AGCOM, autorità per le garanzie nelle comunicazioni, si è espressa in questi giorni contro gli operatori telefonici italiani, notoriamente fra i più cari e meno efficienti al mondo, per le bollette astronomiche che i possessori di modem USB (le famose “chiavette”) per la connessione ad internet si vedono recapitare. Iniziativa lodevole che richiama gli operatori al rispetto del tetto di consumo che, attraverso allarmi visivi e sonori, avviserà l’utente di aver raggiunto il limite concordato al momento della stipula del contratto




Continua a leggere...