User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16
Like Tree2Likes

Discussione: I capisaldi della ideologia della nuova sinistra

  1. #1
    Forum Admin
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    22,503
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito I capisaldi della ideologia della nuova sinistra

    vorrei riassumere un po' di espressioni e concetti ideali che sono estremamente caratterizzanti della sinistra di adesso (non quella di 10 anni fa come ho scritto più volte)
    anche secondo il CISE la sinistra italiana si è radicalizzata in questi anni. Molti in America dicono lo stesso.
    Secondo me ha contribuito il mondo social e quella che io chiamo clickocrazia (o oclocrazia se vogliamo).

    Ma vediamo quali sono le parole d'ordine assolute della sinistra

    Da un punto di vista ideale l'ideale fondamentale è l'uguaglianza.
    Non si rendono conto che uguaglianza a tutti i costi confligge con il concetto di libertà individuale, ma pure se fosse l'uguaglianza verrebbe comunque prima sempre.
    Non se ne accorgono ma per misurare l'uguaglianza parlano sempre di punto di arrivo e mai di partenza.
    Fioccano studi sulle disuguaglianze di salario, il famoso 1% che detiene il 99% della ricchezza ecc
    il gender wage gap, il race wage gap ecc
    la conta di rappresentanza di donne e minoranze in posizioni di potere come consigli di amministrazione e parlamenti o governi.
    Sono tutti punti di arrivo e non di partenza, al contrario loro teorizzano di alterare i punti di partenza per ottenere il vero risultato inconscio:
    UGUAGLIANZA DI PUNTO DI ARRIVO
    una cosa del genere ha una forma di derivazione marxista, solo che è estesa non più alle classi social ma ai gruppi divisi sulla base del sesso, dell'orientamento sessuale, della razza, delle sfortune e dei dispiaceri della vita, in pratica ci sarebbe una specie di olimpiade del vittimismo o della infelicità
    scopo della comunità è quindi risarcire chi è stato infelice per qualsiasi motivo. Non potendo rendere felici queste persone la cosa più semplice è rendere infelici quelli più fortunati in modo che sia almeno "mal comune mezzo gaudio".

    Non ci credete?

    Ecco un "meme" che viene riportato ma moltissimi giornali di area di questo tipo

    la vita è una corsa, secondo loro questa corsa è viziata da sfortune o avvenimenti personali
    la giustizia e l'equità corrispondono a un qualcosa che limiti questa inequità
    nel video si vede come pensano che il tutto vada misurato
    ci sono domande del tipo "i tuoi genitori sono ancora insieme"

    di video di questo tipo sono tantissimi e tengono in conto solo dei sentimenti e di eventi legati alle affettività personali o alle vicissitudini singolari della vita

    non c'è alcuna menzione del merito, del talento. Nulla.

    Questa ideologia NON E' ASSOLUTAMENTE MERITOCRATICA
    i sentimenti sono più importanti dei fatti
    le interpretazioni soggettive sono più importanti di quelle oggettive

    la misura dei privilegi da limitare e equalizzare è sulla base delle sensazioni soggettive, quindi la vita di molte persone sarebbe condizionata nel proprio percorso da parte della percezione di qualcuno che guarda da fuori e che evidentemente giudica con grande saggezza, tipo i giudici di X factor per esempio.

    Una pioggia di emozioni e di emotività, nessuno spazio per il vero talento, ma tanto spazio per le emozioni e per l'idea del risarcimento delle persone sulla base delle categorie decise da queste persone tanto sagge che scrivono su giornali tanto importanti come Buzzfeed, Fuffington, Vice, Wired ecc (già sappiamo chi sono)

    Se si provasse a chiedere alle persone che si identificano fortemente a sinistra se sono d'accordo con il video ti risponderebbero che si lo sono certamente

    la cosa si diffonde anche attraverso molte persone di centro e anche tra liberali classici, sempre meno per chi si identifica fortemente a destra

    farò un sondaggio per dimostrare questo assunto

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forum Admin
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    22,503
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: I capisaldi della ideologia della nuova sinistra

    un secondo caposaldo della uguaglianza è il seguente


    l'idea della persona di sinistra in buona fede è che si dia accesso a tutti i bambini alle stesse risorse rimuovendone gli ostacoli

    sembra una idea nobile di uguaglianza di punto di partenza

    ma non è così

    basti notare alcuni fattori qualificanti

    1) se davvero vogliono rimuovere gli ostacoli di accesso non dovrebbero usare delle casse ma abbattere la staccionata.

    2) chiarito che non è un problema di rimuovere ostacoli perché non pensano affatto a rimuoverli si capisce che l'ideale di giustizia è che tutti arrivano alla stessa altezza. Guardate la seconda parte della immagine, i bambini diventano tutti alti uguale grazie all'aiuto di un intervento esterno. Chiaro segno di ricerca di uguaglianza di punto di arrivo, non di uguale accesso, per il quale ripetiamo il punto 1 sarebbe bastato eliminare la staccionata

    3) per fare arrivare tutti allo stesso punto di arrivo si usano delle casse. Le casse però sono state costruite da qualcuno, sono risorse prese da qualche altra parte. Non si sa da dove arrivino, non si sa chi le abbia costruite, si presume che siano piovute dal cielo

    -corollario 3a) le casse corrispondono alle TASSE. Questo sposa benissimo con l'idea socialdemocratica di redistribuzione delle risorse. Grazie alla redistribuzione delle risorse si combattono le disuguaglianze. Quante volte avete sentito dire questa frase? Molte volte, è una ideologia molto radicata da moltissimo tempo
    -corollario 3b) le differenze di altezza possono essere assimilate a differenze di fortuna per nascita, sia se uno nasce da famiglia ricca ma anche se uno semplicemente nasce con maggiore talento (e quindi nella metafora cresce più in alto). Secondo questo ideale il merito, la meritocrazia sono da combattere, perché portano a disuguaglianze. L'ideale come dicevamo non è che tutti è tre i bambini possano vedere la partita ma bensì che arrivino alla stessa altezza grazie alle risorse prese da qualcun altro
    -corollario 3c) le risorse prese da qualcun altro ci sono, non importa da chi vengono prese, ci sono e basta. Una frase tipica della persona socialista o social democratica è "i soldi ci sono". Guardano la spesa, se non sono d'accordo con quella voce di spesa (tipo spese militari) per loro basta toglierle da li e spostarle per fare arrivare tutti alla stessa altezza (stesso successo, stesso punto di arrivo). Non si chiedono minimamente da dove arrivino i soldi: ci sono e basta e se ci sono devono essere redistribuiti per fare arrivare tutti allo stesso punto di arrivo

    4) si fa notare che essendo bambini la metafora riguardi l'accesso per esempio alla istruzione o alle cure mediche. Ma il meme (che è condiviso da milioni di persone) non parla di scuola, parla di tre bambini con altezze diverse e di una staccionata per guardare un evento SPORTIVO o LUDICO. Non si parla di qualcosa di necessario ma di qualcosa di SUPERFLUO. Quindi la uguaglianza di punto di arrivo non si misura su ciò che è indispensabile o necessario al benessere di base ma bensì sulla base di un piacere non necessario, si vuole quindi garantire la stessa gioia o felicità a tutti, non la stessa istruzione, istruzione e felicità non sono correlate in maniera biunivoca, si può tranquillamente essere istruiti ed infelici e viceversa. Non si parla quindi di istruzione ma di accesso al successo alla felicità alla gioia.

    5) nessuno nota che sullo sfondo ci sono persone che vedono l'evento sportivo dalle gradinate. Si suppone che questi abbiano pagato un biglietto, se l'ingresso fosse gratuito non si capirebbe per quale motivo i bambini non siano potuti entrare. In questo caso qualcuno potrebbe chiedersi se non si sta favorendo con queste casse un illecito ovvero facendo vedere un evento sportivo a pagamento in modo gratuito senza il consenso di chi offre questo evento. In questo caso ci sarebbe il disprezzo verso il lavoratore (i giocatori e tutti coloro che hanno lavorato alla struttura) che non vedrebbero riconosciuto il proprio lavoro.
    Le battaglie di un tempo della sinistra erano per il riconoscimento del salario sulla base del lavoro svolto. In questo contesto si aggira la retribuzione in maniera che se ci fossero casse per tutti (non si capisce da dove arrivino le casse) i lavoratori non verrebbero retribuiti

    in pratica alcune persone lavorerebbero per altre senza retribuzione: questa però è la definizione plastica di SFRUTTAMENTO se non addirittura SCHIAVITU'

    ma questo problema non se lo pongono minimamente.
    C'è un solo obiettivo: fare si che bambini nati diversi diventino della stessa altezza, non importa con quali risorse

    come dicevamo il concetto di meritocrazia è ignoto a una vera persona di sinistra, sfortunatamente esattamente come credono di poter coniugare libertà ed uguaglianza credono pure che questo modo di fare sia meritocratico.
    La ragione per la quale credono questo suona più o meno così:
    "quello li ha avuto successo perché aveva le amicizie giuste, è stato fortunato a nascere nella famiglia giusta o nel posto giusto, aveva raccomandazioni, ha imbrogliato, è stato corrotto"

    fermo restando che queste occorrenze esistono eccome, in buona parte dei casi sono lagne di vittimisti frustrati (c'è un merito anche nel saper coltivare le amicizie giuste eh) o accuse di imbroglio o corruzione che vanno dimostrate (fenomeni verissimi che esistono sia chiaro, ma vanno dimostrati prima di punire qualcuno)

  3. #3
    Forum Admin
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    22,503
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: I capisaldi della ideologia della nuova sinistra

    altre frasi che denotano la cultura della sinistra: l'antisessismo (che poi a me sembrano i più sessisti di tutti ma vabbé)

    se il mondo fosse governato da donne non ci sarebbero più guerre e tutto andrebbe meglio

    questo viene da un pregiudizio secondo il quale le donne sono migliori degli uomini a prescindere
    le donne prendono meno di salario pur facendo tutto molto meglio

    è evidente che sono più brave: sanno fare le mamme che è il mestiere più difficile e importante del mondo! Partoriscono!

    si ragionano proprio così



    sembra più che altro una specie di training autogeno per aumentare la propria autostima

    secondo alcuni invece aumentare forzatamente l'autostima senza motivo porta solo a narcisismo


    Jordan Peterson andrebbe visto con molta attenzione per molte cose che dice

  4. #4
    Forum Admin
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    22,503
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: I capisaldi della ideologia della nuova sinistra

    altro concetto fondamentale riguarda il rapporto con l'uomo e l'ambiente

    questo video di grande successo dimostra cosa pensano molti dell'uomo in relazione alla natura


    l'uomo è cattivo, abusivo, inutilmente sadico verso il mondo che lo circonda e verso gli altri

    vive su un mondo che dovrebbe appartenere alle piante e agli animali, qualsiasi cosa fa è un abuso dell'ambiente
    il progresso è nemico dell'ambiente e degli animali

    "gli animali sono migliori delle persone"

    diciamo che stiamo parlando di anti specismo, animalismo, veganesimo ecc

  5. #5
    Forumista junior
    Data Registrazione
    29 Feb 2016
    Messaggi
    44
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I capisaldi della ideologia della nuova sinistra

    Citazione Originariamente Scritto da Gianluca Visualizza Messaggio
    vorrei riassumere un po' di espressioni e concetti ideali che sono estremamente caratterizzanti della sinistra di adesso (non quella di 10 anni fa come ho scritto più volte)
    anche secondo il CISE la sinistra italiana si è radicalizzata in questi anni. Molti in America dicono lo stesso.
    Secondo me ha contribuito il mondo social e quella che io chiamo clickocrazia (o oclocrazia se vogliamo).

    Ma vediamo quali sono le parole d'ordine assolute della sinistra

    Da un punto di vista ideale l'ideale fondamentale è l'uguaglianza.
    Non si rendono conto che uguaglianza a tutti i costi confligge con il concetto di libertà individuale, ma pure se fosse l'uguaglianza verrebbe comunque prima sempre.
    Non se ne accorgono ma per misurare l'uguaglianza parlano sempre di punto di arrivo e mai di partenza.
    Fioccano studi sulle disuguaglianze di salario, il famoso 1% che detiene il 99% della ricchezza ecc
    il gender wage gap, il race wage gap ecc
    la conta di rappresentanza di donne e minoranze in posizioni di potere come consigli di amministrazione e parlamenti o governi.
    Sono tutti punti di arrivo e non di partenza, al contrario loro teorizzano di alterare i punti di partenza per ottenere il vero risultato inconscio:
    UGUAGLIANZA DI PUNTO DI ARRIVO
    una cosa del genere ha una forma di derivazione marxista, solo che è estesa non più alle classi social ma ai gruppi divisi sulla base del sesso, dell'orientamento sessuale, della razza, delle sfortune e dei dispiaceri della vita, in pratica ci sarebbe una specie di olimpiade del vittimismo o della infelicità
    scopo della comunità è quindi risarcire chi è stato infelice per qualsiasi motivo. Non potendo rendere felici queste persone la cosa più semplice è rendere infelici quelli più fortunati in modo che sia almeno "mal comune mezzo gaudio".

    Non ci credete?

    Ecco un "meme" che viene riportato ma moltissimi giornali di area di questo tipo

    la vita è una corsa, secondo loro questa corsa è viziata da sfortune o avvenimenti personali
    la giustizia e l'equità corrispondono a un qualcosa che limiti questa inequità
    nel video si vede come pensano che il tutto vada misurato
    ci sono domande del tipo "i tuoi genitori sono ancora insieme"

    di video di questo tipo sono tantissimi e tengono in conto solo dei sentimenti e di eventi legati alle affettività personali o alle vicissitudini singolari della vita

    non c'è alcuna menzione del merito, del talento. Nulla.

    Questa ideologia NON E' ASSOLUTAMENTE MERITOCRATICA
    i sentimenti sono più importanti dei fatti
    le interpretazioni soggettive sono più importanti di quelle oggettive

    la misura dei privilegi da limitare e equalizzare è sulla base delle sensazioni soggettive, quindi la vita di molte persone sarebbe condizionata nel proprio percorso da parte della percezione di qualcuno che guarda da fuori e che evidentemente giudica con grande saggezza, tipo i giudici di X factor per esempio.

    Una pioggia di emozioni e di emotività, nessuno spazio per il vero talento, ma tanto spazio per le emozioni e per l'idea del risarcimento delle persone sulla base delle categorie decise da queste persone tanto sagge che scrivono su giornali tanto importanti come Buzzfeed, Fuffington, Vice, Wired ecc (già sappiamo chi sono)

    Se si provasse a chiedere alle persone che si identificano fortemente a sinistra se sono d'accordo con il video ti risponderebbero che si lo sono certamente

    la cosa si diffonde anche attraverso molte persone di centro e anche tra liberali classici, sempre meno per chi si identifica fortemente a destra

    farò un sondaggio per dimostrare questo assunto
    Lo "shift" liberal della sinistra è, secondo la mia modestissima opinione, dovuto forse ad un motivo prima di altri: la "race card", come la chiamano negli Stati Uniti, è l'ultima battaglia che gli rimane. Del resto hanno passato buona parte della la loro storia, in certi aspetti gloriosa, a difendere i diritti del proletariato contro lo sfruttamento del lavoro salariato e il capitale per poi ritrovarsi ad usare le stesse parole del capitale: flessibilità, competitività, globalizzazione - tutte parole che non sono mai appartenute alla sinistra storica e che nessuno, dei grandi leader della sinistra operaia e marxista, avrebbe mai utilizzato durante un suo comizio senza rischiare il linciaggio. Oggi invece sembra che abolire i diritti dei lavoratori per favorire la competitività "dei mercati" (in realtà sono i lavoratori che competono, tendenzialmente al ribasso sugli stipendi percepiti e sui diritti goduti) sia diventata una prerogativa delle sinistre occidentali, basti vedere le recenti vicende che hanno interessato i ferrovieri Francesi, ma anche l'abolizione dell'articolo 18 qui in Italia e il Jobs Act in generale.

    Non concordo quando dici che questo processo è di derivazione marxista, perché il Marxismo prevedeva comunque un merito, sulla base appunto dell'impegno all'interno dello sforzo collettivo per contribuire al benessere sociale e materiale della società, un concetto che tra l'altro è ripreso dalla nostra costituzione, la stessa che in più articoli cita "il merito" come punto cardine di alcuni diritti, come quello all'istruzione. La sinistra non difende più l'identità della classe operaia perché l'identità è un concetto che stanno disperatamente tentando di smantellare con processi sociali e culturali ben precisi.

    In questa nuova "uguaglianza", che poi è la cancellazione delle identità (siano esse sessuali, etniche, politiche) non è previsto alcun merito. Ci si rifà a torti fatti e subiti più di mezzo secolo fa e secondo la dottrina del "per sempre colpevole" si instilla non solo un senso di colpa nell'"uomo bianco ed eterosessuale", ma si da l'idea di "tutto è dovuto" anche in persone che non necessariamente meritano quella determinata posizione o quel determinato ruolo. Si rafforza quindi l'identitarismo della presunta vittima in quanto donna, in quanto omosessuale, in quanto afro-americana, traghettandola al tempo stesso verso una società omogenea e nella quale tutte queste categorie, inevitabilmente, perderanno i loro tratti sociali e culturali che li contraddistingono.

    E' del resto cosa nota che un gruppo di persone senza legami culturali è facila da controllare e sottomettere - solo l'unità di popolo è efficace contro gli oppressori, ma se il popolo è impegnato ad accusarsi di razzismo ogni due per tre, allora si completa il capolavoro del potere: anziché solidarizzare CONTRO il potere, le persone si scontrano l'una contro l'altra per perseguire un'ideologia, il globalismo, che inevitabilmente porterà alla sottomissione dei popoli.. li si che ci sarà motivo di parlare di diritti, con la differenza che la cosa a quel punto riguarderà tutti e non una minoranza.
    Kavalerists likes this.

  6. #6
    Forum Admin
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    22,503
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: I capisaldi della ideologia della nuova sinistra

    Citazione Originariamente Scritto da Benacus Visualizza Messaggio
    Lo "shift" liberal della sinistra è, secondo la mia modestissima opinione, dovuto forse ad un motivo prima di altri: la "race card", come la chiamano negli Stati Uniti, è l'ultima battaglia che gli rimane. Del resto hanno passato buona parte della la loro storia, in certi aspetti gloriosa, a difendere i diritti del proletariato contro lo sfruttamento del lavoro salariato e il capitale per poi ritrovarsi ad usare le stesse parole del capitale: flessibilità, competitività, globalizzazione - tutte parole che non sono mai appartenute alla sinistra storica e che nessuno, dei grandi leader della sinistra operaia e marxista, avrebbe mai utilizzato durante un suo comizio senza rischiare il linciaggio. Oggi invece sembra che abolire i diritti dei lavoratori per favorire la competitività "dei mercati" (in realtà sono i lavoratori che competono, tendenzialmente al ribasso sugli stipendi percepiti e sui diritti goduti) sia diventata una prerogativa delle sinistre occidentali, basti vedere le recenti vicende che hanno interessato i ferrovieri Francesi, ma anche l'abolizione dell'articolo 18 qui in Italia e il Jobs Act in generale.

    Non concordo quando dici che questo processo è di derivazione marxista, perché il Marxismo prevedeva comunque un merito, sulla base appunto dell'impegno all'interno dello sforzo collettivo per contribuire al benessere sociale e materiale della società, un concetto che tra l'altro è ripreso dalla nostra costituzione, la stessa che in più articoli cita "il merito" come punto cardine di alcuni diritti, come quello all'istruzione. La sinistra non difende più l'identità della classe operaia perché l'identità è un concetto che stanno disperatamente tentando di smantellare con processi sociali e culturali ben precisi.

    In questa nuova "uguaglianza", che poi è la cancellazione delle identità (siano esse sessuali, etniche, politiche) non è previsto alcun merito. Ci si rifà a torti fatti e subiti più di mezzo secolo fa e secondo la dottrina del "per sempre colpevole" si instilla non solo un senso di colpa nell'"uomo bianco ed eterosessuale", ma si da l'idea di "tutto è dovuto" anche in persone che non necessariamente meritano quella determinata posizione o quel determinato ruolo. Si rafforza quindi l'identitarismo della presunta vittima in quanto donna, in quanto omosessuale, in quanto afro-americana, traghettandola al tempo stesso verso una società omogenea e nella quale tutte queste categorie, inevitabilmente, perderanno i loro tratti sociali e culturali che li contraddistingono.

    E' del resto cosa nota che un gruppo di persone senza legami culturali è facila da controllare e sottomettere - solo l'unità di popolo è efficace contro gli oppressori, ma se il popolo è impegnato ad accusarsi di razzismo ogni due per tre, allora si completa il capolavoro del potere: anziché solidarizzare CONTRO il potere, le persone si scontrano l'una contro l'altra per perseguire un'ideologia, il globalismo, che inevitabilmente porterà alla sottomissione dei popoli.. li si che ci sarà motivo di parlare di diritti, con la differenza che la cosa a quel punto riguarderà tutti e non una minoranza.
    intervento interessante il tuo
    certo l'aspetto della globalizzazione non va sottovalutato

    ma ad essere interessati alla "omologazione" (che il vero punto di arrivo della uguaglianza esasperata) sono soprattutto le multinazionali se ci pensi

    il conflitto è di potere tra le multinazionali e le nazioni
    tra le multinazionali e l'individualismo
    tra il monopolio e la concorrenza

    c'è una forza centripeta che accentra tutto, è secondo me estremamente interessante studiare Yuval Noah Harari quando parla delle ragioni del successo del liberalismo degli ultimi anni e la guerra tra nazionalismo e globalismo


    lui però sostiene che questo è sostenuto dall'individuo stesso, ed è l'individuo stesso che tende a conformarsi (conformismo) e a uniformarsi

    c'è un conflitto tra il sogno di privilegio e la paura di restare indietro

    nella nostra doppia veste di vittime e carnefici, di lavoratori e consumatori

    i consumatori vogliono di più e vogliono pagare meno, i lavoratori vogliono riconosciuto il loro lavoro il plusvalore aggiunto

    in questa ultima frase c'è la vera differenziazione tra la sinistra di adesso e quella di un tempo, la sinistra di adesso è sostenuta dai giornali e dai media soprattutto online e da grandi corporazioni monopoliste o quasi come
    google
    facebook
    microsoft
    apple
    amazon

    la dove c'erano i Rockefeller ora ci sono gli Zuckerberg, entità che propagando una ideologia omologante dove nessuno apparentemente comanda, c'è assemblearismo e democrazia diretta (la democrazia del like), antisessismo, antinazionalismo (antifascismo-no borders), antimilitarismo, antispecismo

    tutti questi termini li trovi in questa piattaforma politico-ideologica
    https://it.wikipedia.org/wiki/Anarchia


    sul discorso invece relativo al collegamento tra una parte o una interpretazione del marxismo e questa nuova ideologia è invece spiegata secondo l'opinione del già citato Jordan Peterson



    secondo lui il cattivo che ha trasformato il marxismo in questa roba descritta prima è Deridda negli anni 70

  7. #7
    Cromag
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    31,716
    Mentioned
    194 Post(s)
    Tagged
    39 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: I capisaldi della ideologia della nuova sinistra

    Per me bisogna anche far differenza fra diritti civili veri e propri ossia il filone libertario individualista e le questioni etniche
    il primo filone è sempre stato presente, anche se sullo sfondo, dei movimenti di sinistra, pensiamo al "libero amore" delle prime comunità socialiste di inizio '900
    le questioni etniche invece penso dipendano semplicemente da uno shift demografico, una volta che la natalità ha iniziato a diminuire e gli immigrati ad entrare, la naturale esterofilia di certa sinistra ha semplicemente cavalcato il fenomeno da cui i vari memi affirmative action, racism, white priviledge, safe spaces, cultural appropriation e chissà quante altre se ne inventeranno...
    insomma voglio dire che se la natalità fosse rimasta a livelli decente e le frontiere chiuse il secondo fllone non sarebbe nato ma sarebbe rimasto solo quello dei diritti civili individuali
    Forum Futurologico e Nostradamus contests:
    https://forum.termometropolitico.it/444-futurologia/

  8. #8
    Forum Admin
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    22,503
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: I capisaldi della ideologia della nuova sinistra

    la questione della ricchezza viene spiegata con questo esempio, postata da un pasdaran del PD

    Vi spiego la Flat Tax.
    Uscite una sera con degli amici. Voi mangiate una pizza e una birra. Alcuni prendono l'aragosta e lo champagne. Brindate e vi divertite insieme. Alla fine arriva il conto.
    SI PAGA ALLA ROMANA.
    A chi è convenuto?


    questo ragionamento vale moltissimo a sinistra ma anche tra i 5 stelle

    su cosa si basa?

    In pratica loro parlano della flat tax facendo credere che tutti i commensali, pur prendendo cose diverse (alcune molto più costose) paghino lo stesso conto

    ebbene questo denota una ignoranza incredibile

    con la flat tax al 20% per esempio una persona che ha un reddito di 100000 euro paga 20000 euro di tasse, una con reddito di 50000 paga 10000

    da quando 20000=10000?
    Da MAI

    la persona col doppio della ricchezza paga il doppio delle tasse SECONDO LA FLAT TAX

    ma non è tutto, loro dicono che c'è chi prende l'aragosta e chi prende la pizza

    ok vediamo se è vero:

    per cosa si pagano le tasse?
    sanità pubblica
    servizi pubblici
    scuole
    difesa
    polizia ecc
    dipendenti pubblici in generale

    ora riflettete su questi servizi offerti al cittadino dallo Stato grazie al pagamento delle tasse e ditemi se per ciascuno di questi servizi offerti dallo stato (per i quali paghiamo le tasse) c'è differenza tra un cittadino che pagherebbe 20000 e uno che ne pagherebbe 10000?


    nessuna: la luce dei lampioni, la manutenzione delle strade, il pronto soccorso pubblico ecc sarebbero lo stesso per entrambi
    eppure quello ricco il doppio ha cacciato il doppio dei soldi di tasse per lo stesso servizio


    è quindi ESATTAMENTE IL CONTRARIO
    è una pura mistificazione


    ma allora perché quando avete letto la cosa vi è suonata inconsciamente ragionevole?

    Perché associate l'aragosta alla ricchezza. Il ricco magari mangia davvero l'aragosta, ma non gliela fornisce lo stato. LA PAGA A PARTE
    esattamente come le scuole private o le cliniche private

    quindi quello che fa questo genere di post è confondere il piano privato, il successo e la ricchezza privati, con le TASSE per pagare servizi pubblici

    scatena il sentimento primordiale dell'invidia verso chi, per qualsiasi motivo è più ricco
    magari per fortuna sfacciata, magari è nato ricco, magari ha imbrogliato, MA MAGARI HA AVUTO TALENTO
    solo che quest'ultimo punto per la persona di sinistra pauperista (molto ben radicata tra i 5 stelle) semplicemente non esiste

    il merito per queste persone non esiste

    quindi quello che vogliono non è pagare di meno, perché anche con la flat tax avrebbero gli stessi servizi pagando di meno, ma vogliono una tassa PROGRESSIVA che tolga le ricchezze ai più ricchi per darle ai più poveri e bilanciare la FORTUNA avuta nella vita a causa del destino cinico e baro

    in pratica si tratta di comunissima invidia e desiderio di vendetta verso chi ha di più

    la cosa più divertente è che questi se la prendono con le piccole e medie imprese che possono vedere come persone comuni che ce l'hanno fatta e non se la prendono minimamente coi monopoli come Amazon, che addirittura non paga un dollaro di tasse...

  9. #9
    Cromag
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    31,716
    Mentioned
    194 Post(s)
    Tagged
    39 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: I capisaldi della ideologia della nuova sinistra

    sì , in effetti l'esempio è fatto alla carlona, forse scritto in fretta e furia
    in realtà quello è l'esempio che potrebbero usare i leghisti contro gli stranieri che beneficiano del nostro welfare in misura più che proporzionale di quanto l'hanno finanziato con le tasse nel corso degli anni
    ed anzi potrebbe usarlo un ricco, che paga più di tasse di un povero ma poi preferisce rivolgersi alla sanità privata (quindi pagando una seconda volta)
    più che una critica alla flat è una critica al welfare...
    e poi sì c'è anche la solita confusione che si fa fra tassa piatta ma proporzionale e tassa fissa o forfettaria.

    ovviamente resta il punto, che la flat è sbagliata perchè aumenta le disuguaglianze che, specie in Italia, non riflettono se non in minima parte meriti e competenze (ma amicizie, parentele, raccomandazioni varie...) e perchè fa incrementare i risparmi invece che investimenti e consumi
    Forum Futurologico e Nostradamus contests:
    https://forum.termometropolitico.it/444-futurologia/

  10. #10
    Forum Admin
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    22,503
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: I capisaldi della ideologia della nuova sinistra

    Citazione Originariamente Scritto da Robert Visualizza Messaggio
    sì , in effetti l'esempio è fatto alla carlona, forse scritto in fretta e furia
    in realtà quello è l'esempio che potrebbero usare i leghisti contro gli stranieri che beneficiano del nostro welfare in misura più che proporzionale di quanto l'hanno finanziato con le tasse nel corso degli anni
    ed anzi potrebbe usarlo un ricco, che paga più di tasse di un povero ma poi preferisce rivolgersi alla sanità privata (quindi pagando una seconda volta)
    più che una critica alla flat è una critica al welfare...
    e poi sì c'è anche la solita confusione che si fa fra tassa piatta ma proporzionale e tassa fissa o forfettaria.

    ovviamente resta il punto, che la flat è sbagliata perchè aumenta le disuguaglianze che, specie in Italia, non riflettono se non in minima parte meriti e competenze (ma amicizie, parentele, raccomandazioni varie...) e perchè fa incrementare i risparmi invece che investimenti e consumi
    non sono d'accordo
    anche saper coltivare le amicizie giuste è un merito
    inoltre anche con una spinta se non vali un cazzo duri poco
    quindi no non sono d'accordo su quel punto

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Correlati:

Discussioni Simili

  1. Risposte: 84
    Ultimo Messaggio: 06-01-17, 10:56
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-04-15, 18:40
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-04-10, 10:08
  4. L'immigrazionismo, una nuova ideologia?
    Di herrdoktor nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-07-09, 13:06
  5. I capisaldi dell'economia secondo il giovane Carl Menger
    Di JohnPollock nel forum Economia e Finanza
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-03-08, 02:05

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Clicca per votare
Single Sign On provided by vBSSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225