Sondaggi politici SWG: come si valuta lo sgombero di Via Curtatone a Roma?
Nel primo dossier di SWG, elaborato dopo la pausa agostana, si parla di occupazioni e sgomberi. In un altro articolo, ci siamo soffermati sull’opinione degli italiani in merito alle occupazioni (quindi, abusive). Il risultato è stato relativamente unanime: l’occupazione è illegittima. Tuttavia, c’è una differenza di visione su metodi e soluzioni. Chi si dimostra maggiormente radicale, è l’elettore leghista, il quale non cerca (in linea di massima) vie intermedie. Lo sgombero va eseguito rapidamente, senza la necessità di cercare soluzioni alternative per gli occupanti.
Qui, ci concentriamo – nello specifico – sui fatti di Via Curtatone a Roma. Il risultato viene mostrato sia sul campione totale, sia per segmento elettorale.
Sondaggi politici SWG: unanimità sulla giustezza dell’azione della polizia

La gran parte degli intervistati da SWG ritiene che l’azione di sgombero del palazzo in Via Curtatone sia stata molto o abbastanza giusta. Nel complesso, è un largo 69% a pensarla così. Nonostante le recriminazioni pervenute conseguentemente alla crudezza di certe immagini e alcune frasi inopportune, dunque, gli italiani approvano l’azione in sé per sé. Nella fattispecie, gli elettori dei quattro grandi partiti italiani sono ancor più favorevoli – rispetto alla media statistica -. Nel complesso, solo il 26% degli italiani non approva l’azione portata avanti dalla polizia.

Sondaggi politici SWG, sgombero di via Curtatone: la colpa è degli immigrati

SWG pone la seguente domanda;
Secondo lei, nel corso dello sgombero di via Curtatone a Roma, chi si è comportato peggio?
Qui, la differenza sembra ancor più marcata, e rispecchia l’appoggio alle forze dell’ordine nell’esecuzione materiale dello sgombero. Per il 64% del campione, “gli immigrati, che hanno lanciato le bombole di gas contro la polizia”, si sono comportati peggio. Si evidenzia la percentuale impressionante (statisticamente parlando) raggiunta dall’elettorato leghista. Il 93% del segmento leghista appoggia questa affermazione. Il 18% del campione totale, invece, sostiene che la polizia abbia agito utilizzando una mano troppo pesante. I pentastellati sono coloro che – seppur dalla minoranza – criticano maggiormente le modalità di esecuzione dello sgombero.
Sondaggi politici: la diffidenza del PD verso la giunta pentastellata

Si chiede altresì quale sia stata l’Istituzione “meno efficiente e all’altezza” dello sgombero di via Curtatone. Secondo la maggioranza, la giunta pentastellata è rea di non aver saputo affrontare la situazione. In particolare, è l’elettorato ‘dem’ a denigrare l’operato della Raggi. Il 64% taccia la Sindaca di non essere stata all’altezza. Ciò ri-conferma la forte ostilità tra il PD romano di Giachetti e il M5S. I soli elettori del Movimento addossanno colpe prevalenti alla Prefettura (il 44% del segmento pentastellato).
Sondaggi politici SWG: il Comune avrebbe potuto fare di più

SWG chiude il dossier con una domanda sulle responsabilità del Comune, chiedendo “se l’amministrazione capitolina abbia compiuto fino in fondo il proprio dovere, offrendo un’alternativa alloggiativa a tutti quelli ch vengono definiti soggetti con fragilità”. La risposta più frequente (26%) è quella che taccia il Comune di lassismo (il 26% afferma che abbia fatto molto poco; ha lasciato che la cosa esplodesse). Un altro 24% ritiene che l’amministrazione abbia sottovalutato la situazione. Nel complesso, quindi, un intervistato su due ha qualcosa da recriminare alla giunta Raggi.
Dall’altro lato, il 34% dei pentastellati crede che sia stato fatto tutto ciò che era in potere del Comune (un +16% rispetto alla media); forzisti ed elettori ‘dem’ sono – ancora una volta – i più critici con la giunta capitolina pentastellata.



Scritto da: Alessandro Faggiano
----------------------------------------------------------------
|Clicca qui per leggere l'articolo|
----------------------------------------------------------------
|Clicca qui per leggere gli articoli riguardanti gli ultimi Sondaggi Politici|