User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rifiuti napoletani a Brescia

    L'ALLARME.Il democratico Fabio Capra ha rivelato che ai cancelli dell'impianto di via Ziziola si presentano i camion di aziende di autotrasporto del centro-sud
    Interrogazione Pd nel prossimo consiglio comunale Del Bono: «In gioco la credibilità di Giunta e Lega» A2A ribatte: «Nulla di irregolare: si tratta di pulper»

    Rifiuti napoletani a Brescia? Il sospetto è circolato spesso nelle nostra città, tra illazioni e smentite. Quasi da quando c'è il termoutilizzatore, a turno si leva qualcuno preoccupato che ci vengano bruciati rifiuti non bresciani. E quando poi in Campania è scoppiata l'emergenza, con i cumuli di sporcizia nelle strade, il sospetto era tornato alto.
    Di camion carichi di pattume campano parla ora il gruppo consiliare del Partito democrartico in un'interrogazione presentata per conoscere la verità su questi conferimenti.
    IL CONSIGLIERE Fabio Capra infatti ha raccolto una breve lista di ditte del centro-sud i cui camion si allineano la mattina prestissimo ai cancelli dell'inceneritore. Una di queste è quella Ve.Ca Sud che l'altro ieri è stata coinvolta nello scandalo degli autotrasportatori scoperti a riempire di mangime per animali i camion con i quali avevano portato rifiuti tossici, col rischio di avvelenamento della catena alimentare.
    Il dossier di Capra è figlio della perseveranza: ha fatto la posta ai camion dopo aver notato che ricorrevano sempre le stesse ditte, non solo campane. Nonostante in passato il Comune di Brescia avesse escluso che all'impianto di via Ziziola giungessero rifiuti dal Sud. E nonostante la Lega Nord avesse fatto di questa esclusione un punto fermo della sua battaglia di brescianità, anche del rifiuto solido urbano. Unica concessione nell'emergenza 2008, secondo quanto ammise lo stesso Formigoni: Milano mandò a Brescia una quota dei suoi rifiuti per poter far posto ai campani.
    «Ogni camion ha un carico di circa tre tonnellate e mezzo e da febbraio stimiamo che siano arrivate al termovalorizzatore circa diecimila tonnellate di rifiuti, di cui però non conosciamo la natura». Capra e il Pd non accusano, ma si limitano a chiedere spiegazioni. Vogliono sapere il contenuto di quei «quattro o cinque camion al giorno». Ipotizzando che se si trattasse davvero di Rsu di origine napoletana o di altre regioni, sarebbe chiaramente una smentita per le numerose rassicurazioni date dall'amministrazione in tempi anche recenti. «Voglio ricordare che esponenti delle Lega Nord minacciarono di incatenarsi ai cancelli di A2A pur di bloccare eventuali trasporti di rifuiuti dal Mezzogiorno» ha detto Capra.
    Secondo Emilio Del Bono, capogruppo Pd, anche su questa vicenda si misura «il grado di attendibilità e di affidabilità di questa giunta». Soprattutto nella componente leghista «che se risultasse alla fine che sui camion ci sono davvero rifiuti, ne guadagnerebbe una perdita notevole di credibilità». Per il segretario cittadino Giorgio De Martin e il consigliere Alberto Martinuzil tutto sarebbe più grave per il fatto che Brescia è «la città più inquinata d'Italia», non certo per una forma di razzismo anti- Campania. Del Bono ipotizza che questi trasporti possano essere connessi con i problemi che sta avendo l'inceneritore di Acerra gestito da A2A. E che, in pratica, quello che in quell'impianto non viene smaltito possa essere girato a Brescia.
    Le ditte di autotrasporto segnalate dai Pd sono la F.lli Aglietta di Nocera Inferiore, l'Autotrasporti Ciavaroli Duilio di Macerata, la Gcc Trsporti di Ponterlo (Perugia) e appunto la Ve.Ca di Maddaloni (Caserta). Le due ditte campane - hanno segnalato gli esponenti Pd - sono anche state coinvolte in procedimenti penali. La Ve.Ca casertana interpellata telefonicamente ha spiegato di essere solo il vettore ma di non poter rivelare comunque il contenuto dei carichi.
    IN UNA NOTA A2A fa sapere di essersi «sempre attenuta alle regole stabilite per l'uso del termoutilizzatore. E non aver mai bruciato rifiuti provenienti dalla Campania. Nella terza linea viene utilizzato per produrre energia anche pulper (residuo della lavorazione della carta)che, in quanto biomassa, può provenire non solo dalla Campania ma anche da altre province». Infine l'azienda ricorda che comunque questi trasporti di pulper cominciarono nel 2006.

    Bresciaoggi.it - Cronaca

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    sübre ò söpèi? No, Zølfø.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Canton Basgovia, Bagossonia Prealpina
    Messaggi
    1,082
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Rifiuti napoletani a Brescia

    In passato ho avuto scontri al calor bianco con Fabio, so che è una persona
    estremamente cauta nel rilasciare dichiarazioni.
    Ha detto in prima persona ciò di cui eravamo già a conoscenza.
    Ovvero che Brescia è la città più inquinata del belpaese.
    E con questo accenno di sano masochismo ci distinguiamo sempre di più
    per lo zerbino di benvenuto che staziona dinnanzi al forame della
    nostra parte anatomica meno nobile.
    råsegà, zügà, strücà: pøtå.

  3. #3
    Suddito dell'anglosfera
    Data Registrazione
    13 Jul 2010
    Località
    Supremazia anglosassone.
    Messaggi
    3,235
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Rifiuti napoletani a Brescia

    Perche ti sorprendi?

  4. #4
    sübre ò söpèi? No, Zølfø.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Canton Basgovia, Bagossonia Prealpina
    Messaggi
    1,082
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Rifiuti napoletani a Brescia

    Citazione Originariamente Scritto da ShOcK Visualizza Messaggio
    Perche ti sorprendi?
    Perchè, anche tu conosci Fabio Capra?
    råsegà, zügà, strücà: pøtå.

  5. #5
    Suddito dell'anglosfera
    Data Registrazione
    13 Jul 2010
    Località
    Supremazia anglosassone.
    Messaggi
    3,235
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Rifiuti napoletani a Brescia

    Citazione Originariamente Scritto da Gioann Bagoss Visualizza Messaggio
    Perchè, anche tu conosci Fabio Capra?
    Si purtroppo.

  6. #6
    Redskin
    Data Registrazione
    05 Oct 2009
    Località
    Puteolano a Roma
    Messaggi
    2,041
    Mentioned
    18 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Rifiuti napoletani a Brescia

    Pur evidenziando la mia personale solidarietà al popolo bresciano che giustamente lotta affinchè Brescia non diventi la discarica d'Italia, sottolineo:

    Dal libro di Saviano "Gomorra":
    "La parte più consistente dei traffici di rifiuti tossici ha un vettore unico: nord-sud. Dalla fine degli anni '90 diciottomila tonnellate di rifiuti tossici partiti da Brescia sono stati smaltiti tra Napoli e Caserta e un milione di tonnellate, in quattro anni, sono tutte finite a Santa Maria Capua Vetere. Dal nord i rifiuti trattati negli impianti di Milano, Pavia e Pisa venivano spediti in Campania. La Procura di Napoli e quella di Santa Maria Capua Vetere hanno scoperto nel gennaio 2003, grazie alle indagini coordinate dal pubblico ministero Donato Ceglie, che in quaranta giorni oltre seimilacinquecento tonnellate di ri-
    fiuti dalla Lombardia sono giunte a Trentola Ducenta, vicino a Caserta. "
    .....

    "Vicino a Grazzanise era stata accumulata tutta la terra di spazzamento della città di Milano. Per decenni tutta la spazzatura raccolta nelle pattumiere dai netturbini milanesi, quella scopata al mattino, era stata raccolta e spedita da
    queste parti. Dalla provincia di Milano ogni giorno ottocento tonnellate di rifiuti finiscono in Germania. La produzione complessiva è però di milletrecento tonnellate. Ne mancano quindi all'appello cinquecento. Non si sa dove vanno a finire. Con grande probabilità questi rifiuti fantasma vengono sparpagliati in giro per il Mezzogiorno. Ci sono anche i toner delle stampanti ad ammorbare la terra, come scoperto dall'operazione del 2006 "Madre Terra" coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere. Tra Villa Literno, Castelvolturno e San Tammaro, i toner delle stampanti d'ufficio della Toscana e della Lombardia venivano sversati di notte da camion che ufficialmente trasportavano compost, un tipo di concime. L'odore era acido e forte, ed esplodeva ogni volta che pioveva. Le terre erano cariche di cromo esavalente. Se inalato, si fissa nei globuli rossi e nei capelli e provoca ulcere, difficoltà respiratorie, problemi renali e cancro ai polmoni. Ogni metro di terra ha il suo carico particolare di rifiuti."
    ......

    "L'operazione "Cassiopea" del 2003 dimostrò che ogni settimana partivano dal nord al sud quaranta Tir ricolmi di rifiuti e - secondo la ricostruzione degli inquirenti - venivano sversati, seppelliti, gettati, interrati cadmio, zinco, scarto di vernici, fanghi da depuratori, plastiche varie, arsenico, prodotti delle acciaierie, piombo. La direttrice nord-sud era la strada privilegiata dai trafficanti. Molte imprese venete e lombarde, attraverso gli stakeholder, avevano adottato un territorio nel napoletano o nel casertano trasformandolo in un'enorme discarica. Si stima che negli ultimi cinque anni in Campania siano stati smaltiti illegalmente circa tre milioni di tonnellate di rifiuti di ogni tipo, di cui un milione solo nella provincia dì Caserta. Il casertano è un'area che nel "piano regolatore" dei clan è
    stata assegnata alla sepoltura dei rifiuti.
    Un ruolo rilevante, nella geografia dei traffici illeciti, viene svolto dalla Toscana, la regione più ambientalista d'Italia. Qui si concentrano diverse filiere dei traffici illegali, dalla produzione all'intermediazione, tutte emerse in almeno tre inchieste: l'operazione "Re Mida", l'operazione "Mosca" e quella denominata "Agricoltura biologica" del 2004.
    Dalla Toscana non arrivano soltanto ingenti quantitativi di rifiuti gestiti illegalmente. La regione diviene una vera e propria base operativa fondamentale per tutta una serie di soggetti impegnati in queste attività criminali: dagli stakeholder ai chimici conniventi, sino ai proprietari dei siti di compostaggio che permettono di fare le miscele. Ma il territorio del riciclaggio dei rifiuti tossici sta aumentando i suoi perimetri.
    Altre inchieste hanno rivelato il coinvolgimento di regioni che sembravano immuni, come l'Umbria e il Molise. "
    ..
    "Ma è il Veneto il vero centro di stoccaggio, secondo le indagini coordinate negli ultimi anni dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere. Da anni alimenta i traffici illegali sul territorio nazionale. Le fonderie settentrionali fanno smaltire le scorie senza precauzioni, mischiandolo al composto usato per concimare centinaia di campi agricoli."

    P.s. la città più inquinata d'Italia è Taranto.

  7. #7
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Rifiuti napoletani a Brescia

    L'italia è il paese più disgustoso del mondo. Siamo una massa di disonesti irresponsabili senza scrupoli, al nord e al sud. Parliamo di migliaia di morti per queste porcherie, tra cui bambini segnati a vita per ciò che hanno respirato e mangiato da piccoli. È un paese orrendamente sovrapopolato di molte aree, un paese in cui la decrescita e il decremento demografico sarebbero un passo obbligato, e invece in italia si alimenta l'immigrazione per accomodare interessi particolari di ogni tipo. Come dico da sempre, gli imprenditori del nord, posti di fronte alle questioni ambientali, hanno mostrato in maggioranza una assoluta assenza di coscienza civile e di rispetto per il loro territorio e per la loro gente.
    Ultima modifica di semipadano; 16-07-10 alle 12:15
    L'occasione fa l'uomo italiano

  8. #8
    sübre ò söpèi? No, Zølfø.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Canton Basgovia, Bagossonia Prealpina
    Messaggi
    1,082
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Rifiuti napoletani a Brescia

    Citazione Originariamente Scritto da Antonio Visualizza Messaggio
    P.s. la città più inquinata d'Italia è Taranto.
    Viva, ora dormirò meglio.
    råsegà, zügà, strücà: pøtå.

  9. #9
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,681
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Rifiuti napoletani a Brescia

    Citazione Originariamente Scritto da semipadano Visualizza Messaggio
    L'italia è il paese più disgustoso del mondo. Siamo una massa di disonesti irresponsabili senza scrupoli, al nord e al sud. Parliamo di migliaia di morti per queste porcherie, tra cui bambini segnati a vita per ciò che hanno respirato e mangiato da piccoli. È un paese orrendamente sovrapopolato di molte aree, un paese in cui la decrescita e il decremento demografico sarebbero un passo obbligato, e invece in italia si alimenta l'immigrazione per accomodare interessi particolari di ogni tipo. Come dico da sempre, gli imprenditori del nord, posti di fronte alle questioni ambientali, hanno mostrato in maggioranza una assoluta assenza di coscienza civile e di rispetto per il loro territorio e per la loro gente.
    d'accordo in tutto

    rispetto ai paesi Europei, l'itaglia e la Padania sono il terzo mondo dell'ecologia e dell'urbanistica ... e poi, chissà come mai in itaglia si pubblicano sempre i dati macroeconomici delle nostre regioni, ma mai le statistiche sulla qualità della vita e sopratutto sulla diffusione dei tumori

  10. #10
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Rifiuti napoletani a Brescia

    Guardate la prevalenza di tumori INFANTILI nella zona a nord est del cancrovalorizzatore di Trezzo d'Adda (casetta rossa). Correla molto bene con la direzione dei venti che soffiano in zona da ovest/sud ovest.

    La famiglia Falck spinge per RADDOPPIARE il cancrovalorizzatore in questa zona altissimamente urbanizzata.


    L'Eco di Bergamo:
    http://www.ecodibergamo.it/stories/C..._al_raddoppio/

    Si sa che per i "federalisti" legaioli la volontà popolare non conta nulla.
    Ultima modifica di semipadano; 16-07-10 alle 15:52
    L'occasione fa l'uomo italiano

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Rifiuti napoletani a Milano
    Di Bèrghem nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-06-09, 14:32
  2. Rifiuti Napoletani: fuori o in italia?
    Di Tango do Hermano nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 18-01-08, 00:00
  3. I rifiuti napoletani e l'Unione (in)civile....
    Di Montebardosu nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-10-06, 16:17

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226