User Tag List

Pagina 1 di 19 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 184
Like Tree47Likes

Discussione: "Persecuzione e Sterminio" degli Omosessuali nella Germania nazionalsocialista

  1. #1
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    28 Jul 2010
    Messaggi
    29,299
    Mentioned
    821 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito "Persecuzione e Sterminio" degli Omosessuali nella Germania nazionalsocialista

    Sto scrivendo un articolo - che verrà pubblicato su Ordine Futuro - in merito alla persecuzione (e sterminio!) - nella Germania nazionalsocialista - degli omosessuali e dei Testimoni di Geova, genesi del mito e inquadramento storico... in questo post mi limiterò ad analizzare il solo aspetto inerente gli omosessuali, sono graditi interventi e puntualizzazioni, anche e soprattutto per confutare quanto da me scritto.
    Ringrazio anticipatamente per la collaborazione e taggo un'amica che è interessata alla "questione" @Malandrina

    Un capitolo particolare della "repressione nazista" è quello che riguarda il presunto "sterminio" degli omosessuali, nei confronti dei quali - secondo i soliti "antinazisti" - il Regime avrebbe provato una repulsione non solo schifiltosa, ma francamente criminale.
    Tra coloro che si sono interessati alla questione con lavori teatrali, più o meno immedesimandovisi, c'è l'ebreo Martin Sherman, regista di "Passing By" (Attraversare) scritto nel 1974 e del più famoso "Bent" (1979) presentato a Broadway con protagonista un non ancora famoso Richard Gere, in cui un detenuto di Dachau sostituisce orgogliosamente - con un outing primievo - la propria stella gialla da ebreo con un triangolo rosa da omosessuale e si getta sul reticolato, ovviamente elettrificato.
    Del tutto allucinate le dichiarazioni di Sherman al New York Times del 15 novembre 1979: "Solo quando sentii parlare a Londra, da amici gay, che almeno 250.000, quando pure non 500.000, omosessuali erano morti nei lager, mi venne in mente di scrivere tale dramma ... fu nell'agosto 1977".
    La questione "Homocaust" e l'escalation delle cifre si era già avviata nel novembre del 1973, quando sulla rivista Gay Liberator un portavoce della Chiesa Evangelica austriaca aveva sostenuto che il Terzo Reich aveva assassinato 220.000 omosessuali, nel 1975 il professor James D. Steakley (storico), usando la "fonte" precedente, aveva diffuso la notizia (nel libro "The Homosexual Emancipation Movement in Germany" edito dalla newyorkese Arno Press) che la "persecuzione" attuata dai "nazisti" nei confronti degli omosessuali aveva fatto più di 200.000 vittime, il direttore e attivista dell'American Civil Liberties Union (ACLU) - Ira Saul Glasser - commentando detto volume sul New York Times del 10 settembre 1975, aveva scritto che circa un quarto di milione di omosessuali erano stati "executed" insieme ai sei milioni di ebrei.
    Ad "approfondire" la questione, in un articolo del 1978 dal titolo "Il Genocidio Gay: dal Levitico a Hitler" pubblicato su The Gay Academy (ed. "Etc. Publications" - Palm Springs California) è stato il professor Louis Crompton: le vittime vengono ora stimate - peraltro con qualche elasticità - da 100.000 a 400.000.
    Nel 1981 gli omosessuali assassinati (anche per mezzo di camere a gas!) o comunque giunti a "nazimorte" sono "almeno 500.000" per Frank Rector, autore di "The Nazi Extermination of Homosexuals", edito dalla casa editrice ebraica newyorkese "Stern and Day", il 14 novembre 1981 il romanziere gay Gore Vidal pubblica su "The Nation" l'articolo "Some Jews and the Gays" nel quale afferma "lo si voglia o no, gli ebrei e gli omosessuali si trovano sulla stessa fragile barca" e che - come confidatogli dal collega omosessuale Christopher Isherwood "Hitler ha ucciso 600.000 omosessuali".
    Nel 1988 l'Omo-Immaginario viene confermato da Jean Boisson (autore di "Le Triangle Rose: la Déportation des Homosexuels, 1933-1945") nel dodicennio i "nazisti" - secondo il pluripremiato storico\scrittore Boisson - hanno assassinato un milione di omosessuali, verosimilmente tutti loro concittadini, il libro è tutt'ora venduto e recensito.

    In realtà, come riporta lo studioso Jack Wikoff, per violazione dell'articolo 175 del Codice Penale - che condanna non l'omosessualità in quanto tale, ma la pubblica esibizione, l'adescamento, la prostituzione e la violenza sessuale - secondo gli atti della Gestapo dal 1931 al 1944 sono stati giudicati e condannati a detenzione 50.829 individui (dei quali 665 nel 1931 e 801 nel 1932, prima cioè della "Machtergreifung" di Adolf Hitler e dei Nazionalsocialisti), cui vanno aggiunti 4.967 militari negli anni 1940-1943, per un totale di 54.330 condannati nel dodicennio "nazista", altre cifre variano da 50.000 a 63.000 sentenze.
    Per inquadrare correttamente tali dati, lo storico inglese Richard J. Ewans dell'Università di Cambridge ricorda, in "Aus Politik und Zeitgeschichte" (allegato al numero 1 del febbraio 2005 del periodico Das Parliament edito dal ministero degli Interni tedesco), che nel dodicennio 1933-1945, in Gran Bretagna - paese con una popolazione ammontante a due terzi di quella tedesca - erano stati condannati per delitti legati all'omosessualità 42.000 individui, sempre in dodici anni - dal 1953 al 1965 - sarebbero poi state condannate in Germania 100.000 persone.
    Meno di un quinto degli omosessuali condannati nella Germania Nazionalsocialista vengono inviati - dopo il carcere - nei campi di concentramento di Buchenwald, Dachau, Flossenbürg, Mauthausen, Natzweiler, Neuengamme, Ravensbrük e Sachsenhausen, pressochè tutti delinquenti recidivi, corruttori di minorenni, travestiti e prostituti.
    Nessun internato viene giustiziato o assassinato (ogni condanna a morte nei KL veniva autorizzata personalmente dall'SS-Reichsführer Heinrich Himmler, nessun omosessuale giustiziato è presente nei registri) , i due-tremila decessi (ipotizzabili) sui diecimila internati si debbono pressochè tutti alle epidemie, di tifo e di altra natura (anche di tipo venereo considerata la tipologia di soggetti internata).

    - un particolare e sentito ringraziamento al compianto amico e camerata dott. Gianantonio Valli per la paziente raccolta del materiale -
    Rachel Walling and Ringhio like this.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Buonista
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    49,635
    Mentioned
    552 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: "Persecuzione e Sterminio" degli Omosessuali nella Germania nazionalsocialista

    Grazie mille per il tag.
    Quello che mi preme sapere, però, è se sai darmi informazioni sui cosiddetti triangoli doppi, nella fattispecie il triangolo giallo sovrapposto a un triangolo rosa, che da quanto mi risulta indicava un prigioniero omosessuale ebreo.

    Posto che ritengo che all'epoca un ebreo si guardasse bene dal dichiarare apertamente la propria omosessualità, ma potrei sbagliare, quello che mi interessa chiederti è se queste persone venivano internate in quanto ebree, in quanto omosessuali o se l'essere ebreo era un aggravante dell'omosessualità o viceversa.

    Non so se sono riuscita a spiegarmi...

    Teniamoci stretti, che c'è vento forte.

    Io sono per la chirurgia etica: bisogna rifarsi il senno.

    {;,;}

  3. #3
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    28 Jul 2010
    Messaggi
    29,299
    Mentioned
    821 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: "Persecuzione e Sterminio" degli Omosessuali nella Germania nazionalsocialista

    Citazione Originariamente Scritto da Malandrina Visualizza Messaggio
    Grazie mille per il tag.
    Quello che mi preme sapere, però, è se sai darmi informazioni sui cosiddetti triangoli doppi, nella fattispecie il triangolo giallo sovrapposto a un triangolo rosa, che da quanto mi risulta indicava un prigioniero omosessuale ebreo.

    Posto che ritengo che all'epoca un ebreo si guardasse bene dal dichiarare apertamente la propria omosessualità, ma potrei sbagliare, quello che mi interessa chiederti è se queste persone venivano internate in quanto ebree, in quanto omosessuali o se l'essere ebreo era un aggravante dell'omosessualità o viceversa.

    Non so se sono riuscita a spiegarmi...
    la classificazione dei prigionieri attraverso una procedura di codifica per mezzo di contrassegni era un sistema piuttosto complesso in uso nei KL.... ad esempio, la famosa "stella gialla" era composta da due triangoli gialli sovrapposti ed identificava (non in tutti i campi) i prigionieri ebrei... la sovrapposizione di un triangolo giallo con un triangolo rosa identificava il prigioniero ebreo omosessuale, triangolo nero e triangolo giallo, prigioniero ebreo e asociale, la bordatura nera identificava i "profanatori della razza" (accusati di aver violato la "legge per la protezione del sangue"), ecc... ecc...
    In base alla documentazione consultata posso affermare che gli ebrei omosessuali venivano internati non in quanto omosessuali, ma in quanto ebrei.... l'art. 175 del codice penale tedesco non puniva l'omosessualità in quanto tale (essere omosessuale non era un crimine nella Germania Nazionalsocialista) ma i reati collegati all'omosessualità.... ne consegue che se un ebreo veniva internato a causa della sua omosessualità era un criminale recidivo che si era macchiato di crimini sessuali (adescamento e corruzione di minori in primis).
    L'identificazione di un ebreo omosessuale era normale in quanto - per evitare casi di violenza nei KL - gli omosessuali (soprattutto se effeminati o dichiarati) solitamente non venivano internati con gli altri detenuti, succede lo stesso nelle carceri italiane, in caso di arresto di un omosessuale eccessivamente effeminato, la detenzione viene attuata nei reparti protetti.... non certo fra i comuni, almeno questa dovrebbe essere la norma.
    Te l'immagini un omosessuale ebreo messo insieme a degli asociali o a delinquenti abituali detenuti per motivi di sicurezza????

  4. #4
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    28 Jul 2010
    Messaggi
    29,299
    Mentioned
    821 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: "Persecuzione e Sterminio" degli Omosessuali nella Germania nazionalsocialista

    @TheMeroving non hai qualche appunto "sterminazionista" da proporre???

    ...a breve pubblicherò il post sui TdG ... credo che lo troverai oltremodo interessante

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    27 Apr 2009
    Messaggi
    22,576
    Mentioned
    784 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: "Persecuzione e Sterminio" degli Omosessuali nella Germania nazionalsocialista

    Certo, all'epoca l'omosessualità non era ben vista in tutta Europa e quindi non mi stupisce il dato relativo alla Gran Bretagna.

    Ciò non toglie che ANCHE in Germania gli omosessuali siano stati perseguitati...

  6. #6
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    28 Jul 2010
    Messaggi
    29,299
    Mentioned
    821 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: "Persecuzione e Sterminio" degli Omosessuali nella Germania nazionalsocialista

    Citazione Originariamente Scritto da diegol22 Visualizza Messaggio
    Certo, all'epoca l'omosessualità non era ben vista in tutta Europa e quindi non mi stupisce il dato relativo alla Gran Bretagna.

    Ciò non toglie che ANCHE in Germania gli omosessuali siano stati perseguitati...
    dovresti definire cosa intendi con il termine "persecuzione"....
    l'omosessualità non era un reato nella Germania nazionalsocialista (a differenza di altri paesi "democratici")... nessun omosessuale è stato arrestato, deportato o condannato per il solo fatto di essere omosessuale... l'art. 175 sanzionava la pubblica esibizione, l'adescamento, la prostituzione e la violenza sessuale..... la mera omosessualità era tollerata.... anche se - ovviamente - stiamo parlando degli anni '30.

    P.S: ti sembrerà strano, ma anche l'Italia fascista non ha mai criminalizzato l'omosessualità.

  7. #7
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    28 Jul 2010
    Messaggi
    29,299
    Mentioned
    821 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: "Persecuzione e Sterminio" degli Omosessuali nella Germania nazionalsocialista

    @Scipione ... ecco qua... resto in attesa di graditissima confutazione


    Inviato dal mio LENNY3 utilizzando Tapatalk

  8. #8
    QUANTRILL
    Data Registrazione
    11 Feb 2010
    Località
    PULASKI - TENNESSEE
    Messaggi
    8,573
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: "Persecuzione e Sterminio" degli Omosessuali nella Germania nazionalsocialista

    beh Fantocci non è che continuando a girarci attorno eviti l'ennesima figura di merda....
    avevi scritto che l'omosessualità non era reato nel Terzo Reich,invece,Fantocci,lo era (art.175) infatti von Fritsch è stato anche processato dalla Corte Militare d'Onore presieduta dal fedmaresciallo Goring, fiancheggiato dai comandanti in capo dell'esercito e della marina.il generale Von Brauchitsch e l'ammiraglio Raeder,oltre a due giudici di carriera del supremo tribunale di guerra.,il processo fu poi sospeso dal momento che Goring e von Brauchitsch furono richiesti d'urgenza da Hitler in uno dei suoi maggiori accessi di collera ( quando 36 ore dopo Papen giunse allaCancelleria trovò ancora Hitler <<in uno stato d'animo che sconfinava con l'isterismo >>
    ( MA QUESTA E' UN ALTRA STORIA )
    E' inutile che cerchi di svicolare Fantocci....il reato nel Terzo Reich era contemplato ed era un reato penale....al contrario di quello che scrivi a cazzo senza sapere nulla del Terzo Reich, che poi se la sia sghindata questa non cancella il grave errore fatto da te scrivendo che non esisteva il reato penale !
    Tu non <cut di Terzo Reich,puoi darla da bere a qualche <cut ma te la meni con chi ne sa di storia

    <cut
    in nessun caso si è condannato un omosessuale in quanto omosessuale, tantomeno arrestato o deportato.


    Le statistiche corrette sugli arresti e sulle detenzioni degli omosessuali nella Germania nazista



    Per iniziare a stabilire le vere cifre sugli arresti e le carcerazioni nei campi di concentramento è essenziale esaminare le statistiche ufficiali del Terzo Reich.
    La tabella seguente fornisce le cifre ufficiali della Gestapo sugli individui condannati al carcere in base all’articolo 175, che è quello della legge anti-sodomia:[8]

    Anno Numero
    1931 665
    1932 801
    1933 853
    1934 948
    1935 2.106
    1936 5.320
    1937 8.271
    1938 8.562
    1939 7.614
    1940 3.773
    1941 3.735
    1942 3.963
    1943 2.218
    1944 2.000 (stima)

    (8)Queste cifre sono tratte dal testo di Johansson e Percy anzidetto, p. 251, e da The Pink Triangle: The Nazi War Against the Homosexuals, di Richard Plant (New York, Henry Holt & Co., 1986, p. 231. Entrambe queste pubblicazioni si rifanno a numerosi fonti in lingua tedesca.


    P.S.
    il punto non è quanti....
    il punto è :

    1) non ci sono stati arrestati e deportati come scrive ottusangolo ?
    2) ci sono stati arrestati e deportati come scrive Lancillotto ?

    P.S.

    questo è uno delle decine di migliaia di deportati


    In memoria di Pierre Seel, deportato omosessuale


    La copertina del libro di Pierre Seel "Io, Pierre Seel. Deportato omosessuale" (1982).

    Lo scrittore Pierre Seel (Haguenau, 16 agosto 1923 – Tolosa, 25 novembre 2005) fu l'unico omosessuale francese ad avere testimoniato a viso aperto la deportazione delle persone omosessuali ad opera del nazismo. A 17 anni fu arrestato, interrogato e torturato per due settimane dalla Gestapo. Il 13 maggio 1941 fu deportato dai tedeschi e internato nel campo di concentramento di Schirmeck, dove assistette all'esecuzione del ragazzo che amava. La sua storia è raccontata nell'autobiografia Io, Pierre Seel. Deportato omosessuale (1982). La sua testimonianza appare in Paragraph 175, il film che raccoglie le storie di uomini e donne arrestati dai nazisti per omosessualità.




    QUINDI OTTUSANGOLO

    in nessun caso si è condannato un omosessuale in quanto omosessuale, tantomeno arrestato o deportato. !!!!!!!!!!

    ma che cazzo di libri hai letto..?? che cazzo di scuole hai fatto ? Le Frattocchie....??

    ma documentati meglio ottusangolo non mi fare perdere del tempo !






    PER SALVARE LA VITA DEGLI ANIMALI, BISOGNA PRIMA ROVINARE QUELLA DEGLI AGUZZINI

    CON LA BANDIERA ROSSA MI CI PULISCO IL CULO...SEMPRE CHE IL CULO NON SI OFFENDA

  9. #9
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    28 Jul 2010
    Messaggi
    29,299
    Mentioned
    821 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: "Persecuzione e Sterminio" degli Omosessuali nella Germania nazionalsocialista

    Lancillotto cita Wikipedia, la tipica bibbia dei grafomani senza arte nè parte... e chiede a me quali libri avrei letto, senza nemmeno capire quello che scrivo.... mi fa piacere avere un così valido alleato - perché tale isterico soggetto si dimostrerà davvero un validissimo alleato - nell'esposizione della tesi.
    Ringrazio il buon Lancillotto per il suo contributo rinviando di qualche ora la mia risposta (sono fuori casa e con lo smartphone riesco a fare ben poco)

    Inviato dal mio LENNY3 utilizzando Tapatalk

  10. #10
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    28 Jul 2010
    Messaggi
    29,299
    Mentioned
    821 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: "Persecuzione e Sterminio" degli Omosessuali nella Germania nazionalsocialista

    Citazione Originariamente Scritto da Lancillotto del Lago Visualizza Messaggio
    (...)

    in nessun caso si è condannato un omosessuale in quanto omosessuale, tantomeno arrestato o deportato. !!!!!!!!!!

    ma che cazzo di libri hai letto..?? che cazzo di scuole hai fatto ? Le Frattocchie....??

    ma documentati meglio ottusangolo non mi fare perdere del tempo !
    dovresti essere tu a documentarti.... o almeno a usare un po' il cervello e a capire quello che leggi... l'omosessualità in quanto tale non costituiva reato penale, come riporta lo studioso Jack Wikoff, per violazione dell'articolo 175 del Codice Penale - che condanna non l'omosessualità in quanto tale, ma la pubblica esibizione, l'adescamento, la prostituzione e la violenza sessuale - secondo gli atti della Gestapo dal 1931 al 1944 sono stati giudicati e condannati a detenzione 50.829 individui (dei quali 665 nel 1931 e 801 nel 1932, prima cioè della "Machtergreifung" di Adolf Hitler e dei Nazionalsocialisti), cui vanno aggiunti 4.967 militari negli anni 1940-1943, per un totale di 54.330 condannati nel dodicennio "nazista", altre cifre variano da 50.000 a 63.000 sentenze.
    Detto questo.... entriamo nella mente confusa del buon Lancillotto

    Citazione Originariamente Scritto da Lancillotto del Lago Visualizza Messaggio
    (...)
    P.S.
    il punto non è quanti....
    il punto è :

    1) non ci sono stati arrestati e deportati come scrive ottusangolo ?
    2) ci sono stati arrestati e deportati come scrive Lancillotto ?
    (...)
    Stupidità o malafede??? considerato il soggetto proprenderei per la prima ipotesi
    Io non ho sostenuto che gli omosessuali non siano mai stati arrestati o deportati... ho citato cifre e dati, mi sono limitato a rilevare che l'omosessualità in quanto tale non era punita dall'art. 175.... e che non bastava essere gay per essere deportati in un campo di concentramento.
    L'art. 175 - come sicuramente il nostro amico Lancillotto non sa - non era applicato in modo omogeneo.... si distingueva esattamente come succedeva in Russia (art. 121) in 3 categorie di omosessuali: gli attivi occasionali (quelli beccati - la prima volta - a rimorchiare nei parchi contravvenendo al "buoncostume"), i gay "recuperabili" (che si erano macchiati di crimini inerenti l'omosessualità - anche recidivi - reputati non gravi) e gli "effemminati recidivi" che andavano assolutamente "rivirilizzati" con il lavoro visto che - nei fatti - non avevano mai lavorato in tutta la loro vita (en passant: sui campi Umap inventati da Guevara per i gay, c'era scritto all'entrata "Il lavoro vi farà uomini").
    Era quindi colpita con l'invio ai Lager la terza categoria, pressochè tutti delinquenti recidivi, prostituti, travestiti, stupratori e corruttori di minorenni (eravamo negli anni '30 del secolo scorso, le punizioni inflitte vanno comunque contestualizzate all'epoca in questione, l'invio in KL di lavoro era una logica conseguenza per tali soggetti).... per la seconda vi era il carcere comune e per la prima una strigliata e la segnalazione alla polizia.
    In merito allo "sterminio" degli omosessuali internati... beh.... persino il il presidente di una associazione omosessuale italiana conferma, quand'anche ce ne fosse bisogno, che non ci fu alcuno sterminio degli omosessuali, nè programmato, nè in altra forma.... posso fornire il nome, la data della dichiarazione ed il testo.
    Ovviamente gli omosessuali non erano "simpatici" ai nazionalsocialisti, questo nessuno lo mette in dubbio... ma non vi era certo un intento di pulizia etnica nei confronti dei gay: l'articolo 175 era applicato solo in Germania (inteso in senso pangermanista, ovvero anche i territori teutofoni), mentre gli altri stati conquistati mantenevano il loro codice penale.

    ...ma andiamo avanti, il buffo ed incauto Lancillotto, per dare corpo alle sue convinzioni.... cala l'asso e cita un nome che - secondo lui - dovrebbe dimostrare che gli omosessuali venivano arrestati e internati in quanto omosessuali.

    Citazione Originariamente Scritto da Lancillotto del Lago Visualizza Messaggio
    (....)
    questo è uno delle decine di migliaia di deportati


    In memoria di Pierre Seel, deportato omosessuale


    La copertina del libro di Pierre Seel "Io, Pierre Seel. Deportato omosessuale" (1982).

    Lo scrittore Pierre Seel (Haguenau, 16 agosto 1923 – Tolosa, 25 novembre 2005) fu l'unico omosessuale francese ad avere testimoniato a viso aperto la deportazione delle persone omosessuali ad opera del nazismo.
    (...)
    scopiazzando su wikipedia, l'ingenuo Lancillotto non si accorge che la stessa fonte rivela i veri motivi dell'arresto di Pierre Seel.... ma andiamo con ordine.
    La testimonianza di Seel arriva dopo 30 anni di silenzio (proprio come tanti altri "testimoni" a scoppio ritardato), l'omosessuale in questione - sposato con tre figli (!!!) - ha tenuto nascosto il suo "segreto" per tanti anni eppure ha goduto - fin dai primi anni del dopoguerra - della pensione per ex-internati (come avrebbe giustificato i motivi dell'internamento??? se i motivi fossero stati collegati alla sua omosessualità come poteva ricevere una pensione da ex-internato dopo aver nascosto il suo internamento in quanto omosessuale??? prima di elargire la pensione in Francia controllavano sempre la reale permanenza del richiedente in un campo di concentramento ed i motivi dell'internamento venivano rigorosamente controllati..... tanto per fare un esempio: stupratori e pedofili internati nei KL non hanno mai ricevuto la pensione per ex-internati), il suo libro - un vero best sellers - è un coacervo di luoghi comuni sui "nazidemoni"... torture, pestaggi, ecc... ecc... tutto già visto, letto e riletto..... una testimonianza uscita in un momento decisamente molto opportuno e che è stata strumentalizzata in maniera vergognosa dalle associazioni gay francesi
    ..............ma dove sono le prove che Seel sia stato arrestato perchè omosessuale???? oltre alla sua "testimonianza" non ce ne sono..... quello che sappiamo - per certo - è che Seel apparteneva alla resistenza francese fin dall'invasione della Francia da parte dell'esercito nazionalsocialista e che è stato arrestato e deportato in un lager in quanto "partigiano"... non certo in quanto "omosessuale"... il triangolo rosa - se è stato veramente assegnato a Seel - era normale per un detenuto omosessuale.

    Citazione Originariamente Scritto da Lancillotto del Lago Visualizza Messaggio
    (...)
    ma documentati meglio ottusangolo non mi fare perdere del tempo !
    ...non credo che tu abbia perso tempo, ti ho dato spunti di approfondimento.... sulla mia "documentazione", tranquillo... ne ho fin troppa.

 

 
Pagina 1 di 19 1211 ... UltimaUltima
Correlati:

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1301
    Ultimo Messaggio: 21-10-10, 09:32
  2. "Lo sterminio degli ebrei è una leggenda"
    Di costantino nel forum Destra Radicale
    Risposte: 82
    Ultimo Messaggio: 24-10-09, 10:32
  3. Un libro sullo "sterminio degli ebrei" edito nel.....1942 !?
    Di ardimentoso nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-06-06, 08:26
  4. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 30-05-04, 21:30
  5. In ricordo degli "altri" campi di sterminio (Quelli Comunisti)
    Di pthome66 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 91
    Ultimo Messaggio: 11-04-02, 12:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Clicca per votare
Single Sign On provided by vBSSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225