User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
Like Tree1Likes
  • 1 Post By Regina di Coppe

Discussione: Il più grande disastro del mondo

  1. #1
    girevoli
    Data Registrazione
    09 Jul 2009
    Messaggi
    9,243
    Mentioned
    32 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    9

    Predefinito Il più grande disastro del mondo

    .


    ... Chissà se i politicanti hanno fatto in tempo ad intascare i soldi per la siccità estiva...
    Ecco infatti che una vasta perturbazione porta acqua in abbondanza in tutta Italia, allagando molte zone... E di nuovo una pioggia di soldi per coprire l'inefficienza dei comuni, l'incuria dei tombini e del sistema fognario.

    Si aggrava anche la conta dei danni, pure di quelli ambientali. La grande raffineria dell'Eni è ferma: un metro e mezzo d'acqua aveva fatto scattare i sistemi di allarme e l'impianto, come confermato dal ministro dell'Ambiente Galletti, era stato fermato. Ieri sera poi la conferma che il cattivo odore, denunciato fin da ieri dai cittadini, arrivava proprio da lì, dove c'è stato uno sversamento di idrocarburi finito in mare attraverso un canale. È stata "una leggera perdita di acqua mista a idrocarburi pesanti" a confluire "in un fosso limitrofo al perimetro della raffineria passando attraverso un varco del muro di cinta". È quanto precisa Eni in una nota a proposito dello sversamento di idrocarburi che si è riversato in mare, all'altezza del porto industriale di Livorno, a seguito del violento nubifragio. Il tutto, assicura, è già stato "confinato" ed è in fase di recupero. E c'è il caso, sollevato da La Repubblica oggi in prima pagina, dei fondi per le alluvioni mai usati. "A leggere le tabelle della Struttura di missione contro il dissesto ideologico della Presidenza del Consiglio, abbiamo 7,7 miliardi di euro da spendere entro il 2023. Per fare, dunque, ciò che avrebbe evitato le stragi".

    - See more at: Livorno, sette vittime, riprese ricerche disperso. Il caso dei fondi mai usati. Forte libecciata - Rai News

    Guerre, terremoti, carestie, inondazioni, terrorismo...

    Tutti i giorni i mass media danno grande risalto a queste terribii sciagure, ma trascurano la più grande ed evitabile disgrazia del mondo, l'inquinamento ambientale.


    Eh sì, perché a conti fatti ciò che viene falsamente presentato come una ricchezza da secoli, ossia l'industrializzazione e la cementificazione selvaggia, non tiene conto di ciò che più ha distrutto il benessere dell'umanità.

    Quanti morti ha fatto l'isis? E il terremoto? E l'uragano? E la siccità? E le inondazioni?
    Molti, ma molti di meno dell'inquinamento...

    Si parla tanto di vaccini per evitare il morbillo, ma cosa fa il ministero della salute pubblica per prevenire i tumori dovuti all'avvelenamento industriale?

    Si considerino i decessi per malattie dovute all'inquinamento di aria, acqua e terra, e si vedrà quale è la vera emergenza, il vero problema da combattere con ogni mezzo, invece di aiutare e finanziare le aziende che si sono arricchite sui cadaveri della gente...

    Le aziende private fanno profitti inquinando, ma poi è lo Stato a pagare i danni...




    “I dati raccolti non lasciano dubbi sulla realtà: in Italia la crescita dei casi di tumori è a livelli da epidemia.

    Fra le 54 aree più “colpite” da questa “epidemia” ci sono Livorno e la sua provincia. (...)

    Livorno distretto delle nocività

    Mentre a Livorno si muore per cancro a causa di fattori ambientali, le amministrazioni locali si stanno adoperando per autorizzare la realizzazione di nuove infrastrutture che peggioreranno la situazione:

    costruire un terminale di rigassificazione al largo delle coste, iniziativa inutile perché di gas ne arriverà a sufficienza dai gasdotti che si stanno realizzando, dannosa per gli interessi della città, rischiosa e fortemente inquinante (si calcolano 1 o 2 milioni di metri cubi di metano rilasciati ogni anno in atmosfera a causa delle lavorazioni per non parlare dell’inquinamento del mare);
    costruire un secondo rigassificatore, questa volta a terra nell’area industriale della Solvay;
    raddoppiare, grazie ai soldi di una fra le TIA più care d’Italia, l’inceneritore del Picchianti non per una necessità della città ma per bruciare rifiuti provenienti da mezza Toscana;
    costruire un megainceneritore per rifiuti industriali che dovrebbe servire tutta la Toscana (si parla di 1400 tonnellate al giorno incenerite);
    realizzare una filiera di centrali a biomasse per la produzione di elettricità che bruciano olio di palma: due a Livorno in ambito portuale, una a Piombino (già autorizzate) e una a Campiglia (da autorizzare); centrali piccole ma estremamente inquinanti;
    spalleggiare i progetti di ENEL che vorrebbe convertire a carbone una parte della centrale di Torre del sale (circa 750 MW) e a biomasse una parte della centrale del Marzocco.

    Insomma nuove pesanti fonti di inquinamento e quindi di morte volute solo per fini affaristici visto che le ricadute occupazionali sarebbero minime (si pensi alle poche decine di posti garantiti dal rigassificatore di Livorno) mentre i profitti finirebbero nelle casse di multinazionali e società non del territorio (una vera e propria colonizzazione). Tutto sulla pelle dei livornesi.

    (articolo completo:
    Inquinamento e tumori a Livorno: dati e analisi - Senza Soste


    .
    Ultima modifica di Regina di Coppe; 12-09-17 alle 19:06
    Corpo sano in ambiente sano.

    Chi avvelena una persona per vendetta viene condannato per veneficio.
    Chi avvelena milioni di esseri umani per profitto viene onorato come capitano d'industria.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    29 Apr 2015
    Messaggi
    847
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Il più grande disastro del mondo

    Andando in America Centrale e in America del Sud ma anche in Canada, ci si rende subito conto, già nei primi giorni di permanenza di quanto si sia impoverita la flora e la fauna nel nostro vecchio continente.
    In fondo, meditando sulla questione si capiscono subito le cause :
    Più di 2000 anni di guerre hanno completamente distrutto l'ambiente della nostra penisola e quello di tutta l'Europa, eccezzion fatta per i paesi del nord Europa, troppo freddi per essere abitati intensivamente.
    Oltre alle guerre passate, ora la pesande industrializzazione sta distruggendo il poco che c'è rimasto in nome di un profitto che arrisce quattro gatti e impoverisce di giorno in giorno la maggioranza della popolazione.
    http://entrainfantasia.blogspot.it/

    "In tempi passati alberi e uomini erano buoni amici" Hayao Miyazaki

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 17-08-15, 16:56
  2. La più grande democrazia del mondo.
    Di Supermario nel forum Americanismo
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 17-11-08, 12:17
  3. La fine del mondo Verde: Kyoto come disastro ambientale
    Di Jenainsubrica nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-10-06, 11:04
  4. Quanto e' grande il mondo?
    Di DelegatoZero nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 09-03-06, 03:45
  5. Il mondo è grande
    Di yurj nel forum Politica Estera
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 16-11-05, 12:00

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226