User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Super Troll
    Data Registrazione
    22 Sep 2009
    Località
    scomparsa
    Messaggi
    86,564
    Mentioned
    219 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Comune Torino. La Boschi nega i rimborsi al comune decisi dal tribunale.

    Comune Torino: Napoli (FI), faziosità Boschi colpisce torinesi  - LOSPIFFERO.COM


    "Il sottosegretario Maria Elena Boschi si è concesso un brutto scivolone sui mancati trasferimenti al Comune di Torino. Ha manifestato una faziosità politica fuori luogo e spropositata al punto che va a colpire la stessa giunta di Piero Fassino, accusata da Boschi di aver ricevuto dal governo fondi spesi poi diversamente". Lo afferma in una nota Osvaldo Napoli, capogruppo di Forza Italia in Comune a Torino. "Non sono sospettabile di simpatie per la sindaca Chiara Appendino - osserva l'esponente azzurro -. Nel caso dei 61 milioni dovuti dal governo, però, non posso che essere d'accordo. Quei 61 milioni, e forse il sottosegretario Boschi lo ignora, sono il risultato di due sentenze che hanno riconosciuto fondati e veritieri i ricalcoli della quota di Imu e Ici spettante a Torino e mai trasferita dal governo. L'atteggiamento del governo, così come manifestato dal sottosegretario, ha tutto il sapore di una ritorsione verso la giunta Cinquestelle. Forse a Roma non hanno chiaro che in questo modo si colpiscono i cittadini torinesi e non il sindaco Appendino. E si colpisce l'ex sindaco Piero Fassino, visto che era stata la sua giunta ad attivare il ricorso al Tar e al Consiglio di Stato".

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Super Troll
    Data Registrazione
    22 Sep 2009
    Località
    scomparsa
    Messaggi
    86,564
    Mentioned
    219 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: Comune Torino: Napoli (FI), faziosità Boschi colpisce torinesi


  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    06 Apr 2005
    Località
    Dove Bruniko ha fatto la naja
    Messaggi
    14,364
    Mentioned
    242 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Boschi nega ma Delrio ammette: Appendino ha ragione!

    Fondi Ici-Imu, l’ultimatum di Appendino spacca governo e Pd. Boschi nega ma Delrio ammette: “Trattare risarcimento”

    Il ministro Delrio e il predecessore della sindaca, Piero Fassino, smentiscono la Boschi dando ragione alla giunta pentastellata: le sentenze di Tar e Consiglio di Stato attestano che i tecnici di Monti "hanno sbagliato i conti" e il Comune di Torino ha diritto a un risarcimento. Sull'ammontare, se si tratta davvero di 61 milioni o no, si dovrà trovare un'intesa. Il consigliere economico di Palazzo Chigi Luigi Marattin sostiene che l'esecutivo ha già provveduto, ma lascia aperto uno spiraglio.


    “Il riconoscimento del fatto che il governo Monti ha sbagliato i conti c’è stato”, con le sentenze del Tar e del Consiglio di Stato, ed è stato “un elemento di giustizia“. A dirlo non è la sindaca pentastellata di Torino Chiara Appendino, che una settimana fa ha annunciato l’apertura di un contenzioso con Palazzo Chigi da cui rivendica 61 milioni, ma un ministro del governo Gentiloni: il titolare delle Infrastrutture Graziano Delrio. Secondo cui “ora per capire quale risarcimento potrà esserci bisognerà che si siedano e trovino un accordo”. L’esecutivo, dunque, si spacca: neanche 24 ore prima la sottosegretaria Maria Elena Boschi aveva infatti negato che quei soldi siano dovuti, sostenendo al contrario che il capoluogo piemontese “come altri comuni, ha in qualche modo ottenuto le risorse dovute attraverso un accordo con l’Anci. Ma Delrio, che proprio nelle vesti di presidente Anci nel gennaio 2013 presentò ricorso al Tar contro i tagli imposti agli enti locali dall’esecutivo di Mario Monti con il decreto salva Italia, non intende smentirsi.

    E la disfida sui fondi divide anche il Pd, con Piero Fassino – che sostiene Matteo Renzi nella corsa a un nuovo mandato da segretario – schierato con Appendino visto che è stato lui, da primo cittadino del capoluogo piemontese, a presentare un analogo ricorso alla giustizia amministrativa. “Due sentenze, del Tar e del Consiglio di Stato, attestano che lo Stato ha trattenuto indebitamente introiti fiscali che erano della città di Torino”, dice a ilfattoquotidiano.it. “L’unico dubbio è su quale sia l’ammontare che il governo deve restituire, perché le sentenze non lo quantificano. La cifra massima è stata stimata dall’amministrazione comunale, a fine 2015, in 61 milioni: ora bisogna trattare, come ha fatto con successo il Comune di Lecce, e arrivare a un punto di intesa”.

    L’oggetto del contendere è il ricco piatto costituito dagli introiti delle tasse sugli immobili. Il ricorso presentato dal Comune di Torino nel dicembre 2012, con la firma del sindaco Fassino, riguardava infatti le modalità con cui il governo tecnico di Monti ha fatto i calcoli sui fondi da riconoscere agli enti locali per compensarli del minore gettito per le loro casse causato dal passaggio dall’Ici all’Imu. La differenza cruciale è che l’Ici finiva tutta nelle casse comunali, mentre l’Imu, la cui entrata in vigore fu anticipata da Monti di due anni per rimpinguare i conti pubblici, va per metà allo Stato (con l’eccezione di quella sulle prime case abolita però da Renzi). continua...

    Fondi Ici-Imu, l'ultimatum di Appendino spacca governo e Pd. Boschi nega ma Delrio ammette: "Trattare risarcimento" - Il Fatto Quotidiano

    minkia!
    ma la bambolina ne ha mai detta o fatta una giusta?
    "Ma allora se son tutti socialisti, a chi rubano?" (cit.)

  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    08 Jan 2013
    Messaggi
    29,132
    Mentioned
    218 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Boschi nega ma Delrio ammette: Appendino ha ragione!

    Al PD servirebbe un capo pregiudicato e pluricondannato che gli facesse da garante per risolvere a umma umma, internos, lavandoipannisporchinfamiglia, i casi di dissenso.
    Legenda: NCUC: non c'entra un cazzo, NRAC: non rispondo ai cazzari
    4 Dicembre 2016: Lutto Nazionale

  5. #5
    SuperMod
    Data Registrazione
    06 Sep 2013
    Messaggi
    46,954
    Mentioned
    512 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Boschi nega ma Delrio ammette: Appendino ha ragione!

    Citazione Originariamente Scritto da chichibio Visualizza Messaggio
    Al PD servirebbe un capo pregiudicato e pluricondannato che gli facesse da garante per risolvere a umma umma, internos, lavandoipannisporchinfamiglia, i casi di dissenso.
    veramente il dissenso non si sa quale sia, la Boschi ha detto che considera esaurita la partita con l'accordo ANCI 2013 e che Torino non è diverso dagli altri comuni, Del Rio ha semplicemente aggiunto che vi potrebbe essere spazio per una trattativa che porti ad una somma maggiore di quella già riconosciuta e Fassino sostanzialmente dice la stessa cosa. Appendino si è inventata di aver vinto 61 milioni in una sentenza che non parla di somme e che a rigore di diritto potrebbe ben essere ricompresa nell'accordo Anci come sostiene Boschi.

    In sostanza il solito mare di strunzate sul nulla in cui i grulli sono maestri e il FQ autoparlante.
    Le plus grand soin d’un bon gouvernement devrait être d’habituer peu à peu les peuples à se passer de lui.

  6. #6
    Super Troll
    Data Registrazione
    22 Sep 2009
    Località
    scomparsa
    Messaggi
    86,564
    Mentioned
    219 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: Boschi nega ma Delrio ammette: Appendino ha ragione!

    Citazione Originariamente Scritto da elnick Visualizza Messaggio
    veramente il dissenso non si sa quale sia, la Boschi ha detto che considera esaurita la partita con l'accordo ANCI 2013 e che Torino non è diverso dagli altri comuni, Del Rio ha semplicemente aggiunto che vi potrebbe essere spazio per una trattativa che porti ad una somma maggiore di quella già riconosciuta e Fassino sostanzialmente dice la stessa cosa. Appendino si è inventata di aver vinto 61 milioni in una sentenza che non parla di somme e che a rigore di diritto potrebbe ben essere ricompresa nell'accordo Anci come sostiene Boschi.

    In sostanza il solito mare di strunzate sul nulla in cui i grulli sono maestri e il FQ autoparlante.
    il ricorso vinto dal Comune s' impernia sulla sottostima dell' Ici.
    Arretrati Imu, buco di 600 milioni nei bilanci dei comuni italiani - La Stampa



    Il vulnus del 2012

    Tutto inizia nel 2012 col decreto «Salva Italia». In quell’occasione il governo Monti decide di abolire l’Ici e istituire l’ Imu prelevandone direttamente un buon 30%. Ai comuni il governo assicura l’assoluta invarianza di gettito, ma poi al momento di fare i conteggi il ministero dell’Economia utilizza dati differenti da quelli reali, sottostimando nei fatti le entrate dei comuni e disponendo di conseguenza trasferimenti più bassi di quelli che le varie amministrazioni di aspettavano. Come se non bastasse quando arriva il governo Letta l’Imu cambia ancora veste, viene introdotta la Tasi e viene modificato il prelievo di sua spettanza (il 7,6 per mille di capannoni ed immobili produttivi) e la situazione si ingarbuglia ancora di più. Per rimediare alle proteste dell’Anci viene istituito un «fondo di perequazione Ici-Imu», che partendo con una dotazione di 60 milioni poi lievitati a 415 ed ora ridotti a 390 dovrebbe fare da cassa di compensazione. Ma in realtà questo fondo si rivela insufficiente. «La finanza locale dal 2013 al 2016 è stata sconquassata da operazioni effettuate in maniera unilaterale dal Mef per far quadrare i conti – spiega Castelli –. Oltre ai tagli reali hanno infatti praticato dei veri e propri tagli occulti a danno dei Comuni che sono affiorati solo in un secondo tempo».



    Il risultato è che al Comune di Torino, come spiegava ieri a la Stampa il sindaco Appendino, mancano oltre 60 milioni di euro perché in questi anni è stato accertato un maggior gettito rispetto alla stima del Mef di 20 milioni di euro

  7. #7
    Super Troll
    Data Registrazione
    22 Sep 2009
    Località
    scomparsa
    Messaggi
    86,564
    Mentioned
    219 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: Boschi nega ma Delrio ammette: Appendino ha ragione!

    L’oggetto del contendere è il ricco piatto costituito dagli introiti delle tasse sugli immobili. Il ricorso presentato dal Comune di Torino nel dicembre 2012, con la firma del sindaco Fassino, riguardava infatti le modalità con cui il governo tecnico di Monti ha fatto i calcoli sui fondi da riconoscere agli enti locali per compensarli del minore gettito per le loro casse causato dal passaggio dall’Ici all’Imu. La differenza cruciale è che l’Ici finiva tutta nelle casse comunali, mentre l’Imu, la cui entrata in vigore fu anticipata da Monti di due anni per rimpinguare i conti pubblici, va per metà allo Stato (con l’eccezione di quella sulle prime case abolita però da Renzi).

    Ai sindaci era stata assicurata la “invarianza di gettito”, anche attraverso una camera di compensazione chiamata Fondo sperimentale di riequilibrio. Ma alla prova dei fatti i Comuni ci hanno perso: il ministero del Tesoro ha infatti sottostimato l’Ici (il cui gettito è stato stimato invece che usare i consuntivi 2010, non ancora tutti disponibili) e sovrastimato l’Imu, calcolata tenendo conto di voci in parte inattendibili. Come le tasse dovute dagli immobili “fantasma”, cioè quelli sconosciuti al fisco, la cui esistenza e relativa rendita catastale è solo presunta. Non solo: il ricorso di Torino lamentava anche altre iniquità, come il fatto che nel calcolare il gettito Imu spettante ai Comuni si sia erroneamente considerato anche il gettito in teoria dovuto per gli immobili di proprietà del Comune e destinati a compiti istituzionali, gettito che però è solo figurativo. Morale: i sindaci si sono visti ridurre i fondi in modo ingiustificato. Il fondo di perequazione Ici-Imu, istituito nel 2013 e rifinanziato ogni anno, ha rimediato solo in parte. Così si è arrivati alle carte bollate.

  8. #8
    SuperMod
    Data Registrazione
    06 Sep 2013
    Messaggi
    46,954
    Mentioned
    512 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Boschi nega ma Delrio ammette: Appendino ha ragione!

    Chiara Appendino, sindaca di Torino del M5S, ha dichiarato di voler chiedere al governo Gentiloni 61 milioni di euro che sarebbero dovuti al suo comune. Questa intenzione, ribadita in un’intervista alla Stampa il 25 marzo, ha provocato il 2 aprile scorso la risposta in TV di Maria Elena Boschi, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, secondo cui quei soldi non sono stati dati perché in realtà non dovuti.

    La polemica è proseguita con la replica del sindaco torinese: «Non lo dice Chiara Appendino che quei 60 milioni spettano a Torino, ma due sentenze, una del Tar e l'altra del Consiglio di Stato. Gli esiti delle due sentenze dei giudici amministrativi certificano la correttezza dei calcoli effettuati dai nostri uffici».

    Chi ha ragione tra le due?
    La questione è garbuglio giuridico e amministrativo di difficile comprensione. Il problema nasce dal passaggio tra Ici a Imu di qualche anno fa. Si può dire che la Appendino abbia più torto che ragione: le carte processuali non dicono che Torino sia creditrice proprio di 61 milioni, anche se sicuramente lo Stato ha compiuto un errore in passato, e saranno necessari altri passaggi, giuridici o politici, per venirne a capo.

    La questione fu sollevata nel 2013 dall’allora sindaco Fassino con un ricorso al Tar, che si concluse con la sentenza n. 04878/2014, confermata poi a novembre 2015 dal Consiglio di Stato. Le pronunce dei giudici amministrativi certificano che:

    a) all’epoca del governo Monti – per rimediare a lacune nella contabilità pubblica – si fecero conti sbagliati nel passaggio da Ici a Imu, e che questi conti svantaggiarono alcuni Comuni;

    b) fu sbagliato anche far pagare l’Imu ai Comuni per gli immobili di loro proprietà;

    non si esprime però su quanto, di preciso, spetterebbe al Comune guidato dalla Appendino.

    I criteri di calcolo errati del governo Monti
    La sentenza che vede il Comune di Torino coinvolto ricalca sostanzialmente una precedente sentenza, sempre del 2015, che coinvolgeva l’Anci, cioè l’associazione che raccoglie i Comuni italiani. In base ad essa, sono state annullate le note metodologiche e i provvedimenti in base ai quali erano stati disposti i trasferimenti errati da Stato a Comuni (esito ribadito anche nella sentenza su Torino).

    E dunque, che cosa succede a quei soldi? Le sentenze, sia quella che riguarda l’Anci che quella che riguarda Torino, chiedono che – a totale invariato – le somme siano redistribuite, stavolta facendo i conti giusti.

    Il governo sostiene – qui in un lungo post su Facebook del consigliere economico della presidenza del Consiglio, Luigi Marattin – di averlo fatto già dopo la prima sentenza (Anci, 2015), con la Legge di Bilancio 2017 del governo Renzi e con il decreto ministeriale firmato un mese fa dal governo Gentiloni, ora “in corso di registrazione alla Corte dei Conti”.

    Anzi, il governo si intesta anche il merito di non aver tolto a chi aveva ricevuto troppo per dare a chi aveva ricevuto troppo poco, ma di aver solamente compensato i torti subiti senza però togliere niente a nessuno. Il vincolo del “totale invariato”, che limita il giudice amministrativo che non può sostituirsi al legislatore, non opera infatti nei confronti del legislatore, che ha discrezionalità politica e può quindi, in concreto, spendere di più.

    Ma questa operazione avrebbe riguardato solo gli errori del punto a), gli errori di calcolo, che per il Comune di Torino – come sostenuto dal Comune stesso nella sua memoria presentata al Tar – pesano per una somma “modesta”, di circa 400 mila euro. Resta fuori la questione dell’Imu pagata dal Comune sui suoi stessi immobili.

    L’Imu pagata dal Comune sui suoi stessi immobili
    Come certificato dalla sentenza del Tar, ai Comuni spettano anche i rimborsi per le cifre ingiustamente pagate per l’Imu sugli immobili di loro proprietà (punto b). Con questi, si arriverebbe alla cifra di 61 milioni che chiede la Appendino.

    Come conferma il Comune di Torino, da noi sentito, 21 di quei 61 milioni sarebbero la differenza rispetto al 2012 che lo Stato avrebbe dovuto dare indietro, ma che invece non ha restituito. Gli altri 40 sarebbero invece 10 milioni per ciascuno degli anni successivi, dal 2013 al 2016. Secondo il Comune piemontese, lo Stato avrebbe dovuto dare 10 milioni in più all’anno se avesse correttamente evitato di tenere conto della rendita catastale degli immobili comunali ai fini della quantificazione del gettito Imu.


    Che cosa dice la sentenza
    Torniamo alla sentenza. Per quanto riguarda i 21 milioni, come certifica il Consiglio di Stato e come rivendica il governo, essi sono stati dati nel 2013 (anche se secondo i giudici rimane un problema tecnico sulle modalità, il che avrebbe dato fondamento giuridico alle lamentele del Comune). Per quanto riguarda i 10 milioni all’anno dovuti per il periodo 2013-2016, la sentenza non ne parla esplicitamente, riferendosi solo al 2012.

    Il Tar, confermato dal Consiglio di Stato, scrive infatti: “ferma restando l’attuale dotazione del FSR [Fondo sperimentale di riequilibrio] […] i Ministeri intimati dovranno procedere a rideterminare le necessarie compensazioni e variazioni nelle assegnazioni da federalismo municipale per l’anno 2012 […] nonché ad effettuare i conseguenti conguagli rispetto alle somme già assegnate”.

    La necessità, ribadita dai giudici, che i fondi statali da cui le somme vengono attinte restino invariati non è di buon auspicio per le richieste avanzate dal Comune piemontese.

    Come si anticipava, la questione è molto più complessa di come l’abbiamo descritta e prevedibilmente sulla questione faranno chiarezza altre future sentenze. Il governo si è oltretutto già detto disponibile a cercare una soluzione concordata.

    Il sottosegretario Boschi ha infatti, contestualmente al rifiuto di dare immediatamente i 61 milioni, affermato che “vi sono alcune peculiarità che riguardano Torino che volentieri possiamo affrontare in sede di tavolo tecnico in qualsiasi momento”.

    Anche il ministro Delrio, il giorno seguente, ha dichiarato: “Non so se siano giusti o sbagliati i 61 milioni chiesti da Torino, ma il riconoscimento ufficiale di quell’istanza c’è stato, mi sembra chiaro. Il governo Monti aveva sbagliato i conti, fare ricorso è stato un elemento di giustizia. Ora credo che il presidente dell’Anci e la sindaca di Torino possano serenamente cercare un accordo con il sottosegretario Boschi”.

    Ad oggi si può comunque dire con certezza che sia falso che le sentenze di Tar e Consiglio di Stato citate dalla Appendino dicano che al Comune di Torino spettino 61 milioni di euro.

    Il Comune di Torino per il 2017 ha previsto, secondo il bilancio da poco chiuso dalla nuova giunta, entrate per 1.276 milioni di euro. Ottenerne altri 61 significherebbe aumentare le proprie risorse di poco meno del 5%.
    Le plus grand soin d’un bon gouvernement devrait être d’habituer peu à peu les peuples à se passer de lui.

  9. #9
    Super Troll
    Data Registrazione
    22 Sep 2009
    Località
    scomparsa
    Messaggi
    86,564
    Mentioned
    219 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: Boschi nega ma Delrio ammette: Appendino ha ragione!

    un conto e' lo stabilire la cifra ed un conto dire che non sono dovuti, come dice l'oca....


    "Non lo dice Chiara Appendino che quei 60 milioni spettano a Torino, ma due sentenze, una del Tar e l'altra del Consiglio di Stato". Così la sindaca di Torino, Chiara Appendino, ha replicato al sottosegretario Maria Elena Boschi, che nei giorni scorsi aveva dichiarato: "I 61 milioni che chiede la sindaca Appendino non sono dovuti". "Il Governo dovrebbe avere con le amministrazioni locali un rapporto istituzionale e non legato all'appartenenza politica, cosa che dalle dichiarazioni di Boschi mi sembra non avvenga per Torino", ha replicato la Prima Cittadina.


    "Faccio appello affinché tutta Torino si unisca a noi in questa battaglia che è una battaglia per la nostra comunità e per tutti i torinesi". "Gli esiti delle due sentenze dei giudici amministrativi certificano la correttezza dei calcoli effettuati dai nostri uffici", ha proseguito la Appendino.


    "Per questa ragione abbiamo deciso di rimettere la questione al Consiglio di Stato con un ricorso di ottemperanza che sarà notificato nei prossimi giorni ai ministeri. Come sono state trovate soluzioni transattive per altri comuni, ci saremmo aspettati lo stesso per Torino", ha concluso.

    “L’unico dubbio è su quale sia l’ammontare che il governo deve restituire, perché le sentenze non lo quantificano. La cifra massima è stata stimata dall’amministrazione comunale, a fine 2015, in 61 milioni:

 

 

Discussioni Simili

  1. Comune Torino: Napoli (FI), faziosità Boschi colpisce torinesi
    Di adry571 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 04-04-17, 10:39
  2. Derivati del comune di Milano: il tribunale condanna.......
    Di Lawrence d'Arabia nel forum Lombardia
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 20-12-12, 08:54
  3. Derivati del comune di Milano: il tribunale condanna.......
    Di Lawrence d'Arabia nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 20-12-12, 08:54
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-11-12, 16:46
  5. Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 18-06-11, 13:03

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226