User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
Like Tree1Likes
  • 1 Post By Lord Attilio

Discussione: Laura Boldrini si candida con Liberi e Uguali: "anche il M5S è un nemico"

  1. #1
    POL
    POL è offline
    Servizio Forum
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    20,743
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Laura Boldrini si candida con Liberi e Uguali: "anche il M5S è un nemico"

    Laura Boldrini si candida con Liberi e Uguali: “No a qualsiasi alleanza post elettorale con Il M5S sono un nemico come la destra”



    Stato d’animo presidente?
    «Molto contenta. È stato bello vedere assieme, in un clima di festa, amici di tante anime della sinistra e soprattutto tante amiche, figure femminili di rilievo come Luciana Castellina, Linda Laura Sabbadini, Rossella Muroni. L’ex ministro Vincenzo Visco, Franco Gallo che conobbi da presidente della Corte Costituzionale, Giancarlo De Cataldo... E poi le associazioni e, tra i politici, Fratoianni, Speranza, Civati, i segretari delle tre formazioni che insieme a Pietro Grasso hanno promosso questa lista».
    Dallo scranno più alto di Montecitorio a un loft di San Lorenzo, con la colonna sonora di Rino Gaetano.
    «Ho scelto un quartiere popolare e studentesco, pieno di luoghi di cultura e atelier di artisti, per sottolineare come uno dei temi fondamentali su cui voglio dare il mio contributo sia il lavoro per i giovani. No bonus occasionali, ma lavoro buono, che dia loro una prospettiva di vita concreta. Continuerò a impegnarmi per i diritti delle donne, l’Europa sociale, le periferie, il digitale, l’ambiente. La Green society deve diventare un obiettivo per tutti».
    Le piace il nome Liberi e uguali?
    «Io da donna entro in Libere e uguali, mi piace il fatto che il nome si possa declinare. Lo faccio dando il mio contributo sui temi che sono stati oggetto del mio impegno in questi 5 anni, indimenticabili e complicati. Concludo coerentemente la legislatura a sinistra, così come l’ho iniziata, da indipendente eletta nelle liste di Sel».
    Il suo ingresso in LeU prefigura un ticket con Grasso?
    «Il leader c’è già ed è Piero Grasso e non mi risulta si sia discusso di alcun ticket. Ma l’importante è che sia una lista di figure maschili e femminili, una forza inclusiva, aperta, di governo e innovativa. Una prospettiva nuova per gli elettori progressisti tentati dall’astensionismo».
    Sarà una cosa rossa o un Pd bonsai?
    «Non si tratta di un Pd bonsai, perché su temi centrali come il lavoro e le politiche economiche ha posizioni molto diverse. Leu vuole anche offrire un’alternativa a coloro che si sono sentiti delusi dalle politiche degli ultimi anni, come il Jobs act, la riforma della scuola e la riforma costituzionale».
    Come ha votato al referendum del 4 dicembre?
    «Ho votato no, perché diversi aspetti di quella riforma non mi convincevano. L’iter legislativo tra Camera e Senato era confuso e venivano lasciate alle intese tra presidenti diverse determinazioni, con il rischio che si bloccasse l’iter. E poi anche la composizione del Senato non consentiva un funzionamento più snello. Con quella legge ci saremmo fermati a metà strada, senza superare veramente il bicameralismo».
    Come spiega il calo di consensi di Renzi?
    «L’esito del referendum è stato chiaro e dopo è mancata una riflessione approfondita per capire quel no, che aveva più sfaccettature. C’era dentro l’amore per la Costituzione, ma c’era anche rabbia, perché Renzi aveva suscitato aspettative che in molti casi non si sono concretizzate».
    Renzi sperava che lei, con Pisapia, potesse dare vita a una lista a sostegno del Pd. Di chi è la responsabilità se il progetto unitario è fallito?
    «Ho guardato con interesse al tentativo doveroso e generoso di Pisapia di mettere insieme tutte le varie anime del centrosinistra. Però di fronte alla indisponibilità del Pd di dare segnali di discontinuità forti e chiari rispetto a politiche molto divisive, non si poteva fare altro. L’elettorato non avrebbe compreso».
    Pisapia verrà con voi?
    «Giuliano ha deciso di fare politica in modo diverso, non partecipando alle elezioni».
    D’Alema e Bersani hanno escluso alleanze con il Pd. Dopo il voto sarà possibile un accordo di governo?
    «Se ci fosse quella discontinuità chiara che non si è vista finora, nulla si può escludere. Ma è prematuro parlare di alleanze senza aver visto l’esito delle elezioni».
    Con Gentiloni il dialogo sarebbe più facile?
    «Non è una questione di persone, ma di scelte politiche. In questa legge di bilancio, ad esempio, ci sono stati degli emendamenti, anche di deputati dem, che correggevano in parte il jobs act, eppure non si è vista alcuna apertura. Vuol dire che la rotta è quella e non cambia».
    La sottosegretaria Boschi è al centro della tempesta sulle banche. Ritiene doveroso un passo indietro?
    «È successo più volte nella legislatura che, di fronte alla richiesta di dimissioni, alcuni esponenti del governo abbiano scelto di fare un passo indietro, mentre altri siano rimasti al loro posto. È una questione di opportunità politica, che appartiene anche alla coscienza di ciascuno. In ogni caso io non farò una campagna basata sulle polemiche di giornata. Ho proposte politiche e cercherò soluzioni ai problemi degli italiani. Non cadrò nella trappola del botta e risposta fine a se stesso».
    Una campagna all’insegna del politicamente corretto?
    «Ribadisco con forza la mia prerogativa di essere politicamente corretta. Mi dissocio da chi pensa che, per farsi ascoltare dagli elettori, bisogna insultare, ringhiare, sbeffeggiare, inventare menzogne. Non mi presterò a questa modalità, che porta gli italiani a distaccarsi dalla politica».
    Bersani ritiene possibile un’alleanza di governo con il M5S. E lei?
    «Parlare di alleanze è prematuro, ma non mi sembra che con i cinquestelle ci sia un terreno comune. La linea che tra loro prevale non è compatibile con i valori della sinistra. Si sono espressi contro i sindacati, hanno partecipato alla campagna contro le ong, non hanno voluto votare la riforma della cittadinanza al Senato e hanno un atteggiamento sempre volto a delegittimare le istituzioni».

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Il Re del Nord
    Data Registrazione
    06 Mar 2017
    Località
    Udine
    Messaggi
    18,354
    Mentioned
    340 Post(s)
    Tagged
    36 Thread(s)

    Predefinito Re: Laura Boldrini si candida con Liberi e Uguali: "anche il M5S è un nemico"

    Soldi alle banche, armi ai nazi ucraini e a Israele, per le guerre umanitarie in Medio Oriente, contro la destra e i grillini e servili verso il PD: ecco il profilo della Sinistra Boldrina.
    Sparviero likes this.

  3. #3
    bronsa querta
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    56,556
    Mentioned
    265 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Re: Laura Boldrini si candida con Liberi e Uguali: "anche il M5S è un nemico"

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Attilio Visualizza Messaggio
    Soldi alle banche, armi ai nazi ucraini e a Israele, per le guerre umanitarie in Medio Oriente, contro la destra e i grillini e servili verso il PD: ecco il profilo della Sinistra Boldrina.
    Il servilismo verso il PD non mi sembra che ci sia. Al contrario, mi sembra che almeno a parole, ci sia l'atteggiamento giusto.
    O discontinuità politica O niente dialogo. Quanto al grullume: questi SONO avversari quanto la destra, al momento.

    In generale suggerirei di aspettare la prova concreta prima di condannare. Diamo fiducia, ragazzi, sennò si rimane isolati.
    C. De Gaulle: "l'Italia non è un paese povero. E' un povero paese".

  4. #4
    Il Re del Nord
    Data Registrazione
    06 Mar 2017
    Località
    Udine
    Messaggi
    18,354
    Mentioned
    340 Post(s)
    Tagged
    36 Thread(s)

    Predefinito Re: Laura Boldrini si candida con Liberi e Uguali: "anche il M5S è un nemico"

    Citazione Originariamente Scritto da Garat Visualizza Messaggio
    Il servilismo verso il PD non mi sembra che ci sia. Al contrario, mi sembra che almeno a parole, ci sia l'atteggiamento giusto.
    O discontinuità politica O niente dialogo. Quanto al grullume: questi SONO avversari quanto la destra, al momento.

    In generale suggerirei di aspettare la prova concreta prima di condannare. Diamo fiducia, ragazzi, sennò si rimane isolati.
    Potere al Popolo, nonostante le tante ingenuità e stupidità da sinistra antagonista, merita rispetto. Non capisco quale rispetto bisognerebbe invece tributare a Boldrini e Grasso, i servi striscianti del PD. Io ricordo che la Boldrini ha sorriso e stretto la mano al ministro nazista ucraino, ha elogiato gli invasori italiani di Nassiriya, fatto approvare il salva banche. Non merita alcun rispetto una persona simile. Inoltre da quando c'è Grasso nessuno considera più LU avversario del PD.

    Sui grillini: fanno schifo ma non sono diretta espressione delle classi dominanti come il centro-destra e il centro-sinistra. Quindi non vedo perché debbano essere nemici, si tengono a distanza ma gli avversari sono altri.

    Inviato dal mio SM-G355HN utilizzando Tapatalk
    Venezuela e Zimbabwe nei nostri cuori!

  5. #5
    Jerome è defunto
    Data Registrazione
    02 May 2006
    Località
    Cimitero
    Messaggi
    54,593
    Mentioned
    954 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Re: Laura Boldrini si candida con Liberi e Uguali: "anche il M5S è un nemico"

    vediamo quanti voti prende e se viene eletta

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    08 Sep 2012
    Località
    Napoli, Italy
    Messaggi
    3,379
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Laura Boldrini si candida con Liberi e Uguali: "anche il M5S è un nemico"

    la vera sinistra unisce sugli obiettivi, non sulle poltrone. Finchè non si capirà questo, non si vincerà mai.
    Non aspettarti mai nulla dalla vita, cosicchè¨ non rimarrai mai deluso.

  7. #7
    bronsa querta
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    56,556
    Mentioned
    265 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Re: Laura Boldrini si candida con Liberi e Uguali: "anche il M5S è un nemico"

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Attilio Visualizza Messaggio
    Potere al Popolo, nonostante le tante ingenuità e stupidità da sinistra antagonista, merita rispetto. Non capisco quale rispetto bisognerebbe invece tributare a Boldrini e Grasso, i servi striscianti del PD. Io ricordo che la Boldrini ha sorriso e stretto la mano al ministro nazista ucraino, ha elogiato gli invasori italiani di Nassiriya, fatto approvare il salva banche. Non merita alcun rispetto una persona simile. Inoltre da quando c'è Grasso nessuno considera più LU avversario del PD.

    Sui grillini: fanno schifo ma non sono diretta espressione delle classi dominanti come il centro-destra e il centro-sinistra. Quindi non vedo perché debbano essere nemici, si tengono a distanza ma gli avversari sono altri.

    Inviato dal mio SM-G355HN utilizzando Tapatalk
    Io ho l'impressione che nel discorso che fai ci sono molti "a priori", molti pregiudizi. Neanche a me sta particolarmente simpatica la Boldrini, ma guardiamo obbiettivamente alla faccenda. La tipa ha detto cose giuste. Non ha detto che la sinistra deve allearsi col PD, ma che se questo vuole un dialogo serve un cambiamento netto di linea politica. Questo rientra in quel discorso che io e te facemmo, trovandoci d'accordo, sulla necessità di un minimo di intesa con delle forze moderate se non altro per limitare gli eccessi del neoliberismo. Quanto ai grullini: che non siano espressione di una elites non concordo. O meglio: non sono espressione di una elite, quanto di un ristrettissimo gruppo di potere e di interessi (la casaleggio spa, se vuoi una semplificazione) che è ben pronta a trovar compromessi con le vere elites del paese per avere il potere...non diversamente da Renzi, del resto.
    Pensa anche solo a dimaio che va da confindustria, non diversamente da renzi.

    Sul discorso più generale vorrei dirti questo: un pezzo delle scissioni e delle divisioni della sinistra (e non parlo del farloccume della "sinistra di Governo") è dovuto alle antipatie personali più che a concreti dissidi politici. La Boldrini avrà posizioni che non condividi, ma ha anche altre posizioni che tu condividi sicuramente. Cerchiamo di focalizzarci su quanto condividiamo. Altrimenti si rischia l'atomizzazione.

    Citazione Originariamente Scritto da Plutarco Visualizza Messaggio
    la vera sinistra unisce sugli obiettivi, non sulle poltrone. Finchè non si capirà questo, non si vincerà mai.
    Santiddio, ecco che partiamo con le oscure accuse di convenienze personali...

    Che convenienza ha la Boldrini ad appoggiare la sinistra quando ha il PD ben pronto a prendersela in casa come foglia di fico "desinistra" dandole poltrone? Ragazzi, smettiamola di derubricare TUTTO a poltronismo. Questo certamente esiste, ma non è la molla di qualsiais cosa. Cominciamo a dare fiducia, almeno fino alla prova concreta.
    C. De Gaulle: "l'Italia non è un paese povero. E' un povero paese".

  8. #8
    Il Re del Nord
    Data Registrazione
    06 Mar 2017
    Località
    Udine
    Messaggi
    18,354
    Mentioned
    340 Post(s)
    Tagged
    36 Thread(s)

    Predefinito Re: Laura Boldrini si candida con Liberi e Uguali: "anche il M5S è un nemico"

    Citazione Originariamente Scritto da Garat Visualizza Messaggio
    Io ho l'impressione che nel discorso che fai ci sono molti "a priori", molti pregiudizi. Neanche a me sta particolarmente simpatica la Boldrini, ma guardiamo obbiettivamente alla faccenda. La tipa ha detto cose giuste. Non ha detto che la sinistra deve allearsi col PD, ma che se questo vuole un dialogo serve un cambiamento netto di linea politica. Questo rientra in quel discorso che io e te facemmo, trovandoci d'accordo, sulla necessità di un minimo di intesa con delle forze moderate se non altro per limitare gli eccessi del neoliberismo. Quanto ai grullini: che non siano espressione di una elites non concordo. O meglio: non sono espressione di una elite, quanto di un ristrettissimo gruppo di potere e di interessi (la casaleggio spa, se vuoi una semplificazione) che è ben pronta a trovar compromessi con le vere elites del paese per avere il potere...non diversamente da Renzi, del resto.
    Pensa anche solo a dimaio che va da confindustria, non diversamente da renzi.

    Sul discorso più generale vorrei dirti questo: un pezzo delle scissioni e delle divisioni della sinistra (e non parlo del farloccume della "sinistra di Governo") è dovuto alle antipatie personali più che a concreti dissidi politici. La Boldrini avrà posizioni che non condividi, ma ha anche altre posizioni che tu condividi sicuramente. Cerchiamo di focalizzarci su quanto condividiamo. Altrimenti si rischia l'atomizzazione.



    Santiddio, ecco che partiamo con le oscure accuse di convenienze personali...

    Che convenienza ha la Boldrini ad appoggiare la sinistra quando ha il PD ben pronto a prendersela in casa come foglia di fico "desinistra" dandole poltrone? Ragazzi, smettiamola di derubricare TUTTO a poltronismo. Questo certamente esiste, ma non è la molla di qualsiais cosa. Cominciamo a dare fiducia, almeno fino alla prova concreta.
    Non ci sono pregiudizi. Solo che Boldrini, Grasso, Bersani e compagnia sono cavalli zoppi per uno che vuole fare quel tipo di politiche. Cioè per esempio, almeno tu dici che questa Europa fa schifo, ma loro manco quello. Per loro bisogna completamente assuefarsi a Bruxelles, non esiste interesse o autonomia nazionale. Inoltre un cambio di politica deve avvenire in base a forze politiche che rappresentino interessi reali del paese, non cartelli elettorali di persone. In un momento di crisi della classe dirigente come questo non si può sperare di appoggiarsi a vecchie cariatidi screditate per cambiare le cose.
    Insomma con la Sinistra globalista, quella che accetta acriticamente la globalizzazione come dato ineluttabile e pure positivo, non ha senso mettersi insieme.

    Inviato dal mio SM-G355HN utilizzando Tapatalk
    Venezuela e Zimbabwe nei nostri cuori!

  9. #9
    Il Re del Nord
    Data Registrazione
    06 Mar 2017
    Località
    Udine
    Messaggi
    18,354
    Mentioned
    340 Post(s)
    Tagged
    36 Thread(s)

    Predefinito Re: Laura Boldrini si candida con Liberi e Uguali: "anche il M5S è un nemico"

    Aggiungo un dato. Se parliamo di potenziali elettori a me sembra che Garat voglia puntare sull'elettorato classico della sinistra che non vota, e quindi ritiene produttivo riferirsi a LU. Io invece credo che bisognerebbe puntare sul crescente elettorato dell'astensione, e in tal caso quelli di LU sono appunto cavalli zoppi.

    Inviato dal mio SM-G355HN utilizzando Tapatalk
    Venezuela e Zimbabwe nei nostri cuori!

  10. #10
    bronsa querta
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    56,556
    Mentioned
    265 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Re: Laura Boldrini si candida con Liberi e Uguali: "anche il M5S è un nemico"

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Attilio Visualizza Messaggio
    Aggiungo un dato. Se parliamo di potenziali elettori a me sembra che Garat voglia puntare sull'elettorato classico della sinistra che non vota, e quindi ritiene produttivo riferirsi a LU. Io invece credo che bisognerebbe puntare sul crescente elettorato dell'astensione, e in tal caso quelli di LU sono appunto cavalli zoppi.

    Inviato dal mio SM-G355HN utilizzando Tapatalk
    Risposta veloce, dato che sono un pò stanco. I due elettorati sono gli stessi, in gran parte.
    Gli astenuti sono in una buona percentuale elettori "desinistra", schifati sia dall'evoluzione "neoliberale" renziota (e di tutto quello che c'è stato prima, che in fondo è stato un prologo al renzismo) sia spaventati dall'ambiguità grillina. Quanti giovani disoccupati, anziani spaventati, genitori preoccupati per il futuro lavorativo dei figli, laurati/andi che sanno di non avere prospettive lavorative credi che vadano a votare il PD del jobact e dei poletti ("gente che è meglio che se ne vada"), il movimento cinque stelle alla "siamo oltre hitler" ed il forzaleghismo tutto commenda ed evasione fiscale?

    Inoltre io non mi riferisco solo a LU. Li ritengo un utile punto di riferimento al momento, non lo nego. E non nego neanche di essere un bersaniano (o, per dirla come Gdem, quello che alcuni definirebbero un post-comunista). Ma per me l'bbiettivo di fondo è l'unità delle sinistre, dalle posizioni come le tue, passando per quelle di MaIn e di Nemo, finendo con le mie (naturalmente uso i nostri nomi per indicare le tendenze esistenti a sinistra).
    C. De Gaulle: "l'Italia non è un paese povero. E' un povero paese".

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 25-07-17, 12:39
  2. Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 16-07-17, 14:33
  3. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 13-06-17, 13:57
  4. Un nazista a Roma in "piena sintonia" con Laura Boldrini
    Di amaryllide nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 11-06-17, 13:35
  5. Risposte: 657
    Ultimo Messaggio: 23-09-13, 22:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226