User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    POL
    POL è offline
    Servizio Forum
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    20,744
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Arrow Elezioni comunali Palermo 2017: Orlando si ricandida , PD e UDC fanno lista unica


    Elezioni comunali Palermo 2017: candidati, sondaggi e risultati
    Palermo è uno dei principali comuni chiamati al voto alle prossime elezioni amministrative di giugno.
    Il capoluogo di regione della Sicilia rinnova la propria giunta comunale, dopo 5 anni a guida Leoluca Orlando. C’è grande attesa per il voto di Palermo, oltre che di Trapani e delle città minori siciliane chiamate al voto. Verdetti che rappresenteranno un’importante cartina di tornasole. Nonché un antipasto per la grande sfida delle elezioni regionali, previste il prossimo 5 novembre.
    Elezioni comunali Palermo 2017: i risultati precedenti

    Nel 2012 la città fu scenario di uno scontro tutto interno al centrosinistra. Al ballottaggio Orlando – sostenuto da Italia dei Valori e da parte della sinistra radicale ed ecologista – diventò sindaco di Palermo per la quarta volta, prevalendo su Fabrizio Ferrandelli, (candidato del PD e della sinistra vendoliana), che aveva vinto le primarie del centrosinistra precedendo Rita Borsellino, sorella del magistrato vittima di mafia Paolo Borsellino.
    Il 2012 rappresentò dunque una vera e propria debacle per il centrodestra, diviso tra più candidati e fuori dai giochi già al primo turno. A rappresentare il neonato M5S fu Riccardo Nuti – oggi deputato – che ottenne poco meno del 5% dei consensi.

    Elezioni comunali Palermo 2017: i candidati

    La battaglia tra Orlando e Ferrandelli tornerà in scena con il voto di giugno. Il sindaco uscente si ripresenterà alle urne, sostenuto da 7 liste: Alleanza per Palermo, Palermo 2022, Movimento 139, Mosaico Palermo, Uniti per Palermo, Sinistra Comune, Democratici e Popolari. Sono 7 anche le liste a sostegno di Fabrizio Ferrandelli: Palermo con Fabrizio, I Coraggiosi Palermo, Palermo prima di tutto, ?Udc, Cantiere Popolare, Forza Italia, Al Centro.
    Oltre a loro, vi sono altri 6 candidati sindaco (tra parentesi le liste a sostegno): Ugo Forello (Movimento 5 Stelle), Francesco Messina (Centro riformista), Ismaele La Vardera (Centrodestra per Palermo), Ciro Lomonte (Siciliani Liberi), Nadia Spallitta (Nadia Spallitta sindaco) e Marco Lo Bue (Cambiamo Palermo con i palermitani).
    Il dato politico di maggiore rilievo rappresenta la scomparsa del simbolo del PD. I dem per l’occasione hanno scelto di “fondersi” con i centristi di Angelino Alfano ed altri membri ex UDC sotto l’etichetta dei Democratici e Popolari, a sostegno del sindaco uscente Orlando. A conferma di un momento piuttosto opaco per il partito di Matteo Renzi nell’isola.
    Elezioni comunali Palermo 2017: gli ultimi sondaggi elettorali

    Secondo le ultime rilevazioni, al ballottaggio potrebbe riproporsi la sfida tra Orlando e Ferrandelli. A 5 anni di distanza, restano infatti loro i favoriti per l’accesso al secondo turno del 25 giugno.
    Secondo la rilevazione condotta da fine marzo da EMG, il sindaco uscente sarebbe poco sotto il 38%, staccando di quasi 9 punti Ferrandelli. Decisamente più vicini i due invece per Quorum, che vede il leader de I Coraggiosi al 39%, un punto sopra ad Orlando. Entrambi gli istituti non danno speranze a Forello, candidato del Movimento 5 Stelle. Pur crescendo notevolmente rispetto al 2012, i pentastellati sembrano non poter andare oltre il 20-22%. Decisamente più staccati invece gli altri candidati.
    Elezioni comunali Palermo 2017: la nuova legge elettorale

    Lo scenario delineato dai sondaggi tuttavia non esclude l’ipotesi di chiusura della partita già al primo turno. La nuova legge elettorale per i Comuni, approvata dalla regione Sicilia, cambia i requisiti. Ed ora prevede l’elezione a sindaco per il candidato che raggiunge il 40% dei voti. Non servirà più dunque la maggioranza assoluta dei consensi per vestire la fascia tricolore.
    In caso di parità e superamento del 40% da parte di più candidati, vince quello le cui liste collegate ottengono più voti. In caso di ulteriore parità, vince il candidato sindaco più giovane. Discorso opposto in caso di parità al ballottaggio, dove invece vince il più anziano. Tra le modifiche va segnalata anche la reintroduzione dell’effetto “trascinamento”. Ovvero, l’assegnazione del voto di lista al sindaco ad essa collegato anche in mancanza di preferenza sul nome del sindaco stesso. Resta confermata invece la possibilità di voto disgiunto, esprimendo il voto per un candidato sindaco e, contemporaneamente, per liste a lui non collegate.
    A non cambiare è anche il meccanismo di assegnazione dei seggi in Consiglio comunale. Il candidato che vince al primo turno ottiene il 60% dei seggi, a patto che le sue liste abbiano superato il 40%. In caso di vittoria al ballottaggio, il nuovo sindaco ottiene il premio solo se l’insieme delle liste a lui non collegate non abbia ottenuto al 1° turno complessivamente il 50%+1 delle preferenze. Inoltre, va ricordato che alla ripartizione dei seggi partecipano solo le liste che superano la soglia di sbarramento del 5%. Un meccanismo che nel 2012 permise ad Orlando di fare bottino pieno con la sua Italia dei Valori. Che ottenne ben 30 dei 50 seggi in Consiglio, visto il mancato raggiungimento del 5% da parte dell’altra lista a lui collegata.


    Scritto da: Emanuele Vena
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere l'articolo|
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere gli articoli di attualità|

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    46,638
    Mentioned
    131 Post(s)
    Tagged
    10 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Re: Elezioni comunali Palermo 2017: candidati, sondaggi e risultati

    Citazione Originariamente Scritto da POL Visualizza Messaggio

    Elezioni comunali Palermo 2017: candidati, sondaggi e risultati
    Palermo è uno dei principali comuni chiamati al voto alle prossime elezioni amministrative di giugno.
    Il capoluogo di regione della Sicilia rinnova la propria giunta comunale, dopo 5 anni a guida Leoluca Orlando. C’è grande attesa per il voto di Palermo, oltre che di Trapani e delle città minori siciliane chiamate al voto. Verdetti che rappresenteranno un’importante cartina di tornasole. Nonché un antipasto per la grande sfida delle elezioni regionali, previste il prossimo 5 novembre.
    Elezioni comunali Palermo 2017: i risultati precedenti

    Nel 2012 la città fu scenario di uno scontro tutto interno al centrosinistra. Al ballottaggio Orlando – sostenuto da Italia dei Valori e da parte della sinistra radicale ed ecologista – diventò sindaco di Palermo per la quarta volta, prevalendo su Fabrizio Ferrandelli, (candidato del PD e della sinistra vendoliana), che aveva vinto le primarie del centrosinistra precedendo Rita Borsellino, sorella del magistrato vittima di mafia Paolo Borsellino.
    Il 2012 rappresentò dunque una vera e propria debacle per il centrodestra, diviso tra più candidati e fuori dai giochi già al primo turno. A rappresentare il neonato M5S fu Riccardo Nuti – oggi deputato – che ottenne poco meno del 5% dei consensi.

    Elezioni comunali Palermo 2017: i candidati

    La battaglia tra Orlando e Ferrandelli tornerà in scena con il voto di giugno. Il sindaco uscente si ripresenterà alle urne, sostenuto da 7 liste: Alleanza per Palermo, Palermo 2022, Movimento 139, Mosaico Palermo, Uniti per Palermo, Sinistra Comune, Democratici e Popolari. Sono 7 anche le liste a sostegno di Fabrizio Ferrandelli: Palermo con Fabrizio, I Coraggiosi Palermo, Palermo prima di tutto, ?Udc, Cantiere Popolare, Forza Italia, Al Centro.
    Oltre a loro, vi sono altri 6 candidati sindaco (tra parentesi le liste a sostegno): Ugo Forello (Movimento 5 Stelle), Francesco Messina (Centro riformista), Ismaele La Vardera (Centrodestra per Palermo), Ciro Lomonte (Siciliani Liberi), Nadia Spallitta (Nadia Spallitta sindaco) e Marco Lo Bue (Cambiamo Palermo con i palermitani).
    Il dato politico di maggiore rilievo rappresenta la scomparsa del simbolo del PD. I dem per l’occasione hanno scelto di “fondersi” con i centristi di Angelino Alfano ed altri membri ex UDC sotto l’etichetta dei Democratici e Popolari, a sostegno del sindaco uscente Orlando. A conferma di un momento piuttosto opaco per il partito di Matteo Renzi nell’isola.
    Elezioni comunali Palermo 2017: gli ultimi sondaggi elettorali

    Secondo le ultime rilevazioni, al ballottaggio potrebbe riproporsi la sfida tra Orlando e Ferrandelli. A 5 anni di distanza, restano infatti loro i favoriti per l’accesso al secondo turno del 25 giugno.
    Secondo la rilevazione condotta da fine marzo da EMG, il sindaco uscente sarebbe poco sotto il 38%, staccando di quasi 9 punti Ferrandelli. Decisamente più vicini i due invece per Quorum, che vede il leader de I Coraggiosi al 39%, un punto sopra ad Orlando. Entrambi gli istituti non danno speranze a Forello, candidato del Movimento 5 Stelle. Pur crescendo notevolmente rispetto al 2012, i pentastellati sembrano non poter andare oltre il 20-22%. Decisamente più staccati invece gli altri candidati.
    Elezioni comunali Palermo 2017: la nuova legge elettorale

    Lo scenario delineato dai sondaggi tuttavia non esclude l’ipotesi di chiusura della partita già al primo turno. La nuova legge elettorale per i Comuni, approvata dalla regione Sicilia, cambia i requisiti. Ed ora prevede l’elezione a sindaco per il candidato che raggiunge il 40% dei voti. Non servirà più dunque la maggioranza assoluta dei consensi per vestire la fascia tricolore.
    In caso di parità e superamento del 40% da parte di più candidati, vince quello le cui liste collegate ottengono più voti. In caso di ulteriore parità, vince il candidato sindaco più giovane. Discorso opposto in caso di parità al ballottaggio, dove invece vince il più anziano. Tra le modifiche va segnalata anche la reintroduzione dell’effetto “trascinamento”. Ovvero, l’assegnazione del voto di lista al sindaco ad essa collegato anche in mancanza di preferenza sul nome del sindaco stesso. Resta confermata invece la possibilità di voto disgiunto, esprimendo il voto per un candidato sindaco e, contemporaneamente, per liste a lui non collegate.
    A non cambiare è anche il meccanismo di assegnazione dei seggi in Consiglio comunale. Il candidato che vince al primo turno ottiene il 60% dei seggi, a patto che le sue liste abbiano superato il 40%. In caso di vittoria al ballottaggio, il nuovo sindaco ottiene il premio solo se l’insieme delle liste a lui non collegate non abbia ottenuto al 1° turno complessivamente il 50%+1 delle preferenze. Inoltre, va ricordato che alla ripartizione dei seggi partecipano solo le liste che superano la soglia di sbarramento del 5%. Un meccanismo che nel 2012 permise ad Orlando di fare bottino pieno con la sua Italia dei Valori. Che ottenne ben 30 dei 50 seggi in Consiglio, visto il mancato raggiungimento del 5% da parte dell’altra lista a lui collegata.


    Scritto da: Emanuele Vena
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere l'articolo|
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere gli articoli di attualità|
    mi sembra giusto che il pd si presenti fuso con alfano e cuffaro.

    tutto nella norma.

  3. #3
    POL
    POL è offline
    Servizio Forum
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    20,744
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Lightbulb Sondaggi elettorali Palermo: Orlando verso la riconferma


    Sondaggi elettorali Palermo: Orlando verso la riconferma
    Leoluca Orlando potrebbe essere rieletto a Palazzo delle Aquile già al primo turno. A dirlo è il direttore di EMG, Fabrizio Masia, durante il consueto appuntamento del lunedì con il Tg La7 condotto da Enrico Mentana.
    Il suo principale sfidante, il candidato di centrodestra Ferrandelli, è infatti staccato di ben 10 punti percentuali. “Orlando potrebbe farcela al primo turno, considerando che la soglia per essere eletti in Sicilia si è abbassata al 40%” spiega Masia che però non chiude ad un possibile ballottaggio.
    “Orlando potrebbe anche andare al ballottaggio con Ferrandelli”. “La situazione – ha aggiunto il sondaggista – è di grandissima incertezza”.

    Sondaggi elettorali Palermo: le intenzioni di voto

    Secondo la rilevazione EMG, condotta tra il 19 e il 21 maggio, su un campione rappresentativo della popolazione italiana, Orlando raccoglierebbe una forbice di voti che va dal 39 al 41%; Ferrandelli tra il 30 e il 33%; chiude il candidato del Movimento 5 Stelle Forello tra il 20 e il 23%,
    Tutto però rimane ancora incerto. Da un sondaggio Ixè, condotto tra il 5 e l’11 maggio per il gruppo editoriale Citynews, è emerso infatti che 65% degli intervistati ritiene insufficiente l’operato dell’amministrazione comunale negli ultimi cinque anni. La fiducia in Orlando rimane comunque alta; il 38% dei parlemitani lo promuove.



    Scritto da: Andrea Turco
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere l'articolo|
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere gli articoli riguardanti gli ultimi Sondaggi Politici|

  4. #4
    POL
    POL è offline
    Servizio Forum
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    20,744
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Lightbulb Elezioni comunali Palermo 2017: Orlando si ricandida , PD e UDC fanno lista unica


    Sondaggi elettorali Palermo: Orlando verso la riconferma
    A meno di due settimane dalle comunali dell’11 giugno, il risultato a Palermo pare ormai scontato. Leoluca Orlando, sindaco uscente, corre verso la riconferma. A certificarlo è l’ultimo sondaggio condotto da Demos & Pi per Repubblica secondo cui l’attuale primo cittadino al primo turno raccoglierebbe il 38,2% dei voti. Staccato di quasi 10 punti percentuali è lo sfidante del centrodestra Fabrizio Ferrandelli sondato al 29,1%. Ugo Forello, candidato del Movimento 5 Stele, è dato al 24,2%.

    Il ballottaggio, a meno che Orlando non superi quota 40%, appare scontato. In tutte e due le ipotesi prese in esame da Demos, Orlando uscirebbe vincente. Il sindaco uscente di Palermo vincerebbe con ampio margine sia contro Ugo Forello che con il candidato di centrodestra Ferrandelli.

    Sondaggi elettorali: nota metodologica

    Campione casuale rappresentativo della popolazione di riferimento per i caratteri socio-demografici (genere, età) e la distribuzione territoriale (area geografica e dimensione urbana). Consistenza numerica: 1.001; numero non rispondenti: 8.092; di cui numero sostituzioni: 5.776. Il livello di rappresentatività del campione è del 95% e il margine di errore relativo ai risultati del sondaggio è +/- 3.1 per i valori percentuali relativi al totale degli intervistati (1.001 casi). Metodo mixed-mode CATI-CAMI-CAWI.


    Scritto da: Andrea Turco
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere l'articolo|
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere gli articoli riguardanti gli ultimi Sondaggi Politici|

  5. #5
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    24,630
    Mentioned
    369 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)

    Predefinito Re: Sondaggi elettorali Palermo: vittoria scontata per Orlando?

    Citazione Originariamente Scritto da POL Visualizza Messaggio

    Sondaggi elettorali Palermo: Orlando verso la riconferma
    A meno di due settimane dalle comunali dell’11 giugno, il risultato a Palermo pare ormai scontato. Leoluca Orlando, sindaco uscente, corre verso la riconferma. A certificarlo è l’ultimo sondaggio condotto da Demos & Pi per Repubblica secondo cui l’attuale primo cittadino al primo turno raccoglierebbe il 38,2% dei voti. Staccato di quasi 10 punti percentuali è lo sfidante del centrodestra Fabrizio Ferrandelli sondato al 29,1%. Ugo Forello, candidato del Movimento 5 Stele, è dato al 24,2%.

    Il ballottaggio, a meno che Orlando non superi quota 40%, appare scontato. In tutte e due le ipotesi prese in esame da Demos, Orlando uscirebbe vincente. Il sindaco uscente di Palermo vincerebbe con ampio margine sia contro Ugo Forello che con il candidato di centrodestra Ferrandelli.
    52.2 a 47.8 sarebbe un ampio margine? Ma una volta non c'era il 3% di margine d'errore (e quindi col 52%, anche il migliore dei sondaggisti dovrebbe dichiarare il too close to call?)
    "Una vecchia barzelletta sovietica, diceva, cos’è il deviazionismo? È andare dritti quando la linea va a zig zag. Ecco, io sono un deviazionista"

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 19-05-17, 23:38
  2. A Palermo pd e alfaniani formano un unica lista
    Di tancredi nel forum Sicilia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 29-03-17, 10:28
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-04-16, 17:15
  4. Leoluca Orlando sulle elezioni a Palermo.
    Di Juv nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 23-05-12, 01:13
  5. Pcf e Fp insieme in una lista unica alle elezioni
    Di Newborn nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 46
    Ultimo Messaggio: 02-01-10, 22:10

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226