User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    -
    Data Registrazione
    29 Oct 2016
    Località
    "Antica Dodecapoli" (xxx) . <Presso la Via degli Alcioni.>
    Messaggi
    466
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Di umanità politica greca \

    \

    Se cultura e politica sono in relazione di preminenza culturale e determinazione politica nella stessa unità del soggetto di entrambe, allora la scelta etica non coinvolge il dilemma morale.
    Altrimenti, esiste la possibilità del rifiuto culturale e non politico, che se attuato genera la necessità del rispetto per le distinzioni intellettuali del cui valore non si può sapere nel rifiuto, ovvero subentra il dovere morale del politico di non prevaricare ai danni di ciò che è irraggiungibile.
    Nei casi restanti, essendo la distinzione attuata con la mente la fondamentale strategia della vita, non accade di poter non rispettarle né di dover rispettarle.
    La cultura che precede la politica non è la cultura del successo; è lo strumento necessario per procedere nella politica coi pieni poteri della politica stessa, la quale è basata sulla deliberazione alla politica; e quando v'è stringente necessità di potere politico, questo non giunge dall'obbligo ma dalla generosità. Ciò sarebbe del tutto sorprendente, se non si riflettesse sulla volontà di vivere in cui consiste la vita stessa, per cui anche nel maggior rischio il vivente agisce secondo arbitrio. Ma scegliendo per la politica, la vita non assomma maggiore arbitrarietà, al contrario sceglie ciò per cui l’arbitrio puro è da evitare.
    Se la scelta per la politica non è compiutamente tale, la vita politica del compromesso conserva maggiore arbitrarietà ma con un senso del dovere altrimenti assente. A tal senso del dovere è legata la evenienza della sentenza morale di condanna. Insomma non c’è vera maggiore libertà col maggiore arbitrio, al contrario meno libertà e la prospettiva della fine a causa di una riprovazione irrefutabile.
    Nei mondi che preferiscono una politica soggetta alle facoltà non politiche resta preferibile il compromesso perché esso pone quelle facoltà in grado di reagire alle difficoltà sopravvenute per mezzo del giudizio sulla politica. Nei restanti mondi prevale o assurge necessità opposta, ed è questo il caso del cosmopolitismo greco ed in particolare della umanità greca, presente in Italia Meridionale, Ellade, Macedonia, Montenegro, Cipro, Turchia europea, ed anche altrove nei pressi di tali luoghi.
    Le leggi o regole politiche, locali o regionali o nazionali o familiari, di tali luoghi, non annoverano il caso della sostituzione dello Stato da ciò che non è a sua volta politico, e se lo menzionano lo fanno per rigettare accettazione o attivo ricorso, cioè non ammettono effettivo ricorso a tale caso.
    Le regioni dell'Italia Meridionale sono rappresentate da simboli politici autonomi, le cui ragioni e virtù e significati sono e restano inesplicabili al di fuori delle considerazioni politiche stesse. Nel Centro invece essi sono desunti dalla urbanità e civiltà dei relativi luoghi; nel Settentrione dalle attività e peculiarità nei relativi luoghi.
    Tali differenze concorrono al godimento reciproco dei poteri distinti di ciascuno. Per tale motivo le Regioni d'Italia hanno per necessità assoluta, relativa o indiretta, la completa autonomia politica, non regionale ma quale forma della politica di provenienza od appartenenza od origine regionale, autonomia non necessariamente delle istituzioni regionali e che nel Meridione è un bisogno costante e primario del vivere e nel vivere politico.
    Lo Stato italiano difatti non considera altra sostituzione possibile che l’autosostituzione non impolitica o politica. Inoltre tale Stato è Repubblica democratica, cioè basandosi sulla democrazia consta di manifestazioni nei poteri, appunto per logica democratica, ovvero secondo non limitata né predeterminata provenienza.
    La grecità in Italia essendo del tutto naturale non ha la propria politica per autosostentamento, dunque convive entro uno Stato Unitario e più vasto senza esserne danneggiata, fermo restando il potere diretto, spontaneo, della vita politica locale, ma tale potere non ha bisogno di fondazioni, consistendo in una realizzazione etnica cui basta il senso di appartenenza senza il dover costituirsi in forme apposite. Il potere politico nella Italia Meridionale si attua dunque propriamente nella forma essenziale e sobria dell'intervento di persone e gruppi etnici e ha a disposizione facoltà di assenza altrove sconosciuta. Tale assenza non sempre è disimpegno politico, può essere azione anche, in forma di non dare, non concedere, non occasionare, togliere, impedire. In tal senso le necessità di vita in Italia Meridionale offrono le possibilità per quelli del luogo, non altrove esistenti, di una politica solamente ed integralmente greca, senza nazionalismi o destini di stirpe o preferenze religiose o compresenze straniere o idee di civiltà che uniscano fatalità greca ad altre fatalità. Si dice fatalità, perché si considera la naturalità quale fondamento della civiltà e non viceversa: questo si può in alcuni luoghi del Pianeta Terra e non altro ed anche questo ha assicurato alla umanità prosecuzione nel mondo e tra le cose dell'universo. Le necessità vitali e le caratteristiche vitali non sono l’effetto di decisioni arbitrarie e neppure sono criticabili in alcunché. Dunque non ha senso sottoporre al vaglio una descrizione politologica che è anche una informativa politica, quale questa mia.

    MAURO PASTORE

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    -
    Data Registrazione
    29 Oct 2016
    Località
    "Antica Dodecapoli" (xxx) . <Presso la Via degli Alcioni.>
    Messaggi
    466
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Di umanità politica greca \

    La prima frase del testo potrebbe parere bislacca ed anche troppo, tranne che se ne intenda la chiave di lettura, assai poco emotiva ed assai ragionativa.
    Per questo scopo anche ho inserito le barre nel titolo e sotto, per segnalare la interpretazione anche di tipo logico matematico se non logica matematica.
    Per giunta al lettore di questo testo è richiesta comprensione diretta dei contenuti, e dunque la esteriorità dello scritto ne è esteticamente non rilevante e resta stilisticamente nulla.

    MAURO PASTORE.

  3. #3
    esterno alla massa
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    RDS
    Messaggi
    4,947
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Di umanità politica greca \

    interessante.
    però mi vengono dei dubbi:
    1) che incidenza hanno avuto sull'originario spirito greco (da cui deriva "l'umanità politica greca") le molte migrazioni di massa e interne ed esterne avvenute nei luoghi dell'antica magna grecia?
    2) lo spirito greco originario è rimasto solo ancorato nei luoghi dell'antica magna grecia oppure si è esteso in altri parti d'europa?

  4. #4
    -
    Data Registrazione
    29 Oct 2016
    Località
    "Antica Dodecapoli" (xxx) . <Presso la Via degli Alcioni.>
    Messaggi
    466
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Di umanità politica greca \

    Citazione Originariamente Scritto da uqbar Visualizza Messaggio
    interessante.
    però mi vengono dei dubbi:
    1) che incidenza hanno avuto sull'originario spirito greco (da cui deriva "l'umanità politica greca") le molte migrazioni di massa e interne ed esterne avvenute nei luoghi dell'antica magna grecia?
    2) lo spirito greco originario è rimasto solo ancorato nei luoghi dell'antica magna grecia oppure si è esteso in altri parti d'europa?
    Ne avresti da capire mettendoti in condizioni di capire. Non ho fatto dichiarazione di professione e non scrivo qui per spiegare cose. Se ci metto qui un pensiero, è per lo scopo di discutere con chi in grado, ed intorno ad una comprensione.
    Condivido comunque che il mio scritto è interessante.

  5. #5
    -
    Data Registrazione
    29 Oct 2016
    Località
    "Antica Dodecapoli" (xxx) . <Presso la Via degli Alcioni.>
    Messaggi
    466
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Di umanità politica greca \

    Nei dibattiti filosofici e politici e per incontri culturali non solo filosofici ci si imbatte ancora nei grecismi spacciati, volenti o nolenti, per originalità greca. Tali grecismi, fino ad ora utilizzati dal vero pensiero greco in Italia meridionale ed italiano per distinzione del mondo greco-elleno dal mondo greco non elleno e per non confondere le culture elleniche italiane dalla cultura ellena, sono sfruttati da chi ostile alla grecità, per difendere la quale non di rado bisognava (e forse bisogna ancora adesso) appellarsi ad apparenze linguistiche opposte. La ostilità ai mondi greci ed ai greci di Italia genera incomunicabilità anche totali e parvenze di contrarietà tra chi non ostile.
    (MAURO PASTORE)

  6. #6
    -
    Data Registrazione
    29 Oct 2016
    Località
    "Antica Dodecapoli" (xxx) . <Presso la Via degli Alcioni.>
    Messaggi
    466
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Di umanità politica greca \

    Citazione Originariamente Scritto da PhyroSphera Visualizza Messaggio
    Nei dibattiti filosofici e politici e per incontri culturali non solo filosofici ci si imbatte ancora nei grecismi spacciati, volenti o nolenti, per originalità greca. Tali grecismi, fino ad ora utilizzati dal vero pensiero greco in Italia meridionale ed italiano per distinzione del mondo greco-elleno dal mondo greco non elleno e per non confondere le culture elleniche italiane dalla cultura ellena, sono sfruttati da chi ostile alla grecità, per difendere la quale non di rado bisognava (e forse bisogna ancora adesso) appellarsi ad apparenze linguistiche opposte. La ostilità ai mondi greci ed ai greci di Italia genera incomunicabilità anche totali e parvenze di contrarietà tra chi non ostile.
    (MAURO PASTORE)
    Lo scritto del professor E. Severino, dal titolo suppongo postumo di "Disattenzioni" (edito in libro in anno 2018), contiene, tra l'altro, riferimenti indiretti ad Ellade ed elleni purtroppo mediati da grecismi i quali trovano ancora senso restante solo a causa di vecchie e nuove separatezze culturali. Tali grecismi presentano il fantasma della Ellade non la stessa Ellade, perché attribuiscono agli elleni una moralità ad essi estranea che era per essi soltanto esigenza etica e tale resterebbe anche ora.
    La nuova ontologia non parmenidea di fatto inaugurata dal Prof. Severino peraltro aliena finanche da eleatismo, reduce da confronto serrato con la interpretazione latina delle filosofie di Parmenide e da incontro affatto esterno con figura ed operato storici di Parmenide, segna un nuovo confine che parrebbe ironia di un cattivo destino ma che invece non consente più alle vecchie erronee indistinzioni di serbare forza argomentativa reale. (Non un caso il titolo, non di intero libro: "Disattenzioni".)
    Trovo questa diversificazione culturale una manifestazione di fatto, di rispetto per la realtà originaria della grecia italiana, pur senza effettiva conoscenza di essa da parte di chi inaugurava autonomamente la nuova ontologia, la quale, si badi, è una non altra (o non altre) e non entrambe (e non tutte)!

    (Il suddetto libro di cui autore Emanuele Severino si chiama: "Dispute sulla verità e la morte".)

    MAURO PASTORE

 

 
Correlati:

Discussioni Simili

  1. ...CMD: pagheremo anche per la cleptocrazia greca :-)
    Di Phileas nel forum Economia e Finanza
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 06-11-11, 01:09
  2. Predatori della crisi greca
    Di Sandinista nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02-05-10, 12:57
  3. Tragedia greca
    Di Muntzer nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 05-03-10, 19:27
  4. Commedia dell'arte o tragedia greca. A saperlo!
    Di furbo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17-06-09, 05:30
  5. La filosofia greca e l'Occidente
    Di Malaparte nel forum La Filosofia e il Pensiero Occidentale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-06-09, 23:35

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225