User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
Like Tree4Likes
  • 1 Post By Klauss Von Grebur Paiton
  • 1 Post By Klauss Von Grebur Paiton
  • 1 Post By Klauss Von Grebur Paiton
  • 1 Post By Klauss Von Grebur Paiton

Discussione: Donald trump: L'unico che non riconosce l'accentuazione dell'effetto serra

  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    29 Apr 2015
    Messaggi
    847
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Donald trump: L'unico che non riconosce l'accentuazione dell'effetto serra


    "Donald Trump
    nega all’origine l’esistenza del riscaldamento globale, collocandosi sul fronte opposto rispetto al 97,1 per cento degli scienziati di tutto il mondo e della totalità dei capi di stato oggi al potere."


    Io non so se gli americani potevano essere più idioti di così...





    Donald Trump e il riscaldamento globale
    amaryllide likes this.
    http://entrainfantasia.blogspot.it/

    "In tempi passati alberi e uomini erano buoni amici" Hayao Miyazaki

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Pornocrate
    Data Registrazione
    04 Nov 2016
    Località
    Tuscia Laziale e Veneto Centrale
    Messaggi
    5,834
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Donald trump: L'unico che non riconosce l'accentuazione dell'effetto serra

    Ti sbagli sulla percentuale, non è affatto così.
    Nel mondo scientifico la teoria del global warming dovuto a cause umane ha molti scienziati scettici se non addirittura contrari.
    E non sono gli ultimi arrivati nel mondo accademico.
    "Se sarete quello che dovete essere, metterete fuoco in tutta l'Italia"
    Santa Caterina da Siena

  3. #3
    Forumista
    Data Registrazione
    29 Apr 2015
    Messaggi
    847
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Donald trump: L'unico che non riconosce l'accentuazione dell'effetto serra

    Citazione Originariamente Scritto da Menelik Visualizza Messaggio
    Ti sbagli sulla percentuale, non è affatto così.
    Nel mondo scientifico la teoria del global warming dovuto a cause umane ha molti scienziati scettici se non addirittura contrari.
    E non sono gli ultimi arrivati nel mondo accademico.
    Nel mondo accademico troverai chi studia il clima, l'ambiente, gli animali, la chimica, poi troverai gli ingegneri, i fisici ecc... credo che sia risaputo che in tutti i campi si stanno facendo evolvere tecnologie con impatti ambientali ridotti.
    Prima di tutto ti parlo dei campi che conosco:

    1) CHIMICA: sviluppo delle tecnologie in grado di simulare la fotositesi naturale, sviluppo di celle a combustibile, accumulatori di energia, celle solari di seconda e terza generazione, polimeri naturali e altri che sicuramente mi sto dimenticando (sono chimico)

    2) Biologia: acidificazione degli oceani che sta causando la distruzione della barriera corallina a livello mondiale. L'acidificazione degli oceani è causata dal surplus di anidride carbonica che si scioglie in acqua. L'anidride carbonica reagisce con l'acqua per dare acido carbonico. Poi hanno trovato degli orsi polari in pelle e ossa a causa delle lastre di ghiaccio che si stanno sciogliendo sempre di più, lasciando ampie zone senza iceberg. Addirittura la stima ottimistica sul momento in cui non ci sarà più ghiaccio durante l'estate al polo nord è stata sovrastimata (forse ti riferisci a questo quando dici che gli scienziati non sono in accordo tra loro ? Alcuni dicevano 2050 altri 2035...)

    Fisica: fusione nucleare, pannelli fotovoltaici, e comunque i fisici mettono e mani un pò ovunque

    Ingegneria e architettura: Tutte le case, oggi, hanno una classificazione energetica che va dalla A alla G, questa classificazione dovrebbe servire per diminuire gli sprechi di energia. ecc... ecc...

    A livello scientifico tutti fanno qualcosa per migliorare l'efficienza energetica, minizzare gli sprechi e minimizzare l'impatto ambientale dell'uomo sulla natura, potrei fare altri esempi ma mi sembra ormai superfluo.

    Usa, la scienza in marcia contro Trump: "Il negazionismo climatico minaccia il mondo" - Repubblica.it
    amaryllide likes this.
    http://entrainfantasia.blogspot.it/

    "In tempi passati alberi e uomini erano buoni amici" Hayao Miyazaki

  4. #4
    Pornocrate
    Data Registrazione
    04 Nov 2016
    Località
    Tuscia Laziale e Veneto Centrale
    Messaggi
    5,834
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Donald trump: L'unico che non riconosce l'accentuazione dell'effetto serra

    Citazione Originariamente Scritto da Klauss Von Grebur Paiton Visualizza Messaggio
    Nel mondo accademico troverai chi studia il clima, l'ambiente, gli animali, la chimica, poi troverai gli ingegneri, i fisici ecc... credo che sia risaputo che in tutti i campi si stanno facendo evolvere tecnologie con impatti ambientali ridotti.
    Prima di tutto ti parlo dei campi che conosco:

    1) CHIMICA: sviluppo delle tecnologie in grado di simulare la fotositesi naturale, sviluppo di celle a combustibile, accumulatori di energia, celle solari di seconda e terza generazione, polimeri naturali e altri che sicuramente mi sto dimenticando (sono chimico)

    2) Biologia: acidificazione degli oceani che sta causando la distruzione della barriera corallina a livello mondiale. L'acidificazione degli oceani è causata dal surplus di anidride carbonica che si scioglie in acqua. L'anidride carbonica reagisce con l'acqua per dare acido carbonico. Poi hanno trovato degli orsi polari in pelle e ossa a causa delle lastre di ghiaccio che si stanno sciogliendo sempre di più, lasciando ampie zone senza iceberg. Addirittura la stima ottimistica sul momento in cui non ci sarà più ghiaccio durante l'estate al polo nord è stata sovrastimata (forse ti riferisci a questo quando dici che gli scienziati non sono in accordo tra loro ? Alcuni dicevano 2050 altri 2035...)

    Fisica: fusione nucleare, pannelli fotovoltaici, e comunque i fisici mettono e mani un pò ovunque

    Ingegneria e architettura: Tutte le case, oggi, hanno una classificazione energetica che va dalla A alla G, questa classificazione dovrebbe servire per diminuire gli sprechi di energia. ecc... ecc...

    A livello scientifico tutti fanno qualcosa per migliorare l'efficienza energetica, minizzare gli sprechi e minimizzare l'impatto ambientale dell'uomo sulla natura, potrei fare altri esempi ma mi sembra ormai superfluo.

    Usa, la scienza in marcia contro Trump: "Il negazionismo climatico minaccia il mondo" - Repubblica.it
    Senza offesa, ma quello che hai postato sono argomenti triti e ritriti, da una generazione se ne discute senza cavare un ragno dal buco, perché nessuno ha l'evidenza che mette nero su bianco.
    In quanto alla fusione nucleare...campa cavallo. Mi ricordo che veniva presentata come realizzabile nel prossimo futuro fin dagli anni del primo referendum nucleare. Diciamo pure senza tema di smentita che allo stato attuale non c'è e nessuno stato può basare le proprie risorse energetiche su qualcosa che non c'è.
    La classificazione energetica delle case: la gran parte delle abitazioni italiane in area extraurbana, campagna o paese, sono case antiche, 7-800-900. Fatte come sono fatte, di pietra, tufo, legate a calcina. E tu gli vai a parlare di classificazione energetica? Gli fai il cappotto? Contrasti con le Belle Arti. Metti i doppi vetri per limitare la dispersione? Causi per contro un accumulo di umidità interna.
    Il combustibile principale è la legna. Io stesso ho le case famiglia nel Lazio, datate fine Settecento. Belle case, ho vincoli di Belle Arti, e le case hanno classificazione G e va bene così. Tutto riscaldato a legna, tutto sommato con buona efficienza e salute senz'altro superiore ai bruciatori a metano.
    Qua, a casa di mia moglie (in campagna) abbiamo sul tetto 5 KW di fotovoltaico. I limiti li conosco. Oggi, giornata grigia, producono zero. Metà anno hanno una discreta produzione (3-4 KW, 5 è solo nominale, non ci arrivano mai) che ammortizza parte della corrente impiegata.
    Acidificazione delle acque: sono analista chimico, lavoro molto in idrologia, e ho sempre visto che la CO2 è incompatibile in veicolo neutro e alcalino (non troverai MAI co2 libera nelle acque in uscita dai sistemi carsici), ma solo combinata come bicarbonato e carbonato in funzione del pH. Appena la CO2 entra in contatto con acqua alcalina viene convertita a bicarbonato.
    Le cose si bilanciano, e in ogni caso le attività umane sono molto marginali in questi equilibri, quasi ininfluenti.
    Celle a combustibile: una volta erano sistemi assai costosi, di emergenza.
    Oggi il grosso del fabbisogno energetico è fornito dall'idroelettrico, termoelettrico e nucleare.
    Fotovoltaico ed eolico, dove applicabile quest'ultimo, sono validi per produrre una quota addizionale utile per il risparmio di combustibili tradizionali, non come produzione primaria, a meno che non vuoi sottrarre un cospicuo numero di ettari alla produzione alimentare.
    Come vedi, gira e rigira, si casca sempre lì.
    A meno che non consideri il toccasana lo shale gas.........
    "Se sarete quello che dovete essere, metterete fuoco in tutta l'Italia"
    Santa Caterina da Siena

  5. #5
    Forumista
    Data Registrazione
    29 Apr 2015
    Messaggi
    847
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Donald trump: L'unico che non riconosce l'accentuazione dell'effetto serra

    Citazione Originariamente Scritto da Menelik Visualizza Messaggio
    Senza offesa, ma quello che hai postato sono argomenti triti e ritriti, da una generazione se ne discute senza cavare un ragno dal buco, perché nessuno ha l'evidenza che mette nero su bianco.
    In quanto alla fusione nucleare...campa cavallo. Mi ricordo che veniva presentata come realizzabile nel prossimo futuro fin dagli anni del primo referendum nucleare. Diciamo pure senza tema di smentita che allo stato attuale non c'è e nessuno stato può basare le proprie risorse energetiche su qualcosa che non c'è.
    La classificazione energetica delle case: la gran parte delle abitazioni italiane in area extraurbana, campagna o paese, sono case antiche, 7-800-900. Fatte come sono fatte, di pietra, tufo, legate a calcina. E tu gli vai a parlare di classificazione energetica? Gli fai il cappotto? Contrasti con le Belle Arti. Metti i doppi vetri per limitare la dispersione? Causi per contro un accumulo di umidità interna.
    Il combustibile principale è la legna. Io stesso ho le case famiglia nel Lazio, datate fine Settecento. Belle case, ho vincoli di Belle Arti, e le case hanno classificazione G e va bene così. Tutto riscaldato a legna, tutto sommato con buona efficienza e salute senz'altro superiore ai bruciatori a metano.
    Qua, a casa di mia moglie (in campagna) abbiamo sul tetto 5 KW di fotovoltaico. I limiti li conosco. Oggi, giornata grigia, producono zero. Metà anno hanno una discreta produzione (3-4 KW, 5 è solo nominale, non ci arrivano mai) che ammortizza parte della corrente impiegata.
    Acidificazione delle acque: sono analista chimico, lavoro molto in idrologia, e ho sempre visto che la CO2 è incompatibile in veicolo neutro e alcalino (non troverai MAI co2 libera nelle acque in uscita dai sistemi carsici), ma solo combinata come bicarbonato e carbonato in funzione del pH. Appena la CO2 entra in contatto con acqua alcalina viene convertita a bicarbonato.
    Le cose si bilanciano, e in ogni caso le attività umane sono molto marginali in questi equilibri, quasi ininfluenti.
    Celle a combustibile: una volta erano sistemi assai costosi, di emergenza.
    Oggi il grosso del fabbisogno energetico è fornito dall'idroelettrico, termoelettrico e nucleare.
    Fotovoltaico ed eolico, dove applicabile quest'ultimo, sono validi per produrre una quota addizionale utile per il risparmio di combustibili tradizionali, non come produzione primaria, a meno che non vuoi sottrarre un cospicuo numero di ettari alla produzione alimentare.
    Come vedi, gira e rigira, si casca sempre lì.
    A meno che non consideri il toccasana lo shale gas.........
    Anche le tue argomentazioni sono trite e ritrite e dalle discussioni se ne esce facilmente introducendo un pò di conoscenza vera, che non è fruibile da tutti, purtroppo ma a livello intuitivo ce la possiamo fare tutti. Se sei un analista chimico dovresti considerare che il mondo biologico è infinitamente più complesso di una provetta di laboratorio.
    La fusione nucleare non c'è ma si spendono soldi in quella direzione, tuttavia esiste un prototipo da ottimizzare.
    Non credo che la maggiorparte degli Italiani viva in case storiche e dove fa freddo, ad esempio dove mi trovo adesso in Canada costruiscono le case direttamente con cappotto, esterno o interno o addirittura entrambi e questo genera un notevole risparmio di energia e di denaro.
    I pannelli fotovoltaici te li ripaghi al massimo in 5/6 anni con le nuove tecnologie.
    Comunque questi punti che hai citato sono marginali, volevo solo far notare che in tutti i campi ci sono delle grosse spinte per ottimizzare le tecnologie, che poi la gente non le usi è un altro discorso...

    Quello che mi preme è capire definitivamente l'affermazione che hai fatto: le attività umane sono molto marginali in questi equilibri...
    A Quali equilibri ti riferisci?

    L'essere umano con le sue attività ha modificato interi paesaggi, ha quasi raddoppiato la concentrazione di CO2 in atmosfera, ha estinto centinaia di specie animali (e forse di più perchè molti non sono stati studiati). Cosa significa la tua frase?

    Per quanto riguarda l'acidificazione degli oceani è sicuramente vero che un acido e una base reagiscono assieme, se si formano anioni in acqua questi reagiranno con i cationi: nell'oceano i cationi sono i metalli o gli altri elementi o molecole solvatate. Ma tu cosa ne sai di cosa hanno bisogno gli organismi marini per sopravvire? Se magari quei metalli che vengono solvatati servono ai coralli? Una parte dell'acido carbonico magari diventa bicarbonato ma quanto ci mette tutto l'acido a diventare bicarbonato ? E se l'acido carbonico reagisce con altre molecole o altri ioni presenti che sono utili alla vita dei coralli o dei krill? Tu veramente pensi di sapere molto sull'argomento ? A meno che non sei un biologo specializzato in biologia marina e a meno che tu non abbia fatto o non stia facendo degli studi a riguardo la tua risposta mi sembra un tantino presuntuosa.

    E le celle a combustibile sono state inventate dalle società aerospaziali che le utilizzano tutt'ora.

    Ho trovato questo riassunto scritto sulla base di ricerche pubblicate: http://users.unimi.it/paleomag/stude...ntonicelli.pdf
    amaryllide likes this.
    http://entrainfantasia.blogspot.it/

    "In tempi passati alberi e uomini erano buoni amici" Hayao Miyazaki

  6. #6
    Pornocrate
    Data Registrazione
    04 Nov 2016
    Località
    Tuscia Laziale e Veneto Centrale
    Messaggi
    5,834
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Donald trump: L'unico che non riconosce l'accentuazione dell'effetto serra

    Citazione Originariamente Scritto da Klauss Von Grebur Paiton Visualizza Messaggio
    Anche le tue argomentazioni sono trite e ritrite e dalle discussioni se ne esce facilmente introducendo un pò di conoscenza vera, che non è fruibile da tutti, purtroppo ma a livello intuitivo ce la possiamo fare tutti. Se sei un analista chimico dovresti considerare che il mondo biologico è infinitamente più complesso di una provetta di laboratorio.
    La fusione nucleare non c'è ma si spendono soldi in quella direzione, tuttavia esiste un prototipo da ottimizzare.
    Non credo che la maggiorparte degli Italiani viva in case storiche e dove fa freddo, ad esempio dove mi trovo adesso in Canada costruiscono le case direttamente con cappotto, esterno o interno o addirittura entrambi e questo genera un notevole risparmio di energia e di denaro.
    I pannelli fotovoltaici te li ripaghi al massimo in 5/6 anni con le nuove tecnologie.
    Comunque questi punti che hai citato sono marginali, volevo solo far notare che in tutti i campi ci sono delle grosse spinte per ottimizzare le tecnologie, che poi la gente non le usi è un altro discorso...

    Quello che mi preme è capire definitivamente l'affermazione che hai fatto: le attività umane sono molto marginali in questi equilibri...
    A Quali equilibri ti riferisci?

    L'essere umano con le sue attività ha modificato interi paesaggi, ha quasi raddoppiato la concentrazione di CO2 in atmosfera, ha estinto centinaia di specie animali (e forse di più perchè molti non sono stati studiati). Cosa significa la tua frase?

    Per quanto riguarda l'acidificazione degli oceani è sicuramente vero che un acido e una base reagiscono assieme, se si formano anioni in acqua questi reagiranno con i cationi: nell'oceano i cationi sono i metalli o gli altri elementi o molecole solvatate. Ma tu cosa ne sai di cosa hanno bisogno gli organismi marini per sopravvire? Se magari quei metalli che vengono solvatati servono ai coralli? Una parte dell'acido carbonico magari diventa bicarbonato ma quanto ci mette tutto l'acido a diventare bicarbonato ? E se l'acido carbonico reagisce con altre molecole o altri ioni presenti che sono utili alla vita dei coralli o dei krill? Tu veramente pensi di sapere molto sull'argomento ? A meno che non sei un biologo specializzato in biologia marina e a meno che tu non abbia fatto o non stia facendo degli studi a riguardo la tua risposta mi sembra un tantino presuntuosa.

    E le celle a combustibile sono state inventate dalle società aerospaziali che le utilizzano tutt'ora.

    Ho trovato questo riassunto scritto sulla base di ricerche pubblicate: http://users.unimi.it/paleomag/stude...ntonicelli.pdf
    Mi riferisco alla CO2 immessa in atmosfera, di cui quella di origine antropica arriva si e no al 2% e non è in grado di modificare un bel niente.
    Se la Terra sta andando verso un riscaldamento, questo avverrà a prescindere dalla presenza umana.
    Idem se si andasse incontro ad un raffreddamento.
    In quanto all'acidificazione degli oceani per la CO2, anche lì nutro dubbi.
    Io lavoro con le acque sotterranee, e le conosco molto bene per quel che concerne la chimica.
    Non sono acque marine, è vero, ma quando in un'acqua carsica avviene un'immissione che ha la tendenza ad abbassare il pH, la coppia tampone carbonato/bicarbonato (cioè le forme combinate della CO2) ammortizzano la potenziale variazione di pH contenendola all'interno di un certo range.
    Poi, se fosse vero sto riscaldamento, più si alza la °t media, meno solubile è la CO2 (legge di Henry) e di conseguenza meno il pH si scosta pur rimanendo all'interno del range permesso dal tampone carbonato.
    Io al catastrofismo millenario non ci credo.
    Nell'anno 1000 ci doveva essere l'Apocalisse (da una errata interpretazione delle Sacre Scritture).
    Nell'anno 2000 è il turno della catastrofe ecologica del pianeta.
    "Se sarete quello che dovete essere, metterete fuoco in tutta l'Italia"
    Santa Caterina da Siena

  7. #7
    Forumista
    Data Registrazione
    29 Apr 2015
    Messaggi
    847
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Donald trump: L'unico che non riconosce l'accentuazione dell'effetto serra



    Uno dei dati più famosi è la curva di Mann. Tu puoi obbiettare che la concentrazione di CO2 che si innalza verso l'alto dal 1900 in poi è dovuta ad effetti naturali, ma quale evento naturale va a pescare il petrolio dalle profondità della terra per poi bruciarlo dentro automobili e abitazioni creando CO2 ? Solo l'essere umano! solo noi l'abbiamo fatto.

    "Nonostante la sua piccola concentrazione, la CO2 è un componente fondamentale dell'atmosfera terrestre perché - insieme al vapore acqueo e al metano - intrappola la radiazione infrarossa della luce solare (il cosiddetto effetto serra) impedendo che la superficie della Terra subisca le grandi variazioni termiche del ritmo giorno-notte. Sono stati i vulcani le prime fonti di diossido di carbonio atmosferico della Terra neonata, grazie a essa si è potuto instaurare un clima favorevole allo sviluppo della vita. Oggi i vulcani rilasciano in atmosfera circa 130 - 230 milioni di tonnellate di diossido di carbonio ogni anno, ma questa quantità rappresenta meno dell'1% della quantità di diossido di carbonio totale liberata in atmosfera dalle attività umane, che è pari a 27 miliardi di tonnellate all'anno: 50.000 tonnellate al minuto." preso da wikipedia

    Un gas in acqua un pochino più fredda è meno solubile, vero, ma la quantità di CO2 in atmosfera è sui 400 ppm (vuol dire parti per milione): di sicuro una variazione di 0.1-6 gradi non influisce sulla quantità di CO2 che si discioglie, puoi dire che influisce sulla quantità di ossigeno che è al 21 % in atmosfera, ma la CO2 entra in acqua.
    Oltre alla CO2 c'è il discorso del metano, che assorbe molta più radiazione.

    E magri che se fosse quel tampone di cui parli, resta il fatto che la barriera corallina sta morendo, quindi trova una spiegazione sul perchè sta morendo! Ma finchè non lo farai resterà vero che l'acqua sta diventando più acida e più calda.

    Catastrofismo o no non mi interessa, adesso ci rompono l'anima con tutti questi film che non hanno valore scientifico.
    amaryllide likes this.
    http://entrainfantasia.blogspot.it/

    "In tempi passati alberi e uomini erano buoni amici" Hayao Miyazaki

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 31-01-17, 10:28
  2. Il vero colore dell’alleanza contro Donald Trump
    Di amaryllide nel forum Politica Estera
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 16-08-16, 12:51
  3. Le cazzandre dell'effetto serra
    Di Nicola bis nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-01-09, 18:34
  4. Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 28-06-07, 21:31

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226