User Tag List

Pagina 1 di 9 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 84
Like Tree17Likes

Discussione: lavorare meno per lavorare di più

  1. #1
    Christianita
    Data Registrazione
    08 Apr 2009
    Località
    Ελευσίνα
    Messaggi
    14,811
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito lavorare meno per lavorare di più

    Lo confermerebbe i risultati di un esperimento fatto dal governo svedese. Per un anno a un gruppo di 68 infermiere che lavoravano in una casa di riposo per anziani è stato diminuito l'orario di lavoro, sei ore al posto di otto. E la conclusione, a dodici mesi di distanza, non lascia dubbi. Le 68 lavoratrici sono risultate più felici e meno stressate rispetto al gruppo di controllo, che pur svolgendo le stesse mansioni lo faceva a orario pieno. Non solo: le infermiere a sei ore al giorno hanno dimezzato le assenze per malattia, lavorando, tra l'altro con più lena ed energia svolgendo meglio le loro mansioni.

    A buttare carne al fuoco ci pensano anche i Giapponesi, famosi per essere decisamente workaholic. Secondo la ricerca la settimana cortissima, una settimana di 25 ore lavorative, l'equivalente di tre giorni feriali su cinque, è il modo migliore per rendere il massimo sul lavoro, perlomeno per chi ha dai 40 anni in su. Ai partecipanti all'esperimento è stato chiesto di svolgere una serie di test sotto pressione. Quelli che hanno lavorato 25 ore alla settimana hanno ottenuto il punteggio più alto.


    http://www.vanityfair.it/mybusiness/news/16/10/08/lavorare-di-meno-rende-meglio
    «Feared neither death nor pain,
    for this beauty;
    if harm, harm to ourselves.»
    (Ezra Pound - Canto XX, The Lotus Eaters)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    23 Dec 2014
    Messaggi
    4,527
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: lavorare meno per lavorare di più

    Facciamo un'ora al giorno, un giorno sì e un giorno no, vedremo che produttività...

  3. #3
    Socialista pragmatico
    Data Registrazione
    23 Nov 2011
    Località
    Bacino del Mediterraneo
    Messaggi
    17,272
    Mentioned
    126 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito Re: lavorare meno per lavorare di più

    Citazione Originariamente Scritto da dedelind Visualizza Messaggio
    Lo confermerebbe i risultati di un esperimento fatto dal governo svedese. Per un anno a un gruppo di 68 infermiere che lavoravano in una casa di riposo per anziani è stato diminuito l'orario di lavoro, sei ore al posto di otto. E la conclusione, a dodici mesi di distanza, non lascia dubbi. Le 68 lavoratrici sono risultate più felici e meno stressate rispetto al gruppo di controllo, che pur svolgendo le stesse mansioni lo faceva a orario pieno. Non solo: le infermiere a sei ore al giorno hanno dimezzato le assenze per malattia, lavorando, tra l'altro con più lena ed energia svolgendo meglio le loro mansioni.

    A buttare carne al fuoco ci pensano anche i Giapponesi, famosi per essere decisamente workaholic. Secondo la ricerca la settimana cortissima, una settimana di 25 ore lavorative, l'equivalente di tre giorni feriali su cinque, è il modo migliore per rendere il massimo sul lavoro, perlomeno per chi ha dai 40 anni in su. Ai partecipanti all'esperimento è stato chiesto di svolgere una serie di test sotto pressione. Quelli che hanno lavorato 25 ore alla settimana hanno ottenuto il punteggio più alto.

    http://www.vanityfair.it/mybusiness/news/16/10/08/lavorare-di-meno-rende-meglio
    Verissimo, confermo...sperimentato.
    "Il nemico principale oggi è il capitalismo sul piano economico, il liberalismo sul piano politico, l'individualismo sul piano filosofico, la borghesia sul piano sociale, e gli U.S.A. sul piano geopolitico." - A. de Benoist
    Je suis Saint-Pétersbourg

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 May 2012
    Messaggi
    11,676
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: lavorare meno per lavorare di più

    ma se non si fa riferimento anche allo stipendio manca una parte importante per la valutazione.
    fammi lavorarare la metà con lo stesso trattamento economico e sino alla prossima sperimentazione mi comporto bene anche io.
    Robert and Giulia60 like this.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 May 2012
    Messaggi
    11,676
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: lavorare meno per lavorare di più

    UN SOGNO DURATO POCO.

    E’ una delle utopie più sognate da molti. Lo slogan “lavorare meno, lavorare tutti” torna ciclicamente sui programmi elettorali nazionali e locali, viene sostenuto con forza dai sindacati, ma raramente lo si vede messo in pratica. A provarci è stata Göteborg, seconda città della Svezia, cioè uno dei Paesi dove l’attenzione al welfare e alle politiche sociali, e socialiste, è più forte.
    A Göteborg l’amministrazione di sinistra aveva lanciato un progetto pilota, riducendo a sei ore l’orario di lavoro dei dipendenti statali dell’ospizio di Svartedalen. Una scelta dettata soprattutto dal fatto che nell’ospizio lavorano in maggioranza donne, e madri, che con l’orario ridotto potevano dedicare più tempo ai figli e al riposo.
    In una prima fare l’esperimento sembrava funzionare. Le dipendenti, infatti, potevano godere di un orario ridotto, di uno stipendio decurtato solo in minima parte, e di contro si presentavano al lavoro più riposate e motivate, avendo potuto dedicare più ore a se stesse e alla famiglia. Purtroppo, però, il Comune di Göteborg con il passare del tempo si è accorto che l’utopia delle sei ore di lavoro al giorno è, appunto, un’utopia.
    Sì, perché l’amministrazione svedese ha dovuto compensare le ore in meno di lavoro dei suoi dipendenti e, per farlo, ha dovuto assumere 17 nuovi lavoratori. Da un lato una bella cosa, si riduce la disoccupazione, ma la giunta di sinistra si è accorta che le assunzioni avevano un costo. Di ben 12 milioni di corone svedesi, cioè circa 1,3 milioni di euro l’anno. Ben più di quello che risparmiava con l’orario ridotto e con il costo dei sussidi di disoccupazione sceso con le nuove assunzioni.
    Il tutto si è tradotto in un costo non sostenibile per l’amministrazione pubblica, che così ha dovuto fare retromarcia. Ad ammetterlo Daniel Bernmar, responsabile dei regolamenti e degli orari nel settore pubblico della città svedese. Fallito, dunque, l’esperimento e la Svezia – e il suo governo socialdemocratico – dovrà rivedere il sistema di solidarietà sociale in un Paese dove, causa l’immigrazione, sta crescendo il malcontento e nei sondaggi cresce il partito di destra ‘SverigeDemokraterna’.

    https://it.notizie.yahoo.com/orario-...081448943.html



  6. #6
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    08 Oct 2012
    Messaggi
    7,428
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Re: lavorare meno per lavorare di più

    Citazione Originariamente Scritto da the fool Visualizza Messaggio
    UN SOGNO DURATO POCO.

    E’ una delle utopie più sognate da molti. Lo slogan “lavorare meno, lavorare tutti” torna ciclicamente sui programmi elettorali nazionali e locali, viene sostenuto con forza dai sindacati, ma raramente lo si vede messo in pratica. A provarci è stata Göteborg, seconda città della Svezia, cioè uno dei Paesi dove l’attenzione al welfare e alle politiche sociali, e socialiste, è più forte.
    A Göteborg l’amministrazione di sinistra aveva lanciato un progetto pilota, riducendo a sei ore l’orario di lavoro dei dipendenti statali dell’ospizio di Svartedalen. Una scelta dettata soprattutto dal fatto che nell’ospizio lavorano in maggioranza donne, e madri, che con l’orario ridotto potevano dedicare più tempo ai figli e al riposo.
    In una prima fare l’esperimento sembrava funzionare. Le dipendenti, infatti, potevano godere di un orario ridotto, di uno stipendio decurtato solo in minima parte, e di contro si presentavano al lavoro più riposate e motivate, avendo potuto dedicare più ore a se stesse e alla famiglia. Purtroppo, però, il Comune di Göteborg con il passare del tempo si è accorto che l’utopia delle sei ore di lavoro al giorno è, appunto, un’utopia.
    Sì, perché l’amministrazione svedese ha dovuto compensare le ore in meno di lavoro dei suoi dipendenti e, per farlo, ha dovuto assumere 17 nuovi lavoratori. Da un lato una bella cosa, si riduce la disoccupazione, ma la giunta di sinistra si è accorta che le assunzioni avevano un costo. Di ben 12 milioni di corone svedesi, cioè circa 1,3 milioni di euro l’anno. Ben più di quello che risparmiava con l’orario ridotto e con il costo dei sussidi di disoccupazione sceso con le nuove assunzioni.
    Il tutto si è tradotto in un costo non sostenibile per l’amministrazione pubblica, che così ha dovuto fare retromarcia. Ad ammetterlo Daniel Bernmar, responsabile dei regolamenti e degli orari nel settore pubblico della città svedese. Fallito, dunque, l’esperimento e la Svezia – e il suo governo socialdemocratico – dovrà rivedere il sistema di solidarietà sociale in un Paese dove, causa l’immigrazione, sta crescendo il malcontento e nei sondaggi cresce il partito di destra ‘SverigeDemokraterna’.

    https://it.notizie.yahoo.com/orario-...081448943.html


    Come al solito, la miopia degli stolti che guardano al dito anziché la luna fanno prendere dei grossi granchi. Quando si dice che i costi per il comune sono aumentati si dice solo una mezza verità. Può essere vero che i nuovi dipendenti assunti abbiano un costo maggiore rispetto al risparmio dovuto agli inferiori sussidi di disoccupazione ed alla riduzione dell'orario. Ma ci sono altri costi che non sono stati conteggiati. Per esempio i costi della sanità. Infatti meno lavoro significa anche meno incidenti sul lavoro (perché si lavora di meno e sopratutto meglio, con una maggiore concentrazione perché si è più riposati) e meno malattie professionali. Questi costi non incidono direttamente sul comune, ma sono costi a carico della fiscalità generale. Ma poi quando i soldi mancano perché questi incidenti e malattie professionali hanno un costo per lo Stato, lo Stato poi è costretto a tagliare i soldi che invia ai comuni. Quindi l'esperimento avrebbe dovuto tenere conto anche di questo ma non lo ha fatto perché sono dei pirla che non guardano aldilà del loro naso. Pirla e Capre!
    Fuori dall'UE e fuori dalla Nato per un'area euromeditterranea socialista.

  7. #7
    Viva la piadina!!!
    Data Registrazione
    20 Nov 2009
    Località
    Miami, FL, USA
    Messaggi
    74,301
    Mentioned
    130 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: lavorare meno per lavorare di più

    Citazione Originariamente Scritto da seven77 Visualizza Messaggio
    Come al solito, la miopia degli stolti che guardano al dito anziché la luna fanno prendere dei grossi granchi. Quando si dice che i costi per il comune sono aumentati si dice solo una mezza verità. Può essere vero che i nuovi dipendenti assunti abbiano un costo maggiore rispetto al risparmio dovuto agli inferiori sussidi di disoccupazione ed alla riduzione dell'orario. Ma ci sono altri costi che non sono stati conteggiati. Per esempio i costi della sanità. Infatti meno lavoro significa anche meno incidenti sul lavoro (perché si lavora di meno e sopratutto meglio, con una maggiore concentrazione perché si è più riposati) e meno malattie professionali. Questi costi non incidono direttamente sul comune, ma sono costi a carico della fiscalità generale. Ma poi quando i soldi mancano perché questi incidenti e malattie professionali hanno un costo per lo Stato, lo Stato poi è costretto a tagliare i soldi che invia ai comuni. Quindi l'esperimento avrebbe dovuto tenere conto anche di questo ma non lo ha fatto perché sono dei pirla che non guardano aldilà del loro naso. Pirla e Capre!




    Ti dovrebbero nominare ministro dell' economia del Venezuela...


    Esattamente nell esempio in questione, quali sarebbero questi fenomenali infortuni sul lavoro che non capiterebbero piu' al personale di un ospizio in misura tale da controbilaniare le spese REALI maggiori incorse?
    Tiresia likes this.
    Globalizzazione..... si grazie.

  8. #8
    Ass. Cult. Nuova Gestapo
    Data Registrazione
    09 Sep 2009
    Località
    Mestre
    Messaggi
    5,456
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: lavorare meno per lavorare di più

    In certi casi è pure ovvio, se un impiegato ha lavoro per 2 ore, che senso ha tenerlo là per 8 ore? E poi pure lamentarsi se mette in atto azioni tese a non restare inerme sulla sedia......

  9. #9
    Ass. Cult. Nuova Gestapo
    Data Registrazione
    09 Sep 2009
    Località
    Mestre
    Messaggi
    5,456
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: lavorare meno per lavorare di più

    Citazione Originariamente Scritto da Amati75 Visualizza Messaggio
    Ti dovrebbero nominare ministro dell' economia del Venezuela...
    Esattamente nell esempio in questione, quali sarebbero questi fenomenali infortuni sul lavoro che non capiterebbero piu' al personale di un ospizio in misura tale da controbilaniare le spese REALI maggiori incorse?
    Secondo me la verità sta nel mezzo, cioè il problema rimane sempre il trade off, è giusto ridurre l'orario, ma è sbagliato lasciare i salari complessivi invariati, dovranno pur essere adeguati alla nuova condizione.
    dedelind likes this.

  10. #10
    Viva la piadina!!!
    Data Registrazione
    20 Nov 2009
    Località
    Miami, FL, USA
    Messaggi
    74,301
    Mentioned
    130 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: lavorare meno per lavorare di più

    Citazione Originariamente Scritto da Astolfo Visualizza Messaggio
    Secondo me la verità sta nel mezzo, cioè il problema rimane sempre il trade off, è giusto ridurre l'orario, ma è sbagliato lasciare i salari complessivi invariati, dovranno pur essere adeguati alla nuova condizione.
    La riduzione dell'orario avviene quando la produttivita' lo consente non quando lo decide il burocrate.
    Altro costo non "contabilizzato", l'addestramento del nuovo dipendente, il tempo necessario per l' apprendimento, i costi ed i tempi persi nell' avvicendamento da un operatore all' altro e quindi discontinuita' di produzione del prodotto/servizio ( la somma di questi), ecc ecc...
    Globalizzazione..... si grazie.

 

 
Pagina 1 di 9 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Lavorare meno, lavorare meglio, vivere di più.
    Di Kavalerists nel forum Anticapitalismo, Sovranità, Socialismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 18-05-16, 00:25
  2. La bufala del «lavorare meno, lavorare tutti»
    Di dedelind nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 57
    Ultimo Messaggio: 30-04-16, 15:11
  3. Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 24-12-08, 21:42
  4. Lavorare meno per lavorare tutti?
    Di cioppi nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 25-05-08, 00:40
  5. Lavorare meno lavorare tutti
    Di ugolupo nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 69
    Ultimo Messaggio: 15-05-06, 12:58

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Single Sign On provided by vBSSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224