User Tag List

Pagina 1 di 38 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 372
Like Tree64Likes

Discussione: Cala il valore del lavoro

  1. #1
    Christianita
    Data Registrazione
    08 Apr 2009
    Località
    Ελευσίνα
    Messaggi
    14,886
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Cala il valore del lavoro

    Non solo robot, sono Amazon e le altre aziende “superstar” che stanno schiacciando i lavoratori
    Uno studio americano dimostra come nei settori in cui maggiore è la concentrazione di mercato nelle mani di pochi grandi, diminuisce il valore del lavoro
    di Lidia Baratta

    Immaginiamo una torta farcita. Quella torta è il sistema economico di un Paese. Succede però che la fetta destinata ai lavoratori si stia assottigliando sempre di più. Si perdono posti di lavoro, e avere un’occupazione non garantisce una vita dignitosa (i famosi working poor). Cala il valore del lavoro, insomma. C’è chi punta il dito verso le macchine e i robot, che sostituiscono il lavoro umano. Chi, come il presidente americano Donald Trump, se la prende con la delocalizzazione e la manodopera straniera a basso costo. Ma un nuovo studio pubblicato dal National Bureau of Economic Research americano ha trovato un altro colpevole: le cosiddette “superstar companies”, i giganti dell’economia come Google, Facebook, Amazon, Walmart che dominano interi settori di mercato e non hanno bisogno di molti lavoratori per produrre profitti miliardari.

    La ricerca, condotta da un gruppo di economisti del Mit, di Harvard e dell’università di Zurigo, ha analizzato i dati finanziari di 676 aziende in sei settori diversi (manifatturiero, commercio al dettaglio, commercio all’ingrosso, servizi, finanza, trasporti). Facendo emergere come la concentrazione di mercato sia cresciuta molto negli ultimi anni: da una media del 38% del 1982 al 43% nel 2012 nel settore manifatturiero, dal 24 al 35% nella finanza, dall’11 al 15% nei servizi, con un raddoppiamento dal 15 al 30% nel commercio al dettaglio. E più la concentrazione di mercato aumenta, scrivono gli economisti, più il reddito da lavoro cala.

    Nella ricerca non vengono fatti i nomi delle aziende analizzate , ma gli autori scrivono che queste «società possono occupare una larga quota di mercato con una forza lavoro relativamente piccola, come dimostrano i casi di Facebook e Google». Facebook, per fare un esempio, conta poco più di 17mila lavoratori nel mondo con un ricavo di oltre 27 miliardi di dollari nel 2016. La crescita tra profitti e posti di lavoro è tutt’altro che proporzionale.

    Le cosiddette “superstar companies”, i giganti dell’economia come Google, Facebook, Amazon, Walmart, dominano interi settori di mercato e non hanno bisogno di molti lavoratori per produrre profitti miliardari
    I giganti del tech sarebbero in prima fila in questo downgrade del lavoro. Trattandosi di grandi aziende, spiegano gli economisti, le superstar sono in grado di coprire un costo del lavoro fisso, anche alto, mentre profitti e ricavi continuano a salire, fagocitando una parte sempre più ampia di mercato. Una concentrazione che, spiegano, ha portato a enormi profitti per investitori e proprietari di colossi come Facebook, Google, Amazon. Senza però aprire i caveau della ricchezza anche ai lavoratori, aumentando posti di lavoro e stipendi. Nel corso degli anni, la quota della ricchezza destinata al lavoro è andata via via erodendosi. Laddove prima su dieci dollari prodotti circa 6 andavano ai lavoratori, oggi questa cifra continua ad assottigliarsi.

    Un declino che si è sovrapposto con un rallentamento nella crescita complessiva e una crescita netta delle diseguaglianze. «Il lavoro sta diventando una fetta sempre più sottile di una torta che non sta crescendo poi così tanto», dice Autor.

    Prendiamo il settore del commercio, tradizionalmente affollato di tanti piccoli negozi. Oggi dominano i grandi centri commerciali, giganti come WalMart o Target e Amazon nell’e-commerce. «Sono aziende molto efficienti e sofisticate, che non usano così tanto lavoro per funzionare bene», ha spiegato uno degli autori dello studio, David Autor, economista del Mit di Boston. Grazie allo sfruttamento della tecnologia e allo sviluppo di software e piattaforme competitive, sono in grado di offrire una maggiore varietà di prodotti e prezzi più bassi, grazie al taglio dei costi, e possono entrare più facilmente in contatto con clienti di ogni parte del mondo.

    La tecnologia può essere costosa da sviluppare e installare nella fase iniziale, ma non da espandere successivamente. Il vantaggio competitivo resta, i profitti crescono e per farli lievitare non servono molti più lavoratori. Non c’è bisogno di raddoppiare stipendi e organici.

    È un po’ come quando una superstar come Beyoncé polverizza i concorrenti raggiungendo milioni di spettatori utilizzando solo la tv via cavo o Internet. La produttività aumenta, i profitti pure, ma non i salari di quelli che lavorano per lei. E in questa corsa ad accaparrarsi fette sempre più ampie di mercato, la differenza si vede – come dimostra la ricerca – non tra le buste paga all’interno della stessa azienda, ma nell’enorme differenza di stipendi tra un’azienda e un’altra. Le aziende più grandi, che sono anche le più dinamiche e più inclini ai cambiamenti tecnologici, tendono a pagare meglio i dipendenti di quelle più piccole, soprattutto nel settore tech.

    I lavoratori insomma non hanno smesso di condividere la torta, che per alcune aziende continua a crescere. Ma sono sempre di meno quelli che arrivano a mangiarla.


    Dati riferiti al settore manifatturiero (Fonte: CONCENTRATING ON THE FALL OF THE LABOR SHARE, NATIONAL BUREAU OF ECONOMIC RESEARCH)


    Non solo robot, sono Amazon e le altre aziende ?superstar? che stanno schiacciando i lavoratori - Linkiesta.it
    blobb and wanderergirl like this.
    «Feared neither death nor pain,
    for this beauty;
    if harm, harm to ourselves.»
    (Ezra Pound - Canto XX, The Lotus Eaters)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,715
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Cala il valore del lavoro

    Verissimo. Tanto più che spesso in quelle aziende sei un numero e poco più. Senza capacità di contrattare uno stipendio più alto.

    Comunque, è un fenomeno di deflazione tecnologica, sempre più generale. In diversi settori, si è raggiunto un tale livello di efficienza , che c'è sempre più bisogno di meno personale. Ma le ore che uno deve lavorare sono sempre le stesse, rendendo impossibile una maggiore parcellizzazione del lavoro.
    E' il futuro che ci attende. Una minoranza iperproduttiva è una maggioranza di lavoratori con stipendi bassi e sussidiati dallo stato per mantenere il consenso sociale.
    Alepk likes this.
    "Insomma se è in gamba, ti porta l'aereo così basso.. ehehehe...
    Lei dovrebbe vederlo, è uno spettacolo: un gigante come il B-52.... BHOOAAAMMM!!!!.. con i gas di scarico t'arrostisce le oche vive!!"

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    25 Mar 2013
    Messaggi
    1,413
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Cala il valore del lavoro

    Citazione Originariamente Scritto da Juv Visualizza Messaggio
    Verissimo. Tanto più che spesso in quelle aziende sei un numero e poco più. Senza capacità di contrattare uno stipendio più alto.

    Comunque, è un fenomeno di deflazione tecnologica, sempre più generale. In diversi settori, si è raggiunto un tale livello di efficienza , che c'è sempre più bisogno di meno personale. Ma le ore che uno deve lavorare sono sempre le stesse, rendendo impossibile una maggiore parcellizzazione del lavoro.
    E' il futuro che ci attende. Una minoranza iperproduttiva è una maggioranza di lavoratori con stipendi bassi e sussidiati dallo stato per mantenere il consenso sociale.
    I soldi di cui lo Stato ha bisogno per sussidiare gli stipendi bassi dei futuri lavoratori dove saranno reperiti?
    Immagino che la risposta sia tassando ulteriormente le aziende, considerato che lo Stato, almeno in Italia, non ha più neanche le entrate provenienti da aziende strategiche totalmente pubbliche.
    I liberisti hanno preteso che lo Stato, in qualità di competitore, uscisse dal mercato, poi vedremo se accetteranno tassazioni tali da garantire la pace sociale; altrimenti continuino i liberisti senza regole a comprare bunker in Nuova Zelanda per mettersi al riparo dalla furia sociale che li travolgerà come uno tsunami.
    La via maestra è una sola: pianificazione delle nascite e delle produzioni industriali a livello globale, tutti dovranno poter lavorare e nessuno potrà accumulare ricchezze da comprarsi pezzi di nazioni. Questa è la fase 2.0 della nuova globalizzazione, se l'Umanità non vuole rischiare l'estinzione.
    amaryllide likes this.

  4. #4
    Ass. Cult. Nuova Gestapo
    Data Registrazione
    09 Sep 2009
    Località
    Mestre
    Messaggi
    5,502
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Cala il valore del lavoro

    Citazione Originariamente Scritto da Condor Visualizza Messaggio
    I soldi di cui lo Stato ha bisogno per sussidiare gli stipendi bassi dei futuri lavoratori dove saranno reperiti?
    Immagino che la risposta sia tassando ulteriormente le aziende,
    Io non voglio fare l'avvocato del diavolo, ma queste "ulteriori tasse" si compenserebbero sui maggiori utili derivati dalla diminuzione dei dipendenti.

  5. #5
    Libertarian
    Data Registrazione
    13 Apr 2009
    Località
    Non oltre il 30° N
    Messaggi
    23,480
    Mentioned
    24 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Cala il valore del lavoro

    Citazione Originariamente Scritto da Astolfo Visualizza Messaggio
    Io non voglio fare l'avvocato del diavolo, ma queste "ulteriori tasse" si compenserebbero sui maggiori utili derivati dalla diminuzione dei dipendenti.
    Beh il lavoro dipendente è tassato sopra il 60% in media, tra contributi ed irpef, dubito che una multinazionale raggiunga un prelievo vagamente simile.

    Sono libertario ed il problema riconosco che esista. E non vedo soluzioni facili al momento. Il pensiero di Bill Gates, non esattamente un Landini:

    Dicono che ci siano due posti dove il comunismo funziona: in cielo, dove non ne hanno bisogno, e all'inferno, dove ce l'hanno già. Ronald Reagan

  6. #6
    Ass. Cult. Nuova Gestapo
    Data Registrazione
    09 Sep 2009
    Località
    Mestre
    Messaggi
    5,502
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Cala il valore del lavoro

    Citazione Originariamente Scritto da Immanuel Visualizza Messaggio
    Beh il lavoro dipendente è tassato sopra il 60% in media, tra contributi ed irpef, dubito che una multinazionale raggiunga un prelievo vagamente simile.

    Sono libertario ed il problema riconosco che esista. E non vedo soluzioni facili al momento. Il pensiero di Bill Gates, non esattamente un Landini:
    Io questo pensiero di Bill Gates lo imputo a demenza senile. Alla multinazionale quindi rimane il 40%, anche si tassi il 50% di questo 40, gli rimane il 20, è tutto grasso che cola.

  7. #7
    Libertarian
    Data Registrazione
    13 Apr 2009
    Località
    Non oltre il 30° N
    Messaggi
    23,480
    Mentioned
    24 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Cala il valore del lavoro

    Quale multinazionale paga il 50%? Forse stai confontendo le basi imponibili e le percentuali, poi ci sarebbe un discorso di ammortamento e costi cmq generati, ma mi pare che sia troppo complesso.
    Dicono che ci siano due posti dove il comunismo funziona: in cielo, dove non ne hanno bisogno, e all'inferno, dove ce l'hanno già. Ronald Reagan

  8. #8
    Ass. Cult. Nuova Gestapo
    Data Registrazione
    09 Sep 2009
    Località
    Mestre
    Messaggi
    5,502
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Cala il valore del lavoro

    Citazione Originariamente Scritto da Immanuel Visualizza Messaggio
    Quale multinazionale paga il 50%? Forse stai confontendo le basi imponibili e le percentuali, poi ci sarebbe un discorso di ammortamento e costi cmq generati, ma mi pare che sia troppo complesso.
    qualunque cifra sarà comunque inferiore al 100% mi auguro

  9. #9
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,715
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Cala il valore del lavoro

    Citazione Originariamente Scritto da Condor Visualizza Messaggio
    I soldi di cui lo Stato ha bisogno per sussidiare gli stipendi bassi dei futuri lavoratori dove saranno reperiti?
    Immagino che la risposta sia tassando ulteriormente le aziende, considerato che lo Stato, almeno in Italia, non ha più neanche le entrate provenienti da aziende strategiche totalmente pubbliche.
    Non penso. Non perché non ci sia la volontà di farlo, ma perché c'è ovunque una tendenza a tagliere la tassazione sulla società per attirarle. E comunque la tassazione sulle multinazionali si potrebbe alzare solo tramite un accordo internazionale. Altrimenti queste delocalizzano.
    Per me, ancora per un po', si andrà avanti a tassare le classi medio-benestanti della popolazione. Oltre che a fare debito.
    "Insomma se è in gamba, ti porta l'aereo così basso.. ehehehe...
    Lei dovrebbe vederlo, è uno spettacolo: un gigante come il B-52.... BHOOAAAMMM!!!!.. con i gas di scarico t'arrostisce le oche vive!!"

  10. #10
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,715
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Cala il valore del lavoro

    Citazione Originariamente Scritto da Immanuel Visualizza Messaggio
    Quale multinazionale paga il 50%? Forse stai confontendo le basi imponibili e le percentuali, poi ci sarebbe un discorso di ammortamento e costi cmq generati, ma mi pare che sia troppo complesso.
    Ma non solo le multinazionali. Conosco imprenditori, molto benestanti, che hanno intestato quasi tutto alla loro SRL per poter pagare meno tasse. E' un fatto molto trascurato dalla politica.

    In ogni caso, la contrazione della domanda di posti di lavori, l'impossibilità per molti di non poter accedere al benessere materiale, fenomeno per di più accentuato dall'immigrazione di futuri proletari, sarà un problema enorme, che porterà rabbia, frustazione e marxismo. Siceramente. penso che l'unica soluzione sensata sia ridurre l'ora di lavoro come si fece un secolo fa con le 40 ore.
    "Insomma se è in gamba, ti porta l'aereo così basso.. ehehehe...
    Lei dovrebbe vederlo, è uno spettacolo: un gigante come il B-52.... BHOOAAAMMM!!!!.. con i gas di scarico t'arrostisce le oche vive!!"

 

 
Pagina 1 di 38 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 34
    Ultimo Messaggio: 07-04-14, 00:11
  2. un'ora di lavoro non ha mai avuto così poco valore
    Di dedelind nel forum Economia e Finanza
    Risposte: 47
    Ultimo Messaggio: 11-11-12, 20:11
  3. IL VALORE DEL LAVORO CONTRO LA CENTRALITÀ DEL PROFITTO
    Di Rodolfo nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17-01-10, 15:46
  4. quando arriva l'elezione cala, cala il Perluscone
    Di brunik nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 15-05-07, 18:15
  5. Eurisko: cala la fiducia nel governo, cala la fiducia in Prodi, Cdl avanti
    Di bianconero (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 08-10-06, 12:32

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
// mettere condizione > 0 per attivare popup
Clicca per votare
Single Sign On provided by vBSSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224