User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Apr 2010
    Messaggi
    3,216
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il Fatto rispolvera vecchie patacche sui brogli, già sputtanate a suo tempo

    Poiché fare sondaggi su come voteranno al referendum gli italiani all' estero è impossibile, al Fatto Quotidiano hanno pensato bene di rispolverare un paio di patacche su presunti brogli in Argentina e Australia alle elezioni del 2006, già sputtanate pochi mesi dopo quella data.
    Il motivo della mossa è chiaro: con il loro voto gli italiani all' estero nel 2013 ribaltarono il risultato a favore del M5S, consentendo al PD di diventare il partito più votato. Quindi urgeva delegittimare il voto di quei nostri connazionali, visto mai che risultino decisivi a favore del si.

    Sia i supposti brogli argentini che quelli australiani, furono denunciati da due candidati del Csx contro altrettanti candidati della stessa coalizione. Quindi, se veri, la coalizione avversa non fu in alcun modo danneggiata. Il Giornale promise di pubblicare di li a poco un video che provava i brogli in SudAmerica, ma ancora lo stiamo aspettando.
    Per quelli australiani invece un video usci, ma si rivelò la prova provata che si trattava di una bufala. Perché le schede che una mano anonima stava votando, erano chiaramente delle fotocopie non quelle originali.

    Travaglio e soci hanno una fifa matta che la riforma venga approvata, ecco perché le stanno provando tutte. Fino al punto di spacciare per buone vecchie patacche.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Super Troll
    Data Registrazione
    22 Sep 2009
    Località
    scomparsa
    Messaggi
    92,288
    Inserzioni Blog
    5
    Mentioned
    469 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Re: Il Fatto rispolvera vecchie patacche sui brogli, già sputtanate a suo tempo

    Referendum e rischio brogli: ecco come funziona il voto all?estero



    Pubblicato il:
    15 novembre 2016

    Domenico Camodeca - Esperto di Politica






    Vota la news 0 voti
    Referendum e rischio brogli: ecco come funziona il voto all’estero

    Il sistema di voto che interessa oltre 4 milioni di italiani residenti all’estero, gestito dalle ambasciate e non dal Viminale, sarebbe a rischio.


    La lettera spedita da Renzi agli italiani all'estero Pubblicità





    “In tutto il mondo si sono riscontrate difficoltà e irregolarità in ogni occasione, plichi elettorali mai arrivati o arrivati a destinazioni errate, schede elettorali inviate persino a persone decedute”. Autore di questa denuncia circa i possibili brogli sul voto all’estero nel #referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre è Flavio Bellinato, coordinatore del #Maie (Movimento associativo degli italiani all’estero) a Santo Domingo. Ma l’allarme #brogli non arriva solo da Bellinato, anche perché sono innumerevoli gli episodi del passato che confermano il rischio di irregolarità (uno su tutti, il caso del senatore Nicola Di Girolamo, eletto in Europa e poi arrestato per ‘ndrangheta). Ma vediamo come funziona nel dettaglio il voto dei connazionali residenti oltreconfine.
    Come funziona il voto all’estero

    Contrariamente a quanto accade in Italia, dove è il ministero dell’Interno a farsi carico dell’organizzazione e del controllo della regolarità delle operazioni elettorali, gli italiani all’estero devono contare sull’impegno, oltre che sulla buona fede, di ambasciate e consolati sparsi per il mondo. Spetta agli uffici diplomatici, infatti, distribuire i plichi elettorali nelle circoscrizioni estere. Il problema è che le stesse ambasciate hanno il gravoso compito di scegliere quali stamperie dovranno stampare le schede elettorali e chi dovrà distribuirle sul territorio. Il tutto, ovviamente, senza lo svolgimento di un bando di gara, ma per chiamata diretta, sulla fiducia. Le operazioni di distribuzione hanno avuto inizio martedì scorso, 8 novembre, e gli elettori avranno tempo, nel caso del referendum costituzionale, fino alle ore 16 del 1 dicembre per rispedire la busta contenente la scheda al rispettivo ufficio diplomatico.
    ADVERTISING
    Nessuna lealtà è dovuta ad un traditore

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Apr 2010
    Messaggi
    3,216
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il Fatto rispolvera vecchie patacche sui brogli, già sputtanate a suo tempo

    Citazione Originariamente Scritto da adry571 Visualizza Messaggio
    Referendum e rischio brogli: ecco come funziona il voto all?estero



    Pubblicato il:
    15 novembre 2016

    Domenico Camodeca - Esperto di Politica






    Vota la news 0 voti
    Referendum e rischio brogli: ecco come funziona il voto all’estero

    Il sistema di voto che interessa oltre 4 milioni di italiani residenti all’estero, gestito dalle ambasciate e non dal Viminale, sarebbe a rischio.


    La lettera spedita da Renzi agli italiani all'estero Pubblicità





    “In tutto il mondo si sono riscontrate difficoltà e irregolarità in ogni occasione, plichi elettorali mai arrivati o arrivati a destinazioni errate, schede elettorali inviate persino a persone decedute”. Autore di questa denuncia circa i possibili brogli sul voto all’estero nel #referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre è Flavio Bellinato, coordinatore del #Maie (Movimento associativo degli italiani all’estero) a Santo Domingo. Ma l’allarme #brogli non arriva solo da Bellinato, anche perché sono innumerevoli gli episodi del passato che confermano il rischio di irregolarità (uno su tutti, il caso del senatore Nicola Di Girolamo, eletto in Europa e poi arrestato per ‘ndrangheta). Ma vediamo come funziona nel dettaglio il voto dei connazionali residenti oltreconfine.
    Come funziona il voto all’estero

    Contrariamente a quanto accade in Italia, dove è il ministero dell’Interno a farsi carico dell’organizzazione e del controllo della regolarità delle operazioni elettorali, gli italiani all’estero devono contare sull’impegno, oltre che sulla buona fede, di ambasciate e consolati sparsi per il mondo. Spetta agli uffici diplomatici, infatti, distribuire i plichi elettorali nelle circoscrizioni estere. Il problema è che le stesse ambasciate hanno il gravoso compito di scegliere quali stamperie dovranno stampare le schede elettorali e chi dovrà distribuirle sul territorio. Il tutto, ovviamente, senza lo svolgimento di un bando di gara, ma per chiamata diretta, sulla fiducia. Le operazioni di distribuzione hanno avuto inizio martedì scorso, 8 novembre, e gli elettori avranno tempo, nel caso del referendum costituzionale, fino alle ore 16 del 1 dicembre per rispedire la busta contenente la scheda al rispettivo ufficio diplomatico.
    ADVERTISING
    Già, SAREBBE a rischio brogli.
    Brogli come quelli argentini e australiani suppongo

 

 

Discussioni Simili

  1. E' ufficiale alle europee hanno fatto i brogli e pure di brutto!!!
    Di matteomourinho nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 92
    Ultimo Messaggio: 08-10-14, 23:23
  2. Sputtanate le ONG in Uganda.
    Di amerigodumini nel forum Politica Estera
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 22-06-12, 12:59
  3. Chi ha fatto i brogli???
    Di il Kodro nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 28-11-06, 10:08
  4. Brogli presunti: la gallina che canta ha fatto l'uovo?
    Di Catilina nel forum Repubblicani
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 14-06-06, 22:21
  5. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28-12-03, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226