User Tag List

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 15 di 15
  1. #11
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,696
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Medicina, scontro Veneto vs. Sud

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    tutti problemi agevolmente superabili, solo che
    la lega avesse mantenuto l'assoluta equidistanza tra
    i due poli romani.
    i frutti, si sarebbero raccolti non certo allora,
    ma oggi o, nel peggiore dei casi, subito dopo il caos creato dal
    collasso del sistema itaglia.
    si trattava semplicemente di lavorare duramente
    all'opposizione e saper aspettare con pazienza;
    questo però confliggeva con la voglia matta delle poltrone.
    infatti, i movimenti per l'autonomia della Catalonia, stanno facendo quello che la lega DOVEVA fare ... invece giravolte politiche, improvvisazione, fretta, impreparazione, sparate senza senso e sete di potere, SONO SOLAMNETE SERVITI SPUTTANARE GLI IDEALI AUTONOMISTI O FEDERALISTI dei PADANI e a rendere più ridicolo un movimento che prende ormai voti solo per la paura dell'immigrazione, per non far vincere le sgangherate sinistre di questo stupido paese e poco più

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #12
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Medicina, scontro Veneto vs. Sud

    Citazione Originariamente Scritto da samba de amigo Visualizza Messaggio
    Ecco la replica.

    Ma Napoli accusa: «Provincialismo E si decide in base ai posti letto» - Corriere del Veneto

    Ma Napoli accusa: «Provincialismo
    E si decide in base ai posti letto»
    Gli atenei campani ribattono all'accusa: il numero programmato fa la proporzione tra immatricolati
    e posti letto disponibili: un nuovo iscritto ogni tre


    Numero chiuso: decide la proporzione coi posti letto in ospedale disponibili (web)

    NAPOLI - «Il ministero non assegna gli studenti alle facoltà mediche in base a criteri astratti ma in base alla capacità di offerta didattica. Il numero programmato prevede una proporzione ben precisa tra immatricolati a Medicina e posti letto disponibili: un nuovo iscritto ogni tre posti letto disponibili». Il professore Giuseppe Paolisso, preside appena eletto della facoltà della Seconda Università di Napoli, considera del tutto fuori luogo la polemica lanciata dal consigliere regionale veneto Mariangelo Foggiato sui pochi posti per aspiranti medici. Polemica alla quale si è accodato il preside della facoltà di Padova Giorgio Palù. «Capisco le perplessità dei colleghi del Veneto - spiega Paolisso - ma è improprio contrapporre la loro regione alla Campania: è più corretto ragionare per macroaree. Padova dista 200 chilometri da Milano e meno da Brescia, Bologna, Parma, Ferrara, tutte sedi di facoltà di Medicina. In tutto il Mezzogiorno continentale, oltre alle due facoltà di Napoli e a quella neonata a Salerno, ci sono solo Bari, Foggia e Catanzaro. Infatti, da noi arrivano moltissimi studenti fuorisede. Se Verona ha pochi posti letto e non può permettersi più studenti, è perché sarebbe contrario alle norme europee. E il numero di posti letto disponibili dipende dalla Regione Veneto, non da un inesistente pregiudizio antinordista».

    È d’accordo Raimondo Pasquino, rettore dell'Università di Salerno, dove la facoltà di Medicina è l'ultima nata e non ha ancora un preside. «È una questione di indici di attrattività - dice - proprio per questo abbiamo creato Medicina anche noi: infatti, qui arrivano molti aspiranti medici della Basilicata e della provincia di Cosenza. E poi, è in discussione il futuro stesso dell'università pubblica e si preoccupano di questo invece che dei tagli e della riforma. Evidentemente se lo possono permettere». Il preside di Medicina di Padova ha anche lanciato un allarme legato al mancato allargamento del numero chiuso. Secondo Palù, il Veneto si troverà davanti «a una sorta di esodo professionale». Replica sconfortato Giovanni Persico, preside della facoltà medica della Federico II di Napoli: «Questo è provincialismo culturale - sbotta - Parliamo del fatto che i medici italiani possano andare a lavorare in Europa... Non dipende da noi se loro non hanno un policlinico universitario. Tuttavia, in generale è vero che ci sarebbe la necessità di formare più medici, sono anni che da Napoli lanciamo l'allarme. Sono appena stato alla conferenza dei presidi e di questo si è discusso. Invece in Campania, con il commissariamento della Sanità, non si fanno più concorsi e i giovani emigrano, in questo forse il Veneto ha ragione. Ma i nostri giovani li prendono sempre volentieri».

    «Proprio oggi un collega veneto mi ha chiesto due geriatri per l'ospedale di Chioggia e glieli ho segnalati. E non sono i primi. Molti vanno in Toscana», racconta il presidente dell’Ordine dei medici di Napoli Gabriele Peperoni. Forse dipende dal fatto che all'Ordine provinciale sono iscritti 23 mila medici: sono molti. Troppi? «Sembra, ma non è così. Mi spiego: dopo il boom tra fine anni '70 e fine anni '80, è stato istituito il numero chiuso. Tra 10-15 anni, quelli della mia generazione andranno in pensione e la generazione successiva di medici è molto meno numerosa: in Italia mancheranno circa 40 mila medici. Ho studiato il problema per la Federazione degli Ordini, di cui sono segretario. E certamente non riguarda solo il Veneto. Lo sa bene il vicepresidente nazionale Maurizio Benato, che presiede l'Ordine di Padova».
    Il solito bla bla bla terronico che cerca di far apparire un comportamento sconcio in qualcosa di nobile fatto per il bene della comunità.

    Voi potete mandare in Veneto tutti i dottori che volete,ma l'abisso culturale che ci separa vi impedirà di capire che assegnare un equo numero di posti alle università di tutte le regioni,e per equo intendo dire proporzionato agli abitanti,ecco l'abisso che ci separa vi impedirà (a tutti voi meridionali) di capire che non è pomposamente poco democratico agire così è proprio un comportamento da incivili che se ne sbattono i coglioni degli altri,è qualcosa che sta alla base della reciproca convivenza e del rispetto tra tutte le comunità che compongono uno stato,cosa dicono quando decidono le "quote"universitarie? : vadano in fabbrica i bifolchi del Veneto? è così che dicono?

    E siete sempre li che parlate e giustificate il vostro immondo comportamento,voi avete sempre ragione e gli altri sono ignoranti.

    Sai,questo paese affonderà al suono di un meridionale che incurante della merda che gli arriva al collo ci darà lezioni di civiltà.


    Voi non ve ne rendete conto,ma c'è mezzo paese che vi ha capiti e vi sta guardando,quello che succederà non lo so,ma vi sta guardando attentamente.



  3. #13
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Medicina, scontro Veneto vs. Sud

    Citazione Originariamente Scritto da Quayag Visualizza Messaggio
    Il solito bla bla bla terronico che cerca di far apparire un comportamento sconcio in qualcosa di nobile fatto per il bene della comunità.

    Voi potete mandare in Veneto tutti i dottori che volete,ma l'abisso culturale che ci separa vi impedirà di capire che assegnare un equo numero di posti alle università di tutte le regioni,e per equo intendo dire proporzionato agli abitanti,ecco l'abisso che ci separa vi impedirà (a tutti voi meridionali) di capire che non è pomposamente poco democratico agire così è proprio un comportamento da incivili che se ne sbattono i coglioni degli altri,è qualcosa che sta alla base della reciproca convivenza e del rispetto tra tutte le comunità che compongono uno stato,cosa dicono quando decidono le "quote"universitarie? : vadano in fabbrica i bifolchi del Veneto? è così che dicono?

    E siete sempre li che parlate e giustificate il vostro immondo comportamento,voi avete sempre ragione e gli altri sono ignoranti.

    Sai,questo paese affonderà al suono di un meridionale che incurante della merda che gli arriva al collo ci darà lezioni di civiltà.


    Voi non ve ne rendete conto,ma c'è mezzo paese che vi ha capiti e vi sta guardando,quello che succederà non lo so,ma vi sta guardando attentamente.
    Alla buon'ora. Cosa ci vorrà mai per sgamare dei pagliacci simili?
    L'occasione fa l'uomo italiano

  4. #14
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,963
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Medicina, scontro Veneto vs. Sud

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    tutti problemi agevolmente superabili, solo che
    la lega avesse mantenuto l'assoluta equidistanza tra
    i due poli romani.
    i frutti, si sarebbero raccolti non certo allora,
    ma oggi o, nel peggiore dei casi, subito dopo il caos creato dal
    collasso del sistema itaglia.
    si trattava semplicemente di lavorare duramente
    all'opposizione e saper aspettare con pazienza;
    questo però confliggeva con la voglia matta delle poltrone.
    perfettamente daccordo. Ed io sono rimasto in lega fino a che c' e' stata la speranza di salvare le problematiche leghiste ORIGINALI

    la zerbinamento del periodo elettorale pre-2006 condito da incredibili minchiate ( es.le magliette di calderoli) hanno chiarito che ormai la lega e' solo ancillare a berlusconi...
    Essa ha la sola funzione di intercettare quella parte piu retriva dell' elettorato "destro" ancora ostile al "mondialismo" .. ma solo per portare quei voti al "mondialista" berlusconi..

    In aggiunta gli viene anche concesso di spolverare periodicamente un po' di "padanismo" totalmente sterile, giusto per tenersi ( e portare a berlusconi ..) quella parte dell' elettorato militante che nel 1999 rimase leghista invece di votare direttamente il berlusca come tanti ex voti leghisti del '96...

    e tutta questa sceneggiata la chiamano "federalismo "... con un meccanismo illusorio non dissimile dalla "giustizia divina " su cui si regge la romana chiesa...
    ...una cosa che non avremo mai in questo mondo .... ma "nell' altro"
    vulgus vult decipi

  5. #15
    k21
    k21 è offline
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    10 Jan 2010
    Messaggi
    9,884
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    10

    Predefinito Rif: Medicina, scontro Veneto vs. Sud

    Citazione Originariamente Scritto da Quayag Visualizza Messaggio

    E siete sempre li che parlate e giustificate il vostro immondo comportamento,voi avete sempre ragione e gli altri sono ignoranti.

    Sai,questo paese affonderà al suono di un meridionale che incurante della merda che gli arriva al collo ci darà lezioni di civiltà.
    da scolpire nella pietra.

 

 
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Discussioni Simili

  1. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 31-03-08, 17:43
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-03-08, 14:50
  3. Risposte: 34
    Ultimo Messaggio: 07-02-06, 11:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226