User Tag List

Pagina 1 di 10 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 92
Like Tree10Likes

Discussione: Camera dei Deputati di Pol VIII seduta - (XIX Legislatura)

  1. #1
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    50,659
    Mentioned
    754 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Camera dei Deputati di Pol VIII seduta - (XIX Legislatura)


    La Presidenza della Camera dei Deputati di POL


    ai sensi dell'art. 19 co. 3 della Costituzione

    VISTA la materia politica trattata
    RITENUTA l'opportunità che la discussione si tenga sul Forum di Politica interna
    considerati il
    preavviso di convocazione pubblicato 24 ore fa
    https://forum.termometropolitico.it/...i-di-pol.html]

    Dichiara aperta la VIII Seduta della XIX Legislatura del gioco di Politica Online


    O R D I N E _ D E L _ G I O R N O


    A seguito del deposito delle mozioni e dei progetti di Legge


    Sono convocati i Deputati di POL
    Con il seguente ordine del giorno:


    1) Mozione del governo Flaviogiulio sulle infrastrutture

    2) Mozione sul conflitto di interesse

    3) Mozione Haxel sulle politiche familiari




    [email protected]
    Presidente della Camera dei Deputati


    * * *

    Avviso di servizio
    a seguito di precise direttive dell'Amministrazione

    il 3d è riservato - in scrittura - ai Deputati eletti alle elezioni di POL

    i moderatori del forum nazionale accompagneranno, gentilmente per le prime sessioni, i forumisti alle apposite tribune

    speriamo che la trasmissione sul Forum Nazionale delle sedute del gioco di POL piaccia al pubblico
    Grazie per l'attenzione

    * * *


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    50,659
    Mentioned
    754 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Re: Camera dei Deputati di Pol VIII seduta - (XIX Legislatura)

    A beneficio del pubblico e dei moderatori, ricordo la Lista dei Deputati

    Deputati della Camera dopo la prima seduta della Camera e le nuove chiamate dei deputati aggiunti.

    MAGGIORANZA



    - Giò (PCF) voti esercitabili 31,81
    - Haxel (PCF) voti esercitabili 31,81
    -Occidentale (PCF RN) dimessosi in data 3/03/2018
    - Maria Vittoria (PCF) voti esercitabili 31,81
    -Flaviogiulio (PCF) voti esercitabili 26,81
    - [email protected](PCF) deputato aggiunto voti esercitabili 20,81
    - Baboden (PCF) voti esercitabili 31,81
    - Undertaker (PCF RN) voti esercitabili 47,81
    - Panagulis (PL) voti esercitabili 63,62
    - Diegol22 (PL)voti esercitabili 31,81
    - Meridionale (PL) voti esercitabili 31,81


    Opposizioni

    Pol Progressista
    PSDL
    Partito Comunista

    Garat (POL Progr) voti esercitabili 18,00 Capogruppo Pol Progressista
    -Servilia (Pol Progr) deputato aggiunto voti esercitabili 5
    -Frammeeme (Pol Progr) deputato aggiunto voti esercitabili 5
    -I-alca (POL Progr) voti esercitabili 20,00
    -pomo Pero (Pol Progr) deputato aggiunto voti esercitabili 3
    -Dario (Pol Progr) deputato aggiunto voti esercitabili 5
    -Alepk (Pol Progr) voti esercitabili 18,00
    -Standing Bull (Pol Progr) deputato aggiunto voti esercitabili 5
    -Riki 85 (Pol Progr) deputato aggiunto voti esercitabili 5
    -Daniele (Pol Progr) voti esercitabili 28,00
    -Kavalerists (PSDL) voti esercitabili 33,33
    -Lupo Sciolto(PSDL) deputato aggiunto voti esercitabili 13,33
    -Traiano (PSDL) voti esercitabili 37,33 Capogruppo PSDL
    - Thomas Lenin (PC) voti esercitabili 28,00
    -Molly (PC) voti esercitabili 28,00
    - Lord Attilio (PC) voti esercitabili 28,00

  3. #3
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    50,659
    Mentioned
    754 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Re: Camera dei Deputati di Pol VIII seduta - (XIX Legislatura)

    Buongiorno a tutti i colleghi deputati
    Cominciamo la seduta con il primo argomento all'ordine del giorno.
    Il nuovo governo Flaviogiulio presenta a questa Camera la seguente Mozione
    Citazione Originariamente Scritto da Flaviogiulio Visualizza Messaggio
    A nome del governo, presento la mozione diegol22 sul sistema infrastrutturale italiano.


    LA CAMERA DEI DEPUTATI DI POL

    VISTA

    l'indubbia arretratezza del sistema infrastrutturale italiano, grave soprattutto nelle regioni del Mezzogiorno e che riguarda non solo la rete stradale, ma anche quella ferroviaria e, più in generale, tutte quelle opere necessarie all'implementazione della mobilità e dei trasporti pubblici e privati;

    CONSIDERATO

    che questa arretratezza cagiona rilevante nocumento all'economia nazionale e che tale situazione è il risultato di una serie di fattori quali farraginosità della normativa, con particolare riferimento al settore degli appalti, scarsa disponibilità di risorse finanziarie e, non da ultimo, allarmante ripetersi di fatti corrispondenti a rilevanti fattispecie penali;

    INDIVIDUA

    una serie di obiettivi inderogabili da perseguire nel medio periodo:

    - revisione del codice degli appalti in armonia con i principi guida stabiliti dalla Mozione presentata al Parlamento Virtuale su proposta del governo Undertaker
    per una riforma delle norme anticorruzione sugli appalti con un'azione tendente alla semplificazione soprattutto nella fase relativa all'individuazione dell'appaltatore e all' iter di espressione dei pareri dei soggetti coinvolti nel procedimento. Previsione specifica di incentivi per quei soggetti che concluderanno l'opera prima dei tempi previsti, penalizzazione per eventuali ritardi non imputabili a cause di forza maggiore;

    - revisione della normativa penale per tutte quelle fattispecie di reato che possono trovare concreto riscontro nell'iter di progettazione ed esecuzione di un'opera pubblica con il perseguimento dell'effettività della sanzione penale laddove sia stata accertata definitivamente la responsabilità penale, previsione di aggravanti specifiche e forme di risarcimento del danno alla collettività laddove dal fatto sia derivato nocumento, diretto o indiretto, all'economia nazionale;

    - adeguata consistenza ed effettiva disponibilità delle risorse finanziarie pubbliche ricollegate alle necessità infrastrutturali italiane con previsione e regolazione delle forme di finanziamento privato, assicurando sempre il perseguimento dell'interesse pubblico di volta in volta coinvolto. Introduzione di una normativa che in cui sia prevista una forte penale economica per il ritardo causato nei lavori pubblici per le imprese che perdono l'appalto.
    Sempre a tal fine, si svilupperà un'azione politica a livello europeo con l'obiettivo di escludere l'investimento in opere pubbliche dal calcolo del rapporto deficit/pil;

    - priorità alle reti di trasporto pubblico, segnatamente su rotaia, vista la penuria delle risorse finanziarie annualmente disponibili.
    In particolare sarà dato risalto al completamento delle reti metropolitane e ferroviarie delle grandi città italiane.
    Nondimeno saranno continuate le opere di ampliamento della rete autostradale (terze e quarte corsie), laddove ciò sia giustificato dai volumi di traffico giornalieri, mensili e annuali;

    - previsione, a livello nazionale e locale, di un sistema effettivo di incentivazione all'utilizzo del sistema di trasporto pubblico e di un piano coerente ed organico di manutenzione con possibilità concreta di individuazione delle resposabilità laddove gli obiettivi non siano raggiunti;

    - Previsione di monitoraggio sulle opere consegnate per riscontrare eventuali difetti o inadeguatezze nell'esecuzione dei lavori e garantire nel caso un celere intervento di riparazione e adeguamento o l'irrogazione di penali e sanzioni risarcitorie a carico del soggetto appaltatore.

    CHIEDE

    al Governo e al Parlamento italiano di adottare atti conseguenti e tali da perseguire efficamente e nel minor tempo possibile gli obiettivi sopra indicati.
    Flaviogiulio likes this.

  4. #4
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    50,659
    Mentioned
    754 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Re: Camera dei Deputati di Pol VIII seduta - (XIX Legislatura)

    Prendendo la parola sul merito di questa Mozione faccio qualche breve commento
    La Mozione ha lo scopo di rimediare allaforte arretratezza del sistema infrastrutturale italiano (strade autostrade e ferrivie) che purtroppo cosi come è causa una rilevante danno all'economia nazionale. La cause sono secondo noi anzitutto la farraginosità della normativa, con particolare riferimento al settore degli appalti le scarsa risorse finanziarie e anche la corruzione
    Si punta quindi ad una serie di obiettivi a comnciare dalla revisione del codice degli appalti in armonia con i principi guida stabiliti dalla Mozione presentata al Parlamento Virtuale su proposta del governo Undertaker che qui riporto perchè la camera la abbia ben chiara visto che qui si entra nei dettagli a cominciare dal divieto di introdurre livelli di regolazione degli appalti superiori a quelli strettamente necessari alla chiarezza della disciplina ed alla correttezza e legalità delle procedure, la compilazione di un unico testo normativo » e dal "divieto generale per le imprese vincitrici degli appalti pubblici di sub appaltare a loro volta i lavori oltre il limite del 30% delle opere complessive. "
    Citazione Originariamente Scritto da Ronnie Visualizza Messaggio
    Mozione presentata al Parlamento Virtuale su proposta del governo Undertaker
    per una riforma delle norme anticorruzione sugli appalti


    Preambolo


    L’attuale Codice degli Appalti è composto da 273 articoli, 1561 commi e corredato da rinvii ad altre 148 norme di legge.
    In otto anni di vita ha subito modifiche per 564 volte, senza considerare quelle entrate in vigore per un periodo limitato in conseguenza di decreti che poi non hanno trovato conversione in legge. Per la sua corretta applicazione si sono rese finora necessarie 6165 pronunce dell’Autorità di vigilanza e della Magistratura amministrativa. Per non parlare delle migliaia di pronunce della Corte dei Conti. Non basta, al Codice va aggiunto il Regolamento attuativo con valore di legge con i suoi 358 articoli ed oltre 2000 commi ed i Regolamenti regionali anch’essi con valore di legge. Infine, le stazioni appaltanti sono tenute ad uniformarsi alle intricate norme su privacy, “protocolli di legalità”, “patti di integrità”, “white lists”, “black lists”, “tracciabilità dei flussi finanziari”, “comunicazioni antimafia”, “piani triennali per la trasparenza” e “programma triennale anticorruzione”. In definitiva, una ragnatela di norme ed adempimenti che rendono la vita difficile, se non impossibile alle Stazioni Appaltanti. In questo contesto, il concetto della diligenza del buon padre di famiglia sbiadisce inesorabilmente, soverchiato dall’ossessione del rispetto di tantissime prescrizioni, aggravata dall’incertezza interpretativa, a sua volta acuita da una perenne ed altalenante variazione delle norme. Bisogna prendere atto che questo è il brodo di coltura che bisogna prosciugare per evitare la diffusione di germi capaci di rendere endemica la corruzione nell’intero settore degli appalti.
    Inoltre come ampiamente dimostrato dai recenti scandali di rilievo nazionale, la corruzione morde ancor più facilmente quando si è costretti a derogare alle norme ordinarie, in ragione di emergenze di varia natura. Ciononostante, si è ritenuto di ampliare ulteriormente il sistema delle deroghe, rinvii e modifiche ancorché per condivisibili finalità di velocizzazione delle procedure e della spesa, con la conseguenza di tenere in vita un codice di norme piegato alle emergenze del momento a tutto scapito della trasparenza e della chiarezza delle regole, mettendo fuori gioco ditte e stazioni appaltanti
    L’antidoto è semplice: drastica riduzione degli adempimenti, semplificazione e chiarezza delle norme, che dovrebbero rimanere stabili, evitando il continuo ricorso alle “modifiche a fisarmonica”. Le censure, le sanzioni, le pene diventano efficaci quando sono basate sulla certezza del diritto, non sull’interpretazione delle norme.


    La Camera dei deputati di POL

    invita


    il governo Italiano ad adottare le seguenti misure per una riforma della norme anticorruzione sugli appalti:

    1) Il divieto di introdurre livelli di regolazione degli appalti superiori a quelli strettamente necessari alla chiarezza della disciplina ed alla correttezza e legalità delle procedure, la compilazione di un unico testo normativo , con conseguente abrogazione esplicita di ogni altra precedente norma sugli appalti, denominato "Codice degli appalti pubblici e delle concessioni»

    2) L'introduzione del divieto generale per le imprese vincitrici degli appalti pubblici di sub appaltare a loro volta i lavori oltre il limite del 30% delle opere complessive. Il sub appalto dovrà inoltre essere rigorosamente motivato da comprovate necessità tecniche circa il completamento dei lavori che la singola impresa non potrebbe da sola riuscire a portare a termine senza sub appaltare a terzi

    3) Il divieto per i vincitori del appalto di subappaltare a loro volta

    4) Si richiede inoltre l’utilizzo di un’ unica autodichiarazione (sul modello di quella prevista dall’art. 59 della Direttiva 2014/24/UE ) che sostituisca tutti i certificati ordinariamente rilasciati, attestanti la sussistenza dei requisiti di partecipazione alle gare d’appalto, con l’obbligo per la pubblica amministrazione di accettare tale documento unico (dopo averne attentamente verificato la veridicità) in sostituzione complessiva delle diverse dichiarazioni e/o certificazioni (da quelle ambientali a quelle relative alla dichiarazione di non affidare i lavori a ditte colluse con gruppi mafiosi) ottenendo cosi una notevole semplificazione per le ditte concorrenti . Con questa semplice riforma si limiteranno i ricorsi sul possesso dei requisiti che rappresentano la stragrande maggioranza del contenzioso davanti al TAR, con conseguente drastica riduzione dei tempi medi di aggiudicazione e del carico di lavoro del Giudice amministrativo.
    La pubblica amministrazione, dopo un attento controllo della veridicità delle autocertificazioni, avrà tempo per dichiarare la falsità di tali dichiarazione entro il limite massimo di 60 giorni. In mancanza di una dichiarazione di falsità della pubblica amministrazione entro tale limite di tempo, l’autocertificazione si intenderà accolta. Se la pubblica amministrazione preposta alla verifica delle autocertificazioni, lascia scadere il termine dei 60 giorni previsto per il silenzio assenso, senza effettuare i controlli dovuti, il dirigente pubblico responsabile è imputabile di un massimo di 5 anni di carcere per omissione di atti d'ufficio.

    5) Infine si richiede l’introduzione di una normativa che in cui sia prevista una forte penale economica per il ritardo causato nei lavori pubblici per le imprese che perdono l'appalto.

  5. #5
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    50,659
    Mentioned
    754 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Re: Camera dei Deputati di Pol VIII seduta - (XIX Legislatura)

    Cedo ora la parola al ministro per le infrastrutture @diegol22 ed al presidente del Consiglio @Flaviogiulio
    Ovviamente può intervenire anche qualsiasi deputato

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    27 Apr 2009
    Messaggi
    22,847
    Mentioned
    819 Post(s)
    Tagged
    27 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Camera dei Deputati di Pol VIII seduta - (XIX Legislatura)

    Presidente, Onorevoli Colleghe e Colleghi,

    come già affermato in Consiglio, si tratta di una mozione esclusivamente tecnica, che indica i problemi del nostro sistema infrastrutturale, le cause di tali problemi e disegna tempi e modi per recuperare il "gap infrastrutturale".

    Il ritardo nella presentazione della mozione, di cui mi scuso, nasce dalla riflessione che ho compiuto: elaborare un elenco di opere, più o meno vasto, da cantierizzare o da completare ci avrebbe probabilmente esposto ad un'infinita serie di dispute regonalistiche e prima ancora ideologiche.

    Se, comunque, una maggioranza, anche trasversale, riterrà opportuno elaborare un Allegato alla mozione, con un elenco di opere pubbliche ritenute prioritarie, io credo che non ci sarà nessun problema a votarlo.

    Vorrei sottolineare l'azione politica da compiersi in sede di istituzioni europee per ottenere l'esclusione dell'investimento in opere pubbliche dal computo del rapporto deficit/pil. La rigidità di questo parametro, infatti, è uno dei fattori che determinano la lentezza dei progressi nel campo infrastrutturale.

    Chiaramente mi interessa l'opinione di tutti, in particolar modo di @Daniele, che ad inizio di legislatura aveva manifestato grande interessa sul tema.
    Flaviogiulio likes this.

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    23 May 2013
    Località
    Delegazione Apostolica di Spoleto
    Messaggi
    4,625
    Mentioned
    182 Post(s)
    Tagged
    47 Thread(s)

    Predefinito Re: Camera dei Deputati di Pol VIII seduta - (XIX Legislatura)

    Citazione Originariamente Scritto da diegol22 Visualizza Messaggio
    Presidente, Onorevoli Colleghe e Colleghi,

    come già affermato in Consiglio, si tratta di una mozione esclusivamente tecnica, che indica i problemi del nostro sistema infrastrutturale, le cause di tali problemi e disegna tempi e modi per recuperare il "gap infrastrutturale".

    Se, comunque, una maggioranza, anche trasversale, riterrà opportuno elaborare un Allegato alla mozione, con un elenco di opere pubbliche ritenute prioritarie, io credo che non ci sarà nessun problema a votarlo.
    Non posso che confermare.

    Citazione Originariamente Scritto da diegol22 Visualizza Messaggio
    Vorrei sottolineare l'azione politica da compiersi in sede di istituzioni europee per ottenere l'esclusione dell'investimento in opere pubbliche dal computo del rapporto deficit/pil. La rigidità di questo parametro, infatti, è uno dei fattori che determinano la lentezza dei progressi nel campo infrastrutturale.
    Punto della mozione che ritengo particolarmente qualificante, in quanto potrebbe facilitare una compiuta programmazione infrastrutturale che affronti i tanti nodi ancora irrisolti nel nostro sistema dei trasporti. Particolarmente condivisibile per quel che mi riguarda è poi la priorità che si vuole dare allo sviluppo del trasporto su rotaia e al sud.

  8. #8
    Deputato di POL
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    SP
    Messaggi
    3,390
    Mentioned
    102 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: Camera dei Deputati di Pol VIII seduta - (XIX Legislatura)

    Citazione Originariamente Scritto da diegol22 Visualizza Messaggio
    Presidente, Onorevoli Colleghe e Colleghi,

    come già affermato in Consiglio, si tratta di una mozione esclusivamente tecnica, che indica i problemi del nostro sistema infrastrutturale, le cause di tali problemi e disegna tempi e modi per recuperare il "gap infrastrutturale".

    Il ritardo nella presentazione della mozione, di cui mi scuso, nasce dalla riflessione che ho compiuto: elaborare un elenco di opere, più o meno vasto, da cantierizzare o da completare ci avrebbe probabilmente esposto ad un'infinita serie di dispute regonalistiche e prima ancora ideologiche.

    Se, comunque, una maggioranza, anche trasversale, riterrà opportuno elaborare un Allegato alla mozione, con un elenco di opere pubbliche ritenute prioritarie, io credo che non ci sarà nessun problema a votarlo.

    Vorrei sottolineare l'azione politica da compiersi in sede di istituzioni europee per ottenere l'esclusione dell'investimento in opere pubbliche dal computo del rapporto deficit/pil. La rigidità di questo parametro, infatti, è uno dei fattori che determinano la lentezza dei progressi nel campo infrastrutturale.

    Chiaramente mi interessa l'opinione di tutti, in particolar modo di @Daniele, che ad inizio di legislatura aveva manifestato grande interessa sul tema.

    Presidente, Onorevoli colleghe e colleghi,
    buonasera a tutti voi. Il tema delle infrastrutture mi è sempre stato molto caro, avendo anche in passato ricoperto il ruolo di Ministro delle Infrastrutture e Trasporti che ricopre oggi il valente on. diegol22.
    Che vi sia un "gap infrastrutturale" dell'Italia rispetto alle Nazioni d'Europa e del mondo è sotto gli occhi di tutti: ed è ancora più evidente nelle aree del mezzogiorno, dove quei pochi cantieri che vedono la luce sovente sono cattedrali nel deserto incompiute per la loro inutilità o peggio vedono l'infiltrazione della malavita che consegna opere fatiscenti, piene di vizi strutturali che comportano spese per la rimessa in pristino e/o demolizione faraoniche.
    Personalmente, e credo anche di parlare a nome dei colleghi, non vi è alcuna pregiudiziale all'utilizzo delle risorse pubbliche per investimenti infrastrutturali, salvo che questi comportino un impatto ambientale minimo e che le procedure di appalto avvengano nella più totale trasparenza. La mozione in oggetto, tuttavia, presenta alcuni errori tecnici e/o omissioni che destano la mia perplessità.
    Mi spiego, un punto della mozione recita: "[...] revisione del codice degli appalti in armonia con i principi guida stabiliti dalla Mozione presentata al Parlamento Virtuale su proposta del governo Undertaker
    per una riforma delle norme anticorruzione sugli appalti con un'azione tendente alla semplificazione soprattutto nella fase relativa all'individuazione dell'appaltatore e all' iter di espressione dei pareri dei soggetti coinvolti nel procedimento
    ." Qual'è il nesso tra semplificazione dell'iter di espressione dei pareri e norme anticorruzione? Giacché le norme penali anticorruzione servono come deterrente per l'aggiudicazione dell'appalto in maniera illecita, e laddove sussistano condotte illecite punirle, mentre la fase di espressione dei pareri attiene alla conferenza dei servizi, disciplinata dalla legge 241/1990 sul Procedimento Amministrativo.
    Parliamo di due cose diverse: sia chiaro, se si deve esortare il Governo a rivedere la legge 241/1990 per snellire e accelerare il procedimento sono favorevolissimo, ma se si snellisce l'iter devono essere più severi e stringenti i controlli ex ante sull'identità del soggetto aggiudicatore, la trasparenza dei bandi e dei soggetti coinvolti e pene più severe.
    Inoltre, essendo l'Italia un territorio dalle condizioni geofisiche particolari, le infrastrutture dovranno anche necessariamente conto dell'impatto ambientale. Nessuno vuole cementificare, ferrare, bitumare questo paese. Ritengo pertanto necessario allegare una tabella con alcune opere prioritarie ed una seconda tabella con le opere secondarie. Questo perchè serve un ottica di progettualità.
    Il corridoio Tirreno Brennero è fondamentale per il traffico su ferro, e il completamente della Ferrovia "Pontremolese" è fondamentale, così come il completamento del Terzo Valico dei Giovi. In Sicilia la Statale 129 Agrigentina (spero di non sbagliare i numeri) dovrebbe essere finalmente ultimata, ma soprattutto bisognerebbe pensare ad implementare la rete ferroviaria siciliana. A tal proposito, mi sono sempre battuto affinché si possa stringere un accordo bilaterale tra Ferrovie dello Stato Italiane e Japan RailWays Group per importare il loro know how sui treni Shinkansen e la tecnologia MagLev per ridurre le emissioni e attuare una vera alta velocità.
    Come sempre la mia non vuole essere un opposizione fine a se stessa, ma un qualcosa di costruttivo per il bene del paese.
    Grazie della vostra attenzione
    Non chiedete cosa possa fare il paese per voi: chiedete cosa potete fare voi per il paese

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    27 Apr 2009
    Messaggi
    22,847
    Mentioned
    819 Post(s)
    Tagged
    27 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Camera dei Deputati di Pol VIII seduta - (XIX Legislatura)

    Citazione Originariamente Scritto da Daniele Visualizza Messaggio
    Presidente, Onorevoli colleghe e colleghi,
    buonasera a tutti voi. Il tema delle infrastrutture mi è sempre stato molto caro, avendo anche in passato ricoperto il ruolo di Ministro delle Infrastrutture e Trasporti che ricopre oggi il valente on. diegol22.
    Che vi sia un "gap infrastrutturale" dell'Italia rispetto alle Nazioni d'Europa e del mondo è sotto gli occhi di tutti: ed è ancora più evidente nelle aree del mezzogiorno, dove quei pochi cantieri che vedono la luce sovente sono cattedrali nel deserto incompiute per la loro inutilità o peggio vedono l'infiltrazione della malavita che consegna opere fatiscenti, piene di vizi strutturali che comportano spese per la rimessa in pristino e/o demolizione faraoniche.
    Personalmente, e credo anche di parlare a nome dei colleghi, non vi è alcuna pregiudiziale all'utilizzo delle risorse pubbliche per investimenti infrastrutturali, salvo che questi comportino un impatto ambientale minimo e che le procedure di appalto avvengano nella più totale trasparenza. La mozione in oggetto, tuttavia, presenta alcuni errori tecnici e/o omissioni che destano la mia perplessità.
    Mi spiego, un punto della mozione recita: "[...] revisione del codice degli appalti in armonia con i principi guida stabiliti dalla Mozione presentata al Parlamento Virtuale su proposta del governo Undertaker
    per una riforma delle norme anticorruzione sugli appalti con un'azione tendente alla semplificazione soprattutto nella fase relativa all'individuazione dell'appaltatore e all' iter di espressione dei pareri dei soggetti coinvolti nel procedimento
    ." Qual'è il nesso tra semplificazione dell'iter di espressione dei pareri e norme anticorruzione? Giacché le norme penali anticorruzione servono come deterrente per l'aggiudicazione dell'appalto in maniera illecita, e laddove sussistano condotte illecite punirle, mentre la fase di espressione dei pareri attiene alla conferenza dei servizi, disciplinata dalla legge 241/1990 sul Procedimento Amministrativo.
    Parliamo di due cose diverse: sia chiaro, se si deve esortare il Governo a rivedere la legge 241/1990 per snellire e accelerare il procedimento sono favorevolissimo, ma se si snellisce l'iter devono essere più severi e stringenti i controlli ex ante sull'identità del soggetto aggiudicatore, la trasparenza dei bandi e dei soggetti coinvolti e pene più severe.
    Inoltre, essendo l'Italia un territorio dalle condizioni geofisiche particolari, le infrastrutture dovranno anche necessariamente conto dell'impatto ambientale. Nessuno vuole cementificare, ferrare, bitumare questo paese. Ritengo pertanto necessario allegare una tabella con alcune opere prioritarie ed una seconda tabella con le opere secondarie. Questo perchè serve un ottica di progettualità.
    Il corridoio Tirreno Brennero è fondamentale per il traffico su ferro, e il completamente della Ferrovia "Pontremolese" è fondamentale, così come il completamento del Terzo Valico dei Giovi. In Sicilia la Statale 129 Agrigentina (spero di non sbagliare i numeri) dovrebbe essere finalmente ultimata, ma soprattutto bisognerebbe pensare ad implementare la rete ferroviaria siciliana. A tal proposito, mi sono sempre battuto affinché si possa stringere un accordo bilaterale tra Ferrovie dello Stato Italiane e Japan RailWays Group per importare il loro know how sui treni Shinkansen e la tecnologia MagLev per ridurre le emissioni e attuare una vera alta velocità.
    Come sempre la mia non vuole essere un opposizione fine a se stessa, ma un qualcosa di costruttivo per il bene del paese.
    Grazie della vostra attenzione
    Presidente, Onorevoli Colleghe e Colleghi,

    Non posso far altro che ribadire che la Mozione è aperta al contribuito di tutti. Pertanto, caro on. @Daniele, eventuali Suoi emendamenti migliorativi saranno sicuramente presi in considerazione.
    Allo stesso modo, on. @Daniele, ribadisco che se vuole elaborare un Allegato elencante le principali opere pubbliche ritenute prioritarie o da elencare, non ci saranno problemi a discuterne.

    Vorrei sentire l'opinione anche di altri esponenti.

  10. #10
    in silenzio
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    14,394
    Mentioned
    70 Post(s)
    Tagged
    17 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    180

    Predefinito Re: Camera dei Deputati di Pol VIII seduta - (XIX Legislatura)

    Consiglio di concentrare l'attenzione sul traffico su rotaia e via mare, con un'analisi dei collegamenti fra i due sistemi sia per le merci che per i passeggeri.
    di necessità virtù

 

 
Pagina 1 di 10 12 ... UltimaUltima
Correlati:

Discussioni Simili

  1. Risposte: 140
    Ultimo Messaggio: 01-03-18, 14:56
  2. Risposte: 129
    Ultimo Messaggio: 17-12-17, 08:54
  3. Risposte: 159
    Ultimo Messaggio: 29-10-17, 10:18
  4. Risposte: 133
    Ultimo Messaggio: 27-07-17, 15:05
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-06-17, 09:22

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225