D'Alema è colui che per primo andò vicino a fare quel che ora sta facendo Renzi..
La storia dei due è molto simile, ma spero non abbia stessa sorte.
Renzi è più bravo e soprattutto non si vergogna di quello che fa. In D'Alema ha prevalso la zavorra comunista.
Se D'Alema avesse concesso il salvacondotto a Silvio nella bicamerale avremmo semipresidenzialismo e riforme da 20 anni. ( e ci saremmo liberati dello stesso Silvio vent'anni fa)
Stesso simile errore è stato fatto da Renzi, se non avess voluto stravincere con l'elezione del pdr (magari eleggendo Amato) e lasciando un salvacondotto a Silvio.. ora le riforme sarebbero state approvate a maggioranza dal parlamento senza referendum.

Detto questo è vergognoso e stupido il comportamento di una ex-classe dirigente che non mirando più a vincere, mira solo alla sopravvivenza, giocandosi anche quel ruolo futuro di "riserva della repubblica".