User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    POL
    POL è offline
    Servizio Forum
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    19,080
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Lightbulb Sgarbi contesta Laura Boldrini "è pericolosa andrebbe interdetta"

    Sgarbi furioso contro Laura Boldrini: “è pericolosa e andrebbe interdetta”



    La Presidente della Camera Laura Boldrini, in questi ultimi giorni, è stata al centro di aspre polemiche per le sue dichiarazioni circa i simboli del fascismo, che raderebbe molto volentieri al suolo.
    Al coro delle critiche che le sono piombate addosso, si è aggiunto Vittorio Sgarbi che, come suo solito, non ha usato mezzi termini per commentare la vicenda.
    “Laura Boldrini andrebbe interdetta, essendo pericolosa a sé e alla democrazia”, scrive il critico d’arte a Il Giornale.
    E aggiunge: “Nella vanità di questa donna c’ è un disprezzo così profondo per la cultura e per la civiltà italiana che ogni spirito libero dovrebbe considerare con preoccupazione”
    Sgarbi definisce Laura un “presidente per caso e nemica giurata della cultura a somiglianza di Goebbels cui è attribuita la frase: ‘Quando sento la parola cultura, metto mano alla pistola”
    E, per concludere, sottoscrive la frase di Barbara Palombelli sulla questione: “Una democrazia forte non ha paura dei simboli del passato, non cancella o ritocca i monumenti, non si occupa di un signore nostalgico che inneggia a Mussolini“.



    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere l'articolo|
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere gli articoli riguardanti gli ultimi Sondaggi Politici|

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    afm
    afm è offline
    Forumista storico
    Data Registrazione
    10 Mar 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    33,927
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La Piazzetta di Pol

    la Mullah Boldrini

    "La vita è un suono tra due silenzi"

    Gli amici vanno e vengono, i nemici si accumulano

  3. #3
    Muratore
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    32,415
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    282 Post(s)
    Tagged
    22 Thread(s)

    Predefinito Re: Sgarbi contesta Laura Boldrini "è pericolosa andrebbe interdetta"

    L'Imperatrice-Dea è da tempo colpita da questi femminicidi morali e il fatto che non sia ancora stata formata la task force da lei richiesta per contrastarli, può essere spiegato solo col fascismo che ha messo al governo Berlusconi anche se non c'è.
    Lo daremo all'Uomo Nero ca ce fa co lu pesce intiero.
    Lo daremo a Cirinna' che a soffrire lo portera'

  4. #4
    direttamente dall'Inferno
    Data Registrazione
    19 Jan 2007
    Località
    nel girone che preferite
    Messaggi
    16,158
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Re: Sgarbi contesta Laura Boldrini "è pericolosa andrebbe interdetta"

    Sgarbi ha ragione

  5. #5
    Christianita
    Data Registrazione
    08 Apr 2009
    Località
    Ελευσίνα
    Messaggi
    14,963
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Thumbs up Sgarbi contesta Laura Boldrini "è pericolosa andrebbe interdetta"

    Cara Boldrini, giù le mani dalla nostra libertà. A seminare odio è lei, non noi
    Davide 24 luglio 2017 , 13:04 Attualità, Notizie dall'Italia, Opinione 18 Commenti 2,789 Viste

    DI MARCELLO FOA

    Il Cuore Del Mondo

    Diciamolo francamente: “La piramide dell’odio” ovvero la Commissione “Jo Cox” su fenomeni di odio, intolleranza, xenofobia e razzismo, voluta dalla Boldrini e che ha coinvolto ben 26 persone tra deputati ed esperti a vario titolo, è un falso ideologico. O, detto più, semplicemente un’operazione di bassa e soprattutto pericolosa propaganda.

    Sì, pericolosa.

    Già il titolo è fuorviante. Le commissioni, quelle serie, espongono le proprie conclusioni alla fine di una dotta e spassionata analisi, in questo caso, invece si urla una denuncia forte e scioccante. Quel titolo “la piramide dell’odio” antepone il giudizio all’analisi, pone sulla difensiva il lettore, lo colpevolizza a prescindere. E’ un’operazione, spinta, di spin a cui un’istituzione come la Camera dei deputati non dovrebbe mai prestarsi, Ma, si sa, con la Boldrini, tutto diventa relativo. Anche i contenuti di un rapporto che ha richiesto un anno di lavori.

    Mi aspettavo dati scioccanti su un’Italia intollerante e razzista. E invece esce il quadro di un Paese tollerante. Pensate un po’, il 20% degli italiani pensa che sia disdicevole avere un collega gay. Io lo leggo positivamente: l’80% non ha più pregiudizi omosessuali. Stessa percentuale di chi pensa che gli uomini siano migliori dirigenti o migliori politici delle donne. Non mi scandalizzo affatto per il fatto che il 49,7% ritiene che l’uomo debba provvedere alle necessità economiche della famiglia e questa non può essere considerata una falsa rappresentazione, ma la proiezione di una concezione tradizionale e legittima della famiglia.

    La Boldrini e i suoi esperti inorridiscono sapendo che la maggior parte degli interpellati ritiene che quartieri ad alta densità di immigrati favoriscano il terrorismo e la criminalità e che il 65% pensa che i rifugiati siano un peso perché godono di benefits sociali e del lavoro degli abitanti. Ma non sono dato scioccanti, bensì inevitabili quando l’immigrazione diventa incontrollata e supera le soglie fisiologiche e quando riguarda un Paese gravato dalle tasse e con un alto tasso di disoccupazione. Il problema non lo risolvi biasimando gli italiani ma ponendo fine a una situazione fuori controllo e rilanciando l’economia del Paese.

    E se l’80% degli italiani esprime un’opinione negativa rispetto ai rom, inclusi dunque molti elettori di sinistra, forse bisognerebbe chiedersi non se gli italiani siano razzisti ma perché i rom – che non sono più i romantici gitani di una volta – accentuino, con la loro violazione delle più elementari regole civili, la diffidenza nei propri confronti.

    Questo rapporto è inconsistente ma diventa pericoloso quando propone le misure correttive. Perché emerge la finalità liberticida dell’operazione “boldriniana”. Il vero scopo non è di contrastare un inesistente razzismo ma di mettere a tacere chi non la pensa come vuole lei, chi non si adegua passivamente al politicamente corretto, chi si oppone a sfacciate operazioni di ingegneria sociale. Insomma, chi pensa liberamente diventa un nemico da far tacere.

    La Boldrini ci ha già provato cavalcando strumentalmente la polemica sulle Fake news. Ora che la fine della legislatura si avvicina e con essa la fine, mai tanto auspicata, del suo mandato di presidente della Camera, costei sa di non avere più tempo e per questo invoca la censura. E lo fa furbescamente.

    Quando “esige l’autoregolazione delle piattaforme al fine di rimuovere l’hate speech online” e invita a “stabilire la responsabilità giuridica sociale dei provider e delle piattaforme di social e a obbligarli a rimuovere con la massima tempestività i contenuti segnalati come lesivi da parte degli utenti“, intende togliere di mezzo i commentatori scomodi demandando a un entità astratta – “gli utenti” – il compito di giudicare chi semina odio e chi no.

    Quando propone di “sostenere e promuovere blog e attivisti no hate o testate che promuovono una contronarrazione” compie un’operazione orwelliana, perché si arroga il diritto di stabilire chi detenga la Verità, negando uno degli elementi costitutivi della democrazia: il confronto delle idee.

    Ma si supera quando sostiene “l’istituzione di un giurì che garantisca la correttezza dell’informazione“. Ma sì un Miniculpop, il Ministero della Censura, che impedirebbe a voi, cari lettori, di leggere questo blog, o goofynomics di Alberto Bagnai o i tweet di Vladimiro Giacchè o i siti che a destra e a sinistra difendono il diritto a un’interpretazione diversa dalla realtà.

    Questi sono propositi inaccettabili in democrazia e fonte di rabbia e di diffidenza. Nei suoi confronti, cara presidente Boldrini. Perché, a ben vedere, la vera propagatrice d’odio è lei. Non noi.
    mnnnn

    Marcello Foa

    Fonte: Blog - IlGiornale.it

    Link: Cara Boldrini, giù le mani dalla nostra libertà. A seminare odio è lei, non noi. ? il Blog di Marcello Foa

    23.07.2017
    «Feared neither death nor pain,
    for this beauty;
    if harm, harm to ourselves.»
    (Ezra Pound - Canto XX, The Lotus Eaters)

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    19 Jan 2017
    Messaggi
    1,101
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Cara Boldrini, giù le mani dalla nostra libertà. A seminare odio è lei, non noi

    Perché censurare ?

    Le idee si combattono con le idee

    O a qualcuno mancano ?

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 16-07-17, 14:33
  2. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 13-06-17, 13:57
  3. Un nazista a Roma in "piena sintonia" con Laura Boldrini
    Di amaryllide nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 11-06-17, 13:35
  4. Risposte: 657
    Ultimo Messaggio: 23-09-13, 22:21
  5. Laura Boldrini, lingua biforcuta e volto "umano" della NATO
    Di Gianky nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 20-03-13, 10:53

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
// mettere condizione > 0 per attivare popup
Clicca per votare

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225