User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Forumista junior
    Data Registrazione
    18 Aug 2016
    Località
    Rovigo (IT)
    Messaggi
    35
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Commenti alla seduta della Camera per la fiducia al governo

    Entro in ritardo nella discussione, ma spero di dare un contributo, ovviamente restando nell'ambito della grande civiltà con cui vi siete espressi finora. Vorrei riportarvi ad un livello di sintesi ancora più politico, intendendo con il termine "politico" il governo della polis, cioè di una comunità.
    Non è mia intenzione fare sfoggio gratutito di cultura: qui però serve risalire a chi ha inventato e praticato per primo il modello più difficile, ma più bello, di governo della cosa pubblica: la democrazia. Parlo naturalmente di Atene e di Temistocle.
    Lascerei perdere l'inutile dibattito se scegliere tra democrazia diretta ed indiretta. Se nelle città stato della antica Grecia era possibile immaginare una democrazia assembleare ed universale - trascurando il non piccolo dettaglio dell'esclusione delle donne e degli schiavi - in un paese di 60 milioni di abitanti, come l'Italia, completamente integrato nel processo di globalizzazione, l'unica opzione ragionevole è la democrazia rappresentativa.
    Il punto è quale democrazia? E quale rappresentatività? Ecco, rispondere a questa domanda significa scegliere il sistema elettorale. Si vuole la rappresentazione integrale delle forze politiche, anche le più piccole? Va bene il proporzionale, più o meno corretto con soglie, sbarramenti, ripartizioni di collegio o nazionali.
    Si vuole invece la governabilità? Allora si deve previlegiare un sistema maggioritario, che è "ingiusto" per sua natura, perchè premia, poco o tanto, le forze più numerose, in particolare la forza vincente: per favorire la governabilità.
    Uso il termine "forza" perchè riassume in sé i significati di partito, movimento, alleanza, coalizione. Ci si può confrontare per notti intere sul significato di rappresentanza e/o di governabilità, ognuno con le sue giuste ragioni, perché qual si voglia sistema elettorale è inevitabilmente criticabile, perché non esiste e non può esistere il modello perfetto.
    Ma dalla necessità di scegliere non si scappa e quelli che ipotizzano premi sì, ma parziali e non finalizzati ad evitare coalizioni troppo vaste, decidono di non scegliere, determinando sia un effetto di scarsa rappresentatività (per il premio in sé) sia di difficile governabilità (per l'esiguità del premio). Una doppia beffa!
    Ora smetto i panni del commentatore neutrale e indosso quelli del partigiano.
    La legge elettorale detta "Italicum" è piuttosto sgangherata e contradditoria ma, secondo me, ha un pregio notevole: ad urne scrutinate si saprà chi governerà per i successivi cinque anni. Con tutti i difetti che questo comporta, almeno si verificherà il fatto che il cittadino medio saprà a chi attribuire meriti o errori di chi ha governato stabilmente per un lungo periodo e, alle elezioni successive, potrà decidere con cognizione di causa.
    Ammesso che lo voglia, ma questo è un altro tema.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Super Troll
    Data Registrazione
    24 Aug 2011
    Messaggi
    54,596
    Mentioned
    249 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Camera dei deputati di POL - Seduta per la fiducia al governo(XVIII leg. III sedu

    Citazione Originariamente Scritto da Carlo Pipinato Visualizza Messaggio
    Entro in ritardo nella discussione, ma spero di dare un contributo, ovviamente restando nell'ambito della grande civiltà con cui vi siete espressi finora. Vorrei riportarvi ad un livello di sintesi ancora più politico, intendendo con il termine "politico" il governo della polis, cioè di una comunità.
    Non è mia intenzione fare sfoggio gratutito di cultura: qui però serve risalire a chi ha inventato e praticato per primo il modello più difficile, ma più bello, di governo della cosa pubblica: la democrazia. Parlo naturalmente di Atene e di Temistocle.
    Lascerei perdere l'inutile dibattito se scegliere tra democrazia diretta ed indiretta. Se nelle città stato della antica Grecia era possibile immaginare una democrazia assembleare ed universale - trascurando il non piccolo dettaglio dell'esclusione delle donne e degli schiavi - in un paese di 60 milioni di abitanti, come l'Italia, completamente integrato nel processo di globalizzazione, l'unica opzione ragionevole è la democrazia rappresentativa.
    Il punto è quale democrazia? E quale rappresentatività? Ecco, rispondere a questa domanda significa scegliere il sistema elettorale. Si vuole la rappresentazione integrale delle forze politiche, anche le più piccole? Va bene il proporzionale, più o meno corretto con soglie, sbarramenti, ripartizioni di collegio o nazionali.
    Si vuole invece la governabilità? Allora si deve previlegiare un sistema maggioritario, che è "ingiusto" per sua natura, perchè premia, poco o tanto, le forze più numerose, in particolare la forza vincente: per favorire la governabilità.
    Uso il termine "forza" perchè riassume in sé i significati di partito, movimento, alleanza, coalizione. Ci si può confrontare per notti intere sul significato di rappresentanza e/o di governabilità, ognuno con le sue giuste ragioni, perché qual si voglia sistema elettorale è inevitabilmente criticabile, perché non esiste e non può esistere il modello perfetto.
    Ma dalla necessità di scegliere non si scappa e quelli che ipotizzano premi sì, ma parziali e non finalizzati ad evitare coalizioni troppo vaste, decidono di non scegliere, determinando sia un effetto di scarsa rappresentatività (per il premio in sé) sia di difficile governabilità (per l'esiguità del premio). Una doppia beffa!
    Ora smetto i panni del commentatore neutrale e indosso quelli del partigiano.
    La legge elettorale detta "Italicum" è piuttosto sgangherata e contradditoria ma, secondo me, ha un pregio notevole: ad urne scrutinate si saprà chi governerà per i successivi cinque anni. Con tutti i difetti che questo comporta, almeno si verificherà il fatto che il cittadino medio saprà a chi attribuire meriti o errori di chi ha governato stabilmente per un lungo periodo e, alle elezioni successive, potrà decidere con cognizione di causa.
    Ammesso che lo voglia, ma questo è un altro tema.


    Hai posto l'accento su un quesito che reputo di importanza fondamentale.
    Quali conseguenze affronterà chi ha dimostrato di governare male (per incapacità, per mala fede, per menefreghismo, per superficialità o altro) oltre alla mancata rielezione?
    Cioè, eventuali danni causati dalla cattiva gestione del bene pubblico verranno addebitati a chi li ha provocati o resteranno a carico di chi li ha subiti?
    "I carnefici hanno bisogno di urlare per imporre le proprie menzogne!
    Alle vittime basta il silenzio perchè ad esse apprtiene la verità!"

  3. #3
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    51,946
    Mentioned
    870 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)

    Predefinito Re: Commenti alla seduta della Camera per la fiducia al governo

    Caro @Carlo Pipinato vedo che sei un nuovo forumista e anzitutto ti dò il benvenuto sul forum . Devo però anche farti una leggera osservazione. Mi fa piacere che tu da esterno voglia partecipare al dibattito della Camera (è una cosa che incoraggiamo)ma il dibattito nel thread della Camera dei deputati di POL (il parlamento virtuale) è riservato solo ai forumisti che sono stati eletti al parlamento virtuale di POl alle ultime elezioni del forum
    Naturalmente però sei libero di partecipare commentando e discutendo al esterno di quel thread

  4. #4
    Forumista junior
    Data Registrazione
    18 Aug 2016
    Località
    Rovigo (IT)
    Messaggi
    35
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Commenti alla seduta della Camera per la fiducia al governo

    Ops!
    Chiedo scusa.
    Non ho capito come funziona lo strumento e ignoro totalmente il contesto del blog.

  5. #5
    Forumista junior
    Data Registrazione
    18 Aug 2016
    Località
    Rovigo (IT)
    Messaggi
    35
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Camera dei deputati di POL - Seduta per la fiducia al governo(XVIII leg. III sedu

    Nessuna conseguenza se non quelle previste dalla legge vigente.

  6. #6
    Super Troll
    Data Registrazione
    24 Aug 2011
    Messaggi
    54,596
    Mentioned
    249 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Camera dei deputati di POL - Seduta per la fiducia al governo(XVIII leg. III sedu

    Citazione Originariamente Scritto da Carlo Pipinato Visualizza Messaggio
    Nessuna conseguenza se non quelle previste dalla legge vigente.

    Se la legge vigente non tutela a sufficienza le vittime (potenziali o reali) di un abuso di autorità nella gestione della cosa pubblica questa va cambiata o riconosciuta come ingiusta.
    "I carnefici hanno bisogno di urlare per imporre le proprie menzogne!
    Alle vittime basta il silenzio perchè ad esse apprtiene la verità!"

 

 

Discussioni Simili

  1. Commenti alla II Seduta della Camera dei Deputati di POL
    Di Antonio Banderas nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 01-08-15, 14:35
  2. Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 08-07-14, 23:06
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-11-11, 14:22
  4. Risposte: 83
    Ultimo Messaggio: 09-12-10, 18:27
  5. Commenti alla II seduta della camera di Pir
    Di Frankie D. nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 34
    Ultimo Messaggio: 16-02-10, 19:56

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226