User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
Like Tree3Likes
  • 1 Post By MaIn
  • 2 Post By Garat

Discussione: Taranto, gli operai Ilva scioperano per 24 ore: "Inaccettabili 3.300 esuberi"

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Jul 2012
    Messaggi
    16,478
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    101 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Taranto, gli operai Ilva scioperano per 24 ore: "Inaccettabili 3.300 esuberi"

    Taranto, gli operai Ilva scioperano per 24 ore: "Inaccettabili 3.300 esuberi" - Repubblica.it

    TARANTO - Gli operai dell'Ilva di Taranto in sciopero hanno fermato la fabbrica mentre a Roma è saltato il tavolo tra governo e Am Investco, la società che ha vinto la gara per rilevare il siderurgico. Ad annullare il confronto sull'occupazione è stato proprio il ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda, secondo il quale "non sono stati mantenuti gli impegni presi a luglio, cioè garantire i salari". Il tavolo è stato aggiornato a data da destinarsi.

    A Taranto intanto presidi, assemblee e fabbrica praticamente fermata dall'adesione quasi totale allo sciopero di 24 ore organizzato dai sindacati dei metalmeccanici contro i tagli e gli esuberi annunciati da Am Investco (cordata formata da Arcelormittal e Marcegaglia). "Qui nessuno può stare tranquillo" è il refrain che si sente tra gli operai davanti alla portineria D. "Le condizioni proposte sono inaccettabili" hanno detto i lavoratori riuniti in assemblea.

    Si riferiscono ai 3.300 esuberi annunciati da Am Investco solo per lo stabilimento di Taranto, dove lavorano circa 12mila addetti. In tutto sono 4mila, su 14.200 addetti totali, gli esuberi annunciati anche per gli stabilimenti di Genova e Novi Ligure. Oltre agli esuberi, per i sindacati è inaccettabile l'interno pacchetto di proposte della cordata acquirente, che prevede la riassunzione col Jobs Act di tutti gli addetti con la relativa perdita di anzianità e di tutte le voci integrative.

    Taranto, gli operai Ilva scioperano per 24 ore: "Inaccettabili 3.300 esuberi"
    Lo sciopero dei lavoratori Ilva
    Condividi

    Un taglio netto di circa 6-7mila euro all'anno per ogni lavoratore. C'è un altro punto sul quale Fim, Fiom, Uilm e Usb hanno alzato le barricate: il rischio che il già delicato sistema di indotto e appalto locale crolli a causa della creazione di nuove società ad hoc per gli appalti. per riassorbire i dipendenti non assunti da Am Investco e dall'attuale amministrazione straordinaria che ha da spendere circa 1 miliardo di euro nei lavori di bonifica.

    "Si tratta di almeno altre 3500 persone e famiglie che da anni vivono ancora più in bilico dei lavoratori diretti. Sarebbe un massacro sociale" spiega Giuseppe Romano della Fiom Cgil. Le aziende dell'indotto, ricorda Vincenzo Cesareo presidente di Confindustria Taranto "attendono ormai da anni 150 milioni di euro di crediti che erano stati garantiti dal governo e che rischiano di restare nel passivo della vecchia Ilva fallita".

    Allo sciopero indetto dai sindacati hanno partecipato perfino i lavoratori delle così dette "comandate", squadre che avrebbero dovuto assicurare il funzionamento degli impianti e la loro sicurezza. L'Ilva ha dovuto fermare alcuni impianti come l'acciaieria. "Lo sciopero non è solo per tutelare il lavoro ma anche per difendere l'ambiente e la città di Taranto. Mittal se crede di venire qui a dettare legge ha sbagliato di grosso" ha detto durante le assemblee uno dei partecipanti.

    Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci ha fatto visita a uno dei presidi di protesta dei lavoratori Ilva in sciopero. "Non è con l'azzeramento dei diritti acquisiti nel tempo dai lavoratori o con generiche rassicurazioni e nemmeno escludendo le Istituzioni locali che si raggiungerà
    il successo di una operazione così complessa" ha dichiarato il primo cittadino.

    Solidarietà ai lavoratori è arrivata anche dall'arcivescovo di Taranto monsignor Filippo Santoro, che chiede al governo il massimo impegno sui salari e sull'ambiente. "Un solo giorno di ritardo nell'applicazione dell'Aia è un giorno in più di oltraggio all'ambiente, un giorno in meno di salute per i tarantini".

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    bronsa querta
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    56,556
    Mentioned
    265 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Re: Taranto, gli operai Ilva scioperano per 24 ore: "Inaccettabili 3.300 esuberi"

    Niente di nuovo sotto il sole del modello economico-politico neoliberale. Niente innovazioni, niente ricerca, solo riduzione dei costi del lavoro a qualsiasi costo per poter pagare nel brevissimo periodo i dividendi...
    Il problema non è neanche economico. O meglio, lo è, ma alla fin fine se il modello economico è quello neoliberale si finirà sempre lì. Il problema è profondamento politico, di rappresentanza. Quegli operai NON hanno NESSUNO che li rappresenti e che li tuteli politicamente. L'intera politica, dal PD ai grillini (che sul tema sono rimasti in silenzio, salvo le normalissime polemiche col Governo) propongono la stessa ricetta economica, con gli stessi corollari e quindi la stessa accettazione di situazioni come queste. Quindi tutto al solito si riduce al fatto che non c'è una forza politica che organizzi quegli operai, che proponga un modello economico alternativo e che si batta per tutelarli dalle storture causate dall'ecnomia di mercato lasciata a se stessa, alla finanza ed alle esigenze della gestione neoliberale tutta volta al brevissimo periodo.
    Kavalerists and furioso2013 like this.
    C. De Gaulle: "l'Italia non è un paese povero. E' un povero paese".

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    07 Oct 2016
    Messaggi
    5,106
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Taranto, gli operai Ilva scioperano per 24 ore: "Inaccettabili 3.300 esuberi"

    Nei modelli di "economia politica", oggi ispirati tutti dalla finta scienza: quella neoclassica (marginalisti di seconda generazione), gli obiettivi non sono più lo sviluppo e l'occupazione ma la competitività e l'efficienza allocativa, seguendo questi criteri di economics ogni riferimento alle politiche sociali viene escluso.
    Per i neoclassici, organizzatori delle attuali economie, ogni soggetto, individuo, impresa, persegue fini individuali, non esistono finalità collettive, ognuno rappresenta se stesso!
    Sopratutto da ciò deriva la "crisi" del modello politico attuale, della rappresentanza politica, che di fatto oggi persegue esclusivamente le istanze del più forte.
    L'economia di mercato non è affatto lasciata a se stessa, anzi è rigidamente controllata dai metodi imposti dalla Teoria soggettiva del valore.
    L'unica proposta " alternativa" a questo sistema ce la da Marx: è il comunismo!

  4. #4
    bronsa querta
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    56,556
    Mentioned
    265 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Re: Taranto, gli operai Ilva scioperano per 24 ore: "Inaccettabili 3.300 esuberi"

    Che sciocchezza. Se scrivo che sul mercato NON c'è controllo scrivo che non c'è controllo POLITICO e che si lascia che funzioni secondo le proprie regole, con tutte le conseguenze sociali come disoccupazione, crollo dei consumi ecc ecc. E la soluzione a questa situazione non è un richiamo rivoluzionario. E' semplicemente un graduale ritorno ad una situazione di controllo politico (quindi democratico) del mercato laddove questa non funziona.
    C. De Gaulle: "l'Italia non è un paese povero. E' un povero paese".

  5. #5
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    07 Oct 2016
    Messaggi
    5,106
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Taranto, gli operai Ilva scioperano per 24 ore: "Inaccettabili 3.300 esuberi"

    Controllo politico del mercato? Dalla metà del 1700 l'economia ha una decisa supremazia sulla politica, a quale ritorno fa riferimento?
    Il capitalismo moderno nasce con la rivoluzione industriale, e la rivoluzione industriale parte e si sviluppa nel Regno Unito perché gli inglesi avevano attuato prima di altri le riforme che garantivano certe possibilità di azione e di impresa, lasciando che il momento economico non fosse sovrastato da quello istituzionale.
    E' il sistema (capitalistico) che funziona solo in quel modo, deve farsene una ragione! L'unica soluzione, ripeto, è il comunismo...
    In alternativa, non contesti me, ma la scienza marxista... e se non vuole opporre a quella solo la sua ideologia, la studi.

 

 

Discussioni Simili

  1. "Taranto-libera" corteo e concerto contro il salva-Ilva
    Di Chinasky nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 17-12-12, 08:56
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-12-12, 00:52
  3. Ilva, sì al sequestro. Operai in marcia a Taranto
    Di S&S nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 42
    Ultimo Messaggio: 26-07-12, 18:28
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-01-10, 13:55
  5. Ilva di Taranto, il patron Riva: "I morti di tumore sono un'invenzione"
    Di x_alfo_x nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 26-11-09, 20:08

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226