User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 28
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    3,011
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito PROVE DI FEDERALISMO, PIU’ TASSE SULLE IMPRESE: I NUOVI STUDI DI SETTORE

    COMINCIA A VEDERSI IL BLUFF FEDERALISTA NEI NUOVI STUDI DI SETTORE REGIONALIZZATI: LE CITTA’ PIU’ TARTASSATE SONO MILANO, VENEZIA E BOLOGNA… 220.000 AZIENDE DEL SETTORE EDILE DEL NORD SARANNO SOGGETTE A PIU’ TASSE…I RISULTATI DELLO STUDIO DELLA CGIA DI MESTRE

    Il fisco in salsa federalista sa già di promessa mancata.
    A sorpresa, da una prima indagine sugli effetti dei nuovi studi di settore “regionalizzati”, si scopre che non solo l’obiettivo di pagare meno tasse si allontana, anzi si ribalta, ma a versare di più sarà proprio quella parte del Paese che da sempre lo invoca, il Nord.
    Le città più tartassate sono proprio Milano, Venezia e Bologna.
    Notizia ferale per i 3,6 milioni di contribuenti soggetti agli studi.
    A partire dalle 220.000 aziende del settore edile, le prime a testare il nuovo meccanismo di accertamento legato alle diversità territoriali.
    Entro il 5 agosto, si sono dovute confrontare con un livello di fatturato presunto, relativo al 2009, superiore a quello del 2008 anche del 17%.
    E dunque saranno soggette a più tasse.
    La simulazione, condotta dalla Cgia di Mestre, tiene conto dei criteri introdotti dalla legge 133 del 2008, pensati come apripista del federalismo fiscale.
    In pratica, con il nuovo modello, si fanno rientrare tre tipi di correttivi “federalisti”.
    Il primo, territoriale, è basato su indicatori locali come retribuzioni, reddito disponibile e quotazioni immobiliari.
    Il secondo, congiunturale, scorpora gli effetti della crisi.
    Il terzo, individuale, considera livelli di calo di fatturato molto rilevanti.
    Tre correttivi che nelle intenzioni dovevano alleggerire i ricavi presunti su cui calcolare le tasse, proprio perchè legati al territorio.
    E invece no, o almeno non ovunque.
    Lo studio della Cgia di Mestre prende ad esame il conto economico di due piccole imprese edili (due soci e un dipendente) e colloca la loro attività nei vari capoluogo, una costruisce e l’altra ristruttura immobili.
    Applicando i nuovi criteri incorporati da Gerico, i risultati sono inaspettati.
    La prima impresa vede aumentare il fatturato presunto in quasi tutte le regioni del Nord, in particolare + 16,8% a Bologna, +16,3% a Milano, +10,3% a Venezia, ma anche + 7,9% ad Ancona, + 5,4% a Roma, +4,3% a Firenze.
    La seconda impresa, quella di restauro, paga più tasse quasi ovunque: +17% a Milano, +12% a Torino, Venezia e Trieste, +14% a Firenze,
    Se a questo quadro si accosta la crisi del settore costruzioni (-7%) e quello dell’economia in generale (-5,5%) si comprende, secondo i dati della Cgia, che le prime prove dell’impatto federalista accentuano i problemi, anzichè risolverli.
    Con buona pace dei tanti sostenitori della presunta panacea ai mali italici.
    destra di popolo

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Me ne frego
    Data Registrazione
    06 Nov 2009
    Messaggi
    125,331
    Mentioned
    574 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    11

    Predefinito Rif: PROVE DI FEDERALISMO, PIU’ TASSE SULLE IMPRESE: I NUOVI STUDI DI SETTORE

    Citazione Originariamente Scritto da destradipopolo Visualizza Messaggio
    COMINCIA A VEDERSI IL BLUFF FEDERALISTA NEI NUOVI STUDI DI SETTORE REGIONALIZZATI: LE CITTA’ PIU’ TARTASSATE SONO MILANO, VENEZIA E BOLOGNA… 220.000 AZIENDE DEL SETTORE EDILE DEL NORD SARANNO SOGGETTE A PIU’ TASSE…I RISULTATI DELLO STUDIO DELLA CGIA DI MESTRE

    Il fisco in salsa federalista sa già di promessa mancata.
    A sorpresa, da una prima indagine sugli effetti dei nuovi studi di settore “regionalizzati”, si scopre che non solo l’obiettivo di pagare meno tasse si allontana, anzi si ribalta, ma a versare di più sarà proprio quella parte del Paese che da sempre lo invoca, il Nord.
    Le città più tartassate sono proprio Milano, Venezia e Bologna.
    Notizia ferale per i 3,6 milioni di contribuenti soggetti agli studi.
    A partire dalle 220.000 aziende del settore edile, le prime a testare il nuovo meccanismo di accertamento legato alle diversità territoriali.
    Entro il 5 agosto, si sono dovute confrontare con un livello di fatturato presunto, relativo al 2009, superiore a quello del 2008 anche del 17%.
    E dunque saranno soggette a più tasse.
    La simulazione, condotta dalla Cgia di Mestre, tiene conto dei criteri introdotti dalla legge 133 del 2008, pensati come apripista del federalismo fiscale.
    In pratica, con il nuovo modello, si fanno rientrare tre tipi di correttivi “federalisti”.
    Il primo, territoriale, è basato su indicatori locali come retribuzioni, reddito disponibile e quotazioni immobiliari.
    Il secondo, congiunturale, scorpora gli effetti della crisi.
    Il terzo, individuale, considera livelli di calo di fatturato molto rilevanti.
    Tre correttivi che nelle intenzioni dovevano alleggerire i ricavi presunti su cui calcolare le tasse, proprio perchè legati al territorio.
    E invece no, o almeno non ovunque.
    Lo studio della Cgia di Mestre prende ad esame il conto economico di due piccole imprese edili (due soci e un dipendente) e colloca la loro attività nei vari capoluogo, una costruisce e l’altra ristruttura immobili.
    Applicando i nuovi criteri incorporati da Gerico, i risultati sono inaspettati.
    La prima impresa vede aumentare il fatturato presunto in quasi tutte le regioni del Nord, in particolare + 16,8% a Bologna, +16,3% a Milano, +10,3% a Venezia, ma anche + 7,9% ad Ancona, + 5,4% a Roma, +4,3% a Firenze.
    La seconda impresa, quella di restauro, paga più tasse quasi ovunque: +17% a Milano, +12% a Torino, Venezia e Trieste, +14% a Firenze,
    Se a questo quadro si accosta la crisi del settore costruzioni (-7%) e quello dell’economia in generale (-5,5%) si comprende, secondo i dati della Cgia, che le prime prove dell’impatto federalista accentuano i problemi, anzichè risolverli.
    Con buona pace dei tanti sostenitori della presunta panacea ai mali italici.
    destra di popolo
    Dunque questo tanto decantato federalismo, sarebbe in realtà una catastrofe, è burla pazzesca, più al nord che al sud. Eh bravo Bossi.
    ADA

  3. #3
    Smoderatore
    Data Registrazione
    29 Jan 2009
    Località
    Giornalia
    Messaggi
    51,299
    Mentioned
    781 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: PROVE DI FEDERALISMO, PIU’ TASSE SULLE IMPRESE: I NUOVI STUDI DI SETTORE

    Citazione Originariamente Scritto da ada desantis Visualizza Messaggio
    Dunque questo tanto decantato federalismo, sarebbe in realtà una catastrofe, è burla pazzesca, più al nord che al sud. Eh bravo Bossi.
    ADA
    lui e' autorizzato a dire tute le cagate che gli vengono in mente...repapelle: tanto mette il link (che e' semrpe lui...repapelle

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    3,011
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: PROVE DI FEDERALISMO, PIU’ TASSE SULLE IMPRESE: I NUOVI STUDI DI SETTORE

    Citazione Originariamente Scritto da greenthumb Visualizza Messaggio
    lui e' autorizzato a dire tute le cagate che gli vengono in mente...repapelle: tanto mette il link (che e' semrpe lui...repapelle
    Se sapessi leggere, oltre che sparare cazzate, vedresti che citiamo una analisi dettagliata della Cgia di Mestre.
    Capisco che ti bruci, ma almeno gli italiani sanno cosa li aspetta, palle leghiste a parte

  5. #5
    Smoderatore
    Data Registrazione
    29 Jan 2009
    Località
    Giornalia
    Messaggi
    51,299
    Mentioned
    781 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: PROVE DI FEDERALISMO, PIU’ TASSE SULLE IMPRESE: I NUOVI STUDI DI SETTORE

    Citazione Originariamente Scritto da destradipopolo Visualizza Messaggio
    Se sapessi leggere, oltre che sparare cazzate, vedresti che citiamo una analisi dettagliata della Cgia di Mestre.
    Capisco che ti bruci, ma almeno gli italiani sanno cosa li aspetta, palle leghiste a parte
    anche chi vive a scrocco, sembra capire bene cosa li aspetta... e a giudicare dal loro nevosismo, lo sanno proprio bene!!!:sofico:

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    3,011
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: PROVE DI FEDERALISMO, PIU’ TASSE SULLE IMPRESE: I NUOVI STUDI DI SETTORE

    Citazione Originariamente Scritto da greenthumb Visualizza Messaggio
    anche chi vive a scrocco, sembra capire bene cosa li aspetta... e a giudicare dal loro nevosismo, lo sanno proprio bene!!!:sofico:
    Se vivi a scrocco capisco allora perchè sei nervoso...

  7. #7
    Smoderatore
    Data Registrazione
    29 Jan 2009
    Località
    Giornalia
    Messaggi
    51,299
    Mentioned
    781 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: PROVE DI FEDERALISMO, PIU’ TASSE SULLE IMPRESE: I NUOVI STUDI DI SETTORE

    Citazione Originariamente Scritto da destradipopolo Visualizza Messaggio
    Se vivi a scrocco capisco allora perchè sei nervoso...
    ti faccio una confidenza: son secessionista, nemmeo federalista...repapelle:

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    3,011
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: PROVE DI FEDERALISMO, PIU’ TASSE SULLE IMPRESE: I NUOVI STUDI DI SETTORE

    Citazione Originariamente Scritto da greenthumb Visualizza Messaggio
    ti faccio una confidenza: son secessionista, nemmeo federalista...repapelle:
    rispetto la tua opinione, almeno sei coerente

  9. #9
    Forumista
    Data Registrazione
    10 Aug 2009
    Messaggi
    674
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: PROVE DI FEDERALISMO, PIU’ TASSE SULLE IMPRESE: I NUOVI STUDI DI SETTORE

    bah, non aggiungiamo confusione a confusione.
    Punto 1: la Cgia di Mestre è obiettiva quanto la Pravda dei bei (?) tempi, ma più subdola. Elabora i dati in funzione dei suoi (non in senso stretto, ovvio) interessi, e buonanotte. Non per nulla, l'ultimo candidato bastonato di csx alla presidenza del Veneto veniva proprio dalla Cgia, e da essa era sostenuto a spada tratta.
    Punto 2: anche i muri sanno che la fase transitoria in una qualsiasi riforma è molto costosa. La frase "servon soldi per fare le riforme" non è di ieri, nè è prerogativa di una sola parte politica. Figuriamoci se, nell'ambito di una riforma tributaria su larga scala com'è il federalismo fiscale, la fase transitoria non risulta "pesante".

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    19 Apr 2010
    Messaggi
    143
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: PROVE DI FEDERALISMO, PIU’ TASSE SULLE IMPRESE: I NUOVI STUDI DI SETTORE

    non sorprende, il governo ha già aumentato oltre dell'1% la pressione fiscale reale

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Federalismo tasse più salate sulle auto
    Di jacob nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 22-04-11, 19:13
  2. Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 19-11-10, 09:03
  3. Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 09-08-10, 17:46
  4. Risposte: 45
    Ultimo Messaggio: 01-06-07, 19:59
  5. Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 05-04-07, 10:52

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226