User Tag List

Pagina 4 di 7 PrimaPrima ... 345 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 61
Like Tree67Likes

Discussione: Fascismo: il punto della situazione

  1. #31
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Aug 2013
    Località
    Equatoria
    Messaggi
    9,570
    Mentioned
    146 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: Fascismo: il punto della situazione

    Citazione Originariamente Scritto da italicum Visualizza Messaggio
    Qualcuno lo ha già compreso e già lo fa, altri invece, legati alla visione del capitalismo più come sistema di dominio (chi ha i soldi comanda) che come sistema economico, sono ferocemente avversi a tale ipotesi, preferendo un mondo ridotto in rovina mentre loro gozzovigliano chiusi nei loro manieri. Difficile dire quale delle due ipotesi prevarrà, non mi stupirebbe la seconda, visto il livello ormai scandaloso di ignoranza unita ad arroganza del mondo imprenditoriale.
    caro italicum, i primi detrattori di questa visione sono proprio i proletari, il popolo, la gente comune, quella che voi osannate, che se senti i loro ragionamenti odiano i "fannulloni" e chi è contro il lavoro salariato come principio di vita.
    ovvio che i ricchi prosperano, lo fanno sull'ignoranza e la stupidità dei poveri (che non sono tali perche' sono poveri materialmente, ma nell'anima) che anziche' anelare alla liberazione sono ben contenti di farsi sottomettere.
    io partirei da qui, prima di perdersi nelle astrazioni identitarie.
    I nostri tempi hanno perso la vocazione all'eroismo, il senso tragico e comico della vita, che non è altro che una farsa romantica dalle conseguenze obbligate.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #32
    Anticristiano militante ⊕
    Data Registrazione
    02 Jun 2014
    Località
    Landa anti-democratica.
    Messaggi
    4,642
    Mentioned
    23 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Fascismo: il punto della situazione

    Citazione Originariamente Scritto da italicum Visualizza Messaggio
    Sinceramente parlando, non trovo che il 'lavoro' nobiliti più di tanto (ed infatti i nobili non lavoravano!), tenuto conto, come da dati esposti ieri da alcuni giornali nazionali, che l'87% dei lavoratori a livello globale sono depressi o non contenti di quello che fanno (a dimostrazione dell'inefficienza dell'intero sistema)
    La classe ricca sino alla Rivoluzione Francese era contemporaneamente la classe scientifica e quella creativa, quindi il non lavorare serviva a far altro di più importante.
    Io parlo dei plebei. Il salumiere se non lavora non è che diventa Rembrandt per diretta conseguenza.

    Sulla depressione da lavoro - va bene, ma non elimina la depressione da inattività (per i non acculturati/creativi, ripeto).

    Citazione Originariamente Scritto da italicum Visualizza Messaggio
    Redditi minimi garantiti sono ormai l'unica forma concreta di superamento del problema disoccupazione
    Io ho detto che i rmg sono la naturale conseguenza dell'epoca post-industriale e post-robotica.
    Ho anche detto, però, che porteranno depressione ad abundantiam presso la classe plebea inopente.

    Chiaramente questo si eviterebbe se ci fosse comunitarismo, in questo caso la comunità occuperebbe la vita del singolo nullafacente, ma ci vuole un partito rivoluzionario per ottenere questo.

    I rmg da soli, per me, sono mera robaccia economica, magari necessaria, ma vanno implementati con altro per evitare la solitudine del singolo se si vuole esser serii.

    Citazione Originariamente Scritto da Ticonderoga Visualizza Messaggio
    ma scherzi? A parte che l'ometto che hai in avatar, e' stato uno dei critici più feroci del lavoro e del capitalismo. Detto questo, abolire il lavoro e' semplicemente impossibile, ma si puo' riformarlo trasformando tutti in produttori di beni (non di merci) in un contesto socio-comunitario sul modello medievale.
    Ma quale Nietzsche hai letto? Forse i riassunti fatti dalle zecche comuniste come Lukacs.
    Sulla concezione di N. sul lavoro ho già scritto.
    Voleva degli schiavi non troppo sfruttati, altro che contro il lavoro!
    Per il resto son d'accordo: ci vuole un contesto socio-comunitario anti-moderno.
    Sparviero and Saburosakai like this.
    "Per rendere migliore il mondo - Se agli insoddisfatti, ai malinconici, ai brontoloni si impedisse di riprodursi, già la terra si trasformerebbe come per incanto in un giardino di felicità." [MA, II, I, 278]

  3. #33
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Aug 2013
    Località
    Equatoria
    Messaggi
    9,570
    Mentioned
    146 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: Fascismo: il punto della situazione

    Citazione Originariamente Scritto da Ticonderoga Visualizza Messaggio
    infatti il neofascismo non ha alcuna intenzione di mettere in discussione il capitale in forma nazionale, ma solo mondialista e liberista (perche' antinazionale). per i fasci tutto ciò che è 'nazionale' va bene, quindi mettiamo tutti d'accordo perche' l'astrazione nazione deve trarne un beneficio. Il beneficio dovrebbe trarlo il popolo, soprattutto quello sfruttato ed emarginato.
    Citazione Originariamente Scritto da Pestis nigra Visualizza Messaggio
    La classe ricca sino alla Rivoluzione Francese era contemporaneamente la classe scientifica e quella creativa, quindi il non lavorare serviva a far altro di più importante.
    Io parlo dei plebei. Il salumiere se non lavora non è che diventa Rembrandt per diretta conseguenza.

    Sulla depressione da lavoro - va bene, ma non elimina la depressione da inattività (per i non acculturati/creativi, ripeto).


    Io ho detto che i rmg sono la naturale conseguenza dell'epoca post-industriale e post-robotica.
    Ho anche detto, però, che porteranno depressione ad abundantiam presso la classe plebea inopente.

    Chiaramente questo si eviterebbe se ci fosse comunitarismo, in questo caso la comunità occuperebbe la vita del singolo nullafacente, ma ci vuole un partito rivoluzionario per ottenere questo.

    I rmg da soli, per me, sono mera robaccia economica, magari necessaria, ma vanno implementati con altro per evitare la solitudine del singolo se si vuole esser serii.



    Ma quale Nietzsche hai letto? Forse i riassunti fatti dalle zecche comuniste come Lukacs.
    Sulla concezione di N. sul lavoro ho già scritto.
    Voleva degli schiavi non troppo sfruttati, altro che contro il lavoro!
    Per il resto son d'accordo: ci vuole un contesto socio-comunitario anti-moderno.
    Alla fine ognuno rilegge il Nietzsche che preferisce. Io Lukacs manco l'ho letto, ma Nietzsche non mi pare un grande apologeta del lavoro salariato. Certo non ama le plebi, ma nemmeno l'economia.
    I nostri tempi hanno perso la vocazione all'eroismo, il senso tragico e comico della vita, che non è altro che una farsa romantica dalle conseguenze obbligate.

  4. #34
    Anticristiano militante ⊕
    Data Registrazione
    02 Jun 2014
    Località
    Landa anti-democratica.
    Messaggi
    4,642
    Mentioned
    23 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Fascismo: il punto della situazione

    Belle citazioni nicciane hai portato a tuo sostegno, si vede che lo hai letto.

  5. #35
    Comunitarista
    Data Registrazione
    19 May 2011
    Località
    Blut und Toscana
    Messaggi
    1,735
    Mentioned
    60 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Fascismo: il punto della situazione

    Citazione Originariamente Scritto da Pestis nigra Visualizza Messaggio
    La classe ricca sino alla Rivoluzione Francese era contemporaneamente la classe scientifica e quella creativa, quindi il non lavorare serviva a far altro di più importante.
    Io parlo dei plebei. Il salumiere se non lavora non è che diventa Rembrandt per diretta conseguenza.

    Sulla depressione da lavoro - va bene, ma non elimina la depressione da inattività (per i non acculturati/creativi, ripeto).


    Io ho detto che i rmg sono la naturale conseguenza dell'epoca post-industriale e post-robotica.
    Ho anche detto, però, che porteranno depressione ad abundantiam presso la classe plebea inopente.

    Chiaramente questo si eviterebbe se ci fosse comunitarismo, in questo caso la comunità occuperebbe la vita del singolo nullafacente, ma ci vuole un partito rivoluzionario per ottenere questo.

    I rmg da soli, per me, sono mera robaccia economica, magari necessaria, ma vanno implementati con altro per evitare la solitudine del singolo se si vuole esser serii.



    Ma quale Nietzsche hai letto? Forse i riassunti fatti dalle zecche comuniste come Lukacs.
    Sulla concezione di N. sul lavoro ho già scritto.
    Voleva degli schiavi non troppo sfruttati, altro che contro il lavoro!
    Per il resto son d'accordo: ci vuole un contesto socio-comunitario anti-moderno.
    Il tuo link rimanda ad un post del 2009, di saluti fra i primi iscritti al nuovo forum
    Hai un link più preciso?


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Moglie e buoi dei paesi tuoi.

  6. #36
    Moralista diamattista
    Data Registrazione
    06 Mar 2017
    Località
    Arcipelago Gulag
    Messaggi
    10,569
    Mentioned
    124 Post(s)
    Tagged
    31 Thread(s)

    Predefinito Re: Fascismo: il punto della situazione

    Citazione Originariamente Scritto da Pestis nigra Visualizza Messaggio
    Belle citazioni nicciane hai portato a tuo sostegno, si vede che lo hai letto.
    In effetti anche la "zecca" Losurdo dice apertamente che Nietzsche era un pensatore reazionario che voleva che i malriusciti e i deboli (che è una metafora del popolo e dei proletari) lavorassero per i signori. La parte sull'evitare che i lavoratori si ribellino portando acqua al mulino del risentimento socialista e comunista è poi pura propaganda, perché se costruisci una società gerarchica e la giustifichi pure dai ai signori il potere di sfruttare i deboli che useranno in maniera inevitabile per sfruttarli. Non a caso nei regimi fascista l'idea coorporativa era vanificata dal fatto che distruggendo i sindacati e la possibilità di scioperare e mettendo lavoratori e padroni sullo stesso piano, i padroni erano decisamente più avvantaggiati per le loro posizioni di comando, pur se il regime ogni tanto nei periodi peggiori si spingeva a fare concessioni assistenzialiste.

  7. #37
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Aug 2013
    Località
    Equatoria
    Messaggi
    9,570
    Mentioned
    146 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: Fascismo: il punto della situazione

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Attilio Visualizza Messaggio
    In effetti anche la "zecca" Losurdo dice apertamente che Nietzsche era un pensatore reazionario che voleva che i malriusciti e i deboli (che è una metafora del popolo e dei proletari) lavorassero per i signori. La parte sull'evitare che i lavoratori si ribellino portando acqua al mulino del risentimento socialista e comunista è poi pura propaganda, perché se costruisci una società gerarchica e la giustifichi pure dai ai signori il potere di sfruttare i deboli che useranno in maniera inevitabile per sfruttarli. Non a caso nei regimi fascista l'idea coorporativa era vanificata dal fatto che distruggendo i sindacati e la possibilità di scioperare e mettendo lavoratori e padroni sullo stesso piano, i padroni erano decisamente più avvantaggiati per le loro posizioni di comando, pur se il regime ogni tanto nei periodi peggiori si spingeva a fare concessioni assistenzialiste.
    Ancora con 'sto Nietzsche del Losurdo. Ma leggevi il Nietzsche di Colli e Montinari, che e' l'unica opera biografico-filosofica riconosciuta a livello internazionale sul nostro.
    Nemo likes this.
    I nostri tempi hanno perso la vocazione all'eroismo, il senso tragico e comico della vita, che non è altro che una farsa romantica dalle conseguenze obbligate.

  8. #38
    Moralista diamattista
    Data Registrazione
    06 Mar 2017
    Località
    Arcipelago Gulag
    Messaggi
    10,569
    Mentioned
    124 Post(s)
    Tagged
    31 Thread(s)

    Predefinito Re: Fascismo: il punto della situazione

    Citazione Originariamente Scritto da Ticonderoga Visualizza Messaggio
    Ancora con 'sto Nietzsche del Losurdo. Ma leggevi il Nietzsche di Colli e Montinari, che e' l'unica opera biografico-filosofica riconosciuta a livello internazionale sul nostro.
    Dipende se ti riferisci alla loro edizione delle opere o alla loro opera interpretativa, che è una cosa ben diversa. Poi ci sono anche cose interessanti in Nietzsche, non ne dubito, ma bisogna ammettere oggettivamente quali erano le sue idee.

  9. #39
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Aug 2013
    Località
    Equatoria
    Messaggi
    9,570
    Mentioned
    146 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: Fascismo: il punto della situazione

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Attilio Visualizza Messaggio
    Dipende se ti riferisci alla loro edizione delle opere o alla loro opera interpretativa, che è una cosa ben diversa. Poi ci sono anche cose interessanti in Nietzsche, non ne dubito, ma bisogna ammettere oggettivamente quali erano le sue idee.
    Hai ragione, non dico che Nietzsche fosse un democratico, addirittura disprezzava socialisti e anarchici. Ma da qui a farlo un nazi ante litteram ce ne passa. Basterebbe leggere opere come gli scritti su Wagner, Aurora, Umano troppo umano. Gli spunti che fanno capire il reale pensiero di Nietzsche ci sono. E i famigerati "deboli e malriusciti" non sono ne' i proletari ne' i malnati che sopprimeva il 3 reich, sono gli schiavi delle superstizioni, gli uomini di chiesa, i deboli d'animo che non hanno forza e volontà (vera ossessione di N.) di superare il nichilismo prodotto dal cristianesimo
    Nemo likes this.
    I nostri tempi hanno perso la vocazione all'eroismo, il senso tragico e comico della vita, che non è altro che una farsa romantica dalle conseguenze obbligate.

  10. #40
    Anticristiano militante ⊕
    Data Registrazione
    02 Jun 2014
    Località
    Landa anti-democratica.
    Messaggi
    4,642
    Mentioned
    23 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Fascismo: il punto della situazione

    Citazione Originariamente Scritto da Daser Visualizza Messaggio
    Il tuo link rimanda ad un post del 2009, di saluti fra i primi iscritti al nuovo forum
    Hai un link più preciso?
    Strano, a me funziona. Prova questo, è per il post esatto: https://forum.termometropolitico.it/...l#post15810700.

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Attilio Visualizza Messaggio
    La parte sull'evitare che i lavoratori si ribellino portando acqua al mulino del risentimento socialista e comunista è poi pura propaganda, perché se costruisci una società gerarchica e la giustifichi pure dai ai signori il potere di sfruttare i deboli che useranno in maniera inevitabile per sfruttarli.
    N. ha solo detto che la causa primaria del risentimento socialista è da ricercare nello sperpero borghese, il che è oltremodo vero.
    Se i borghesi non si comportano bene e non danno l'esempio rimangono solo sfruttatori e nient'altro e suscitano odio.

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Attilio Visualizza Messaggio
    Non a caso nei regimi fascista l'idea coorporativa era vanificata dal fatto che distruggendo i sindacati e la possibilità di scioperare e mettendo lavoratori e padroni sullo stesso piano, i padroni erano decisamente più avvantaggiati per le loro posizioni di comando, pur se il regime ogni tanto nei periodi peggiori si spingeva a fare concessioni assistenzialiste.
    Credo piuttosto che il corporativismo non sia stato effettivo sia perché non è effettivamente stato attuato per motivi di tempo, sia perché funzionerebbe solo in uno Stato etico, dove l'idea di lavoro sia effettivamente sociale. Per ottenere uno Stato etico devi fare un lavaggio del cervello che in Italia non c'è stato.
    Daser and Sparviero like this.
    "Per rendere migliore il mondo - Se agli insoddisfatti, ai malinconici, ai brontoloni si impedisse di riprodursi, già la terra si trasformerebbe come per incanto in un giardino di felicità." [MA, II, I, 278]

 

 
Pagina 4 di 7 PrimaPrima ... 345 ... UltimaUltima
Correlati:

Discussioni Simili

  1. Asburgo: il punto della situazione
    Di Candido nel forum Monarchia
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 18-03-18, 23:12
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 20-11-17, 09:56
  3. L'ascesa della destra in Europa. Il punto della situazione
    Di FalcoConservatore nel forum Conservatorismo
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 16-05-11, 13:14
  4. Proviamo a fare il punto della situazione?
    Di yure22 nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-09-10, 00:25
  5. Facciamo il punto della situazione: Il rilancio della competitività
    Di Massi (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-05-05, 13:27

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225