Per chi dice che voto NO per odio sociale, per ignoranza, per far cadere il governo Renzi.
Per chi dice che voto NO perchè sono un berluscones, un grullo, un grezzo leghista, un fascista e altro
Ecco perchè voto NO al referendum costituzionale.

""""""" PER EVITARE CHE L'ITALIA DIVENTI COME GLI USA IN QUESTO MOMENTO""""""""""""""
Tradotto;
Un presidente del consiglio che con il 20-40,01% dell'elettorato attivo su un 60-70% dell'elettorato che ha votato realmente governi con la MAGGIORANZA ASSOLUTA dei deputati della camera.
Oltre a questa già maggioranza si aggiugono i deputati che, INCIUCIANDO, salgono sul carro del Presidente vincitore grazie al ballottaggio minando ulteriormente un' opposizione già limitata nei numeri .
Il NUOVO SENATO non può sfiduciare il Presidente del Consiglio, non può entare nel merito delle nuove leggi ordinarie. Può solo dare consigli alla camera che poi non è tenuta a prendere consigli.
Quindi il nuovo Presidente del Consiglio governa senza contrappesi.
Oltre a questo, la nuova riforma costituzionale, oltre a togliere poteri politici alle Regioni e abolendo solo il potere politico delle provincie ELIMINA OGNI CONTROLLO INTEREMDIO POLITICO LASCIANDO PROPRIO TUTTO IL POTERE NELLE MANI DI UN SINGOLO UOMO E DI UN SINGOLO PARTITO.
Infine non mi piace che il mio sindaco o il mio delegato regionale vada al Senato a Roma. Questi devono rimanere in città o in assemblea regionale a lavorare per il benessere e il bene dei cittadini che li hanno votato.
Non meno preoccupante trovo che questo nuovo Senato possa cambiare composizione politica ogni qual volta ci sia un elezione comunale o Regione. Che controllo puo' esercitareun Senato che cambia in media ogni 2 anni?


Il mio sindaco e il mio delegato regionale inviati al senato li vorrei vedere a rappresentarmi nelle mia città o nella mia regione.
Inoltre non vedo più i contarppesi politici siadelle REGIONI sia delle Provincie abolite. Le Regioni perchè hanno toloto poteri e le provincie abolite.

Questa riforma toglie poteri alle Regioni per darli totalmente allo stato. Quindi le regioni non potranno più rappresentare e garantire l'interesse dei cittadini.