User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,135
     Likes dati
    5,904
     Like avuti
    8,205
    Mentioned
    924 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: Focus elezioni presidenziali francesi

    La discarica eugubina di Colognola ha ormai più pochi mesi di vita: nel 2018 terminerà la sua capienza massima e dovrà essere chiusa. Una discarica tuttavia, per legge, non si chiude e basta: il Comune di Gubbio, ha l'onere di bonificarla e gestirne per almeno 30 anni il post mortem, assicurando monitoraggio e corretto smaltimento di biogas e percolato. Tradotto: un costo di 3 milioni di euro subito , a cui aggiungere una quota variabile di minor impatto ( circa 200 mila euro ) per i successivi anni di gestione del post mortem.
    Questi soldi nelle casse del Comune non ci sono, visto che nessuno ha mai pensato, negli anni in cui la discarica introitava denaro dallo smaltimento dei rifiuti , di accantonare la quota parte della futura bonifica. La giunta Stirati (Stirati governa dal 2014 con una coalizione di tre liste civiche di sinistra mentre al opposizione ci sono 4 consiglieri del PD , 3 del M5S , il consigliere comunale di Rfondazione Comunista Lupini ed il consigliere del centrodestra Gagliardi) ad oggi ha accantonato solo 200 mila euro. Il sindaco Stirati per risolvere il problema ha però in mente una discutibile soluzione chiedere alla Regione la possibilità di ampliare la discarica di Colognola e accettare dietro pagamento da parte dei comuni i rifiuti di tutta la regione umbra. Insomma Gubbio diventerebbe la discarica di tutta l’umbria sia pure a tempo. Peccato che di fronte ad una analoga proposta della regione (aprite la vostra discarica ai rifiuti di tutta l’Umbria e vi paghiamo) Orvieto tempo fa abbia detto no: qualcosa vorrà dire…
    Tutte le opposizioni per una volta unite sono insorte: Pd , Rifondazione, il consigliere del centrodestra eugubino hanno chiesto un'audizione presso la prima e seconda commissione consiliare della Regione per esprimere le proprie preoccupazioni sull'ampliamento e capire quali siano le intenzioni della giunta regionale. I 5 stelle si dissociano dal documento, non perchè non ne condivano la sostanza, ma perchè era indispensabile a loro giudizio, che fosse richiesta la presenza dell'assessore regionale Fernanda Cecchini . I grillini dicono chiaramente che Colognola è pericolosa per le infiltrazioni individuate da Arpa che giungono fino alle falde acquifere. Dunque va chiusa .
    Ultima modifica di C@scista; 28-04-17 alle 19:28

  2. #2
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,135
     Likes dati
    5,904
     Like avuti
    8,205
    Mentioned
    924 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: Secondo voi Renzi ha ragione quando dice che è il Macron italiano?

    Citazione Originariamente Scritto da C@scista Visualizza Messaggio
    La discarica eugubina di Colognola ha ormai più pochi mesi di vita: nel 2018 terminerà la sua capienza massima e dovrà essere chiusa. Una discarica tuttavia, per legge, non si chiude e basta: il Comune di Gubbio, ha l'onere di bonificarla e gestirne per almeno 30 anni il post mortem, assicurando monitoraggio e corretto smaltimento di biogas e percolato. Tradotto: un costo di 3 milioni di euro subito , a cui aggiungere una quota variabile di minor impatto ( circa 200 mila euro ) per i successivi anni di gestione del post mortem.
    Questi soldi nelle casse del Comune non ci sono, visto che nessuno ha mai pensato, negli anni in cui la discarica introitava denaro dallo smaltimento dei rifiuti , di accantonare la quota parte della futura bonifica. La giunta Stirati (Stirati governa dal 2014 con una coalizione di tre liste civiche di sinistra mentre al opposizione ci sono 4 consiglieri del PD , 3 del M5S , il consigliere comunale di Rfondazione Comunista Lupini ed il consigliere del centrodestra Gagliardi) ad oggi ha accantonato solo 200 mila euro. Il sindaco Stirati per risolvere il problema ha però in mente una discutibile soluzione chiedere alla Regione la possibilità di ampliare la discarica di Colognola e accettare dietro pagamento da parte dei comuni i rifiuti di tutta la regione umbra. Insomma Gubbio diventerebbe la discarica di tutta l’umbria sia pure a tempo. Peccato che di fronte ad una analoga proposta della regione (aprite la vostra discarica ai rifiuti di tutta l’Umbria e vi paghiamo) Orvieto tempo fa abbia detto no: qualcosa vorrà dire…
    Tutte le opposizioni per una volta unite sono insorte: Pd , Rifondazione, il consigliere del centrodestra eugubino hanno chiesto un'audizione presso la prima e seconda commissione consiliare della Regione per esprimere le proprie preoccupazioni sull'ampliamento e capire quali siano le intenzioni della giunta regionale. I 5 stelle si dissociano dal documento, non perchè non ne condivano la sostanza, ma perchè era indispensabile a loro giudizio, che fosse richiesta la presenza dell'assessore regionale Fernanda Cecchini . I grillini dicono chiaramente che Colognola è pericolosa per le infiltrazioni individuate da Arpa che giungono fino alle falde acquifere. Dunque va chiusa .


    Dopo settimane di durissime polemiche la maggioranza di Stirati ha ieri detto si autorizzando la giunta comunale chiedere alla regione l 'ampliamento della discarica di Colognola aprendola ai rifiuti in eccesso di tutta l’Umbria. 14, si , ovvero la maggioranza e 6 contrari , ovvero tutte le opposizioni . Non partecipa alla discussione e nemmeno al vota il consigliere di centrodestra Francesco Gagliardi perchè contesta la violazione del regolamento comunale, non essendo stato possibile consultare gli atti on line nel tempo dovuto, meditando ora di invalidare le delibere di consiglio odierne. Oggi la massima assise cittadina, davanti ad un pubblico più folto del solito visto l'argomento all'ordine del giorno, discuteva sulla possibilità di ampliamento della discarica di Colognola. A presentare un ordine del giorno, i gruppi di maggioranza . I dettagli li ha spiegati l'assessore Alessia Tasso : servono 5 milioni di euro per chiudere Colognola, soldi che non ci sono e che le passate amministrazioni, quando Colognola guadagnava, non hanno accantonato . Unica possibilità per la giunta (ovviamente a loro parere) sarebbe trasformare Colognola in una discarica di tutti comuni umbri a pagamento sia pure temporaneamente (ma per quanto? Per anni?). Dalle opposizioni è un coro di no: secco quello di Pavilio Lupini, di Rifondazione comunista, che accusa l'amministrazione comunale di essere stata supina sulla questione nel momento in cui ha aderito all'Ati 1 senza chiedere in cambio l'accollamento degli oneri di Colognola su un contesto regionale. Ampliare, dice Lupini, non si può , non c'è spazio, si può solo costruire una nuova discarica di fronte a quella esistente e sfida ironicamente la giunta a farlo. No dei 5 stelle che dicono a chiare lettere che Colognola va eliminata, risanata, restituita come area bonificata alla comunità, questa l'unica strada. No del Pd che domani illustrerà la problematica Colognola in sede di commissione consiliare in Regione, per capire quali possano essere le vie da percorrere . Toni accesi in aula, con la maggioranza che ha accusato le minoranze di costruire ad arte un caso su un problema che è originato dalle passate amministrazioni comunali, dove alcuni dei membri , (si riferiscono ovviamente al PD e l'accusa è anche vera), siedevano all'epoca con ruoli di governo. Alla fine il voto del consiglio comunale ha dato il via libera a questa discutibilissima scelta .
    Ultima modifica di C@scista; 02-05-17 alle 14:41

  3. #3
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,135
     Likes dati
    5,904
     Like avuti
    8,205
    Mentioned
    924 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: Commmenti alle consultazioni

    Oggi sono arrivate le prime rispercussioni sulla pessima decisione presa dal comune di Gubbio sulla discarica di Colognola
    Il sindaco di Gubbio, un dirigente, un tecnico dell' amministrazione e altri due tecnici della società che si occupa della discarica di Colognola sono indagati per la violazione delle norme ambientali nella gestione dell' impianto di Colognola, "con più azioni consecutive nell' ambito di un medesimo disegno criminoso", è scritto nell' atto di conclusivo delle indagini del pubblico ministero Carmen D' Onofrio. Sforamenti sulle acque reflue, omessi campionamenti, anomala formazione di percolato.
    E' stato infatti rilevato il superamento dei livelli in falda dello ione ammonio, che testimoniava la presenza di azoto, compatibile con "un costante apporto di percolato - è scritto negli atti dell' indagine - che si è disperso nelle acque sotterranee". Dispersione "agevolata dalla mancanza di impermeabilizzazione del fondo nella parte più datata dell' impianto e dall' instabilità di una parte della discarica". Peggio, sono stati constatati i superamenti delle concentrazioni soglia di contaminazione per ferro, manganese e solfati e "in sede di monitoraggio condotto tra il 2016 e inizio 2017, lo sforamento delle "csc" per i nitriti, con contestuale aumento dei parametri del ferro: ebbene di fronte a questi dati gli indagati avrebbero adottato "in luogo di quella prescritta dall' articolo 242 del dgsl 152/2006, una procedura alternativa, inoltrando nel febbraio 2010 una mera comunicazione interlocutoria a Arpa". Solo nell' ottobre 2017 hanno attivato le procedure di legge.
    Naturalmente molto probabilmente si arriverà all'archiviazione dell'accusa in sede giudiziaria (il sindaco si è infatti dichiarato tranquillo ) ma questa è la dimostrazione di quanto sciagurata (e gravida di conseguenze) sia stata la decisione di continuare ("perchè" aveva dichiarato il sindaco " non ci sono i soldi e fare diversamente chiudendo Colognola costerebbe troppo dato che le precedenti amministrazioni comunali non hanno accantonato i soldi per la chiusura ed è solo colpa loro") ad utilizzare una discarica ormai esaurita, anzi di ampliare enormemente l'utilizzo di una discarica esaurita (si tratta di una colpa politica non giudiziaria sia chiaro)
    Ultima modifica di C@scista; 14-11-18 alle 15:14

 

 

Discussioni Simili

  1. Omicidio a Colognola Uccisa donna di 48 anni
    Di taxydriver nel forum Cronaca
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-12-16, 08:20
  2. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 20-10-16, 14:58
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 23-05-12, 23:24
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 23-05-12, 23:24
  5. Gubbio
    Di yurj nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-05-06, 17:23

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •