User Tag List

Pagina 2 di 5 PrimaPrima 123 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 44
  1. #11
    Pleiotropic Relativism
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    portofino
    Messaggi
    7,706
     Likes dati
    1,130
     Like avuti
    2,049
    Mentioned
    202 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Femminicidio in egalia

    Citazione Originariamente Scritto da Hermes Visualizza Messaggio
    La psichiatria è pura ideologia, il concetto stesso di "malattia mentale" è un costrutto sociale normativo che cambia con le mode del momento.
    Insomma, non esageriamo in senso opposto.
    Un soggetto - in costante squilibrio psichico - potrà essere chiamato folle, pazzo o psicotico ma la sua condizione di malato non cambia in funzione della moda.
    Truth is a paradox and relativism his compass.

  2. #12
    Forum Admin
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    25,381
     Likes dati
    0
     Like avuti
    7,393
    Mentioned
    1081 Post(s)
    Tagged
    22 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: Femminicidio in egalia

    Altra cosa di cui mi rammarico è che Omega ha citato dei filosofi non so quanto a sproposito non essendo un esperto
    Qualcuno mi può aiutare in questo?

    La persona che avevo taggato su FB non ha risposto

  3. #13
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    05 Mar 2015
    Messaggi
    18,330
     Likes dati
    3,569
     Like avuti
    6,520
    Mentioned
    1121 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Femminicidio in egalia

    Citazione Originariamente Scritto da Gianluca Visualizza Messaggio
    @pedro
    @Felipe K.
    @Hermes
    @Rachel Walling
    @King Z.
    @nastenka
    @Marximiliano
    @foglia
    @Giò

    in tutto il lungo dibattito di sopra vengono fuori delle cose di notevole interesse sulle quali mi piacerebbe leggere il vostro parere

    1) questo tipo di sinistra secondo me sta usando come una clava la scienza e l'idea che la scienza sia incontestabile per portare avanti degli assiomi ideologici a loro cari.
    Vuoi dimostrare che i sessi sono un costrutto sociale in modo da troncare qualsiasi dibattito e avere ragione a prescindere?
    Crea una facoltà universitaria su quel tema, fosse anche "scienza delle merendine al formaggio" e poi dentro ci metti le cose che tu vuoi che vengano date per scientificamente assodate e il gioco è fatto. Come potete notare dalla risposta del mio amico

    come vedete il dibattito secondo loro a quel punto è chiuso.
    Finito.
    Kaputt.
    Come dice Jonathan Pie in un video "la sinistra ha vinto la battaglia culturale e non dibatte più, per questo ha perso le elezioni prima con la Brexit e poi con Trump"

    Tra l'altro è oramai noto che molte università impediscono a persone non allineate di parlare, lo stesso personaggio del video lo dice "stop banning people to speak into universities" la guerra alla libertà di parola è tipica dei regressive liberals.
    E' questo che rende la sinistra insopportabilmente saccente e peggiore dei siti di bufale.

    2) secondo questa persona la scienza nasce per risolvere problemi, invece io sapevo che nasceva da un bisogno di conoscenza. Uno dei difetti peggiori di un certo tipo di scienziati è proprio quello di innamorarsi di una teoria. Poi cita dei filosofi per dire che la scienza nel 900 è cambiata e non è più quella che dico io.
    Sarà per caso per questo che molti non si fidano più? E' solo una mia impressione o questi partono da un preconcetto e poi cercano di dimostrarlo con le buone o con le cattive forti dei "titoli" dati da queste nuove università ("tutti dottori" diceva un post molto volgare ma efficace, si ha ragione che i complottisti in rete non sono dottori ma non mi sembra che questi siano più degni di definirsi tali solo perché è stata istituita la accademia degli studi delle merendine al formaggio)

    3) questo sistema si fa forte anche delle peer review (di cui abbiamo già parlato a proposito del global warming) ma la verità è che la comunità scientifica stessa si sta interrogando su questo sistema, ne parla anche Nate Silver citando esempi inquietanti, concludendo che la scienza non è, ancora, rotta, ma che non è tutto proprio lineare...

    Science Isn?t Broken | FiveThirtyEight



    il sistema di peer review alla "black mirror" è dietro l'angolo e anzi in alcuni casi ci siamo dentro in pieno

    ci sono poi altri elementi logici di cui parlare ma la cosa che più mi ha colpito è che questo personaggio Omega fosse così convinto della sua ideologia (che lui chiama scienza) che quando gli ho detto
    "tu somministreresti ormoni femminili ai maschi per risolvere il problema del bullismo" lui non abbia fatto una piega

    vi chiedo ma quanti di voi affiderebbero i propri figli a uno così?

    Questo magari vi castra il figlio da un giorno all'altro perché ritiene che abbia fatto un atto di bullismo e dice che ha fatto così perché lo prescrive la scienza

    e allora io vi chiedo


    ma questa teoria del gender davvero non esiste e non è pericolosa?

    perchè l'inizio della discussione sembra orientato solo a quello poi pero quello che dice Omega a me pare inquietante anche più di quello che viene detto (a quanto pare) dalla chiesa


    a voi signori le conclusioni
    Ma non so se è un obiettivo della sinistra, nel senso che certe idee iniziano a circolare e poi vanno avanti in maniera trasversale...
    Dunque ho dato un'occhiata, ma non ho letto approfonditamente cmq riprendo la tua citazione di qualche post più sotto:
    Gianluca, metodi coercitivi di femminilizzazione nei maschi? sei contrario? allora... maschi e femmine hanno differenze biologiche, fisiche e sessuali, questo connota spesso delle spontanee preferenze, tuttavia sono esseri umani e l'affettività e la reciprocitá non sono maschili e femminili. la coercizione nei bambini è abuso su minore. ma anche il pensare che ci sia un maschile da non femminilizzare è coercizione e abuso su minore. i bambini maschi piangono, accarezzano, amano le coccole, vogliono aiutare le mamme (e i papà per fortuna)nelle pulizie per imitazione, non hanno remore a voler fare i ballerini, i truccatori, i parrucchieri, i cuochi. poi ci sono delle differenze che vanno sostenute e non negate ma anche se mediamente i bimbi maschi amano di più correre, rompere oggetti, non ho mai conosciuto nessuna bambina a cui non piacesse correre, e se alle bambine mediamente piacciono di più le attività riflessive, non ho mai conosciuto nessun bambino che non si soffermasse riflessivamente in attività progettuali e costruttive

    Io ragiono su quello che avviene in pratica (vedi grassetto) e credo che siamo in un momento di transizione e non riusciamo a cogliere la direzione verso cui stiamo andando.
    Da un lato siamo coscienti che la natura ci ha dotato di questo straordinario strumento di sopravvivenza e tutti i cuccioli imparano imitando. I bambini maschi e femmine iniziano la loro vita imitando la mamma perché lei, nutrendoli, è quella che ha il contatto più stretto. Via via nel tempo i maschi prenderanno come punto di riferimento il padre e le femmine la madre. Non capisco perché sia così difficile ammettere che l'identità si costruisce in parte per eredità biologica e in parte per condizionamento culturale, chiunque abbia dei figli lo capisce in maniera istintiva.
    Allo stesso tempo, proprio questo istinto di imitazione è lo strumento attraverso cui ci evolviamo, ecco perchè la diffusione di certe teorie ci preoccupa: incominciando a comportarci diversamente inneschiamo una trasformazione che procederà avanti attraverso le nuove generazioni.
    Sembra incredibile che teorie del genere possano avere una reale capacità di influenzare la maggioranza delle persone perchè quando usciamo di casa vediamo la popolazione ormai stratificata in etnie e forme culturali così diverse fra loro, per caratteristiche e per concomitanza evolutiva...una specie di goccia nell'oceano.

    Invece secondo me la confusione dei ruoli sociali è un po' a tutti i livelli e non solo con riferimento alle differenze uomo-donna, quindi la questione è più ampia e riguarda la nostra evoluzione culturale in toto. Mi sembra che ci sia una crescente deresponsabilizzazione dell'individuo implicita in questa confusione di ruoli e non so perché, ma secondo me c'entra anche la fluidità dei generi e dei ruoli: se non 'devo' esperire quel ruolo deciso dalla società, ne consegue che non sono obbligato ad assumerne le relative responsabilità. Se non sarà più importante chi fa cosa, vorrà dire che non saranno (solo) le nostre capacità fisiche a distinguerci, ma solo (principalmente) quelle mentali (?) e in un'epoca in cui stiamo vedendo l'avvento della robotica questo annullamento delle differenze sembra addirittura funzionale alla nostra organizzazione sociale futura. Ci spaventa perchè non ne vediamo lo scopo o meglio lo vediamo da miopi, ascrivendolo ad una fazione politica.
    L'importanza del nostro corpo fisico sarà sempre più subordinata a quella della mente, ma non credo che questa sia una questione politica di sinistra, bensì una trasformazione culturale molto più generalizzata e pervasiva.
    La morte significava ben poco per me. Era l'ultimo scherzo in una serie di pessimi scherzi. Charles Bukowski
    {;,;}

  4. #14
    Nazbol
    Data Registrazione
    12 Mar 2012
    Messaggi
    26,179
     Likes dati
    28,088
     Like avuti
    12,746
    Mentioned
    228 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Re: Femminicidio in egalia

    Citazione Originariamente Scritto da Amoralizzatore Visualizza Messaggio
    Insomma, non esageriamo in senso opposto.
    Un soggetto - in costante squilibrio psichico - potrà essere chiamato folle, pazzo o psicotico ma la sua condizione di malato non cambia in funzione della moda.
    Che i matti esistano ed abbiano qualcosa che non va non c'è dubbio, ma visto che non sappiamo cosa hanno di sbagliato la psichiatria può solo limitarsi a creare categorie artificiali basate sul comportamento.
    The weak crumble, are slaughtered and are erased from history while the strong, for good or for ill, survive. The strong are respected, and alliances are made with the strong, and in the end peace is made with the strong.

  5. #15
    Nazbol
    Data Registrazione
    12 Mar 2012
    Messaggi
    26,179
     Likes dati
    28,088
     Like avuti
    12,746
    Mentioned
    228 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Re: Femminicidio in egalia

    Un paio di giorni fa ho letto questo commento su reddit, riferito al fatto che a Londra sarebbe stato eliminato "ladies and gentlemen" dagli annunci sui mezzi pubblici:
    "This is good. I have friends raising their children gender-neutral or letting them to decide what gender they want to be.

    If the trains and buses try to force them into a certain identity then it can be very confusing for them. If there are gender-neutral announcements then it can be very helpful for those not raising their children without a gender, or letting their child decide what gender they want to be."

    Cioè, questi sono completamente fuori...
    The weak crumble, are slaughtered and are erased from history while the strong, for good or for ill, survive. The strong are respected, and alliances are made with the strong, and in the end peace is made with the strong.

  6. #16
    SMF
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    122,258
     Likes dati
    18,606
     Like avuti
    26,979
    Mentioned
    679 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Re: Femminicidio in egalia

    Citazione Originariamente Scritto da Gianluca Visualizza Messaggio
    @pedro
    @Felipe K.
    @Hermes
    @Rachel Walling
    @King Z.
    @nastenka
    @Marximiliano
    @foglia
    @Giò

    in tutto il lungo dibattito di sopra vengono fuori delle cose di notevole interesse sulle quali mi piacerebbe leggere il vostro parere

    1) questo tipo di sinistra secondo me sta usando come una clava la scienza e l'idea che la scienza sia incontestabile per portare avanti degli assiomi ideologici a loro cari.
    Vuoi dimostrare che i sessi sono un costrutto sociale in modo da troncare qualsiasi dibattito e avere ragione a prescindere?
    Crea una facoltà universitaria su quel tema, fosse anche "scienza delle merendine al formaggio" e poi dentro ci metti le cose che tu vuoi che vengano date per scientificamente assodate e il gioco è fatto. Come potete notare dalla risposta del mio amico

    come vedete il dibattito secondo loro a quel punto è chiuso.
    Finito.
    Kaputt.
    Come dice Jonathan Pie in un video "la sinistra ha vinto la battaglia culturale e non dibatte più, per questo ha perso le elezioni prima con la Brexit e poi con Trump"

    Tra l'altro è oramai noto che molte università impediscono a persone non allineate di parlare, lo stesso personaggio del video lo dice "stop banning people to speak into universities" la guerra alla libertà di parola è tipica dei regressive liberals.
    E' questo che rende la sinistra insopportabilmente saccente e peggiore dei siti di bufale.

    2) secondo questa persona la scienza nasce per risolvere problemi, invece io sapevo che nasceva da un bisogno di conoscenza. Uno dei difetti peggiori di un certo tipo di scienziati è proprio quello di innamorarsi di una teoria. Poi cita dei filosofi per dire che la scienza nel 900 è cambiata e non è più quella che dico io.
    Sarà per caso per questo che molti non si fidano più? E' solo una mia impressione o questi partono da un preconcetto e poi cercano di dimostrarlo con le buone o con le cattive forti dei "titoli" dati da queste nuove università ("tutti dottori" diceva un post molto volgare ma efficace, si ha ragione che i complottisti in rete non sono dottori ma non mi sembra che questi siano più degni di definirsi tali solo perché è stata istituita la accademia degli studi delle merendine al formaggio)

    3) questo sistema si fa forte anche delle peer review (di cui abbiamo già parlato a proposito del global warming) ma la verità è che la comunità scientifica stessa si sta interrogando su questo sistema, ne parla anche Nate Silver citando esempi inquietanti, concludendo che la scienza non è, ancora, rotta, ma che non è tutto proprio lineare...

    Science Isn?t Broken | FiveThirtyEight



    il sistema di peer review alla "black mirror" è dietro l'angolo e anzi in alcuni casi ci siamo dentro in pieno

    ci sono poi altri elementi logici di cui parlare ma la cosa che più mi ha colpito è che questo personaggio Omega fosse così convinto della sua ideologia (che lui chiama scienza) che quando gli ho detto
    "tu somministreresti ormoni femminili ai maschi per risolvere il problema del bullismo" lui non abbia fatto una piega

    vi chiedo ma quanti di voi affiderebbero i propri figli a uno così?

    Questo magari vi castra il figlio da un giorno all'altro perché ritiene che abbia fatto un atto di bullismo e dice che ha fatto così perché lo prescrive la scienza

    e allora io vi chiedo


    ma questa teoria del gender davvero non esiste e non è pericolosa?

    perchè l'inizio della discussione sembra orientato solo a quello poi pero quello che dice Omega a me pare inquietante anche più di quello che viene detto (a quanto pare) dalla chiesa


    a voi signori le conclusioni
    Il fatto che in un individuo risulti una discrepanza tra il sesso biologico di appartenenza e l'identità di genere percepita dal soggetto dovrebbe essere considerato un disturbo della personalità da curare, non invece un fatto normale e legittimo. Dall'esistenza di questi casi i vari alfieri della teoria del gender prendono le mosse per considerare l'essere uomo o donna dipendente dalla percezione individuale e, quindi, potenzialmente malleabile e manipolabile anziché un dato antropologico naturale innato ed innegabile, pena la creazione di squilibri enormi. Che queste teorie circolino ed abbiano anche solo la minima possibilità di venir applicate, del tutto o in parte, soprattutto in un ambito delicatissimo come quello dell'educazione dei bambini, è ovviamente un pericolo contro il quale lo Stato dovrebbe premunirsi, proteggendo le famiglie. Non ho letto tutta la discussione che hai riportato, ma penso che voler applicare il metodo matematico-sperimentale ai comportamenti umani, uscendo quindi dall'ambito di discipline come la fisica, la chimica, la biologia, ecc., per poi trarne delle direttive morali indiscutibili sia il segno di quell'ideologizzazione della scienza che il razionalismo moderno ha compiuto.
    Credere - Pregare - Obbedire - Vincere

    "Maledetto l'uomo che confida nell'uomo" (Ger 17, 5).

  7. #17
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    05 Mar 2015
    Messaggi
    18,330
     Likes dati
    3,569
     Like avuti
    6,520
    Mentioned
    1121 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Femminicidio in egalia

    Citazione Originariamente Scritto da Hermes Visualizza Messaggio
    Nessuno nega il ruolo della cultura, ma in certi circoli si nega apertamente quello della biologia (vedi Butler e il genere come performance). E si nega per pura ideologia, perchè accettarlo significa accettare che ci sono limiti al genere di società che possiamo costruire, e che l'uguaglianza completa è irraggiungibile.
    Si lo so e credo non sia veramente così importante stabilire adesso se è possibile o meno perché comunque stiamo andando in quella direzione fin dove sarà possibile spingersi. Ci sono teorie e ideologie che si contrastano a vicenda e nonostante ciò lo spazio della differenza e dei limiti netti dei ruoli si assottiglia sempre di più nel tempo, quindi nel ragionamento che facevo, secondo me la definizione dei ruoli a cui andiamo incontro veramente non è tanto quella fra uomo e donna, giovane e anziano, etc. quanto quella fra uomo e macchina come sostituta della fatica umana.

    Non sarà più importante chi debba stirare o riparare l'auto fra uomo e donna (per vincoli biologici o culturali) né ci sarà differenza fra l'utilità sociale di un vecchio e di un giovane dal punto di vista del lavoro perché lo faranno le macchine. Quindi come ci distingueremo e come organizzeremo le nostre gerarchie?
    La morte significava ben poco per me. Era l'ultimo scherzo in una serie di pessimi scherzi. Charles Bukowski
    {;,;}

  8. #18
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    19 Aug 2014
    Località
    Nel giallo della Rosa sempiterna
    Messaggi
    33,218
     Likes dati
    24,104
     Like avuti
    26,234
    Mentioned
    445 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Femminicidio in egalia

    Citazione Originariamente Scritto da Gianluca Visualizza Messaggio
    Altra cosa di cui mi rammarico è che Omega ha citato dei filosofi non so quanto a sproposito non essendo un esperto
    Qualcuno mi può aiutare in questo?

    La persona che avevo taggato su FB non ha risposto
    per popper, in polemica coi neopositivisti che pensavano astrattamente che le teorie scientifiche seguissero dall' osservazione neutrale dei fatti, la scienza non è un processo del tutto cieco e neutrale, al contrario si parte da problemi(epistemologici) e si avanzano teorie/congetture coerenti a soluzione di quei problemi, che poi vengono validate o confutate dai fatti attraverso l' esperimento, selezionando così le teorie valide e scartando quelle non valide

    questo però non toglie(e popper è chiaro in questo) che la conoscenza sia un processo a-teleologico, perché il discrimine tra le teorie che sopravvivono e quelle che vengono scartate è il riscontro empirico, senza la possibilità del riscontro empirico(l' esperimento, e quindi la falsificabilità della teoria secondo criteri oggettivi e condivisi) viene meno la demarcazione tra ciò che è scienza e ciò che non lo è

    qund propone un modello evolutivo e a-telologico di selezione in cui la teorie migliori vann avanti e quelle deboli vengono scartate

    feyerabend è epistemologicamente un anarchico, non esiste nulla di smile a un metodo scientifico ma la conoscenza progredisce grazie alla creatività degli scienziati alla prese di volta in volta con problemi concreti, ogni mezzo è valido purchè sia in qualche modo accettato e validato dalla comunità scientifica, la scienza è dunque un fenomeno politico e sociale che concorre al progresso umano

    proprio in virtù della mancanza di criteri di demarcazione chiari e oggettivi tra cosa sia conoscenza scientifica e non scientifica, feyerabend mette in guardia dal richiamarsi ad una presunta autorità della scienza nei riguardi di problemi sociali e politici e dunque dall uso ideologicamente orientato della scienza

    piaget non so bene ma tra quelli citati mi sembra quello che più si avvicina ai propositi del tuo interlocutore su fb,individua vari stadi dello sviluppo cognitivo ponendo attenzione a come vengono formarsi i concetti nei primi anni di vita e che poi verranno riutilizzati nel corso degli stadi successivi in chiave di adattamento ambientale e sociale

    ma non so in realtà quanto questo approccio possa essere orientato con una progettualità specifica in una certa direzione, tipo combattere il bullismo, qui forse servirebbe il parere di qualcuno che si occupa di queste cose, ma mi sembra che siamo in campo molto arbitrio dove vale un po' tutto e il contrario di tutto..

  9. #19
    Forum Admin
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    25,381
     Likes dati
    0
     Like avuti
    7,393
    Mentioned
    1081 Post(s)
    Tagged
    22 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: Femminicidio in egalia

    nuova discussione in arrivo

    Gianluca il fatto che esistano dei corsi di studio su queste robe getta una luce inquietante sullo stato delle nostre università. Chiunque per avere ragione fa fondare una facoltà dove personaggi alla Vannoni possano dire le loro teorie e se sei contrario sei "contro la scienza"




    Francesco Nicoli spero tu stia scherzando. lo studio delle differenze di genere, sia come variabile indipendente che come variabile dipendende, è un caposaldo della ricerca sociale fin da durkheim e weber.




    Gianluca Francesco Nicoli strano io pensavo che fosse una cosa nata in Italia e in Francia e contrastata dal papa. Mettetevi d'accordo tra voi.


    Francesco Nicoli Gianluca "tra voi" chi?
    Io sono un ricercatore universitario tenure track in una delle più importanti università Europee (Amsterdam ndr, pare che sia assegnista). Non esiste un "noi": ti sto solo facendo notare che gli studi di genere, cioè praticamente ogni studio empirico con la variabile "genere" al suo interno, esistono da oltre un secolo e sono uno dei capisaldi della scienza sociale contemporanea.
    Gianluca Francesco Nicoli e cosa dicono esattamente, sentiamo. Che non esiste il sesso biologico e che il sesso è un costrutto culturale?


    Francesco Nicoli Gianluca AHAHAHAHAAHAHAHAHhahahahahaAHAHAHAHAHAAH

    Gianluca Francesco Nicoli non hai risposto alla mia domanda. Che c'è non sei capace?


    Francesco Nicoli siete proprio ossessionati, madonnasanta. Buona permanenza, vi lascio alle vostre frustrazioni da fine impero

    Gianluca Francesco Nicoli non hai risposto ad alcuna domanda e non hai detto nemmeno cosa secondo te sarebbe scientificamente dimostrato. Hai solo vomitato arroganza supponenza e negato qualsiasi dibattito


    Francesco Nicoli non ho risposto perché non c'è nulla da rispondere: non esiste UNA teoria gender, esistono studi di genere, con centinaia di risultati empirici spesso contradditori come tutte le scienze sociali empiriche sanno essere


    Gianluca Francesco Nicoli allora quale sarebbe la teoria che secondo te sarebbe legge come la gravitazione universale al punto da non poter essere dibattuta?


    Francesco Nicoli nessuna, ovviamente: prendersela con "la teoria gender" è come prendersela con gli unicorni. E' stupido per definizione, visto che gli unicorni non esistono.




    Gianluca Francesco Nicoli questo è quello che sostieni tu. C'è gente che sostiene altre teorie e dall'alto della propria laurea in scienza del gender o come cazzo si chiama dice che oramai non si può più dibattere. Queste persone sostengono inoltre che la scienza derivi dai bisogni soggettivi degli individui e non dalla osservazione imparziale. Secondo queste persone questa nuova definizione di scienza sembra dovuta a Popper e non so quale altro filosofo pertanto non si può discutere, è come dicono loro e basta e se non sei d'accordo allora credi nelle scie chimiche.


    Francesco Nicoli che confusione.
    No, la teoria costruttivista delle preferenze sociali e della scienza è dovuta agli studi critici di Focault, mentre Popper propone una visione della scienza basata sulla possibilità di falsificazione.
    E si, discutere con chi crede alla "teoria gender" è come discutere con chi crede alle scie chimiche. Entrambe sono storpiature inverosimili di fatti reali. Come gli unicorni.


    Gianluca Francesco Nicoli forse non ci siamo capiti ma queste persone non sostengono che non esista una teoria, sostengono che sia una scienza esatta ed indiscutibile che deriva dalla necessità di combattere il bullismo visto come il male assoluto da combattere con qualsiasi mezzo e qualsiasi costo




    Francesco Nicoli si, e la marmotta che impacchettava la cioccolata.


    Gianluca Sei tu che devi esporre la tua teoria. Finora hai solo fatto professione di disprezzo ed arroganza senza dire quale sarebbe la tua teoria o il tuo credo o quello che secondo te è vero, scientificamente o meno. Cosa credi che abbia capito uno che legge questa conversazione delle tue idee? Al massimo si può dedurre quello che non pensi ma non si capisce bene perché. E questo è un tuo problema di comunicazione


    Francesco Nicoli MA IO NON HO NESSUNA TEORIA


    Francesco Nicoli siete malati.


    Gianluca E allora cosa cazzo vuoi dagli altri? Parli come se sapessi tutto di tutto e chiunque dica qualcosa lo deridi e lo insulti senza dire altro, qui l'unico malato sei tu.


    Francesco Nicoli Gianluca Borrelli quello che si fa i cacchi degli altri non sono io sei tu che vai blaterando di teorie gender che non esistono, non io io ti sto dicendo che non esistono




    Altro amico: Ma il costruttivismo non è la scienza. È uno dei suoi orientamenti teorici




    Francesco Nicoli certamente, uno tendenziamente accettato da tutti gli scienziati sociali con una visione di un processo che non sia un insieme di punti indipendenti. cioè, praticamente, tutti.
    Anche perché assumere che le preferenze (di qualsiasi tipo) non siano esogene e statiche ma siano influenzate dal contesto è, se ci pensi, una banalità talmente grande da non dover richiedere più di un minuto di pensiero.


    Gianluca Francesco Nicoli continui a non rispondere alla domanda: quale sarebbe il tuo credo, tu cosa sostieni su questo tema? Nulla? Sai solo insultare gli altri e dare fastidio? Non sai dare una opinione concreta che non sia "non è quello che pensi tu" e allora cosa sarebbe? Di che cosa stai parlando? Sei in grado di formularlo o sai solo insultare?


    Francesco Nicoli io non non ho nessun "credo" sul gender. Mi pare di averlo ripetuto fino allo sfinimento.


    Gianluca Non basta dire cosa non credi, devi dire cosa pensi tu. Ma tu saresti un insegnante? Ma cosa insegni scienza delle merendine?


    Francesco Nicoli Gianluca Borrelli te l'ho già spiegato dieci volte il mio approccio alle identità umane.
    e che tu sei troppo tonto per capirlo.


    Gianluca Non hai spiegato il resto di nulla hai solo detto "non è quello che dice la chiesa". Come se questa fosse una descrizione. Sei patetico.


    Francesco Nicoli continui a non capire. Delizioso.


    Gianluca Continui a scappare forza dillo per la 101esima volta quale sarebbe la tua visione, andiamo.


    Francesco Nicoli autocit. da una dozzina di post fa.
    "[il costruttivismo] uno tendenziamente accettato da tutti gli scienziati sociali con una visione di un processo che non sia un insieme di punti indipendenti. cioè, praticamente, tutti.
    Anche perché assumere che le preferenze (di qualsiasi tipo) non siano esogene e statiche ma siano influenzate dal contesto è, se ci pensi, una banalità talmente grande da non dover richiedere più di un minuto di pensiero."




    Gianluca Pensi di potermi prendere per il culo con una supercazzola? Ahahahah e questa roba sarebbe una spiegazione del pensiero sul tema? Ma cosa insegni? Come fare le figure da buffone? Ahahahaha


    Gianluca Troppo bella me la salvo questa ma di chi sei amico tu? C'è gente che ti tiene tra gli amici mentre vai prendendo queste mazzate in giro?


    Francesco Nicoli oh, se non capisci io non so che farci. più che spiegarti cosa è il costruttivismo cosa devo fare? normalmente mi pagano per insegnare.




    Francesco Nicoli prendere mazzate? LOL


    Francesco Nicoli Fanciullo, sparisci va che stai facendo la figura di chi non riesce a capire due righe. Lo dico per te.


    Gianluca E secondo te questa sarebbe una spiegazione? Ma come cazzo parli? Punti appesi e senza alcun ancoraggio manco a fare una esegesi. Questa so chiama supercazzola buffone.


    Francesco Nicoli si, certo.
    Buonanotte pargolo.


    Gianluca Si sì vai a raccontare supercazzole ad altri ahahahah. Una frase senza senso compiuto sarebbe una spiegazione ahahahaha analfabeta casomai ci sarai tu. Sta frase ora la riutilizzo per fare ridere un po' di gente ahahahah


    Francesco Nicoli ah. ah. ah. attento che poi ti svegli tutto sudato


    Gianluca Posso mettere il tuo nome vicino a questa memorabile frase? Se ne sei orgoglioso dovresti dire di sì.


    Francesco Nicoli ma fai quel che vuoi ti pare che sto a prenderti seriamente dopo che ho dovuto spiegarti 10 volte cosa sia il costruttivismo? i ragazzi del primo anno qui fanno meno fatica di te, e studiano in inglese.


    Gianluca Ahahahaha


    Francesco Nicoli #cheridere. Non hai capito cosa sia il costruttivismo e ne ridi anche. Spettacolo!


    Gianluca Oltretutto qui si parlava di gender non si capisce come questo leghi con il tema e con la frase "il gender non è quello che dice la chiesa". Insomma che ci fai qui con supercazzole che sono pure fuori tema? Un po' di dignità tale da non fare capire che la materia che pretendi di insegnare è fuffa non ce l'hai? No a quanto vedo. E ringrazia che non c'è qui intorno un esperto del ramo altrimenti sai come ti smerdava...


    Francesco Nicoli ma veramente non capisci cosa centra il gender con il costruttivismo?


    Gianluca no ed è assolutamente irrilevante fino a quando tu non ci metti un collegamento. Se non sai queste cose non dovresti nemmeno insegnare. Infatti anche da questo si capisce il declino dell'Università. È pieno di pippe con un pezzo di carta che vanno a fare i buffoni in giro declamando supercazzole e vantandosi del pezzo di carta.





    Francesco Nicoli Gianluca giusto, le pippe con il pezzo di carta.


    Che insegnano nelle università top al mondo, tipo dove sto io


    pensa invece sui siti webbe di seconda categoria....


    Gianluca Continua a pavoneggiarti... Universita al top del mondo e l'unica cosa che sai scrivere è una supercazzola senza costrutto e senza connessione. Tu non sei un insegnante non basta il pezzo di carta a fare un insegnante, sei solo uno che va sui social avantarsi di insegnare in una università e cerca di darsi un tono con frasi senza senso.
    Ma visto che tu mi hai dato il permesso io mi copio la conversazione e la faccio leggere in giro. Grazie per avermi regalato questo spettacolo di pavoneggiamento dimostrando al contempo una totale inettitudine didattica, malgrado il ruolo in una università prestigiosa. Grazie per tutto questo, avrei fatto fatica a fare credere che esistesse gente così...




    Francesco Nicoli vai, copia copia che poi ridiamo insieme


    Gianluca Ma certo che copio, col tuo permesso non vedo perché non dovrei


    Francesco Nicoli (e no, il fatto che tu non capisca il senso non vuol dire che la frase sia senza senso. Se io parlo con un orango e l'orango non capisce, non è colpa mia ma delle limitate capacità dell'orango d'intellegere il pensiero umano. Così per te: se non capisci la relazione tra le teorie di genere e l'approccio costruttivista, più che spiegartelo in parole povere come ho fatto non so cosa farci. A un certo punto i tuoi deficit di comprensione cessano di essere un problema mio, e diventano un problema tuo).
    vabbe, io ho riportato prima la discussione con l'altro "scienziato" che tutti avete potuto leggere.
    Se ho ben capito questi due hanno delle visioni molto diverse, ovvero entrambe ne negano l'esistenza ma mentre quello dell'altro giorno in realtà collega le idee a una azione necessaria, questo vede la cosa da un punto tangente e puramente accademico, non connesso quindi ad azioni specifiche. Almeno questo mi sembra di capire, poi ditemi voi che ne pensate.

    la mia impressione è che il soggetto di questo post abbia un po' di complessi per il fatto di essere un junior dove sta adesso (pare che sia assegnista alla università di Amsterdam) e infatti ripete più volte espressioni tipo "fanciullo" "pargolo" che sembrano un po' fuori contesto, dalle foto sembra chiaro che è più giovane di me quindi non si capisce il senso di questo tentativo di offesa (assolutamente irrilevante rispetto al contesto). Anche l'uso dell'hash tag per scrivere "che ridere" l'ho trovato puerile, mi ricorda l'uso delle "k", ma forse sono io che sono vecchio dentro...

    Questa è come dicevo la mia impressione sul personaggio, invece una cosa mi sembra chiara:
    questo non insegna, malgrado dica che insegni non credo che lo faccia davvero o se lo fa non si rende conto di non trasmettere nulla.
    Una persona con capacità didattiche crea dei collegamenti, si spiega, in modo da farsi capire da tutti non solo da chi ne sa più di lui, che è invece il modo di esprimersi di chi è abituato ad essere interrogato o ha il complesso di accreditarsi con colleghi di un livello più alto del suo. Di sicuro uno che pensa di spiegarsi parlando con frasi difficili (e tra l'altro, insisto, senza costrutto logico) deve avere perso l'abitudine a parlare con persone normali. E non vale nemmeno il discorso che insegna a laureandi perché come dice lui stesso insegna al primo anno, quindi a ragazzi di 18 anni. immaginate cosa possano capire a lezione dei ragazzi di 18 anni con frasi di questo tipo:

    "[il costruttivismo] uno tendenziamente accettato da tutti gli scienziati sociali con una visione di un processo che non sia un insieme di punti indipendenti. cioè, praticamente, tutti.
    Anche perché assumere che le preferenze (di qualsiasi tipo) non siano esogene e statiche ma siano influenzate dal contesto è, se ci pensi, una banalità talmente grande da non dover richiedere più di un minuto di pensiero."
    nella discussione non ci sono riferimenti o collegamenti o spiegazioni tra questo costruttivismo e l'argomento di cui si parlava, ovvero il "gender", se voi riuscite a trovarli fatemi sapere.
    Ho chiesto di spiegarmi questo concetto e lui come vedete pensa di averlo fatto anche in abbondanza, quindi non ha nemmeno detto "è una cosa complessa ci vuole tempo hai bisogno delle basi ecc".
    No lui dice che è una cosa che uno studente del primo anno capirebbe con un minuto di pensiero dopo questa sua esaustiva spiegazione.

    Secondo me i suoi alunni quando parla non capiscono un cazzo e pensano "vabbè dopo leggo sul libro e cerco di capire che ha detto"

    proprio oggi scrivevo questo:
    Una volta eravamo migliori come dice qualcuno lamentandosi del turpiloquio attuale. Si eravamo migliori, ma perché non esisteva ancora la religione del politically correct. Una volta eravamo migliori perché chi aveva una ideologia lo sapeva e lo diceva tranquillamente non si inventava che era un fatto scientifico assodato dagli studi del nuovo corso di laurea di scienza delle merendine al formaggio. "Tutti dottori" diceva un post polemico contro quelli che si inventano dottori in rete, e io rilancio "tutti scienziati" tutti a mostrare titoli e pezzi di carta con la parola "scienza" stuprata per chiudere ogni dibattito su temi estremamente opinabili fatti passare per verità scientifiche solo perché ne sono convinti loro e qualche altro collega che si è iscritto a queste nuove facoltà proprio perché la pensa allo stesso modo e non può che confermarne il bias.
    Se c'è stato un imbarbarimento questi pseudo scienziati autoreferenziali di ideologie fatte passare per scienza sono i principali responsabili.
    Se la gente pensa di poter fare politica meglio dei professionisti non è perché sono tutti stronzi ma perché la politica di professione è arrivata a un livello talmente basso che quasi chiunque probabilmente avrebbe potuto fare meglio.
    Siamo nell'era della de-responsabilizzazione dove la colpa è sempre di qualcun altro.

    una nota a margine: fa un cenno a siti "webbe" forse faceva riferimento a questo sito ma io non ho messo la cosa visibile sul mio profilo, o si è informato tramite amici o peggio ancora sapeva chi fossi (e da qui il bisogno di pavoneggiarsi forse), o magari è solo una coincidenza...

    una cosa è certa più si scava e più viene fuori che abbiamo dei ricercatori/"scienziati"/insegnanti di un livello che potete vedere e giudicare voi stessi...

    la didattica, la capacità di trasmettere con parole semplici che sappiano ispirare gli alunni, la maieutica, sembrano non esistere.
    Nessuno seleziona gli insegnanti in base alla capacità di insegnare e trasmettere agli altri ciò che sanno.
    Anche in questo la riforma di Renzi ha fallito: non ha centrato il cuore del problema e ha pensato solo ad aggiungere inutile burocrazia alle giornate degli insegnanti, quasi per punirli della loro inutilità senza fare il minimo sforzo per cercare di migliorarli...

  10. #20
    libero
    Data Registrazione
    22 Nov 2012
    Messaggi
    25,562
     Likes dati
    17,472
     Like avuti
    8,841
    Mentioned
    661 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Re: Femminicidio in egalia

    Caro Gianluca io ho già dato, fidati sono accecati dall'ideologia e dall'illusione.
    L'unico aspetto divertente è quando, inchiodati alla realtà, vanno in loop e si innervosiscono battendo in ritirata protetti dalle accuse di omofobia, sessismo e clericalismo.
    Che si facciano gli "studi" che vogliono (intervistando persone con disturbi di identità sessuale) ma che stiano, per quel che mi riguarda, lontani da asili e scuole frequentate da minori.
    se non ci metterai troppo io ti aspetterò tutta la vita...

 

 
Pagina 2 di 5 PrimaPrima 123 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Teoria del Gender
    Di 22gradi nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 405
    Ultimo Messaggio: 13-06-20, 12:57
  2. Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 22-08-16, 21:25
  3. Teoria gender e dintorni
    Di Erdosain nel forum Anticapitalismo, Sovranità, Socialismo
    Risposte: 72
    Ultimo Messaggio: 25-05-16, 15:40
  4. Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 22-09-15, 09:40
  5. Risposte: 284
    Ultimo Messaggio: 29-07-15, 15:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •