User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 50
Like Tree2Likes

Discussione: Terza riunione del Consiglio dei ministri Undertaker

  1. #1
    Dall'Inferno
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Cimitero
    Messaggi
    51,310
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    278 Post(s)
    Tagged
    18 Thread(s)

    Predefinito Terza riunione del Consiglio dei ministri Undertaker

    E' convocata la terza riunione del governo Undertaker
    Primo Ministro di TPol...
    Proudly member of the Bilderberg Group-Chtulhu Section..

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    46,116
    Mentioned
    373 Post(s)
    Tagged
    15 Thread(s)

    Predefinito Re: Seconda riunione del Consiglio dei ministri Undertaker

    Bene direi che è ora di rimettere al lavoro il governo
    Nella precedente legislatura l'allora ministro degli interni @occidentale (all'epoca c'era il governo C@scista sostenuto da questa stessa coalizione) aveva presentato una proposta su cui però non fu possibile trovare un accordo politico al interno del governo e di cui non si fece piu nulla
    Ora che però abiamo un altro governo (il governo Undertaker) io riproverei a riparlarne nuovamente
    Questa era la proposta

    Ci riprovo: presento una nuova bozza alternativa (in cui si eviti di abolire le forze polizia ) e in cui i conti dovrebbero tornare con una moderata riduzione (ma non abolizione) del esercito professionale


    LA CAMERA DEI DEPUTATI DI POL

    SU PROPOSTA DEL GOVERNO DI POL
    PRIMO MINISTRO

    Undertaker



    [/SIZE]
    VISTI

    La condizione delle forze armate nazionali; il moltiplicarsi di immigrati irregolari; l'acuirsi delle tensioni sociali nelle periferie; l'elevato grado di politicizzazione del corpo docente pubblico; il continuo allentamento dell'educazione familiare tradizionale italiana; lo svanire di ogni principio di responsabilità civica e il sempre più dilagante disprezzo di sè e degli altri che affligge le giovani generazioni.


    CONSIDERANDO

    La necessità di diffondere l'uso informato, consapevole e responsabile, di armi da fuoco nella pronta disponibilità dei civili innocenti, col fine di preservare la loro libertà personale nel lungo periodo ed altresì assicurare una efficace possibilità di difesa immediata della propria vita, dei propri cari e dei propri beni nel caso di attentati terroristici, violenze delle periferie, rapine ed intimidazioni mafiose.


    E RITENENDO ALTRESI'

    L'opportunità di rivedere le decisioni prese nei primi anni del nuovo secolo in ordine alla sospensione del servizio di leva militare obbligatoria e la richiesta ufficiale provenuta dal Comando dell'Alleanza dell'Atlantico del Nord di innalzare la spesa pubblica nel settore della difesa almeno al 2% del Prodotto Interno Lordo, dall'attuale 1,2 per un totale di 12 miliardi di € di spesa aggiuntiva.




    INVITA IL PARLAMENTO ITALIANO
    a porre in atto le seguenti misure strutturali

    A) Ripristino della leva militare obbligatoria per i giovani di ambo i sessi, da venti anni in poi, per la durata di quattro mesi, prolungati in seguito, ogni tre anni, attraverso fino a sei richiami periodici di un mese, secondo il principio dell'addestramento diretto sul campo.

    B) Mantenimento dell'esercito professionale permanente, e suo impiego nell'addestramento delle reclute di leva, ove possibile in coordinamento con le FF.AA. Estere, e nella fornitura del medesimo servizio a ogni paese amico disposto a sostenere il costo.

    D) In alternativa al servizio militare è possibile esercitare il servizio civile (consistente in assistenza nei brefotrofi o in lavori pesanti di pubblica utilità della durata di un anno e mezzo) per motivi di obiezione di coscienza ma sono previste conseguenze legali per l'obiezione di coscienza, identificate nella dichiarazione di "inabilità psicologica alla difesa personale" e nel conseguente aggravamento del 30% della pena in qualsiasi caso il dichiarato "inabile" commetta successivamente reati che prevedano violenza, nonchè dell'obbligo di svolgere il servizio militare, senza obiezioni, in qualsiasi caso, nell'esercitare il proprio diritto di difesa legittima, abbia utilizzato un'arma da fuoco senza ancora averne l'addestramento.


    Curando di assicurare le seguenti caratteristiche delle misure poste in atto:


    Curando di assicurare le seguenti caratteristiche delle misure poste in atto:

    A.1) Che il servizio non preveda lezioni teoriche e vita in caserma ma unicamente lezioni svolte nella marcia e/o sul campo;
    A.2) Che il focus del servizio sia sulle regole di uso legale delle armi, sull'uso effettivo-a-segno delle armi d'ordinanza, ivi compresi i mezzi, e sulla simulazione di utilizzo delle medesime sul campo tramite salve-laser, in tornei di natura sportiva;
    A.3) Che l'addestramento si svolga su terreni impervi o desolati, comprese aree urbane dismesse;
    A.4) Che nessun focus, salve le rigidità della vita sul campo, sia attribuito all'educazione fisica e il ridotto tempo venga dedicato alla tattica, tecnologia e all'esercizio della mira;
    A.5) Che sia consentito anticipare il servizio ai diciannove anni e posticiparlo alla conclusione ordinariamente prevista del corso di studi universitario;
    A.6) Che i costi del servizio militare così introdotto, in prima applicazione siano contenuti entro il gettito ottenuto dalle misure aggiuntive di cui agli allegati della mozione finanziaria 2016-2018 del Governo di POL e non superino comunque i 12,2 miliardi di € all'anno, pari a una spesa di c.a. 22 mila € totali, per ogni recluta, all'anno, su un totale di c.a. 550.000 possibili reclute attese all'anno.
    C.1) Che i rilevanti vantaggi di ordine pubblico derivanti dall'introduzione nella società, ogni anno, di 550.000 vent'enni addestrati al combattimento e alle nozioni di sicurezza pubblica, una larga parte delle quali sceglierà di dotarsi di una propria arma, consentano la riduzione graduale e prospettiva del esercito professionale di 15 mila unità all'anno per 10 anni, , la riduzione dell'organico della Guardia di Finanza di 3 mila unità all'anno per 10 anni, fino al dimezzamento della forza nel maggio 2026, la riduzione del "Comando per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare" dell'Arma dei Carabinieri (ex Forestale) di 1000 unità all'anno per 7 anni. Dalle misure così delineate, a regime, è ipotizzabile un risparmio di 13,2 miliardi di €. Nel lungo termine, il risparmio di 1,2 miliardi aggiuntivi, consentirà il recupero delle risorse impiegate in prima applicazione e provenute dagli interventi di taglio del debito e privatizzazioni una tantum (conteggi effettuati sulla base dei dati 2014, reperibili
    qui).
    Ultima modifica di C@scista; 20-03-17 alle 15:25

  3. #3
    FIAT EUROPA - PEREAT UE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    58,661
    Mentioned
    328 Post(s)
    Tagged
    35 Thread(s)

    Predefinito Re: Seconda riunione del Consiglio dei ministri Undertaker

    Citazione Originariamente Scritto da C@scista Visualizza Messaggio
    Bene direi che è ora di rimettere al lavoro il governo
    Nella precedente legislatura l'allora ministro degli interni @occidentale (all'epoca cera il gobverno C@scista) aveva presentato una proposta su cui però non fu possibile trovare un accordo politico al interno del governo e di cui non si fece piu nulla
    Ora che però abiamo un altro governo (il governo Undertaker) io riproverei a riparlarne nuovamente
    Questa era la proposta

    Ci riprovo: presento una nuova bozza alternativa (in cui si eviti di abolire le forze polizia ) e in cui i conti dovrebbero tornare con una moderata riduzione (ma non abolizione) del esercito professionale


    LA CAMERA DEI DEPUTATI DI POL

    SU PROPOSTA DEL GOVERNO DI POL
    PRIMO MINISTRO

    Undertaker



    [/SIZE]
    VISTI

    La condizione delle forze armate nazionali; il moltiplicarsi di immigrati irregolari; l'acuirsi delle tensioni sociali nelle periferie; l'elevato grado di politicizzazione del corpo docente pubblico; il continuo allentamento dell'educazione familiare tradizionale italiana; lo svanire di ogni principio di responsabilità civica e il sempre più dilagante disprezzo di sè e degli altri che affligge le giovani generazioni.


    CONSIDERANDO

    La necessità di diffondere l'uso informato, consapevole e responsabile, di armi da fuoco nella pronta disponibilità dei civili innocenti, col fine di preservare la loro libertà personale nel lungo periodo ed altresì assicurare una efficace possibilità di difesa immediata della propria vita, dei propri cari e dei propri beni nel caso di attentati terroristici, violenze delle periferie, rapine ed intimidazioni mafiose.


    E RITENENDO ALTRESI'

    L'opportunità di rivedere le decisioni prese nei primi anni del nuovo secolo in ordine alla sospensione del servizio di leva militare obbligatoria e la richiesta ufficiale provenuta dal Comando dell'Alleanza dell'Atlantico del Nord di innalzare la spesa pubblica nel settore della difesa almeno al 2% del Prodotto Interno Lordo, dall'attuale 1,2 per un totale di 12 miliardi di € di spesa aggiuntiva.




    INVITA IL PARLAMENTO ITALIANO
    a porre in atto le seguenti misure strutturali

    A) Ripristino della leva militare obbligatoria per i giovani di ambo i sessi, da venti anni in poi, per la durata di quattro mesi, prolungati in seguito, ogni tre anni, attraverso fino a sei richiami periodici di un mese, secondo il principio dell'addestramento diretto sul campo.

    B) Mantenimento dell'esercito professionale permanente, e suo impiego nell'addestramento delle reclute di leva, ove possibile in coordinamento con le FF.AA. Estere, e nella fornitura del medesimo servizio a ogni paese amico disposto a sostenere il costo.

    D) In alternativa al servizio militare è possibile esercitare il servizio civile (consistente in assistenza nei brefotrofi o in lavori pesanti di pubblica utilità della durata di un anno e mezzo) per motivi di obiezione di coscienza ma sono previste conseguenze legali per l'obiezione di coscienza, identificate nella dichiarazione di "inabilità psicologica alla difesa personale" e nel conseguente aggravamento del 30% della pena in qualsiasi caso il dichiarato "inabile" commetta successivamente reati che prevedano violenza, nonchè dell'obbligo di svolgere il servizio militare, senza obiezioni, in qualsiasi caso, nell'esercitare il proprio diritto di difesa legittima, abbia utilizzato un'arma da fuoco senza ancora averne l'addestramento.


    Curando di assicurare le seguenti caratteristiche delle misure poste in atto:


    Curando di assicurare le seguenti caratteristiche delle misure poste in atto:

    A.1) Che il servizio non preveda lezioni teoriche e vita in caserma ma unicamente lezioni svolte nella marcia e/o sul campo;
    A.2) Che il focus del servizio sia sulle regole di uso legale delle armi, sull'uso effettivo-a-segno delle armi d'ordinanza, ivi compresi i mezzi, e sulla simulazione di utilizzo delle medesime sul campo tramite salve-laser, in tornei di natura sportiva;
    A.3) Che l'addestramento si svolga su terreni impervi o desolati, comprese aree urbane dismesse;
    A.4) Che nessun focus, salve le rigidità della vita sul campo, sia attribuito all'educazione fisica e il ridotto tempo venga dedicato alla tattica, tecnologia e all'esercizio della mira;
    A.5) Che sia consentito anticipare il servizio ai diciannove anni e posticiparlo alla conclusione ordinariamente prevista del corso di studi universitario;
    A.6) Che i costi del servizio militare così introdotto, in prima applicazione siano contenuti entro il gettito ottenuto dalle misure aggiuntive di cui agli allegati della mozione finanziaria 2016-2018 del Governo di POL e non superino comunque i 12,2 miliardi di € all'anno, pari a una spesa di c.a. 22 mila € totali, per ogni recluta, all'anno, su un totale di c.a. 550.000 possibili reclute attese all'anno.
    C.1) Che i rilevanti vantaggi di ordine pubblico derivanti dall'introduzione nella società, ogni anno, di 550.000 vent'enni addestrati al combattimento e alle nozioni di sicurezza pubblica, una larga parte delle quali sceglierà di dotarsi di una propria arma, consentano la riduzione graduale e prospettiva del esercito professionale di 15 mila unità all'anno per 10 anni, , la riduzione dell'organico della Guardia di Finanza di 3 mila unità all'anno per 10 anni, fino al dimezzamento della forza nel maggio 2026, la riduzione del "Comando per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare" dell'Arma dei Carabinieri (ex Forestale) di 1000 unità all'anno per 7 anni. Dalle misure così delineate, a regime, è ipotizzabile un risparmio di 13,2 miliardi di €. Nel lungo termine, il risparmio di 1,2 miliardi aggiuntivi, consentirà il recupero delle risorse impiegate in prima applicazione e provenute dagli interventi di taglio del debito e privatizzazioni una tantum (conteggi effettuati sulla base dei dati 2014, reperibili
    qui).

    [Occidentale Gestioni Commerciali] Il Caffe' di POL
    PIU' TETRAGONIA PER TUTTI
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.


  4. #4
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    46,116
    Mentioned
    373 Post(s)
    Tagged
    15 Thread(s)

    Predefinito Re: Seconda riunione del Consiglio dei ministri Undertaker

    Citazione Originariamente Scritto da occidentale Visualizza Messaggio
    Bene ovviamente (l'idea era sua) il ministro Occidentale è favorevole .Chiedo allora anche il parere (comprese critiche ed eventuali controproposte) di tutti gli altri ministri @Panagulis, @Flaviogiulio, @Undertaker e @diegol22

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    23 May 2013
    Località
    Delegazione Apostolica di Spoleto
    Messaggi
    3,268
    Mentioned
    99 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Re: Seconda riunione del Consiglio dei ministri Undertaker

    Citazione Originariamente Scritto da C@scista Visualizza Messaggio
    Bene ovviamente (l'idea era sua) il ministro Occidentale è favorevole .Chiedo allora anche il parere (comprese critiche ed eventuali controproposte) di tutti gli altri ministri @Panagulis, @Flaviogiulio, @Undertaker e @diegol22
    In linea di massima sono favorevole al progetto, fatta salva la mia personale contrarietà al servizio militare femminile.
    Segnalo a livello giuridico che la clausula di aggravio delle pene per gli obiettori è a mio parere a (molto) forte rischio di incostituzionalità. Personalmente credo sarebbe bene sostituirla col divieto di concorso per qualsiasi corpo che abbia armi in dotazione, nonché divieto di richiedere il porto d'armi.

  6. #6
    Dall'Inferno
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Cimitero
    Messaggi
    51,310
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    278 Post(s)
    Tagged
    18 Thread(s)

    Predefinito Re: Terza riunione del Consiglio dei ministri Undertaker

    Totalmente favorevole alla proposta del ministro occidentale...
    Primo Ministro di TPol...
    Proudly member of the Bilderberg Group-Chtulhu Section..

  7. #7
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    46,116
    Mentioned
    373 Post(s)
    Tagged
    15 Thread(s)

    Predefinito Re: Seconda riunione del Consiglio dei ministri Undertaker

    Citazione Originariamente Scritto da Flaviogiulio Visualizza Messaggio
    In linea di massima sono favorevole al progetto, fatta salva la mia personale contrarietà al servizio militare femminile.
    Segnalo a livello giuridico che la clausula di aggravio delle pene per gli obiettori è a mio parere a (molto) forte rischio di incostituzionalità. Personalmente credo sarebbe bene sostituirla col divieto di concorso per qualsiasi corpo che abbia armi in dotazione, nonché divieto di richiedere il porto d'armi.
    Concordo totalmente sulla seconda osservazione
    Il ministro @occidentale è favorevole ad introdurre questa modifica riportata sotto in rosso (che personalmente appoggio?)

    LA CAMERA DEI DEPUTATI DI POL

    SU PROPOSTA DEL GOVERNO DI POL
    PRIMO MINISTRO
    Undertaker



    [/SIZE]
    VISTI

    La condizione delle forze armate nazionali; il moltiplicarsi di immigrati irregolari; l'acuirsi delle tensioni sociali nelle periferie; l'elevato grado di politicizzazione del corpo docente pubblico; il continuo allentamento dell'educazione familiare tradizionale italiana; lo svanire di ogni principio di responsabilità civica e il sempre più dilagante disprezzo di sè e degli altri che affligge le giovani generazioni.

    CONSIDERANDO

    La necessità di diffondere l'uso informato, consapevole e responsabile, di armi da fuoco nella pronta disponibilità dei civili innocenti, col fine di preservare la loro libertà personale nel lungo periodo ed altresì assicurare una efficace possibilità di difesa immediata della propria vita, dei propri cari e dei propri beni nel caso di attentati terroristici, violenze delle periferie, rapine ed intimidazioni mafiose.

    E RITENENDO ALTRESI'
    L'opportunità di rivedere le decisioni prese nei primi anni del nuovo secolo in ordine alla sospensione del servizio di leva militare obbligatoria e la richiesta ufficiale provenuta dal Comando dell'Alleanza dell'Atlantico del Nord di innalzare la spesa pubblica nel settore della difesa almeno al 2% del Prodotto Interno Lordo, dall'attuale 1,2 per un totale di 12 miliardi di € di spesa aggiuntiva.



    INVITA IL PARLAMENTO ITALIANO
    a porre in atto le seguenti misure strutturali

    A) Ripristino della leva militare obbligatoria per i giovani di ambo i sessi, da venti anni in poi, per la durata di quattro mesi, prolungati in seguito, ogni tre anni, attraverso fino a sei richiami periodici di un mese, secondo il principio dell'addestramento diretto sul campo.

    B) Mantenimento dell'esercito professionale permanente, e suo impiego nell'addestramento delle reclute di leva, ove possibile in coordinamento con le FF.AA. Estere, e nella fornitura del medesimo servizio a ogni paese amico disposto a sostenere il costo.

    D) In alternativa al servizio militare è possibile esercitare il servizio civile (consistente in assistenza nei brefotrofi o in lavori pesanti di pubblica utilità della durata di un anno e mezzo) per motivi di obiezione di coscienza ma sono previste conseguenze legali per l'obiezione di coscienza, identificate nel divieto di concorso per qualsiasi corpo che abbia armi in dotazione, nonché nel divieto permanente di richiedere il porto d'armi.


    Curando di assicurare le seguenti caratteristiche delle misure poste in atto:

    A.1) Che il servizio non preveda lezioni teoriche e vita in caserma ma unicamente lezioni svolte nella marcia e/o sul campo;
    A.2) Che il focus del servizio sia sulle regole di uso legale delle armi, sull'uso effettivo-a-segno delle armi d'ordinanza, ivi compresi i mezzi, e sulla simulazione di utilizzo delle medesime sul campo tramite salve-laser, in tornei di natura sportiva;
    A.3) Che l'addestramento si svolga su terreni impervi o desolati, comprese aree urbane dismesse;
    A.4) Che nessun focus, salve le rigidità della vita sul campo, sia attribuito all'educazione fisica e il ridotto tempo venga dedicato alla tattica, tecnologia e all'esercizio della mira;
    A.5) Che sia consentito anticipare il servizio ai diciannove anni e posticiparlo alla conclusione ordinariamente prevista del corso di studi universitario;
    A.6) Che i costi del servizio militare così introdotto, in prima applicazione siano contenuti entro il gettito ottenuto dalle misure aggiuntive di cui agli allegati della mozione finanziaria 2016-2018 del Governo di POL e non superino comunque i 12,2 miliardi di € all'anno, pari a una spesa di c.a. 22 mila € totali, per ogni recluta, all'anno, su un totale di c.a. 550.000 possibili reclute attese all'anno.
    C.1) Che i rilevanti vantaggi di ordine pubblico derivanti dall'introduzione nella società, ogni anno, di 550.000 vent'enni addestrati al combattimento e alle nozioni di sicurezza pubblica, una larga parte delle quali sceglierà di dotarsi di una propria arma, consentano la riduzione graduale e prospettiva del esercito professionale di 15 mila unità all'anno per 10 anni, , la riduzione dell'organico della Guardia di Finanza di 3 mila unità all'anno per 10 anni, fino al dimezzamento della forza nel maggio 2026, la riduzione del "Comando per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare" dell'Arma dei Carabinieri (ex Forestale) di 1000 unità all'anno per 7 anni. Dalle misure così delineate, a regime, è ipotizzabile un risparmio di 13,2 miliardi di €. Nel lungo termine, il risparmio di 1,2 miliardi aggiuntivi, consentirà il recupero delle risorse impiegate in prima applicazione e provenute dagli interventi di taglio del debito e privatizzazioni una tantum (conteggi effettuati sulla base dei dati 2014, reperibili qui).
    Resto naturalmente anche in attesa del parere di altri ministri

  8. #8
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    46,116
    Mentioned
    373 Post(s)
    Tagged
    15 Thread(s)

    Predefinito Re: Terza riunione del Consiglio dei ministri Undertaker

    Direi di concedere altre 48 ore ai colleghi ministri per altre eventuali osservazioni (in particolare resto in attesa della risposta del ministro Occidentale) poi chiederò al primo ministro di mettere il testo (con la modifica riportata) in votazione

  9. #9
    Fiamma dell'Occidente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Nei cuori degli uomini liberi. ---------------------- Su POL dal 2005. Moderatore forum Liberalismo.
    Messaggi
    37,860
    Mentioned
    73 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: Terza riunione del Consiglio dei ministri Undertaker

    Egregio On.le Primo Ministro @Undertaker, On.le Vice Primo Ministro @occidentale, On.li Ministri @C@scista, @Flaviogiulio, @diegol22 e @Panagulis.
    secondo quanto previsto, nei prossimi giorni depositerò in questa sede il testo della proposta di legge sul nucleare alla Vostra attenzione per osservazioni, spunti, modifiche, che chiederò sia posta al voto nella prossima riunione della Camera.
    Si inizia con i principi generali del testo.
    Buona lettura!


    TITOLO I
    Principi

    Art. 1
    Strategia energetica nazionale
    1. La Strategia Energetica Nazionale indica le priorità per il breve ed il lungo periodo in materia energetica, al fine di conseguire, preferibilmente attraverso meccanismi di mercato i previsti obiettivi, orientando il dovere di leale cooperazione delle Amministrazioni Pubbliche al conseguimento di essi.
    2. Costituiscono obbiettivi della Strategia Energetica Nazionale:
    a) la diversificazione delle fonti di energia e delle aree geografiche di approvvigionamento, con speciale riguardo alla sostituzione di almeno il 60% della produzione nazionale di energia elettrica da idrocarburi fossili con la produzione elettronucleare;
    b) il miglioramento della competitività del sistema energetico nazionale e lo sviluppo delle infrastrutture nella prospettiva del mercato interno europeo;
    c) l’incremento degli investimenti in ricerca e sviluppo nel settore energetico e la partecipazione ad accordi internazionali di cooperazione tecnologica;
    d) la sostenibilità ambientale nella produzione e negli usi dell'energia, anche ai fini della riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra;
    e) l’accumulo delle competenze, delle infrastrutture e delle scorte di materiali necessari alla realizzazione di un armamento strategico completo, nel quadro dell’adesione dell’Italia al vigente sistema di tutela della pace internazionale fondato sulla deterrenza nucleare multipolare;
    d) la realizzazione tecnica di un ciclo chiuso del combustibile nucleare, attraverso il riprocessamento del combustibile e la trasmutazione delle scorie del combustibile esausto in elementi a breve vita, ripristinabili in volumi accettabili e di economico smaltimento nelle miniere di estrazione originarie o altri siti sicuri.

    Art. 2
    Strategia energetica internazionale
    1. Al fine della realizzazione degli obiettivi della Strategia Energetica Nazionale il Governo è autorizzato alla stipula, entro il 1 febbraio 2020, di uno o più accordi per intraprendere il processo di sviluppo del settore dell'energia nucleare con uno o più Stati esteri compresi nel seguente elenco: a) aderenti all’Unione Europea; b) aderenti alla NATO, con eccezione della Turchia; c) Svezia, Finlandia, Russia, Repubblica di Cina (Taiwan), Giappone, Israele e Korea del Sud.
    2. Gli accordi quadro potranno prevedere la realizzazione di impianti da parte di aziende nazionali anche in raggruppamento di impresa con aziende estere che accettino di esportare stabilmente il proprio know how realizzando siti produttivi in Italia e concedendo per almeno 60 anni le licenze brevettuali relative.
    3. Gli accordi quadro potranno prevedere modelli contrattuali volti all'ottenimento di forniture di energia nucleare a lungo termine, da rendere, con eventuali interessi, a conclusione del processo di costruzione e ristrutturazione delle centrali presenti sul territorio nazionale.
    4. Gli accordi internazionali potranno ridefinire tutti gli aspetti connessi della normativa interna, ivi compresi l'assetto e le competenze dei soggetti pubblici operanti nei sistemi dell'energia nucleare e degli enti locali che insistano su siti di interesse per gli accordi, provvedendo a realizzare il necessario coordinamento con le disposizioni vigenti e prevalendo su qualsiasi normativa in contrasto.
    5. Il Governo è autorizzato alla denuncia dei trattati internazionali che si pongano in contrasto con l’obbiettivo di cui all’art. 1 comma 2, lettera e).

    Art. 3
    Leale collaborazione degli organi dello Stato alla Strategia Energetica
    1. Tutte le Amministrazioni Pubbliche cooperano lealmente alla realizzazione della Strategia Energetica Nazionale e si astengono dal porre in essere azioni in contrasto con essa.
    2. Ogni organo interpreta le disposizioni giuridiche rilevanti per ogni procedura o controversia, da cui possa sorgere pregiudizio per l’attuazione della strategia, nel senso più favorevole al perseguimento della strategia.
    3. Il personale non dirigenziale delle Amministrazioni Pubbliche, compreso, a titolo di esempio, quello alle dipendenze del Ministero dell’Istruzione, del Servizio Sanitario Nazionale e di Società partecipate dallo Stato o dagli Enti Locali, non direttamente coinvolto nell’applicazione di essa, si astiene dall’esprimere commenti sull’applicazione della Strategia nel corso dell’esercizio delle proprie funzioni, salvo che sia richiesto da disposizioni del personale dirigente o dalla necessaria applicazione di disposizioni di legge.
    4. Il personale dirigente delle Amministrazioni Pubbliche come sopra individuate, se non è direttamente coinvolto nell’applicazione della Strategia, richiede l’autorizzazione ai competenti funzionari dell’Agenzia per la Sicurezza Nucleare prima di rilasciare o autorizzare il rilascio di commenti pubblici o destinati alla pubblicazione sull’applicazione di essa, salvo che l’atto sia richiesto da dirigenti di rango superiore o dalla necessaria applicazione di disposizioni di legge.
    5. Gli organi elettivi locali di rango capitale, regionale, provinciale, metropolitano, comunale o municipale, non possono emanare o porre al voto atti amministrativi, regolamentari o legislativi riguardanti la preferenza per l’uso di specifiche forme di energia che vadano in contrasto con gli obbiettivi della Strategia Energetica Nazionale. Ogni precedente atto in tal senso è nullo e deve essere rimosso dai pubblici uffici ed oscurato dalla vista del pubblico.
    6. L’accertamento della violazione degli obblighi di cui ai commi 3, 4 e 5 non comporta conseguenze penali né alcun obbligo risarcitorio in capo ai responsabili, ma determina la cessazione di diritto del rapporto di lavoro alle dipendenze delle PP.AA. e la decadenza da ogni incarico elettivo per violazione del principio di disciplina nell’esercizio delle funzioni, di cui all’art. 54 comma 2 della Costituzione.
    7. Sono devolute alla giurisdizione e procedura esclusiva del giudice amministrativo tutte le controversie, incluse quelle risarcitorie, attinenti alle procedure e ai provvedimenti della pubblica amministrazione concernenti la produzione di energia, o che comunque riguardino le procedure di progettazione, approvazione e realizzazione delle opere, infrastrutture e insediamenti produttivi necessari o utili per la produzione di energia, ivi comprese quelle inerenti l’energia da fonte nucleare, i rigassificatori, i gasdotti di importazione, le centrali termoelettriche e quelle relative ad infrastrutture di trasporto ricomprese o da ricomprendere nella rete di trasmissione nazionale o nella rete nazionale di gasdotti. Sono altresì devolute al giudice amministrativo le controversie sugli obblighi di cui ai commi 3, 4 e 5.

    Art. 4
    Sicurezza nucleare
    1. I compiti di autorità nazionale per la regolamentazione tecnica, il controllo e l'autorizzazione ai fini della sicurezza di ogni attività concernente gli impieghi pacifici dell'energia nucleare, sono attribuiti all’Agenzia di Sicurezza Nucleare.
    2. L’Agenzia di Sicurezza Nucleare è retta da un Consiglio composto da dieci esperti con almeno venti anni di esperienza nel settore nucleare; è finanziata con tributi propri, imposti agli operatori del settore nucleare; ed è amministrata indipendentemente dalle Autorità Civili e Militari dello Stato.
    3. I componenti del Consiglio sono eletti per dieci anni dal Parlamento a scrutinio segreto tra coloro i quali ricoprano i requisiti di cui al titolo III della presente legge. Il personale dell’Agenzia è reclutato esclusivamente per concorso pubblico.
    4. I componenti del Consiglio ed il Personale dell’Agenzia hanno l’obbligo di risiedere almeno tre mesi ogni anno entro il perimetro di un impianto di produzione nucleare primario attivo sotto la sorveglianza dell’Agenzia.
    5. Il controllo e la regolamentazione tecnica degli armamenti nucleari e l’autorizzazione all’impiego difensivo dell’armamento nucleare, sono attribuzione riservata, propria ed esclusiva del Presidente della Repubblica, o di chi ne fa le veci in assenza o impedimento secondo la legge. L’uso difensivo in via preventiva di armamenti nucleari richiede la controfirma del Presidente del Consiglio dei Ministri in costanza del rapporto di fiducia parlamentare.






    Undertaker likes this.
    PRESIDENTE DI POL
    Eletto dalla Comunità il 22 Giugno 2016
    * * *

    Aderisci a Progetto Liberale Lista Liberale, Liberista e Libertaria di Politica OnLine


  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    27 Apr 2009
    Messaggi
    21,336
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    585 Post(s)
    Tagged
    13 Thread(s)

    Predefinito Re: Terza riunione del Consiglio dei ministri Undertaker

    Favorevolissimo alla proposta Ronnie sul nucleare, totalmente contrario alla reintroduzione della leva obbligatoria, soprattutto in un periodo come questo dove i giovani fanno enorme fatica a trovare un'occupazione.

    E soprattutto considerando che un esercito di professionisti, oltre ad essere meglio addestrato e preparato, implica spese nettamente inferiori.
    Lars likes this.

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Seconda riunione del Consiglio dei ministri Undertaker
    Di Undertaker nel forum Parlamento Virtuale
    Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 18-02-17, 07:31
  2. Prima riunione del Consiglio dei ministri - Governo Undertaker
    Di Undertaker nel forum Parlamento Virtuale
    Risposte: 71
    Ultimo Messaggio: 13-10-16, 16:30
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-03-16, 20:03
  4. Convocazione seconda riunione del Consiglio dei ministri
    Di C@scista nel forum Parlamento Virtuale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-10-15, 12:08
  5. Riunione del Consiglio dei Ministri.
    Di Undertaker nel forum Parlamento Virtuale
    Risposte: 291
    Ultimo Messaggio: 18-04-14, 16:55

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Single Sign On provided by vBSSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224