User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
Like Tree2Likes
  • 1 Post By dedelind
  • 1 Post By yure22

Discussione: Ecco quando la legge aiuta i jihadisti Le sentenze pazze da Pisa a Lecce

  1. #1
    Christianita
    Data Registrazione
    08 Apr 2009
    Località
    Ελευσίνα
    Messaggi
    15,539
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Italia: “sono dell'isis ma non si possono arrestare"

    NON CI POSSO CREDERE! - “SONO DELL'ISIS MA NON SI POSSONO ARRESTARE" - IL TRIBUNALE DI TORINO HA ORDINATO MISURE CAUTELARI NEI CONFRONTI DI 5 TERRORISTI TUNISINI MA LA DECISIONE NON PUO’ ESSERE ESEGUITA PER QUESTIONI PROCEDURALI - GLI INDAGATI POSSONO RICORRERE IN CASSAZIONE

    -

    Prossimo articoloArticolo precedente Condividi questo articolo
    Condividi su Facebook
    Condividi su Twitter
    Condividi su Google+
    Invia in email
    Giuseppe Legato e Massimo Numa per “la Stampa”

    CASSAZIONE
    CASSAZIONE
    Cinque tunisini dovrebbero essere arrestati per terrorismo internazionale per avere costituito un'efficiente cellula dell' Isis tra Torino e Pisa. Lo ha deciso il Tribunale della Libertà che ha accolto la richiesta delle misure restrittive avanzate dalla Procura di Torino (dopo il primo «no» di un gip) ma che, per ora, non possono essere eseguite. Nessun mistero, solo l'applicazione della legge.

    propaganda isis
    PROPAGANDA ISIS
    I cinque tunisini hanno infatti ancora tempo per presentare ricorso in Cassazione e solo la Suprema Corte potrà decidere il loro destino. L'indagine dei Ros, coordinati dal pm Andrea Padalino, era partita attraverso l' analisi del profilo Facebook di Bilel Chihaoui, 27 anni, residente a Torino ma arrestato in Toscana e infine espulso il 19 agosto 2016. Precedenti per droga, un' iscrizione fantasma all' Università e una vita disperata tra San Salvario e Rivalta, dove vivevano gli altri della cellula affiliata all' Isis.

    miliziani Isis
    MILIZIANI ISIS
    Due sono morti combattendo o sotto i bombardamenti alleati sul fronte siro-iracheno. Scomparsi tra il 2015 e il 2016, celebrati sui social come «martiri»: Wael Labidi e Khaled Zeddini. Dai palazzoni popolari di Rivalta, dove entrambi abitavano con altri ragazzi come loro, si erano arruolati nelle milizie dell' Isis. Anche loro universitari. Partiti entrambi il 21 febbraio 2015, avevano raggiunto in aereo la Turchia. Morirono entrambi nel volgere di pochi mesi.

    L'ultimo fu Labidi. Si era iscritto a Palazzo Nuovo per avere la borsa di studio e il permesso di soggiorno. Mai visto, infatti, in un' aula per seguire le lezioni o sostenere esami. Idem Bilel. Si rammaricava - sempre su Facebook - di non avere seguito la loro sorte «gloriosa», entrambi erano infatti «leoni». Ma lui prometteva di fare un attentato suicida in Italia e lasciò Torino per la Toscana.

    polizia carabinieri
    POLIZIA CARABINIERI
    I Ros del colonnello Michele Lorusso e del suo vice Massimo Corradetti, che ne seguivano le mosse lo raggiungono e lo arrestano per terrorismo. Pochi giorni dopo l' espulsione. I suoi complici Nafaa Afli, 26 anni, ora agli arresti domiciliari per droga a Cairate (Varese); Marwen Ben Saad, 34 anni, pure lui ai domiciliari ma a Pisa come Bilel Mejiri, 24 anni. Tutti accusati di spaccio di droga ma convinti sostenitori della jihad. Scenari tra i più pericolosi: fanno parte di Ansar al-Sharia, gruppo terrorista salafita che negli Anni 90 era sotto il controllo di Al Qaeda nel Maghreb, e infine transitati nelle milizie del Califfato.

    Wael Labidi
    WAEL LABIDI
    Solo Ben Saad aveva un passato terrorista ben definito: arrestato nel 2014 a Tunisi, grazie all' assistenza legale finanziata dai jihadisti in Italia, attraverso l' aiuto di un poliziotto tunisino, erano riusciti a farlo liberare e ad accoglierlo infine a Pisa. Dettagli rivelatori. Nella lista di imbarco del volo Turkish Airlines TK1874, partito da Malpensa per Istanbul, i due aspiranti foreign fighter avevano i soli biglietti di andata, acquistati in un' agenzia di viaggio di Pisa.

    Nell' ottobre 2015 sul profilo Facebook Wael Labidi compariva in una foto già con mimetica e barba incolta, al fianco di un noto miliziano assassino che, a dicembre, avrebbe arso vivo il pilota giordano Muad El Kasasbeah, paracadutato dal suo aereo colpito dai proiettili e infine catturato. Bilel Zeddini era invece morto nel luglio 2015, forse in un' azione suicida.

    cassazione
    CASSAZIONE
    Uomini pronti a colpire, con un odio profondo nel cuore contro gli «infedeli». E con una organizzazione logistica alle spalle di notevole spessore. Come quando, intercettati, raccontano con cognizione episodi di terrorismo avvenuti in Libia e in altri teatri di guerra. Il Tribunale della Libertà ha deciso che devono andare in carcere. Si spera in un rapido intervento della Cassazione.

    'sono dell'isis ma non si possono arrestare': 5 terroristi tunisini potranno ricorrere in cassazione - Cronache
    Sparviero likes this.
    «Feared neither death nor pain,
    for this beauty;
    if harm, harm to ourselves.»
    (Ezra Pound - Canto XX, The Lotus Eaters)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 May 2012
    Messaggi
    14,295
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: “sono dell'isis ma non si possono arrestare"

    Ma che questo forumista possa solo aprire notizie gia' postate?
    Deve trattarsi di troll finanziato da qualcuno.

  3. #3
    Il caffè latte dellaMamma
    Data Registrazione
    20 May 2009
    Messaggi
    19,516
    Mentioned
    29 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: “sono dell'isis ma non si possono arrestare"

    La guerra civile in questo paese inizierà per un cavillo, faremo la fine del Libano.
    » Novella Maioriani 8, De reddito iure armorum, sul diritto a portare le armi

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 May 2012
    Messaggi
    14,295
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: “sono dell'isis ma non si possono arrestare"

    Citazione Originariamente Scritto da scomunista Visualizza Messaggio
    la guerra civile in questo paese inizierà per un cavillo, faremo la fine del libano.
    voi della digos dovreste intervenire in segreto.

  5. #5
    卐 Odiatore Seriale 卐
    Data Registrazione
    12 Dec 2015
    Località
    Arciconfraternita di Santo Manganello
    Messaggi
    9,486
    Mentioned
    43 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: “sono dell'isis ma non si possono arrestare"

    Però in compenso si fanno le indagggini parlamentari contro chi porta i pacchi di pasta ai poveri.

    W la ggiustizzzzia itagliana!!!1!
    Quando si parla di diritti umani,
    a me poi prudono le mani.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 May 2012
    Messaggi
    14,295
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: “sono dell'isis ma non si possono arrestare"

    Citazione Originariamente Scritto da Sparviero Visualizza Messaggio
    Però in compenso si fanno le indagggini parlamentari contro chi porta i pacchi di pasta ai poveri.

    W la ggiustizzzzia itagliana!!!1!
    mele e pere, complimenti.

  7. #7
    Il caffè latte dellaMamma
    Data Registrazione
    20 May 2009
    Messaggi
    19,516
    Mentioned
    29 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: “sono dell'isis ma non si possono arrestare"

    Citazione Originariamente Scritto da the fool Visualizza Messaggio
    voi della digos dovreste intervenire in segreto.
    No mestiamo nel torbido e poi agiamo di conseguenza, fino a quando ci pagano poi tana libera tutti
    » Novella Maioriani 8, De reddito iure armorum, sul diritto a portare le armi

  8. #8
    Ministro dell'Economia
    Data Registrazione
    17 Sep 2011
    Località
    Unione Europea
    Messaggi
    5,550
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: “sono dell'isis ma non si possono arrestare"

    Tre sono già in carcere per altri reati e due sono morti in Siria.
    Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi.

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    05 Jan 2010
    Messaggi
    25,933
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ecco quando la legge aiuta i jihadisti Le sentenze pazze da Pisa a Lecce

    Ecco quando la legge aiuta i jihadisti Le sentenze pazze da Pisa a Lecce

    C’è la giudice che giustifica gli estremisti citando le colpe della colonizzazione. E c’è il condannato che incassa i sussidi

    La legge «aiuta» i terroristi. Il caso di Torino dei tagliagole dello Stato islamico che non si possono arrestare è solo la punta di un iceberg.




    La madre di tutte le sentenze farlocche è quella del Gip di Milano, Clementina Forleo, che nel 2005 assolse tre jihadisti facendo un distinguo fra guerriglia in Irak, non punibile, e terrorismo che semina morte fra la popolazione civile. Due anni fa un Gip di Lecce e lo stesso tribunale hanno lasciato andare 5 sospetti jihadisti siriani con documenti falsi e filmati di bombardamenti ed attentati sui telefonini. La Direzione distrettuale antimafia voleva arrestarli, ma sono stati considerati «profughi» giunti con i barconi. A Pisa il giudice Milena Balsamo si è lasciata andare con una tesi «giustificazionista»: «Quando si commettono eccidi come quelli contro gli algerini, quando si colonializza, non puoi ipotizzare che quella dell’Islam sia solo una guerra di religione. In fondo che differenza noti tra gli eccidi dei terroristi e quelli dei paesi ex colonizzatori?». In giugno è stata nominata dal Csm consigliere di Cassazione. Nel 2008 abbiamo lasciato andare il predicatore Bassam Ayachi arrestato a Bari. Prima condannato a 8 anni e poi assolto in appello è diventato il cattivo maestro dei terroristi di Parigi e Bruxelles. Anche Moez Fezzani catturato dagli americani in Afghanistan e rimandato in Italia dove aveva a vissuto a lungo è stato assolto ed espulso. Solo nel 2014 la Corte d’appello di Milano lo ha condannato a 5 anni e 8 mesi di carcere come reclutatore jihadista. Troppo tardi: Fezzani stava già combattendo in Siria per poi trasferirsi in Libia in nome del Califfato ordendo le stragi del museo del Bardo a Tunisi, dove sono morti dei turisti italiani e della spiaggia di Sousse. Lo scorso anno è stato finalmente preso in Sudan. A causa di procedure contorte, tempi e cavilli non rispettati, la Norvegia ha dovuto scarcerare lo scorso anno mullah Krekar, un noto capoccia jihadista, che avrebbe dovuto essere estradato in Italia. La beffa peggiore è l’assistenza ai terroristi ufficialmente indigenti. La coppia Mohamed Koraichi e Alice Brignoli partita per la Siria viveva con gli aiuti di stato (1000 euro al mese) in provincia di Lecco. Ajman Veapi condannato in aprile a 4 anni e 8 mesi per reclutamento di volontari della guerra santa ha ricevuto per due anni 500 euro al mese di sussidio dalla regione Friuli-Venezia Giulia. Un terrorista di una rete pachistana, Hafiz Muhammad Zulkifal, con otto figli è riuscito a ottenere nel bergamasco il sussidio per l’affitto e la scuola della prole oltre all’assegno familiare. Più discrezionale, ma altrettanto beffardo, la concessione delle varie forme di protezione previste per i richiedenti asilo. L’ultimo sospetto jihadista espulso da Lecco in ottobre, il kosovaro Idriz Idrizovic, viveva in Italia da dieci anni grazie alla «protezione sussidiaria» aiutato dal patronato Cgil. Abdul Rahman Nauroz della cellula di Merano aveva ottenuto lo stesso status raccontando di minacce di morte in Iraq da parte di Ansar al Islam, la stessa organizzazione del terrore di cui faceva parte. Altri jihadisti sbarcati a casa nostra si erano spacciati per «cristiani perseguitati» ottenendo asilo politico prima di venir scoperti come terroristi islamici.
    Sparviero likes this.

  10. #10
    卐 Odiatore Seriale 卐
    Data Registrazione
    12 Dec 2015
    Località
    Arciconfraternita di Santo Manganello
    Messaggi
    9,486
    Mentioned
    43 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Ecco quando la legge aiuta i jihadisti Le sentenze pazze da Pisa a Lecce

    Ringraziamo la magggisdradura daa rebubbliga che ci protegge e ci tiene al sicuro.
    Quando si parla di diritti umani,
    a me poi prudono le mani.

 

 

Discussioni Simili

  1. Filippine, a Mindanao legge marziale contro jihadisti
    Di Rotwang nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-05-17, 16:28
  2. ecco come USA, UK e Israele reclutano jihadisti ISIL
    Di amaryllide nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-08-14, 21:56
  3. Kyenge: ecco le spese pazze per l'integrazione
    Di Opera nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 14-11-13, 21:33
  4. Le 10 proposte di legge più pazze del 2011
    Di Mitchell nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23-03-12, 13:10
  5. Quando il Computer ti aiuta......
    Di Danny nel forum Fondoscala
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 06-12-04, 21:42

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Clicca per votare

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225