User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Jul 2012
    Messaggi
    16,483
    Mentioned
    97 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Carrefour a rischio multe dopo l’apertura di Capodanno

    Carrefour a rischio multe dopo l?apertura di Capodanno - Cronaca - Messaggero Veneto


    UDINE. Tutto confermato. La politica di sfiancamento messa in atto dalla grande distribuzione contro la legge regionale sulle chiusure festive è proseguita anche a Capodanno. A tenere le serrande alzate è stato il Carrefour di Tavagnacco, mentre la sede di Udine è rimasta chiusa.
    Dopo l’accertamento avvenuto ieri, ora il Comune ha 90 giorni di tempo per compilare la sanzione che può arrivare a un massimo di 20 mila euro, a seconda della metratura. Un altro segnale di tensione nei confronti della Regione, dopo le aperture dell’Aspiag (Gruppo Despar) a Santo Stefano in spregio alla legge regionale 4 del 2016.
    A questo punto sono terminate le chiusure obbligatorie in attesa del pronunciamento della Consulta sulla costituzionalità della legge (impugnata dal Governo Renzi). La sentenza è attesa per il 12 aprile, mentre le prossime chiusure imposte sono in calendario il giorno di Pasqua e il lunedì dell’Angelo, il 16 e il 17 aprile.
    Intanto è scattata la corsa all’esonero. I comuni a prevalente economia turistica poco prima di Natale sono saliti da otto (Lignano, Grado, Tarvisio, Trieste, Aquileia, Forni di Sopra, Sutrio e Rigolato) a 24.
    La Giunta ha infatti accordato lo status anche a Enemonzo, Forni Avoltri, Ravascletto, Ovaro, Tramonti di Sotto, Castelmonte, Gemona, Cividale, Comeglians, Villa Santina, Arta Terme, Malborghetto-Valbruna, Lauco, Venzone, Sauris e Claut.
    Deroghe a parte, il braccio di ferro fra grande distribuzione organizzata e Regione è iniziato il giorno di Ognissanti, il primo banco di prova della norma approvata l’8 aprile. Con una pioggia di richieste di sospensiva (24 per l’esattezza) Bennet, Despar, Billa, Pam Panorama, Limoni e La Gardenia avevano domandato al tribunale amministrativo - e ottenuto - la sospensiva delle chiusure obbligatorie.
    Decisione però rovesciata in sede di udienza, quando



    i magistrati hanno fatto marcia indietro blindando la legge regionale. Poiché la Gdo aveva impugnato semplici comunicazioni delle amministrazioni, i magistrati hanno sottolineato nelle ordinanze fotocopia che «un Comune non ha strumenti di deroga rispetto a una legge regionale». (m.z.)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Jul 2012
    Messaggi
    16,483
    Mentioned
    97 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Carrefour a rischio multe dopo l’apertura di Capodanno

    ecco la normativa friuliana. a me pare una stronzata.

    Obbligo di chiusura degli esercizi commerciali del Friuli Venezia Giulia

    Prevista il 1° novembre la prima chiusura obbligatoria degli esercizi di commercio al dettaglio in sede fissa nel Friuli Venezia Giulia.


    Dal 1° ottobre è entrata in vigore la norma prevista dalla legge regionale sul Commercio, approvata dal Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, che impone la chiusura per le seguenti dieci festività: 1 gennaio, Pasqua, lunedì dell’Angelo, 25 aprile, 1° maggio, 2 giugno, 15 agosto, 1° novembre, 25 e 26 Dicembre.
    Seppur il Governo abbia impugnato tre articoli riguardanti le aperture festive dei negozi, resta comunque la bontà dell’intero impianto della legge regionale sul Commercio approvata dal Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, considerato che dieci chiusure festive all’anno potessero essere assolutamente compatibili con il sistema del commercio in Friuli Venezia Giulia caratterizzato dalla chiusura dell’attività dei piccoli centri, creando una sorta di disparità tra questi e le altre catene di distribuzione.
    Pertanto, il 1° novembre sarà la prima chiusura obbligatoria degli esercizi commerciali del Friuli Venezia Giulia ad esclusione dei comuni classificati come località a prevalente economia turistica, nei quali gli esercenti possono determinare liberamente le giornate di chiusura degli esercizi di commercio al dettaglio in sede fissa.
    Con deliberazione della Giunta regionale, su domanda del Comune interessato, possono essere individuate ulteriori località a prevalente economia turistica, sulla base delle rilevazioni periodiche rese da PromoTurismo FVG.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-02-14, 06:50
  2. Dopo il danno la beffa: multe ai pastori bastonati a Civitavecchia
    Di Juanni Anjoy nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-02-11, 12:19
  3. Kyoto sparisce dal Dpef Rischio multe per 2,5 miliardi
    Di albertsturm nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 11-07-08, 11:01
  4. Dopo l'uragano: Iraq a rischio, Bush a rischio ?
    Di Ezechiele (POL) nel forum Politica Estera
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 02-09-05, 17:00
  5. Dopo 4 ore dall'apertura dei seggi...
    Di Peucezio (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30-01-05, 10:36

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225