User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
Like Tree8Likes
  • 2 Post By dedelind
  • 2 Post By Sparviero
  • 1 Post By triggered
  • 3 Post By Dirty Harry

Discussione: Immigrazione: rovesciamo la narrazione dominante

  1. #1
    Christianita
    Data Registrazione
    08 Apr 2009
    Località
    Ελευσίνα
    Messaggi
    16,049
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Immigrazione: rovesciamo la narrazione dominante

    Sparviero and triggered like this.
    «Feared neither death nor pain,
    for this beauty;
    if harm, harm to ourselves.»
    (Ezra Pound - Canto XX, The Lotus Eaters)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    12 Dec 2015
    Località
    Arciconfraternita di Santo Manganello
    Messaggi
    17,579
    Mentioned
    154 Post(s)
    Tagged
    13 Thread(s)

    Predefinito Re: Immigrazione: rovesciamo la narrazione dominante

    Roma, 21 giu – Dovrebbe essere ormai chiaro come il sole. L’obiettivo del capitalismo globalizzato è terzomondizzare l’Europa, deportando masse di nuovi schiavi con cui abbassare i salari e generalizzare la miseria delle classi subalterne. Il turbomondialismo non vuole integrare i migranti, che anzi considera alla stregua di nuovi schiavi privi di dignità. Vuole, au contraire, rendere noi come i migranti: apolidi, sradicati, deterritorializzati e senza diritti. In una parola vuole generalizzare il profilo dell’homo migrans, apolide dell’esistenza. Ma, si sa, ogni neolingua che si rispetti chiama le cose con i nomi invertiti: pace la guerra, libertà la schiavitù e… immigrazione la deportazione neoimperialistica. Gli stolti araldi del progressismo acefalo senza coscienza infelice vogliono accogliere e integrare: senza curarsi del fatto che l’immigrazione di massa è un colpo di pistola in fronte alla classe lavoratrice (sia migrante sia stanziale), costretta a subire concorrenza al ribasso. E dire che basterebbe aver letto Carlo Marx per saperlo. Ma le sinistre, si sa, l’hanno abbandonato per la Boldrini e per Saviano, deliciae generis humani.

    Navi private che salvano i migranti, dice il pensiero unico. Navi filantropiche, rassicura la neolingua. Si tratta, invece, di un sistema programmato di deportazioni di esseri umani, di sfruttamento dei medesimi, di scavalcamenti degli Stati sovrani, e di valorizzazione capitalistica del valore a beneficio della global class dominante finanziaria, apolide, sradicata e competitivista. Diciamolo apertamente e senza ambagi: occorre essere contro le cosiddette “associazioni non governative”. Senza se e senza ma. Dietro la filantropia con cui esse dichiarano di agire (diritti umani, democrazia, salvataggi delle vite, ecc.) si nasconde il nudo interesse privato del capitale transnazionale sorosiano. Le Ong, di fatto, richiedono dal basso e dalla “società civile” le “conquiste di civiltà”, i “diritti” e i “valori” che i poliorceti del mondialismo stabiliscono dall’alto. Tali conquiste, diritti e valori sono, di conseguenza, sempre e solo quelli della global class competitivista, ideologicamente contrabbandati come universali: abbattimento delle frontiere, rovesciamento degli Stati canaglia (ossia di tutti i governi non allineati con il nuovo ordine mondiale monopolare e americano-centrico), desovranizzazione, decostruzione dei pilastri dell’eticità borghese e proletaria (famiglia, sindacati, tutele del lavoro, ecc.). Se non analizzate secondo lo schema che l’egemonia dell’aristocrazia finanziaria impone, le Ong si rivelano come un potente mezzo per aggirare e scavalcare la sovranità degli Stati e per attuare punto per punto il disegno globalista della classe dominante in cerca del definitivo affrancamento dalla regolamentazione politica degli Stati sovrani nazionali come ultimi fortilizi delle democrazie. Le Ong stanno solo astrattamente dalla parte dell’umanità: in concreto, stanno dalla parte del capitale e dei suoi agenti, di cui tutelano l’interesse.

    I salvati dell’Aquarius: Dio non rifiuta: così titolava, senza pudore, il Corriere della Sera pochi giorni addietro. Sarebbe d’uopo rammentare che lo stesso Dio invocato da questi pretoriani del pensiero unico nemmeno deporta esseri umani. L’immigrazione di massa – ci suggerisce il pensiero unico – è una cosa di sinistra, buona e a beneficio delle classi deboli: deportare masse di schiavi africani nelle italiche metropoli, abbassando i salari, intasando i servizi pubblici (che pubblici saranno ancora per poco) come gli ospedali, aumentando le fila già numerose dei descamisados, giova notoriamente agli operai di Mirafiori a Torino e ai precari di Napoli, ai disoccupati di Napoli e ai cassintegrati di Roma, mica ai Signori del turbocapitale, ai plutocrati del mondialismo e ai globalizzatori apolidi.

    E poi, dulcis in fundo, v’è il bardo cosmopolita, che canta le virtù del plusimmigrazionismo glamour dal suo sontuoso attico di Nuova York, cinto da noia patrizia. Il suo messaggio è reclamizzato dai circuiti mediatici alla stregua delle saponette e dei deodoranti. Gloria e virtù della società dello spettacolo! Ma il bardo plusimmigrazionista non è una vox clamantis in deserto. Tutt’altro. “Devo dire, con realpolitik, ieri ho pensato, ho desiderato che morisse qualcuno sulla nave Aquarius. Ho detto: adesso, se muore un bambino, io voglio vedere che cosa succede per il nostro governo”. Parole di Edoardo Albinati, scrittore progressista che si posiziona saldamente dalla parte giusta: quella dei dominanti, quella del capitale. A leggere queste parole, mi viene irresistibilmente in mente quanto diceva sempre il mio compianto maestro Costanzo Preve: la nostra è la prima epoca della storia umana in cui gli intellettuali sono inferiori, e di gran lunga, alla gente comune. Essi sono il blocco per il vero superamento della contraddizione capitalistica, di cui sono strenui difensori. Ordunque, dopo anni di urla scomposte intonanti il macabro ritornello “più Europa!”, “più libero mercato!”, “più globalizzazione!”, è giunto il momento del nuovo grido glamour delle sinistre demofobiche al servigio del capitale: “più immigrazione! Più porti aperti! Più terzomondizzazione dell’Italia!”. La situazione è sempre più tragica e, insieme, sempre meno seria.

    Diego Fusaro
    Onofrio and Dirty Harry like this.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    18 Feb 2015
    Messaggi
    3,804
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Immigrazione: rovesciamo la narrazione dominante

    ossia hai ben descritto il progetto Pan Europa del massone Kalergi che tutti i massoni si affannano a negare con sussiego, pervicacia e convinzione ... meglio che si leggessero con la dovuta attenzione la biografia di Kalergi a cura di Janno', edita Laruffa e finanziata dalla Fondazione Kalergi di cui tutti, lo scommetterei, giureranno di ingorare l' esistenza

  4. #4
    Forumista
    Data Registrazione
    03 Jun 2018
    Località
    Mailand
    Messaggi
    220
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Immigrazione: rovesciamo la narrazione dominante

    Per una volta Fusaro dice qualcosa senza strafare riempendola di cazzate a parte il citare Marx come uno che aveva capito qualcosa di come funziona il mondo.
    Sparviero likes this.

  5. #5
    Sagittarius A
    Data Registrazione
    09 Jun 2015
    Località
    Alpha Tauri A
    Messaggi
    16,629
    Mentioned
    42 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Immigrazione: rovesciamo la narrazione dominante

    Trasformare l'Italia e l'Europa in un immenso campo profughi riportandoci indietro di alcune centinaia di anni come diritti.

    Non un complotto ma un piano attuato alla luce del sole con la complicità delle nuove sinistre mondialiste ordoliberiste.

    Ma la reazione ci sarà. Non ci riusciranno. Le forze sane saranno disposte a tutto e questi adoratori di Satana pagheranno molto cara la loro follia.
    Child44, Sparviero and Saburosakai like this.
    "Un tempo per la meraviglia alzavamo al cielo lo sguardo sentendoci parte del firmamento, ora invece lo abbassiamo preoccupati di far parte del mare di fango." Cooper (Interstellar).

  6. #6
    ... sempre più nera...
    Data Registrazione
    09 Mar 2010
    Messaggi
    30,731
    Mentioned
    54 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Immigrazione: rovesciamo la narrazione dominante

    Citazione Originariamente Scritto da Dirty Harry Visualizza Messaggio
    Trasformare l'Italia e l'Europa in un immenso campo profughi riportandoci indietro di alcune centinaia di anni come diritti.

    Non un complotto ma un piano attuato alla luce del sole con la complicità delle nuove sinistre mondialiste ordoliberiste.

    Ma la reazione ci sarà. Non ci riusciranno. Le forze sane saranno disposte a tutto e questi adoratori di Satana pagheranno molto cara la loro follia.
    Secondo me anche la crisi economica é stata creata a tavolino.

 

 
Correlati:

Discussioni Simili

  1. Risposte: 112
    Ultimo Messaggio: 29-12-10, 21:14
  2. ROVESCIAMO IL 68 (SOLIDARIETà alla gelmini)
    Di frontenord nel forum Destra Radicale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 29-10-08, 20:48
  3. Gioco di Narrazione-spazio 2500
    Di Zapatista nel forum FantaTermometro
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 05-03-07, 23:33
  4. Putin? Lo rovesciamo col putsch
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 24-01-06, 16:14
  5. rovesciamo la discussione
    Di benfy nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-01-06, 20:05

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Clicca per votare
Single Sign On provided by vBSSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225