.
    C. De Gaulle: "l'Italia non è un paese povero. E' un povero paese".

  7. #7
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    337 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito Re: La santa alleanza che estingue la sinistra occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da amaryllide Visualizza Messaggio
    In nome della lotta a Donald Trump, indicato da media e politica mainstream come nuovo male assoluto dopo Saddam, Gheddafi, Putin e Boris Johnson, la sinistra occidentale sia europea che statunitense si sta scavando la fossa con le proprie mani. Operazione invero problematica, visto che nella fossa c’è già da diversi anni. Eppure, se mai esistesse un punto di non ritorno, il fronte politico a favore di Hillary Clinton potrebbe degnamente rappresentarlo. La convergenza tra socialdemocrazia, fantasie occupy, Wall Street e Silicon Valley era in realtà nelle cose. Le varie tendenze liberal della società statunitense, dalla più “radical” alla più istituzionale, condividono un orizzonte valoriale e sociale molto più omogeneo di quanto possa sembrare a prima vista. Bernie Sanders che appoggia Hillary Clinton in funzione anti-Trump non descrive solo la scelta individuale di un senatore indipendente, ma la continuità storica tra sinistra post-moderna e “sinistra” istituzionale. Ci è arrivato persino Slavoj Zizek, campione intellettuale della radicalità post-moderna, e che però dalle colonne del Corriere della Sera di ieri denunciava l’abisso politico in cui si sta cacciando la “sinistra radicale” (qui ci vorrebbero diverse virgolette) statunitense nell’appoggiare la rappresentante ufficiale di Wall Street. Il capitalismo attuale riesce d’altronde proprio in questo: rappresentare sia il governo che l’opposizione, organizzare sia il consenso che il dissenso, tutto in forma compatibile con la propria sopravvivenza. Hillary Clinton ha gioco facile nell’includere nel suo programma tutte le richieste provenienti dal mondo radical statunitense, perché tutte quelle richieste possono benissimo essere comprese nel capitalismo neoliberale attuale, visto che non ne mettono in discussione le fondamenta economiche. Ambientalismo ed ecologismo, diritti civili, diritti umani, universo Lgbt, welfare state, redistribuzioni parziali di reddito, sono concessioni innocue che vengono prontamente metabolizzate da qualsiasi esponente in corsa per la presidenza. Le ragioni del lavoro, al contrario, rimangono confinate alla rappresentanza di soggetti inadeguati, populisti e reazionari di cui Trump è solido esponente. Lo dice molto meglio di noi lo stesso Zizek:
    La rabbia popolare che ha alimentato la campagna di Trump è la stessa che ha fatto nascere Sanders, e mentre entrambi esprimono un malcontento sociale e politico molto diffuso, lo fanno in senso opposto[…]Potete lottare per qualsiasi cosa, ma noi vogliamo tenerci l’essenziale, ovvero il funzionamento senza ostacoli del capitale globale[…]Si, siamo pronti ad accogliere tutte le vostre istanze culturali…ma senza mettere in pericolo l’economia globale di mercato – e pertanto non c’è nessun bisogno di varare riforme economiche radicali” Per concludere con l’obiettivo della riflessione: “L’oggetto da combattere e sconfiggere in questo momento è precisamente questo consenso democratico contro il Cattivo”
    E’ esattamente questo il punto, in America rappresentato dal confronto Clinton-Trump ma che in Europa si era già manifestato nella questione Brexit (ne avevamo già parlato qua). Il consenso trasversale, falsamente progressista e illusoriamente razionale, della difesa dello status quo liberale. All’interno di questa pappa consensuale ributtante, scompaiono le ragioni di classe, fagocitate dalla dialettica tra una “sinistra radicale” espressione delle istanze culturali democraticiste, e un centro politico incaricato di tenere le redini del governo economico dei territori. Ma se “sinistra” e centro (che può assumere le forme del centrosinistra o del centrodestra, in tutto speculari) marciano compatti o quantomeno compatibili, l’unica espressione politica che si ritrova a rappresentare le istanze di resistenza del lavoro è la destra reazionaria e/o populista, a cui viene lasciato un compito storico che non può in alcun modo assolvere ma che, in assenza di avversari, continua a garantirgli visibilità e potenzialità politica. Questo spiega, almeno in parte, l’attuale fase della politica occidentale, simile nella Ue come negli Usa. Sinistra e centro visti come espressione del sistema politico-economico dominante; destra reazionaria od opzioni populiste sfruttate come strumento per scardinare, almeno elettoralmente, l’egemonia del “sistema” da parte dei ceti deboli e/o impoveriti dalle scelte economiche dello stesso “sistema” di potere. L’eterno ritorno del “fronte antifascista” senza fascismo non può che schiacciare la sinistra sulle posizioni economiche liberiste. Trump non è “fascista”, è solo il frutto dell’assenza drammatica di un orizzonte politico opposto a quello dominante. Continuare a perdere tempo concentrandosi sul suo parrucchino o sulle sue uscite razziste, alleandosi per questo con il grande capitale transnazionale, non potrà far altro che chiudere la bara in cui è rinchiusa la sinistra.
    La santa alleanza che estingue la sinistra occidentale «
    Si, si chiama 'tanto peggio, tanto meglio'
    idea che risale al 1903 circa....
    Addio Tomàs
    siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i 5 stelle

  8. #8
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    337 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito Re: La santa alleanza che estingue la sinistra occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da Garat Visualizza Messaggio
    Di grazia: ti ricordi come finirono i comunisti dell'europa occidentale quando verso fine anni 30- inizio anni '40 accusavano gli altri di socialfascismo?
    Finirono alleati di Americani e Inglesi E occuparono mezza Europa??
    Addio Tomàs
    siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i 5 stelle

  9. #9
    bronsa querta
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    56,556
    Mentioned
    265 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Re: La santa alleanza che estingue la sinistra occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da agaragar Visualizza Messaggio
    Finirono alleati di Americani e Inglesi E occuparono mezza Europa??
    Dopo aver cambiato linea politica, si.
    C. De Gaulle: "l'Italia non è un paese povero. E' un povero paese".

  10. #10
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    337 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito Re: La santa alleanza che estingue la sinistra occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da Garat Visualizza Messaggio
    Dopo aver cambiato linea politica, si.
    6 anni dopo,
    quando abbandonarono il socialfascismo cominciarono i successi di Hitler che poteva essere facilmente fermato fino al 37

    Il fronte popolare portò molti francesi a dire 'meglio hitler che Blum'
    e alla vittoria di franco in Spagna

    Bei risultati davvero
    Addio Tomàs
    siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i 5 stelle

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. santa alleanza?
    Di Ungeheuer nel forum Destra Radicale
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 01-05-11, 10:58
  2. Santa Alleanza
    Di pusillus nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-04-11, 09:58
  3. Santa Alleanza ?
    Di D'Annunzio nel forum Destra Radicale
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 20-01-10, 10:49
  4. La santa alleanza padanogiudaica...
    Di Druso nel forum Destra Radicale
    Risposte: 194
    Ultimo Messaggio: 28-09-09, 14:16
  5. Il PD con la santa alleanza cristiana-islamica
    Di carlomartello (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 04-12-08, 15:22

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226