User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12

Discussione: Qualcuno se ne va?

  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Qualcuno se ne va?

    Sorvoliamo sulla "disperazione" del patetico giornalista di Repubblica...


    Immigrati, la "Grande Fuga" da Genova

    Crisi economica e permessi impossibili: nel 2009 oltre 1000 sono tornati a casa


    di Massimo Calandri e Domenica Canchano

    Immigrati, la "Grande Fuga" da Genova | Genova la Repubblica.it

    LA CRISI economica e del lavoro, le pastoie burocratiche, la difficoltà ad integrarsi in un tessuto sociale che nulla ha fatto per agevolarli. Ci sono diverse ragioni, e tutte buone, per il migliaio e passa di stranieri «genovesi» che dall´inizio dell´anno ha scelto di rientrare definitivamente nei rispettivi paesi d´origine. Un fenomeno che è confermato dagli uffici consolari del capoluogo ligure e ribadito dalle organizzazioni sindacali che si occupano di stranieri. Che sono nelle condizioni di fornire risposte indicative, «probabilmente in difetto». La stima è destinata ad aumentare considerevolmente nei prossimi mesi. Mancano i numeri ufficiali perché la maggior parte dei protagonisti del contro-esodo non era in regola – non ancora, almeno – con il permesso di soggiorno. E però non mancano le storie personali. Storie che riguardano quasi sempre giovani e che invitano ad una riflessione: questa città ha ripreso la sua crescita demografica solo da un paio di anni, e grazie agli immigrati. Se tornerà a chiudersi, e al saldo negativo tra nati e scomparsi che le era proprio da qualche tempo (meno settemila), le prospettive potrebbero rivelarsi clamorose ed inquietanti.

    Le storie, dunque. Tanya una settimana fa si è regalata un viaggio di sola andata per l´Ecuador. Era il suo ventitreesimo compleanno. Due anni prima aveva raggiunto a Genova la sorella, sposata ad un italiano: al mattino lavorava in un bar di Oregina, il pomeriggio s´occupava del nipotino. Ad agosto il padrone l´aveva licenziata, la ragazza si era trovata un part-time giusto per ottenere il rinnovo del permesso. Ad ottobre ha presentato la domanda, contava di riavere il documento nel giro di un mese. Ad aprile era ancora lì, in attesa e sempre più sfiduciata. Così ha scelto di tornare. Per sempre.

    Ilir, albanese di Elbasan, a 26 anni aveva deciso di seguire alcuni cugini che abitano a via Fillak e lavorano in un´impresa edile. Ha trascorso due anni e mezzo sotto la Lanterna, lavorando in nero, pregando per un permesso che non è arrivato mai. Ha messo da parte qualcosa, a febbraio è tornato al paese e si è messo in società con un vecchio compagno di scuola: «Da 50 euro al giorno eravamo passati a 30. E si lavorava due-tre giorni alla settimana. Qui in Albania non so se andrà meglio. Ma se devo morire di fame, preferisco farlo tra la mia gente». José, ecuadoriano di Guayaquil, otto anni fa aveva raggiunto qui la moglie e le due figlie, che hanno 15 e 17 anni e sono cresciute in un paese dell´entroterra. In autunno le ragazzine erano andate a trovare i nonni, un viaggio che con ogni probabilità segnerà il loro destino e quello dei genitori: dicono di aver scoperto un paese molto diverso e migliorato, da come lo avevano descritto mamma e papà. A giugno rientreranno loro per prime, José e la moglie le seguiranno sei mesi più tardi.

    Nourredine, marocchino di Settat, 32 anni. Un diploma di perito chimico nel suo paese, quattro anni da muratore illegale tra il centro storico e la Riviera, mille sacrifici, i pochi risparmi e qualche vestito spediti a casa con regolarità. Si è dato ancora sei mesi di tempo. Se ad ottobre non otterrà un permesso ed un lavoro vero, tornerà a casa. Giura di conoscere già la fine della sua avventura. Del contro-esodo genovese ha recentemente scritto, forse non a caso per primo, il più importante quotidiano dell´Ecuador, El Universo. La corrispondente Indira Dora Morbioni ha raccolto diverse testimonianze, compresa quella di Fabio Rossi, titolare dell´agenzia di viaggi Palo Alto specializzata in biglietti aerei per stranieri. Cosa ha detto Rossi? Che tra gennaio e marzo ha venduto 90 passaggi per l´Ecuador. Di sola andata.

    (05 maggio 2009)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,725
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Qualcuno se ne va?

    Le coccole della vincenzi, ed una scandalosa legge regionale sull'immigrazione che è tutta una mangeria, evidentmente non bastano a contenere tutta la frotta di "migranti" che si sono riversati a Zena.
    La crisi in Liguria monta rapida, con il manufatturiero in forte crisi. Ed ultimamente avevo notato un maggior numero di stranieri a spasso durante le ore lavorative.

    Del resto già tempo fa la stampa aveva parlato di come a Genova le badanti italiane fossero in forte crescita.
    "Insomma se è in gamba, ti porta l'aereo così basso.. ehehehe...
    Lei dovrebbe vederlo, è uno spettacolo: un gigante come il B-52.... BHOOAAAMMM!!!!.. con i gas di scarico t'arrostisce le oche vive!!"

  3. #3
    Carolingio
    Data Registrazione
    17 May 2009
    Località
    Castrum Leuci
    Messaggi
    466
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Qualcuno se ne va?

    Bene, buon viaggio. Buon ritorno a casa.
    Sono Cristiano, Bianco, Etero, Insubre, Favorevole al porto d'armi. Domande?

  4. #4
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Qualcuno se ne va?

    Citazione Originariamente Scritto da Juv Visualizza Messaggio
    Le coccole della vincenzi, ed una scandalosa legge regionale sull'immigrazione che è tutta una mangeria, evidentmente non bastano a contenere tutta la frotta di "migranti" che si sono riversati a Zena.
    La crisi in Liguria monta rapida, con il manufatturiero in forte crisi. Ed ultimamente avevo notato un maggior numero di stranieri a spasso durante le ore lavorative.
    Ma la colpa, come vorrebbe dirci l'insigne lobotomizzatore di repubblica (che rispecchia perfettamente il target di lettori, d'altronde), è dei "cattivi liguri" se i "poveri e buoni migranti" non riescono a "integrarsi" e quindi "li perdiamo"...

    E qui continuano con l'antifona, Liguria matrigna:

    Immigrati, Liguria matrigna | Genova la Repubblica.it

    Sempre colpa nostra, ovviamente.
    No comment.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,963
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Qualcuno se ne va?

    Citazione Originariamente Scritto da Juv Visualizza Messaggio

    Del resto già tempo fa la stampa aveva parlato di come a Genova le badanti italiane fossero in forte crescita.
    questa storia delle " bandanti" ormai riguarda solo i " ricchi" ... con gli stipendi da 1000 euro e lavori precarii chi si puo permettere la badante?

    Non e' un caso infatti che tutti i i ricchi siano immigrazionisti .. per loro e' tutta servitu a buon mercato che calmiera i costi di quella " locale" ...

    lo sforzo propagandistico del sistema e' infatti tutto teso a mantenere nella testa dei salariati che " l' immigrazione e' una risorsa" anche per loro ..

    .. esattamente come per i salariati era una " opportunita" trasferire in cina i loro posti di lavoro ..

  6. #6
    Forumista
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    187
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Qualcuno se ne va?

    Solo i gabibbi non se ne vanno mai?

  7. #7
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Qualcuno se ne va?

    Via dal Veneto quarantamila immigrati

    Crisi e insicurezza, la Caritas svela i contorni del fenomeno: «Li aiutiamo a rimpatriare»

    Via dal Veneto quarantamila immigrati - Corriere del Veneto

    VENEZIA - Li voleva «rimpa*triare » la Lega, ci pensa la crisi. La crisi economica che si fa sentire e che come prima con*seguenza sul mercato del lavo*ro porta l’«espulsione» degli immigrati, i primi a salutare le fabbriche.

    Secondo i dati della Caritas regionale il 10 per cen*to dei circa 450 mila stranieri regolari presenti in Veneto è pronto a tornare al Paese d'ori*gine a causa di difficoltà econo*miche e personali. Proprio per rispondere a queste «nuove esigenze», dalla Caritas di Vi*cenza è stata lanciata una nuo*va iniziativa di rimpatrio assi*stito che coinvolga anche gli enti locali. Non solo: in più cit*tà, con amministrazioni impe*gnate a stanziare fondi per di*soccupati e modificare bandi di assegnazione case e benefici in base a nuovi parametri di povertà, si è già aperto il dibat*tito sul fatto di includere an*che gli stranieri negli aiuti. Co*me nel caso scoppiato nella provincia di Treviso, dove il presidente Leonardo Muraro ha deciso di aiutare chi ha per*so il lavoro ma con «cittadinan*za italiana con residenza nella Marca da almeno cinque an*ni». Una restrizione giudicata discriminatoria dai sindacati e dal segretario regionale del Pd Paolo Giaretta.

    Ma se da una parte si litiga sugli aiuti, dall'altra si guarda con interesse al progetto idea*to dal direttore Caritas di Vi*cenza don Giovanni Sandonà che, con tenacia e convinzio*ne, ha dapprima seminato e poi coltivato attivamente una nuova strada di aiuto agli stra*nieri in difficoltà.

    Come? Pri*ma partendo da singoli casi ri*solti dal 2004 e poi elaborando delle linee guida in collabora*zione con gli enti locali per in*terventi anche economici di so*stegno nel rientro di stranieri. Un progetto che fino ad oggi ha aiutato 75 fra persone e fa*miglie di immigrati presenti a Vicenza e a cui ha aderito lo stesso capoluogo - guidato da una giunta di centrosinistra con lo stanziamento di 50mila euro per il rimpatrio assistito. «La Caritas ha un'esperien*za pluriennale nell'accompa*gnare persone che hanno auto*nomamente rivisto il proprio progetto migratorio - spiega lo stesso Sandonà - quest' esperienza viene ora messa a frutto dagli enti locali con un'azione prevista dal docu*mento del 26 gennaio scorso delle Caritas diocesane del Nord Est: dove i lavoratori stra*nieri maturino la scelta del ri*torno in patria è necessario aprire sinergie tra Comuni, prefetture e rappresentanze di*plomatiche per un progetto di rientro che attesti e valorizzi le professionalità acquisite». Non solo: «Circa il dieci per cento degli immigrati presenti nella nostra regione se ne tor*na a casa - spiega don Dino Pi*solato, direttore Caritas di Ve*nezia e responsabile del Trive*neto - e questo a prescindere dai nostri progetti di rimpatrio assistito. Pensiamo solo a quei ritorni silenziosi di clandestini che vanno e vengono. O pen*siamo a quelle fa*miglie che, ad un certo punto, fanno rientrare qualcu*no della propria famiglia nel Paese d'origine. Per quanto ri*guarda l'Est, ad esempio, si so*no verificati rimpatri soprattut*to in Romania, Ucraina e Mol*davia. C'è la crisi, ma ci sono anche le difficoltà effettive del*la quotidianità sociale e tante leggi che a volte complicano la vita, basti guardare il decreto sicurezza».

    E a proposito del progetto di rimpatrio assistito e finanziato c'è augurio che viaggia in doppio binario con un timore: «Progetti come que*sti rappresentano una risposta mirata ad esigenze di una par*te della nostra popolazione - conclude don Dino- : ma temo che ci sia una fase di stallo do*vuta alla mancanza di risorse con cui gli enti locali e le no*stre amministrazioni al mo*mento devono fare i conti'.

    Silvia Maria Dubois
    28 maggio 2009

  8. #8
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,725
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Qualcuno se ne va?

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem Visualizza Messaggio
    Via dal Veneto quarantamila immigrati

    Crisi e insicurezza, la Caritas svela i contorni del fenomeno: «Li aiutiamo a rimpatriare»
    Se la Caritas apre un fondo apposito potrei anche pensare di versargli un obolo.
    "Insomma se è in gamba, ti porta l'aereo così basso.. ehehehe...
    Lei dovrebbe vederlo, è uno spettacolo: un gigante come il B-52.... BHOOAAAMMM!!!!.. con i gas di scarico t'arrostisce le oche vive!!"

  9. #9
    Lombard [--+--] Mod
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Soul Padania
    Messaggi
    1,402
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Qualcuno se ne va?

    Citazione Originariamente Scritto da Juv Visualizza Messaggio
    Se la Caritas apre un fondo apposito potrei anche pensare di versargli un obolo.
    Sì, l'8 x mille calci in culo :sofico:
    STOP IMMIGRATION - START REPATRIATION
    - Standing Up For Great Lombardy -

  10. #10
    + calci - calcio
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    590
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Qualcuno se ne va?

    Citazione Originariamente Scritto da Jack's Return Home Visualizza Messaggio
    Sì, l'8 x mille calci in culo :sofico:
    Questa è una splendida idea, vuoi vedere la montagna di soldi che raccoglierebbero?

    :sofico:

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226