User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
Like Tree2Likes

Discussione: Riflessioni nate da un romanzo storico.

  1. #1
    Super Troll
    Data Registrazione
    24 Aug 2011
    Messaggi
    58,497
    Mentioned
    270 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Riflessioni nate da un romanzo storico.

    Ho finito da poco di leggere il romanzo storico "IL CORPO" di Richard Ben Sapir.
    Dal testo è stato tratto, nel 2001, il film "THE BODY" con Antonio Banderas e Olivia Williams.
    La trama è risaputa, in uno scavo archeologico a Gerusalemme viene aperto un sepolcro al cui interno giace uno scheletro che, in base a vari indizi, sembra appartenere a Gesù Cristo.
    Un sacerdote gesuita, interpretato da Banderas sullo schermo, cerca di scoprire la verità sul ritrovamento senza dove mettere in discussione la propria fede.

    Tralasciando le varie differenze tra la trama del libro e la sceneggiatura del film (un buono spunto rovinato da eventi piuttosto inverosimili) e la voglia da parte del crdente di inserire tale romanzo tra le varie sciocchezze che vengono quotidianamente pubblicate (anche se la prosa è abbastanza efficace) non ho potuto fare a meno di pormi una domanda alla quale non sono riuscito a trovare risposta:

    E' così importante per la fede cattolica che il corpo di cui al romanzo corrispondesse o meno a quello del Cristo?
    Cioè, la fede cattolica si basa sul messaggio evangelico o sulla resurrezione?
    Se quest'ultima, ragionando per assurdo, non fosse mai avvenuta (poniamo il caso di un ipotetico ritrovamento di uno scheletro inequivocabilmente appartenuto al Cristo) il messaggio evangelico cambierebbe di contenuto o smetterebbe di essere degno di venir seguito?
    Insomma, un cattolico segue il messaggio evangelico per il suo contenuto oggettivo (che personalmente rispetto) o solo perché esso deriva da una entità che egli presume come divina?
    Messaggio evangelico e resurrezione sono due entità che posseggono valore autonomo o sono inscindibilmente legati l'uno all'altra tanto che una eventuale smentita dlla seconda farebbe perdere valore al primo?

    Confesso di non conoscere risposta a tale domanda.
    Jerome likes this.
    "I carnefici hanno bisogno di urlare per imporre le proprie menzogne!
    Alle vittime basta il silenzio perchè ad esse apprtiene la verità!"

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,953
    Mentioned
    118 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Riflessioni nate da un romanzo storico.

    " se Cristo non è risorto, è vana la vostra fede"

    questo perché la Salvezza e quindi la possibile definitiva sconfitta della morte e quindi anche del peccato futuro e da questo anche il fatto che è stata data una bugia rende vana la veridicità stessa del Vangelo quindi anche tutto il resto
    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

  3. #3
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,953
    Mentioned
    118 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Riflessioni nate da un romanzo storico.

    poi in tutto il messaggio evangelico c'è l'annuncio alla Passione di Cristo in quanto era un annuncio dove si arriva a essere persino uccisi, non ho idea di come sarebbe il vangelo senza questa prospettiva, fatto sta che rimane importante per tutto il vangelo
    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

  4. #4
    Super Troll
    Data Registrazione
    24 Aug 2011
    Messaggi
    58,497
    Mentioned
    270 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Riflessioni nate da un romanzo storico.

    Il vangelo contiene numerosi principi comportamentali.
    Tali principi sono degni di essere seguiti per il loro valore sociale e morale o solo perché il loro ispiratore è ipoteticamente morto e risorto?
    E se tutto il cristianesimo si basasse esclusivamente sul principio della resurrezione cosa sarebbe stato di tale fede se nessun vangelo fosse stato trascritto?
    Qual è il corretto comportamento del cristiano al di fuori dei principi evangelici?
    "I carnefici hanno bisogno di urlare per imporre le proprie menzogne!
    Alle vittime basta il silenzio perchè ad esse apprtiene la verità!"

  5. #5
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,953
    Mentioned
    118 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Riflessioni nate da un romanzo storico.

    Citazione Originariamente Scritto da fiume sand creek Visualizza Messaggio
    Il vangelo contiene numerosi principi comportamentali.
    Tali principi sono degni di essere seguiti per il loro valore sociale e morale o solo perché il loro ispiratore è ipoteticamente morto e risorto?
    E se tutto il cristianesimo si basasse esclusivamente sul principio della resurrezione cosa sarebbe stato di tale fede se nessun vangelo fosse stato trascritto?
    Qual è il corretto comportamento del cristiano al di fuori dei principi evangelici?
    non si tratta semplicemente di soli principi, il cristianesimo non si basa su principi come la Legge e basta, ma anche su una persona che è Cristo cui la testimonianza non è dato solo da degli scritti ma da una intera rivelazione ( Dei Verbum) cui noi a quella persona siamo invitati a imitare, nelle sue beatitudini e nei sui comandamenti più grandi e nella grazia che viene donata ai fedeli
    per questo è riduttivo parlare di soli principi
    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

  6. #6
    Super Troll
    Data Registrazione
    24 Aug 2011
    Messaggi
    58,497
    Mentioned
    270 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Riflessioni nate da un romanzo storico.

    Citazione Originariamente Scritto da Haxel Visualizza Messaggio
    non si tratta semplicemente di soli principi, il cristianesimo non si basa su principi come la Legge e basta, ma anche su una persona che è Cristo cui la testimonianza non è dato solo da degli scritti ma da una intera rivelazione ( Dei Verbum) cui noi a quella persona siamo invitati a imitare, nelle sue beatitudini e nei sui comandamenti più grandi e nella grazia che viene donata ai fedeli
    per questo è riduttivo parlare di soli principi
    Tu stesso hai scritto "ANCHE" e non "ESCLUSIVAMENTE".

    Se quindi eliminiamo uno dei parametri del cristianesimo (in questo caso la resurrezione, ma potrebbe essere qualsiasi altro, come l'immacolata concezione, la passione o i miracoli) cadono automaticamente tutti gli altri?
    E' come se stessi affermando che il messaggio evangelico ha valore solo ed esclusivamente in funzione della ipotetica resurrezione, ma questa è evento non dimostrabile e non universalmente condiviso, mentre principi come comprensione, rispetto reciproco, giustizia o eguaglianza invece lo sono.

    Ma se tu scrivi che il cristianesimo non si basa su principi ma "ANCHE" su una persona vuol dire che esistono altri elementi altrettanto importanti, elementi che non hai esposto e che tralasci basandoti esclusivamente su uno di essi: la resurrezione.
    Il cristianesimo è quindi solo l'ipotetica resurrezione di un tizio?
    Non c'è altro?
    "I carnefici hanno bisogno di urlare per imporre le proprie menzogne!
    Alle vittime basta il silenzio perchè ad esse apprtiene la verità!"

  7. #7
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,953
    Mentioned
    118 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Riflessioni nate da un romanzo storico.

    Citazione Originariamente Scritto da fiume sand creek Visualizza Messaggio
    Tu stesso hai scritto "ANCHE" e non "ESCLUSIVAMENTE".

    Se quindi eliminiamo uno dei parametri del cristianesimo (in questo caso la resurrezione, ma potrebbe essere qualsiasi altro, come l'immacolata concezione, la passione o i miracoli) cadono automaticamente tutti gli altri?
    E' come se stessi affermando che il messaggio evangelico ha valore solo ed esclusivamente in funzione della ipotetica resurrezione, ma questa è evento non dimostrabile e non universalmente condiviso, mentre principi come comprensione, rispetto reciproco, giustizia o eguaglianza invece lo sono.

    Ma se tu scrivi che il cristianesimo non si basa su principi ma "ANCHE" su una persona vuol dire che esistono altri elementi altrettanto importanti, elementi che non hai esposto e che tralasci basandoti esclusivamente su uno di essi: la resurrezione.
    Il cristianesimo è quindi solo l'ipotetica resurrezione di un tizio?
    Non c'è altro?
    non basarti su una parola escludendo tutto il resto se continui leggerai che parlo di una intera rivelazione e anche su cosa sono basati e che prima ho parlato di Legge, dico poi alla fine che è riduttivo parlare di principi, per questo ho detto anche

    la Legge si intende una parte dell'AT che era fondamento della Tanack ma ci sarebbe anche tutto il resto dell'AT visto che parla dei tempi compiuto o che si compieranno, poi c'è il vangelo ecc ecc...
    ma tutto questo riguarda comunque una persona, il Cristo

    la figura centrale del cristianesimo è Cristo stesso quindi anche la resurrezione perché anticipa i tempi che verranno cioè la totale caduta di tutto ciò che è male quindi anche la morte che è la caduta per eccellenza ( si intende anche la morte spirituale) e quindi la vittoria della Vita

    un altro motivo per cui non sei attento è che in realtà ho esposto seppur in maniera riduttiva la centralità del vangelo che è la vita stessa di Gesù su cui tutti i credenti sono invitati a imitare, le beatitudini e i grandi comandamenti, cui c'è il compimento fino alla morte e resurrezione

    resurrezione che è centrale perché da lì nascerà poi la Chiesa, da lì si rivela che il male più grande può essere sconfitto, da lì c'è la certezza della fede che i peccati sono stati perdonati, dalla sua morte c'è una nuova alleanza, dalla sua resurrezione il compimento di una speranza, la libertà dalla schiavitù della morte e del peccato

    spero stavolta che non ti soffermerai su una sola parola, ma su tutto il discorso, so che può essere riduttivo, ma ci sarebbe bisogno di interi scritti
    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

  8. #8
    Super Troll
    Data Registrazione
    24 Aug 2011
    Messaggi
    58,497
    Mentioned
    270 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Riflessioni nate da un romanzo storico.

    Citazione Originariamente Scritto da Haxel Visualizza Messaggio
    non basarti su una parola escludendo tutto il resto se continui leggerai che parlo di una intera rivelazione e anche su cosa sono basati e che prima ho parlato di Legge, dico poi alla fine che è riduttivo parlare di principi, per questo ho detto anche

    la Legge si intende una parte dell'AT che era fondamento della Tanack ma ci sarebbe anche tutto il resto dell'AT visto che parla dei tempi compiuto o che si compieranno, poi c'è il vangelo ecc ecc...
    ma tutto questo riguarda comunque una persona, il Cristo

    la figura centrale del cristianesimo è Cristo stesso quindi anche la resurrezione perché anticipa i tempi che verranno cioè la totale caduta di tutto ciò che è male quindi anche la morte che è la caduta per eccellenza ( si intende anche la morte spirituale) e quindi la vittoria della Vita

    un altro motivo per cui non sei attento è che in realtà ho esposto seppur in maniera riduttiva la centralità del vangelo che è la vita stessa di Gesù su cui tutti i credenti sono invitati a imitare, le beatitudini e i grandi comandamenti, cui c'è il compimento fino alla morte e resurrezione

    resurrezione che è centrale perché da lì nascerà poi la Chiesa, da lì si rivela che il male più grande può essere sconfitto, da lì c'è la certezza della fede che i peccati sono stati perdonati, dalla sua morte c'è una nuova alleanza, dalla sua resurrezione il compimento di una speranza, la libertà dalla schiavitù della morte e del peccato

    spero stavolta che non ti soffermerai su una sola parola, ma su tutto il discorso, so che può essere riduttivo, ma ci sarebbe bisogno di interi scritti

    Il mio quesito iniziale era piuttosto semplice.

    Esiste un messaggio evangelico.
    Esiste un dogma basato sulla resurrezione del Cristo (che io ci creda o no non ha importanza).
    Compito di un cattolico è seguire il messaggio evangelico, nelle azioni, nei pensieri, nei rapporti col prossimo, nel giudizio verso erzi o se stesso.
    Questo presuppone che il messaggio evangelico possiede un valore, riconosciuto da chi ad esso adegua le proprie azioni e giudizi.
    Oppure che ha valore solo la resurrezione e che il messaggio evangelico viene seguito solo a fronte di tale dogma.
    Ma in quest'ultimo caso, in teoria, l'osservante cattolico dovrebbe seguire qualsiasi principio o presupposto, anche il più folle ragionando per assurdo, purché ad emanarlo sia lo stesso soggetto protagonista della resurrezione.
    E' così?
    Un cattolico osservante segue il messaggio evangelico non perché lo ritiene giusto e condivisibile ma solo perché dettato da un soggetto che, secondo i suoi dogmi, è morto e risorto?

    Attenzione a quello che replichi, perché se così fosse un individuo che segue i principi evangelici senza credere nella resurrezione verrebbe escluso dal paradiso cristiano.
    O ancora tu stesso dimostreresti di non credere in tale messaggio ma di adeguarti al suo contenuto esclusivamente in base all'autorità che riconosci ad un soggetto che reputi divino, riconoscendo in tal modo altrettanta giustificazione a chi compie attentati terroristici i sacrifici umani in nome di entità che reputa altrettanto divine.
    "I carnefici hanno bisogno di urlare per imporre le proprie menzogne!
    Alle vittime basta il silenzio perchè ad esse apprtiene la verità!"

  9. #9
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,953
    Mentioned
    118 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Riflessioni nate da un romanzo storico.

    lo ripeto, la centralità del cristiano è tutto in Cristo, in ciò che ha detto, fatto e trasmesso

    non è che ha valore solo la resurrezione, ma questa comunque è centrale per la dottrina cristiana, in quanto è causa del suo compimento e redenzione salvifica

    il tuo quesito era se messaggio evangelico e resurrezione sono inscindibili, si lo sono, questa è la risposta
    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

  10. #10
    Super Troll
    Data Registrazione
    24 Aug 2011
    Messaggi
    58,497
    Mentioned
    270 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Riflessioni nate da un romanzo storico.

    Citazione Originariamente Scritto da Haxel Visualizza Messaggio
    lo ripeto, la centralità del cristiano è tutto in Cristo, in ciò che ha detto, fatto e trasmesso

    non è che ha valore solo la resurrezione, ma questa comunque è centrale per la dottrina cristiana, in quanto è causa del suo compimento e redenzione salvifica

    il tuo quesito era se messaggio evangelico e resurrezione sono inscindibili, si lo sono, questa è la risposta


    E' la risposta oppure è la TUA risposta?

    Non è quesito da poco.
    In altra occasione hai affermato che il cristianesimo è la vera religione, offendendo in tal modo gratuitamente chi osserva fedi religiose diverse dalla tua e che non ha mai dichiarato vera la propria a discapito della tua.
    Il messaggio evangelico prevede anche il rispetto per il diverso, qualsiasi forma questi assuma.
    Come puoi dichiarare di seguirlo, e conseguentemente credere alla divinità del Cristo, se per primo assumi quegli stessi atteggiamenti di arroganza, intolleranza e disprezzo che quest'ultimo avrebbe condannato?
    Chi sei tu per dichiararti possessore di verità assolute?
    "I carnefici hanno bisogno di urlare per imporre le proprie menzogne!
    Alle vittime basta il silenzio perchè ad esse apprtiene la verità!"

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18-12-15, 11:55
  2. Romanzo a puntate ?
    Di Perseo nel forum Hdemia
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 21-03-10, 00:09
  3. Le Olimpiadi sono nate in Sardegna!
    Di Ithokor (POL) nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 24-11-06, 23:17
  4. America...nate
    Di Maxadhego nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-06-05, 15:12
  5. Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 05-06-05, 10:59

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226