User Tag List

Risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Un invenzione del medioevo: l'Università

  1. #1
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    51,684
    Mentioned
    834 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)

    Predefinito Un invenzione del medioevo: l'Università

    L’Università è una delle grandi “invenzioni” del Medioevo , un epoca che contrariamente al luogo comune sui "secoli bui" a partire dal epoca comunale fu paradossalmente una delle piu innovative. La fondazione delle Università fu determinata dal risveglio della vita cittadina e dall’accresciuta domanda di cultura da parte dei protagonisti delle attività economiche.
    Diversi appartenenti al clero cominciarono a tenere lectiones magistrales in cui si discuteva prevalentemente di filosofia aristotelica, la parte più sistematizzata del sapere dell'antichità. Questo fenomeno si diffuse rapidamente in Europa, acquistando ben presto il carattere di vere e proprie riunioni assembleari, tanto frequentate che richiesero ben presto un'organizzazione più razionale. Esse vennero perciò regolamentate e protette da bolle imperiali e papali.
    Già alla fine del secolo XI e poi nel corso del secolo XII erano nati centri di insegnamento superiore, che nel secolo XIII ebbero licenza di rilasciare titoli di valore pubblico. Questi centri assumevano il nome di Studium (Studio) o di Studium generale (cioè luogo di studi aperto a tutti) ed erano inizialmente legati a ordini religiosi, come abbazie, conventi, chiese.
    Poi nascono le Universitates, cioè grandi associazioni di studenti e di professori, dove gli insegnanti possono essere retribuiti direttamente dagli studenti, ma possono essere anche stipendiati dal Comune, come accade a Bologna, dove sorge la prima università italiana, attiva già a partire dal 1088.L’Università di Bologna nacque per iniziativa degli studenti di diritto, cui nel 1158 l’imperatore Federico Barbarossa concesse immunità e privilegi.L’altra grande Università medievale, Parigi, ebbe un primo parziale riconoscimento nel 1200, in seguito a una rivendicazione dei maestri, che volevano sottrarsi alla tutela del vescovo. L’Università inglese di Oxford si formò intorno al 1170 in seguito all’emigrazione di un gruppo di studenti da Parigi, e diede a sua volta vita, tra il 1230 e il 1240, all’Università di Cambridge.In Italia l’esempio dell’Università di Bologna e della Scuola di medicina di Salerno (già attiva alla metà dell’XI secolo, fu riconosciuta e riordinata nel 1231 per esplicita volonà dell’imperatoreFederico II) fu seguito nel 1222 da Padova, nel 1224 da Napoli, nel 1290 da Macerata, nel 1303 da Roma, nel 1308 da Perugia, nel 1343 da Pisa e da tante altre città medie e grandi. Nel 1218 viene fondata in Spagna l'Università di Salamanca, che nel corso del XVI secolo fu, con 6700 studenti, la più grande d'Europa. Da quest'università passò gran parte della cultura scientifica araba, prima di diffondersi nell'Europa centrale.Nel 1290 viene fondata l'Università di Coimbra, la prima del Portogallo. Uno dei criteri che trasforma un'istituzione accademica in università è la trasformazione da "studio particolare", cioè che rilascia titoli a nome dell'autorità locale, in "studio generale", con validità dei titoli conferiti estesa a tutto il mondo cristiano o comunque all'intera nazione in cui è situata l'università. Ad esempio da un frammento degli statuti di Camerino, redatto presumibilmente nel 1355, pare che fossero attivi corsi di diritto canonico e civile, medicina e lettere, mentre la teologia veniva insegnata nei rispettivi conventi dai lettori agostiniani e domenicani. Lo status di università viene raggiunto nel 1377 con l'attribuzione di "studio generale" da parte di papa Gregorio XI.

    Nella seconda metà del 1300 dall'Italia e dalla Spagna la cultura universitaria si diffonde verso l'Europa centrale e orientale. Nel 1348 viene fondata l'Università di Praga, nel 1364 l'Università Jagellonica a Cracovia, nel 1365 l'Università di Vienna e nel 1367 l'Università di Pécs, in Ungheria. Nel 1386 nasce la prima università nel territorio dell'attuale Germania, l'Università di Heidelberg. Nel 1434 fu istituita l'Università di Catania e nel 1506 nasce l'Università di Urbino

    Maestri e studenti godevano di «libertà e privilegi». Come ogni corporazione, infatti, l’Università poteva promulgare degli statuti per fissare la disciplina interna e stabilire le regole di funzionamento; programmi, corsi, esami, conferimenti dei gradi successivi (bacellierato, licenza, dottorato) erano liberamente decisi in ogni facoltà dall’assemblea dei maestri. L’Università organizzava anche il reciproco e fraterno aiuto fra i membri, assicurava la loro difesa e li rappresentava di fronte alle autorità esterne.
    Le Università si trovarono spesso a dover difendere anche con le armi questa loro autonomia dai Comuni ma anche e soprattutto dal potere episcopale.
    Il problema chiave era la libertà d’insegnamento: secondo la concezione tradizionale del Medioevo, la cultura era inscindibile dalla fede e doveva quindi essere sottoposta alla direzione dei vescovi, cui spettava il compito di concedere la licentia ubique docendi («licenza d’insegnare ovunque»).
    In questa lotta vinsero le Università. Decisiva nella vittoria si rivelò la compattezza dei loro membri, animati da interessi comuni e da una comune ideologia: gli universitari erano consapevoli di rappresentare una sorta di «terzo potere», il potere della cultura, che si affiancò a quello della Chiesa e delle monarchie.
    Non meno decisivo fu l’uso di strumenti di lotta come lo sciopero: per esempio a Parigi nel 1229, dopo che i soldati del re avevano ucciso due studenti durante un tumulto, le lezioni furono sospese per due anni. Per farle riprendere il re fu costretto nel 1231 a proclamare ufficialmente l’indipendenza dell’Università di Parigi e a confermarle tutta una serie di privilegi. Il fatto è che le Università portavano prestigio al sovrano e alle città che le ospitavano, e la stessa presenza degli studenti (dai tremila ai cinquemila a Parigi, circa duemila a Bologna, circa millecinquecento a Oxford) recava benefici economici non indifferrenti alla collettività.
    Ultima modifica di [email protected]; 26-09-16 alle 18:46
    Haxel likes this.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

 

 

Discussioni Simili

  1. L'invenzione dei piedy
    Di PiccolaIena nel forum Fondoscala
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 07-11-15, 22:12
  2. Invenzione e armonia
    Di labile nel forum Hdemia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-02-14, 21:58
  3. L'Università di Cambridge boicotta le università israeliane :)
    Di aprile crudele nel forum Politica Estera
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 05-06-07, 16:04
  4. zarqawi, invenzione usa
    Di james (POL) nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-06-04, 19:56
  5. Un Medioevo diverso, un Medioevo di pace
    Di Davide (POL) nel forum Storia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20-10-03, 18:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226