User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 30
Like Tree6Likes

Discussione: Distruzione, morte e umanità Dov'è Dio e dov'è l'uomo

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Jul 2012
    Messaggi
    15,488
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    81 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Distruzione, morte e umanità Dov'è Dio e dov'è l'uomo

    l'arrampicata sugli specchi dei credenti nel Dio buono e onnipotente

    Distruzione, morte e umanità Dov'è Dio e dov'è l'uomo  | Commenti | www.avvenire.it

    ​Il giorno dei funerali delle vittime del terremoto è il momento in cui il dolore dei singoli assume una dimensione e una visibilità comunitaria, sociale. Nelle bare, che sono sempre troppe, insopportabilmente troppe, sono rinchiuse le speranze di chi è rimasto sotto le macerie e di chi da quelle macerie è uscito distrutto nei suoi sentimenti più cari.

    In modo misterioso, i veri celebranti del rito funebre sono proprio i morti: sono infatti le loro vite spezzate, la comunione che alimentavano attorno a sé, l’amore di cui si sono mostrati capaci ad aver convocato quanti li hanno amati e quanti hanno tragicamente scoperto la fragilità di ogni esistenza, la solidarietà nella comune debolezza umana. Non ci sono parole all’altezza di questi eventi: ciò che spetta a noi tutti è assumere, ciascuno con i propri limiti, la responsabilità di farsi prossimo con umiltà e nella compassione.

    Da alcuni giorni non cessano di risuonare due domande che sono un unico grido di dolore: "Perché?" e "Dio, dove sei?". Sono domande antiche come il mondo e brutalmente nuove di fronte a ogni catastrofe. Soprattutto sono domande che ciascuno sente sgorgare in sé all’improvviso, dopo che tante volte aveva potuto illudersi che riguardassero solo gli altri. Poi, più ancora che la forza delle immagini trasmesse dai media, basta l’evocazione di un luogo conosciuto, la somiglianza con un volto familiare, il ricordo di un’amicizia lontana per rendere la disgrazia vicina, nostra.

    Il "perché?" riguarda le cause del terremoto, che non sono mai solo naturali, e che dovrebbero essere affrontate con lucidità e serietà nell’immediato, ma ancor più nelle fasi successive, per dare non una risposta ma un fine a questo "perché" e renderlo un "affinché", così che il "mai più!" non risuoni come generica promessa, reiterata in modo scandalosamente inutile a ogni sciagura.

    "Dio, dove sei?" invece è l’interrogativo che scuote la nostra fede nel Dio narratoci da suo figlio Gesù: un Padre che non castiga né punisce, ma che perdona, resta misericordioso e invita tutti a non peccare più. È l’antica domanda rilanciata da Voltaire dopo il terremoto di Lisbona del 1755: «O Dio è onnipotente, e allora è cattivo, oppure Dio è impotente, e allora non è il Dio in cui gli uomini credono».

    Eppure tutta la tradizione spirituale ebraica e cristiana, ci dice che Dio non è lontano, è con le vittime, accanto a loro, in qualche misura partecipa alle sofferenze umane e accompagna silenziosamente ciascuna di loro per abbracciarla al di là della morte e darle quella vita promessa che è stata contraddetta e negata nella storia. Dio è misericordioso, compassionevole, fedele nell’amore: egli ci accompagna senza mai abbandonarci, anche se il male, la sofferenza e la morte restano un enigma che solo a fatica, grazie alla fede e a Gesù Cristo, può diventare mistero di vita.

    Ma chiediamoci anche: può Dio intervenire nel mondo con eventi di cui lui è protagonista senza l’azione degli uomini? Può intervenire castigando o compiendo materialmente il bene senza la cooperazione degli uomini? Oppure Dio interviene solo inviando il suo spirito nella mente e nel cuore delle persone che poi agiscono per il bene o per il male? Molti cristiani oggi sono persuasi che il mondo abbia una propria autonomia da Dio, che siamo veramente liberi e che Dio non può costringerci né con il castigo né con il premio terreno e che quindi la vera domanda da porsi è "Dov’è l’uomo?".

    Già Rousseau rispondeva in questi termini all’interrogativo di Voltaire. Sì, dov’è l’uomo con le sue responsabilità concrete nella mancata prevenzione, nella cattiva gestione del territorio, nel prevalere dell’interesse personale su quello comune? Eppure questi tragici eventi ci rivelano un duplice volto dell’essere umano: quello assente, irresponsabile, cinico che purtroppo ben conosciamo. Ma anche quello radicalmente "umano", quello della compassione, della dedizione spontanea, volontaria, del lanciarsi in soccorso di sconosciuti, dell’umanissimo piangere con gli altri, del ritrovare proprio scavando tra le macerie del dolore l’appartenenza all’unica famiglia umana che era andata smarrita. Ecco dov’è l’uomo, l’essere umano nella sua verità più profonda: lì, a mani nude e a cuore aperto, accanto al fratello, alla sorella nella disgrazia.

    Anche oggi che siamo senza parole dobbiamo ripeterci gli uni altri che l’ultima parola non è e non sarà la morte, ma la vita piena che Dio dona a tutti noi, suoi figli e figlie: l’ultima parola spetterà a Dio, nella Pasqua eterna, quando asciugherà le lacrime dai nostri occhi, distruggerà la morte e, perdonando il male da noi compiuto, trasfigurerà questa terra in terra nuova, dimora del suo Regno.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Utente cancellato
    Data Registrazione
    02 May 2006
    Messaggi
    31,626
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    454 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Re: Distruzione, morte e umanità Dov'è Dio e dov'è l'uomo

    Voltaire non sapeva rispondere. Leopardi ci provò con La ginestra, sulla scia dei materialisti e del titanismo romantico. Per Leopardi non c'era Provvidenza ma solo la Natura, per Schopenhauer l'insensatezza del mondo è data dalla Volontà, che ci spinge a volere è desiderare, e quindi vedere dei disegni, cercare un senso, anziché sfuggire al dolore insito per natura intrinseca e necessariamente non accidentalmente, nell'esistenza
    Gianky and toros like this.
    .

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Messaggi
    9,209
    Mentioned
    57 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Distruzione, morte e umanità Dov'è Dio e dov'è l'uomo

    sai Maln l'uomo si pone domande esistenziali solo quando il tetto della casa gli cade in testa . Quando tutto va bene allora mette da parte Dio e cerca di dimenticarlo in tutti modi così può fare quello che gli pare senza rimorsi di coscienza ( aborto, divorzio , coppie gay , evasione fiscali, omicidi ... ) poi quando le cose non vanno nel modo previsto allora si scopre fragile e debole ma non perde la propria superbia visto che gli vien voglia di bestemmiare .

  4. #4
    Ghibellino
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    47,882
    Mentioned
    81 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Distruzione, morte e umanità Dov'è Dio e dov'è l'uomo

    Citazione Originariamente Scritto da Lars Visualizza Messaggio
    Voltaire non sapeva rispondere. Leopardi ci provò con La ginestra, sulla scia dei materialisti e del titanismo romantico. Per Leopardi non c'era Provvidenza ma solo la Natura, per Schopenhauer l'insensatezza del mondo è data dalla Volontà, che ci spinge a volere è desiderare, e quindi vedere dei disegni, cercare un senso, anziché sfuggire al dolore insito per natura intrinseca e necessariamente non accidentalmente, nell'esistenza
    Schopenhauer è sicuramente arrivato vicino alla realtà, l'esistenza non ha senso, voler a tutti i costi cercare un senso in una cosa senza senso ci porta a cercare complesse ed astruse strutture teologiche, di cui il cristianesimo è maestro, almeno gli gnostici avevano risolto il problema addebitando tutti i mali del creato al Demiurgo. Magari avevano ragione loro.
    Se guardi troppo a lungo nell'abisso, poi l'abisso vorrà guardare dentro di te. (F. Nietzsche)

  5. #5
    Ghibellino
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    47,882
    Mentioned
    81 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Distruzione, morte e umanità Dov'è Dio e dov'è l'uomo

    Citazione Originariamente Scritto da zwirner Visualizza Messaggio
    sai Maln l'uomo si pone domande esistenziali solo quando il tetto della casa gli cade in testa . Quando tutto va bene allora mette da parte Dio e cerca di dimenticarlo in tutti modi così può fare quello che gli pare senza rimorsi di coscienza ( aborto, divorzio , coppie gay , evasione fiscali, omicidi ... ) poi quando le cose non vanno nel modo previsto allora si scopre fragile e debole ma non perde la propria superbia visto che gli vien voglia di bestemmiare .
    Mi pare che il creato lo abbia "creato" dio, almeno voi teisti sostenete questo, con chi dovremmo prendercela per un terremoto? Con il dio Vulcano?
    Se guardi troppo a lungo nell'abisso, poi l'abisso vorrà guardare dentro di te. (F. Nietzsche)

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Dec 2010
    Messaggi
    11,375
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Distruzione, morte e umanità Dov'è Dio e dov'è l'uomo

    Citazione Originariamente Scritto da Gianky Visualizza Messaggio
    Mi pare che il creato lo abbia "creato" dio, almeno voi teisti sostenete questo, con chi dovremmo prendercela per un terremoto? Con il dio Vulcano?
    Colpa nostra , non abbiamo fede e ci arrivano i terremoti , vai a medjugore e a san giovanni rotondo e non ti succede nulla , pare dico pare che lì per giunta non muoia nessuno.
    Almeno così dicono.
    Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna

  7. #7
    Forumista
    Data Registrazione
    19 Oct 2015
    Messaggi
    677
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Distruzione, morte e umanità Dov'è Dio e dov'è l'uomo

    Citazione Originariamente Scritto da Darwin Visualizza Messaggio
    Colpa nostra , non abbiamo fede e ci arrivano i terremoti , vai a medjugore e a san giovanni rotondo e non ti succede nulla , pare dico pare che lì per giunta non muoia nessuno.
    Almeno così dicono.

    E ti sbagli... che ne dici delle tragiche fine di devoti - prima e/o dopo - aver reso omaggio ai loro "relativi" santi PROTETTORI ??


    Per esempio: clamoroso fu l' incidente ferroviario ( luglio 2013 ) - che causo' 80 ( ottanta ) morti.. tra cui dei "pellegrini" diretti al santuario di Santiago di Compostela ( Spagna )..
    Eppure erano " devoti " / dunque granitica era la loro fede ( ma non è bastato ).


    A meno che non si dica.. l' insondabile disegno divino aveva PRE-visto il loro ritorno: verso la casa del "padre"...

  8. #8
    Ghibellino
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    47,882
    Mentioned
    81 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Distruzione, morte e umanità Dov'è Dio e dov'è l'uomo

    Citazione Originariamente Scritto da toros Visualizza Messaggio
    E ti sbagli... che ne dici delle tragiche fine di devoti - prima e/o dopo - aver reso omaggio ai loro "relativi" santi PROTETTORI ??


    Per esempio: clamoroso fu l' incidente ferroviario ( luglio 2013 ) - che causo' 80 ( ottanta ) morti.. tra cui dei "pellegrini" diretti al santuario di Santiago di Compostela ( Spagna )..
    Eppure erano " devoti " / dunque granitica era la loro fede ( ma non è bastato ).


    A meno che non si dica.. l' insondabile disegno divino aveva PRE-visto il loro ritorno: verso la casa del "padre"...
    Infatti, neanche i pellegrinaggi ti salvano dalle disgrazie anche se, obbiettivamente, di qualche cosa dobbiamo pur morire tutti.
    Se guardi troppo a lungo nell'abisso, poi l'abisso vorrà guardare dentro di te. (F. Nietzsche)

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Dec 2010
    Messaggi
    11,375
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Distruzione, morte e umanità Dov'è Dio e dov'è l'uomo

    Citazione Originariamente Scritto da toros Visualizza Messaggio
    E ti sbagli... che ne dici delle tragiche fine di devoti - prima e/o dopo - aver reso omaggio ai loro "relativi" santi PROTETTORI ??


    Per esempio: clamoroso fu l' incidente ferroviario ( luglio 2013 ) - che causo' 80 ( ottanta ) morti.. tra cui dei "pellegrini" diretti al santuario di Santiago di Compostela ( Spagna )..
    Eppure erano " devoti " / dunque granitica era la loro fede ( ma non è bastato ).


    A meno che non si dica.. l' insondabile disegno divino aveva PRE-visto il loro ritorno: verso la casa del "padre"...
    Poco credenti e come ha detto zwirner per assisi si pregherà poco a santiago di compostela , ora sono più trend altre località almeno fino alla prossima disgrazia
    Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna

  10. #10
    Forumista
    Data Registrazione
    19 Oct 2015
    Messaggi
    677
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Distruzione, morte e umanità Dov'è Dio e dov'è l'uomo

    Citazione Originariamente Scritto da zwirner Visualizza Messaggio
    sai Maln l'uomo si pone domande esistenziali solo quando il tetto della casa gli cade in testa . Quando tutto va bene allora mette da parte Dio e cerca di dimenticarlo in tutti modi così può fare quello che gli pare senza rimorsi di coscienza ( aborto, divorzio , coppie gay , evasione fiscali, omicidi ... ) poi quando le cose non vanno nel modo previsto allora si scopre fragile e debole ma non perde la propria superbia visto che gli vien voglia di bestemmiare .

    Quando succedono eventi sconvolgenti: dove Egli" è / cosa fa / quel (sedicente) dioMono-teista ??
    ( Semmai è "presente" ).


    Ora il dubbio della "sua" esistenza e sua conseguente Assoluta quanto osannata Bonta', espressione del "suo" sconfinato Amore per le "sue" creature, è stata oggetto di quella testimonianza di un correligionario del Gesu' storico, Elie Wiesel, autore de: La notte.


    Egli, nel suo libro, racconta l' immane tragedia vissuta nel campo di sterminio di Buna ad opera dei cristiani teutonici.

    La centrale del Lager ando' "Kaputt" / si guasto' - ma per rappresaglia - le SS presero, a casaccio, 10 prigionieri per l' impiccagione pubblica. Tutti dovevano assistere al nefasto spettacolo. Tra questi 10 condannati c' era un ragazzino ( di 12 anni ! ).

    Ebbene a tutti si presentava l' indicibile: Tirata la corda - i 9 ( nove ) adulti morirono quasi all' istante.. con la loro lingua bluastra, gonfia in primo piano. Solo il ragazzino pendeva ancora.. Per piu' mezz'ora (!) il martire agonizzava fra la vita e la morte.

    Ad un tratto dallo schieramento dei prigionieri si levo' un angosciante grido: dov'è " questo " Dio ??

    Terrificante la risposta di un altro prigioniero: Dio è APPESO li', a quella forca !!


    Cosi' sulle tante e tante tragedie della storia che hanno insanguinato la terra.. lo scomodo teologo H. Kueng ( inviso al Sinedrio della croce per aver pubblicamente contestato-criticato lo stravagante dogma dell' infallibilita' del vicario del dioTrinitario.. ) rimarca quell' inspiegabile "assenza" di "quel dio".
    E sconsolato egli evidenzia tale Imbarazzante "assenza" con quel 3 volte: Tace, tace, tace !!


    Egli ( semmai c'è ) è sfuggente, indifferente, assente, insensibile, staccato, Lontano - altro che Provvidente e sempre "presente".

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Correlati:

Discussioni Simili

  1. Morte e distruzione
    Di gigionaz nel forum Politica Europea
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 07-05-10, 08:53
  2. 19 dicembre 1943 - Ore 13:24 - Distruzione e morte dal cielo
    Di Voce controvent nel forum Destra Radicale
    Risposte: 95
    Ultimo Messaggio: 21-12-07, 00:00
  3. Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 14-01-07, 11:02
  4. Miseria distruzione e morte
    Di Bigas nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-03-06, 20:54
  5. fame, morte, carestia e distruzione...
    Di Esmor nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 25-01-05, 02:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Clicca per votare

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225