User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
Like Tree1Likes
  • 1 Post By Giangufo

Discussione: Un voto per rinunciare al diritto dio votare

  1. #1
    POL
    POL è offline
    Servizio Forum
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    20,743
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Un voto per rinunciare al diritto dio votare


    Bologna, firme irregolari M5S: ecco chi ha fatto partire l’inchiesta 
    Dopo Palermo, il Movimento 5 Stelle finisce sotto inchiesta anche a Bologna per presunte firme irregolari presentate durante le Regionali 2014. Quattro gli indagati tra cui Marco Piazza. vice presidente del consiglio comunale, Stefano Negroni, dipendente del Comune e due militanti grillini Tania Fioroni e Giuseppina Maracino.
    Secondo quanto riporta l’Ansa, “ai quattro indagati è contestata la violazione dell’articolo 90 comma 2 del Dpr 570 del 1960. Piazza sarebbe chiamato in causa in qualità di ‘certificatore’, insieme ad un suo collaboratore e ad altre due persone. Tra le contestazioni, nel fascicolo del Pm Michela Guidi che ha coordinato le indagini dei Carabinieri di Vergato, c’è quella di aver autenticato firme non apposte in loro presenza oppure in luogo diverso rispetto al requisito di territorialità, oppure in mancanza della qualità del pubblico ufficiale”.
    Firme irregolari M5S, da dove nasce l’inchiesta

    L’inchiesta nasce dall’esposto presentato da due ex del Movimento, Stefano Adani e Paolo Pasquino, pochi giorni dopo le regionali. “L’indagine – scrive il Resto del Carlino era partita già due anni fa con oltre mille persone ascoltate. A fine ottobre era già emerso come potessero esserci già alcuni indagati, mentre fino a oggi la Procura aveva proceduto contro ignoti”.
    Stefano Negroni, attivista grillino indagato, si dice “meravigliato”. “Sono meravigliato. Mi sono sempre fidato di chi ha preparato i moduli quando li ho portati in tribunale, se ce ne fossero stati di dubbi avrei avuto tutti gli elementi per toglierli e mettercene altri. Ci vorrà un minimo di dolo per fare un reato. Ho fatto due banchetti.Se avessi saputo una cosa così… (delle firme raccolte al Circolo Massimo, ndr). Il nostro modo di raccogliere le firme è collegiale, tutti ci hanno messo le mani. Nel nostro modo di lavorare condiviso un errore ci può stare”.
    Firme irregolari M5S, Bugani difende i suoi

    Il capogruppo pentastellato Massimo Bugani, che difende il suo braccio destro Piazza, esclude eventuali irregolarità. “Mi sento di escludere che non ci fosse l’autenticatore, perché sono sempre stati presenti. Se nell’esposto è scritto che non erano presenti, mente. Penso sia facilmente dimostrabile. Se ci sono errori, se un fessacchione ha preso qualche firma a Roma (durante un evento dei 5 Stelle al Circo Massimo, ndr) si dimostrerà che sono firme vere che poi un fessacchione probabilmente le ha portate a un banchetto e infilate dentro gli altri moduli. Se è questo, penso sia risibile su 1.300 firme. Se è altro per me sarà facilmente dimostrabile che sono stati scherzetti di chi era pieno di livore per le candidature delle Regionali”


    Scritto da: Andrea Turco
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere l'articolo|
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere gli articoli di attualità|

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista junior
    Data Registrazione
    26 May 2015
    Messaggi
    19
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Un voto per rinunciare al diritto dio votare

    Come sicuramente saprete, la prospettata modifica dell'art.57 comma 1, ha ingenerato dilaganti contestazioni, sia di carattere politico sia di carattere giuridico, in quanto i nuovi senatori potranno votare vari tipi di legge (sia ordinarie, sia costituzionali) a livello nazionale, valide per tutti i cittadini; per cui, il fatto che essi siano privi del mandato elettivo popolare, in effetti, porrebbe in contrasto il nuovo art.57 comma 1, con il vecchio art.1 della Costituzione, che resta in vigore, e che sancisce che la sovranità (cioè la delega ad emanare leggi) appartiene esclusivamente al POPOLO.
    Il famoso "Representation principle"!
    Per "bypassare" tale gravissimo ostacolo, i sostenitori della riforma hanno spesso prospettato la seguente argomentazione di carattere logico-matematico, fondata su una "sorta" di proprietà transitiva:
    - i cittadini eleggono i consiglieri regionali;
    - i consiglieri regionali eleggono i senatori;
    - quindi i cittadini eleggono i senatori!

    Il che è come dire:
    - Anna ha partorito Maria;
    - Maria ha partorito Gesù:
    - Quindi Anna ha partorito Gesù.

    Il che, oltre che ad essere religiosamente un'eresia, logicamente è una vera e propria fesseria.

    Ed infatti, se i condomini dei vari edifici di Roma eleggono ciascuno il proprio amministratore di condominio, non è mica che, poi , se si riuniscono tutti insieme gli amministratori di Roma ed eleggono il Sindaco della città...si può seriamente sostenere che esso sia stato eletto dai Romani.

    Poichè anche molti componenti del partito che aveva promulgato la riforma si sono accorti che il "paralogismo" di cui sopra non reggeva, all'art.57 è stato aggiunto un ulteriore comma, in base al quale (restando fermo che ormai i cittadini non eleggono più i senatori), i consiglieri regionali, però, nell'eleggere i senatori, dovranno "conformarsi" alle scelte espresse dagli elettori per i candidati consiglieri in occasione del rinnovo dei medesimi organi (peraltro secondo modalità stabilite da una legge che ancora non esiste).
    Il che, aggiunge paradosso a paradosso, configurando una vera e propria CONTRADDIZIONE IN TERMINI!
    Sarebbe come dire che, d'ora in poi, le figlie non potranno più sposare chi vogliono loro, bensì solo i mariti decisi dai loro genitori; i quali, però, nel decidere i mariti delle figlie, dovranno "conformarsi" alle scelte espresse dalle figlie stesse.


    Ora, al riguardo circolano varie voci circa l'"ipotetica" legge, in base alle quali i cittadini potranno esprimere le proprie "scelte" (?), circa i senatori, che, poi, però, saranno i consiglieri regionali ad "eleggere"; si parla di schede elettorali multiple, di liste ecc.
    Ma, anche ammesso che si trovino contorsioni dialettiche, come, appunto, quelle che circolano, in realtà i casi sono solo due:
    a) o tali preferenze saranno meramente INDICATIVE per i consiglieri regionali, i quali, poi, <<eleggeranno>> i senatori come meglio credono in base alla loro discrezione (sia pure con i criteri fissati dalla legge);
    b) oppure tali preferenze saranno COGENTI per i consiglieri regionali, i quali, poi, saranno tenuti ad <<eleggere>> i senatori secondo le preferenze espresse dai cittadini, meramente limitandosi a raticarle alla stregua di notai (sia pure con i criteri fissati dalla legge).
    Ma anche messe così le cose, se al REFERENDUM, con il SI' passa il nuovo art.57, deve per forza essere vera la prima(a),in quanto se, io consigliere regionale, sono "costretto" ad eleggere i senatori in base alle direttive di terzi (i cittadini), in realtà non sto <<eleggendo>> nessuno, ma, come un notaio, sto meramente <<ratificando>> delle scelte altrui; ma questo non è possibile, perchè la norma costituzionale citata usa il verbo "eleggere" solo in relazione ai consiglieri e non ai cittadini... e tale verbo, sematicamente, ha un significato univoco (almeno a quanto mi risulta), e cioè, di esprimere un voto libero ed incondizionato, per scegliere determinati soggetti.
    Per cui, in base ai ragionamenti di cui sopra, una legge ordinaria non potrà più modificare la legge costituzionale, per cui (se vincerà il SI' al referendum), non c'è dubbio alcuno che, ai sensi dell'art.57 comma 1 saranno comunque i Consigli regionali ad <<ELEGGERE>> i senatori tra i propri componenti, e non più i cittadini.
    Per cui, i nuovi senatori, sebbene privi del mandato elettivo popolare, in contrasto con l'art.1 della Costituzione, che resta in vigore, e che sancisce che la sovranità (cioè la delega ad emanare leggi) appartiene esclusivamente al POPOLO, potranno votare vari tipi di legge -sia ordinarie, sia costituzionali- a livello nazionale, valide per tutti i cittadini
    Per cui, al REFERENDUM, VOTATE PURE COME VI PARE, MA RENDETEVI CONTO CHE, SE VOTATE "SI'", PRATICAMENTE STATE ESPRIMENDO UN VOTO CHE VI PRIVERA' PER SEMPRE DEL DIRITTO DI VOTO!!!
    Ed anche questo è un paradosso, che, però, possiamo evitare votando NO, e rifiutando l'"autoevirazione elettorale" !
    amaryllide likes this.

  3. #3
    Talebano
    Data Registrazione
    08 Feb 2011
    Messaggi
    7,327
    Mentioned
    21 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Commenti di esterni al forum M5s non graditi

    E' una kazzata, il Senato e la Camera hanno competenze diverse mentre qui si ragiona come se ne avessero ancora di uguali. Le leggi ordinarie e il rapporto fiduciario del governo stanno in capo alla sola Camera dei Deputati. Il Senato serve solo a tenere il raccordo con le regioni e a far valere gli interessi di queste.
    "la Le Pen col 40% avrà incassato una grande vittoria" (Candido)


 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 14-06-10, 13:52
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30-09-08, 17:19
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-04-08, 23:43
  4. Votare è un diritto-dovere, domenica 25 e lunedì 26 si vota....
    Di Alex il Rosso nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26-06-06, 08:44

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226